La corretta altezza della sella

55
YouTube video

Con questo video tech corner vogliamo spiegare come determinare la corretta altazza della sella. Attenzione, non stiamo parlando della posizione in sella nel suo complesso, perché per quella bisogna tenere in conto anche altri fattori come descritto in questo articolo. L’altezza della sella è però il primo parametro fondamentale per poter pedalare in maniera efficiente.

In collaborazione con Bike Lab Torino.

Ricordatevi di iscrivervi al nostro canale Youtube!

Commenti

  1. kaver82:
    Così ha spanne, se avessi le ossa ischiatiche sopra al famoso CA centro anatomico, pedalerei completamente in punta, invece, sono decisamente piu' indietro rispetto al CA e non credo di essere il solo
    Il che non esclude che tu non faccia parte di quelli che "siedono" sul centro anatomico a 72 mm (che ripeto è una media) o che tu sia sistemato male in sella (il nostro corpo tende ad adattarsi, anche a posture sbagliate); io non sono un biomeccanico e riporto ciò che leggo e sperimento: non so dire se appoggio le ossa ischiatiche esattamente nel centro anatomico, ma so che lo uso come riferimento per le regolazioni.
  2. kaver82:
    Ho rifatto visita biomeccanica l'altro giorno su MTB nuova. Quindi sono messo bene in sella e non ho fastidi quando giro in bici.
    Prova a pensare. Se come dici te le ossa ischiatiche si appoggiano sul punto anatomico, allora si puo' acquistare una sella di qualsiasi larghezza, tanto ti appoggi sul CA giusto? E non e' così..
    Non serve provare a vedere dove si appoggiano le ossa. E' normale pensare e credere che si appoggiano decisamente più indietro del CA..
    Se dovessero appoggiarsi al CA, significherebbe sedersi in punta o quasi. Pratica poco comune in MTB, se non in qualche volata o salita dove non manca la trazione
    Messo bene in sella intendo dove ti appoggi col sedere sulla sella. Se ti appoggi in punta il metodo del filo a piombo te lo fanno partire comunque dal ginocchio e sarà più avanti che non se ti siedi in fondo alla sella.
    Il tuo biomeccanico dove ha preso i riferimenti per la sella? Ti ha fatto sedere sulle selle con i sensori per vedere dove e quanto poggi rispetto al piano sella? Perchè quello dove sono stato io, ad esempio, mi aveva posizionato per come pedalavo con sella larga 146 (e tendevo a stare più sbilanciato in avanti). Cambiato sella e ridotta a 136 riesco a sedermi più indietro (cambiando ovviamente non solo la larghezza ma anche la svasatura della sella dalla punta alla massima larghezza) e quindi mi sono spostato avanti.
  3. Le variabili moderne han reso le formule cavallo x costante parecchio approssimative, motivo per cui si tende a lavorare sugli angoli. Rispetto alle vecchie condizioni le variazioni principali sono spessore tacchetta+pedale SPD inferiore, spessore suola presumibilmente inferiore, e soprattutto forma della suola che pochi considerano. Quello che in una scarpa da running chiameresti "drop" fa parecchia differenza, le scarpe da strada tendono ad avere valori elevati, quelle da MTB tendono di più al piatto.
    Secondo me su MTB partendo dalla formula cavallo x 0,885 , per rider di altezza media , scarpe medie ,almeno 10mm devi abbassare, se non di più.
    Puoi partire da lì e poi verificare di non poter fare meglio con piccoli spostamenti, dovresti sentire che il piede spinge bene fino al punto morto inferiore, senza dover estendere la caviglia (sella troppo alta) o sentir cadere il tallone (sella troppo bassa).
    Ovvio che conta molto la posizione tacchetta, prima metti a posto quella.
Storia precedente

Cape Epic: la rivincita del team Cannondale

Storia successiva

Cape Epic: diretta cronometro a squadre

Gli ultimi articoli in Tech Corner