MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Selle Specialized Body Geometry: nascita ed evoluzione

Selle Specialized Body Geometry: nascita ed evoluzione

Selle Specialized Body Geometry: nascita ed evoluzione

01/03/2014
Whatsapp
01/03/2014

Normalmente la presentazione di una nuova sella passa piuttosto inosservata. Questa volta, però, abbiamo avuto la fortuna di poter parlare con l’ideatore delle selle Body Geometry di Specialized, il dottor Roger Minkow. Durante la sua laurea in medicina questi si è specializzato in ergonomia e, fino al 1997, progettava attrezzi per esercizi  fisici per pazienti di unità spinali o sedili ergonomici come quelli per i piloti di United Airlines. Nel 1997 lesse un articolo di Bicycling Magazine che parlava di come le selle delle biciclette inibissero il flusso sanguigno e causassero problemi di erezione. Usando le immagini pubblicate sulla rivista che mostravano il flusso del sangue, Minkow tagliò e scavò alcune selle che aveva in garage e mandò il suo disegno di una sella che avrebbe dovuto risolvere i problemi a Bicycling Magazine. Poche settimane dopo ricevette la chiamata di Mike Sinyard (fondatore di Specialized). Il resto lo conoscete. Già nel 1999 Specialized vendeva 500.000 selle Body Geometry.

Durante la presentazione della nuova Toupé, nella sede italiana di Specialized, Minkow ci ha mostrato come una sella condizioni il flusso del sangue nelle nostre parti basse. Ha usato un macchinario (misuratore di ossigeno vascolare) che di solito si trova negli ospedali per curare le ustioni il quale, attraverso l’analisi dell’ossigeno presente sulla pelle, riesce a stabilire quanto sangue viene trasportato dalle arterie.

IMG_1134

Per fare questo, una piccola ventosa viene applicata sul pene del ciclista. Tanto per rendervi l’idea, ecco una foto esplicativa.

IMG_1137

Messo in sella il ciclista, inizia l’analisi. Ovviamente non é solo la sella il fattore che influenzerà i valori, ma anche la posizione del rider sulla bici.

IMG_1138

Una volta raccolti i dati con la nuova Specialized Toupé, Minkow fa pedalare la stessa persona su una Fi’zi:k Volta, sella molto particolare per la sua forma convessa. In percentuale, il flusso sanguigno si dimezzerà di circa la metà.

IMG_1140

Ancora più interessante è un esperimento che Minkow fa con il sottoscritto. Applica la piccola ventosa sul dorso della mia mano e mi dice di premerla con un dito, con una pressione simile a quella necessaria per schiacciare un bottone dell’ascensore (di quelli moderni). Con mio stupore, basta veramente poco per dimezzare il flusso della pressione sanguigna. Paragonato al peso di una persona seduta su una bici, la forza applicata dal mio dito è quasi nulla. Questo conferma come la forma della sella sia la variabile più importante di tutta l’analisi: solo andando a premere il meno possibile sulle parti sensibili si evita di interrompere il flusso sanguigno.

IMG_1145

Ovviamente non tutti i ciclisti che non usano una sella Body Geometry soffrono di problemi erettivi, ma non é raro leggere nei nostri forum (esempio BDC, esempio MTB) di persone che si lamentano di problemi di “addormentamento”, segno che il problema esiste. Oltre alla sella giusta, fondamentale é la postura in sella. Specialized offre il Body Geometry Fit presso alcuni dei suoi rivenditori.

La nuova Specialized Toupè

IMG_1152

In queste foto potete vedere la nuova sella Toupè, dal peso di 155 grammi in taglia M, con carrello in carbonio Fact oversized e ricoperta in Micromatrix con interno in polietilene espanso EVA.
Sarà disponibile dall’estate 2014 in tre taglie da scegliere a seconda della larghezza delle ossa ischiatiche di chi la compra. Quella che abbiamo in test è una M, larga 143mm. La S è larga 130mm, la L 154mm. Prezzi seguiranno.

BGsaddlewidthchart

IMG_11491 IMG_1176 IMG_1171 IMG_1169 IMG_1168 IMG_1167

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
solid gas
solid gas

? nulla di nuovo mi sembra….. soltanto che lo “comunicano” in maniera diversa o magari lo comunicano soltanto……
Chi fa selle in italia , lo sapeva e lo fa da decenni !

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Le selle body geometry non sono nulla di nuovo, certo. Come scritto nell’articolo, la prima risale al 1997

Boss Equipment
Boss Equipment

La bravura del marketing sta nel vendere ghiaccio agli esquimesi e visti i numeri a specialized riesce meglio che ad altri è vero nulla di nuovo, ma son bravi.
La ventosa sul pene mi incuriosisce pensa al ciclista che ha fatto da cavia ha ha ha!

Oniriko77
Oniriko77

@solid gas dipende quanti anni consideri come decenni – 20 anni fa o più le selle non erano minimamente paragonabili come seduta a quelle attuali, mettevamo il sederino ancora sulle Flite di selle Italia o similari, e le selle indicate “per l’XC” quindi leggere erano tutte fuorchè comode.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Mi ricordo la Selle Italia Flite che montavo su una RM Instinct del 99. Dolori…

Loremar
Loremar

credo che altri parametri influenzino l’afflusso o meno del sangue dovuto alla compressione: io ho una sella praticamente uguale, di un’altra marca, ma leggermente convessa in senso longitudinale, che risulta essere sbagliatissima per le mie misure antropometriche proprio per la leggera convessità. La larghezza delle ossa ischiatiche e l’uso road o mountain mi sembrano i parametri minimi necessari per iniziare a parlare di selle “tailored”, ma i produttori potrebbero tenere conto anche di altri dettagli anatomici, almeno nell’alto di gamma, visto i prezzi che comunque girano per questi prodotti.

tostarello
tostarello

ho avuto ed usato diverse selle BG e mi sono trovato bene con tutte
questa nuova toupe ha una bella linea, ma quegli “spigoli” posteriori non mi piacciono (in caso di impunto in fuorisella meglio una sella col poteriore arrotondato)

DOCTOR.AP
DOCTOR.AP

Ne ho avute 6 e con tutte ho avuto problemi.
Una sella mi bloccava il sangue l’altra mi addormentava una gamba un’altra ancora mi fa un male cane.
Soluzione? Ho comperato una selle italia SLR carbon e, per pedalare, ho risolto e pesa solo 120 gr.

francomassolin
francomassolin

Alla faccia della “vecchia sella convessa”….. Quello della foto è un modello “Fizik Volta” appena uscito e comunque molto particolare nel suo genere.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

é vero, scusate l’errore.

giancazaza
giancazaza

Io ne ho una bellissima e comodissima … ma come questa ha quelle due punte dietro … e nei tratti più tecnici si impigliano sempre i pantaloncini.

simo89
simo89

Ma anche alle donne si “addormenta” con la sella sbagliata? Per fortuna non ho mai avuto problemi con la mia sella, fate le misure da uno specialista, secondo me è essenziale per andare in bici.

train58
train58

E che sella hai? Giusto per curiosità…

simo89
simo89

Sella san marco, non ricordo il modello, è la più stretta che c’è siccome ho le ossa sacrali strette.

train58
train58

Ok. Grazie.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

@simo89 lo stesso concetto vale anche per le donne, anche se non si può parlare di impotenza. Specialized ci ha mostrato una sella per donne dove la pressione sulle parti sensibili viene diminuita grazie ad una concavità situata nel punto giusto.

Alia117
Alia117

Marco, almeno spero che la ventosa che ti ha messo in mano non sia la stessa che ha usato su quell’atleta…ahahaha!!!

spflipper
spflipper

bella sella, mi piacerebbe rossa:
comunque mi ha spaventato la frase a riga 5…
no ma seriamente se sbagli sella puoi avere… QUEL tipo di problemi? non e’ solo un esagerazione per alzare le vendite? mi sembra di aver capito che non capita a tutti quelli che non ce l’ hanno, ma piu’ o meno se vado a comprare una sella grosso modo che fattori dovrei guardare per… evitare di comprarla? e’ una domanda seria
cosi’ posso vedere se la mia x esempio potrebbe dare problemi

Marco Toniolo
Marco Toniolo

No, non é un’esagerazione. Spesso i problemi sono temporanei, dovuti a lunghe pedalate con una posizione sbagliata e con una sella non adatta alla propria anatomia.
Altre volte i problemi durano più a lungo, e per i maschi non é esattamente una goduria.

nicolapini
nicolapini

Smp fino ad ora cosa ha fatto?
Secondo me in fatto di selle siamo i migliori!

Marco Toniolo
Marco Toniolo

@simonemt la body geometry c’è dal 1997, come scritto nell’articolo

Lord Soth
Lord Soth

Mano a mano che gli anni avanzano, oltre al cosiddetto “intorpidimento” si aggiunge anche la preoccupazione per problemi legati all’area prostatica. In questa direzione, oltre che verso un complessivo maggior comfort, vanno i progetti presentati su Indiegogo da Morgaw e Namo Seat. Attendo di vedere nella seconda metà del 2014 quando appariranno sul mercato i prodotti “reali”. Cercate su Google se la cosa vi stuzzica (posso fornirvi link, volendo), si tratta di due progetti molto interessanti. Passo alla mia esperienza personale, ora, premettendo che non ho nessuna pretesa che possa valere per altri. Solo per riportare ciò che ho sperimentato nel corso degli anni. Per anni ho usato selle tradizionali. Fortunatamente non ho mai risentito di conseguenze negative. Poi da quando ho scoperto le selle con convessità, sagomature o anche tagli specifici ho sempre riscorso a queste. Ne ho avuto di comode (poche) moderatamente comode (poche) e scomodissime (la gran parte). Addirittura a volte ho avuto impressione che più si trattava di marche incensate e blasonate, su cui investivo capitali consistenti, tanto peggio il mio sedere ci si adattava. Il mio problema principale è sempre stato il dolore alle ossa ischiatiche, che rimane anche dopo averci fatta l’abitudine. Minore la superficie di appoggio, maggiori i problemi, avrei concluso. Le esperienze peggiori (parlo sempre e solo di me) le ho avuto con le SMP. Una di queste (pagata con un mutuo), mi causò un’infiammazione del nervo sciatico che mi rese invalido per oltre due mesi. E non crediate che andavo a… Read more »

marcos9999
marcos9999

Apprezzo l’esperienza personale, già che ci sono ti dico la mia: premesso: Partito da pseudo-ciclista poco convinto arrivato a pseudo-triathleta un pò più determinato 😉 Buttate nel pattume la Flite titanium o la Aspide che mi ha sono fatto star male come un cane, per quanto riguarda la mia fisionomia sono un peso forte (giro sempre attorno ai 90 Kg) e l’unica sella che mi messo il cuore in pace è stata proprio la SMP, tanto che a parte le prime uscite per farci un pò l’abitudine alla fine mi son trovato con una Full Carbon e una Carbon Silver. LA DIFFERENZA oltre a non aver alcun tipo di ritorsione (causa postura, o sui nervi, prostata o altro) è nei lunghi: mentre prima dopo 2/3 ore potevo già battere in ritirata verso casa, filnalmente con queste posso tentare di allungare abbastanza da aver prima male alle gambe, ma non certo perchè inizio ad aver fastidi o dolori causa la seduta. Nelle gare lunghe fa molta differnza. Ma per il dettaglio sella è stata la svolta sul “sì, allora continuo a far bici” oppure smettere perchè se dovevo star male mi trovavo un altro sport, o mi accontentavo di fare giretti max due ore. Provata sia su strada (lì da i lmassimo) che anche in MTB stessi risultati. Anche in MTB posso star fuori ore senza problemi. NON credere che anch’io non abbia ponderato per lunghi mesi l’acquisto (quante pippe mentali i son fatto!) per le SMP considerando il loro costo!… Read more »

Lord Soth
Lord Soth

Spero soltanto non ci accusino di farci troppo gli affari nostri se ti rispondo.
Grazie per l’interessantissima esperienza. Tanto più che io stazzo più meno sulle tue dimensioni, ma evidentemente non abbiamo la stessa conformazione pubica.
Ti chiederei di darmi un feedback in futuro sul’esperienza con la Merek, che mi piacerebbe provare.
Ieri, complice uno spiraglio di sole, ho fatto una uscita di assaggio con la nuove sella (SQ Lab 611 Active). Posso soltanto dire che l’impressione è decisamente positiva. Vedremo come va nel prossimo weekend.

RobyBocca
RobyBocca

io invece mi trovo bene con la smp,qualche doloretto dopo 4 ore solo sulla seduta, sul posteriore insomma ma mi sono trovato bene anche con una selle italia con buco da 45 euri. la body g di specialized trovata sulla nuova mtb invece non la digerisco,però voglio riprovarla magari è solo abitudine!

Nailos64
Nailos64

La sella che avevo sulla mia vecchia mtb dopo qualche ora causava intorpidimento. Ma una sella come quella in foto quanti viene?

Lord Soth
Lord Soth

L’attuale Toupè credo si trovi tra i 50 e i 90 euro (prezzi reali, non da listino) in funzione del livello e dei materiali usati.
Il nuovo modello non dovrebbe differire molto. La versione raffigurata si dovrebbe posizionare al vertice della gamma. Infine, va ricordato che al momento dell’introduzione i prezzi sono praticamente quelli di listino.

Lord Soth
Lord Soth

Correzione: il livello massimo del range va alzato fino a 120 Euro circa

DancingLizard
DancingLizard

Io per controbilanciare la pressione della sella e la conseguente inibizione del flusso sanguigno, ho risolto attaccando a modo di santino con una fascetta al manubrio una foto di Jessica Alba in topless. Bisogna però accompagnare questo metodo con un casco integrale per gli alberi in faccia che ogni tanto ci si prende.

Church
Church

Secondo il mio modesto parere la grande “S” è stata sempre un passo avanti in questo campo

Devastazione
Devastazione

Sara’ anche marketing e bla bla bla ma ho avuto selle da 180 Euro che sono state una tortura,le selle Specialized Body Geometry da 50 Euro sono dei divani. Bravi Specialized,come sempre !!

Superpiero
Superpiero

Ciao, io ho avuto problemi di prostatite dovuto ad un trauma all’inguine causato da un forte impatto con la sella. Da quel di la mia sensibilità con selle tradizionali, non mi permetteva di pedalare senza subire conseguenze. Ho avuto in prova una SMP, che mi è stata prestata dal mio negozio di fiducia, Ma senza darmi nessuna indicazione per come regolarla in modo corretto. Ho avuto subito un riscontro estremamente negativo, tanto che l’ho smontata subito. ( sicuramente il prodotto sarà validissimo, ma se poi chi te lo vende non ti aiuta, vanifica tutto il lavoro del produttore.) poi alla ceca ho comprato la mia prima sella max gel Flow slr di selle italia, e la sensazione di confort è stata immediata. In più questa sella ha i binari montati su dei supporti in gomma che aiutano a evitare colpi eccessivamente traumatici sulle parti intime.

ValerioIacobelli
ValerioIacobelli

Ragazzi un articolo su come scegliere la sella ? Sarebbe fantastico…..

nicolapini
nicolapini

Anche un articolo per prendere passo per passo la misura delle ossa ischiatiche non sarebbe male perché il negoziante certe volte ti chiede: che tipo di sella preferisci? E noi non sappiamo come comportarci. Io ho una sella smp e mi trovo bene ma vorrei trovare la distanza delle ossa ischiatiche e confrontare con la sella acquistata…

Marco Toniolo
Marco Toniolo

È piuttosto semplice: il negoziante dovrebbe avere il “cuscino” dove farti sedere e poi misurarle. Ci impiega 20 sec.

nicolapini
nicolapini

Grazie Marco,
Purtroppo nei tre concessionari specialized che conosco (zona Roma) nessuno ha il cuscino…