Polygon con due prototipi in carbonio per allmountain ed enduro

Polygon con due prototipi in carbonio per allmountain ed enduro

29/08/2013
Whatsapp
29/08/2013

Polygon è una grossa azienda, nata nel 1990 in Indonesia. Adesso è la più grossa del sudest asiatico, e grazie agli sforzi fatti a partire dal 2011 per internazionalizzarsi (tra i quali fornire le bici a Hutchinson United Ride in cui corrono Mick e Tracey Hannah) sta diventando nota anche a noi.

Colossus

IMG_9924
Da Polygon, prima di vedere i prototipi, abbiamo dato un’occhiata alla Colossus, la bici con cui Mick Hannah corre in coppa del mondo.
Lo schema di sospensione si chiama FS2, floating suspension 2. E’ uno schema un cui l’ammortizzatore è compresso da entrambe le parti, in Polygon sono convinti che questo sia il modo migliore per un carro ammortizzato, perchè si hanno un sacco di gradi di libertà su cui agire per il fine tuning della sospensione. Uno schema come questo tiene inoltre molto basso il baricentro della bici, con giovamenti per stabilità e maneggevolezza.

IMG_9925

 

Prototipi PLG-03 e PLG-04

I prototipi che vedete in queste foto sono frutto del progetto Ripple Coalition, nome che ancora una volta vuole richiamare al fatto che Polygon non è (più) solo un marchio indonesiano, ma internazionale ed in cui lavorano persone da tutto il mondo.

IMG_9919

Sono due bici in carbonio, entrambe 650B. Lo schema di sospensione è un’evoluzione di FS2 e si chiama FS3, ottimizzato per migliorare l’antisquat ed in generale ridurre le influenze di pedalata e frenata.

Il prototipo da 140mm di escursione si chiama (per ora) PLG-03, quello da 160mm PLG-04.
Lo sviluppo va avanti da 2 anni, in stretta collaborazione con Fox per ottimizzare le sospensioni per il sistema flottante. I passaggi cavo sono tutti interni e c’è anche quello per il reggi telescopico.

In foto vedete prima la 04 e poi la 03, le distinguete perchè la prima ha l’ammo col piggyback.

IMG_9920 IMG_9921 IMG_9922 IMG_9923

IMG_9923