MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Gallery] World Cup Nove Mesto: vince Kulhavy, Andrea Tiberi 7°

[Gallery] World Cup Nove Mesto: vince Kulhavy, Andrea Tiberi 7°

[Gallery] World Cup Nove Mesto: vince Kulhavy, Andrea Tiberi 7°

24/05/2015
Whatsapp
24/05/2015

[ad3]

2533-IMG_7090

Il fan club di Kulhavy

Oggi, con Nove Mesto ne Morave in Repubblica Ceca, comincia la coppa del mondo xc 2015. Grande attesa soprattutto per il confronto tra le due leggende Nino Schurter e Julien Absalon. Lo svizzero ha già vinto 4 volte di fila in questa località, mentre il francese, suo rivale di sempre, l’anno scorso ha vinto la coppa del mondo ed anche i campionati mondiali: corre quindi con le strisce iridate. Ci si aspetta che anche l’ ex compagno di squadra di Schurter, Florian Vogel, (che adesso corre per Focus ed in questa stagione è in ottima forma) ed il local Kulhavy avranno da dire la loro.
Dopo la partenza è ‘australiano Daniel McConnell a condurre la gara, ma perde posizioni ed alla fine del primo giro Schurter è davanti a tutti, seguito da Kulhavy e Vogel, mentre McConnell è quarto. Fontana è invece 15°, con circa 28s di ritardo mentre Andrea Tiberi di FRM è nono.

2555-A70W2432

Concentrazione di Kulhavy prima della gara

Partenza.

Partenza.

Il terreno è umido: rocce e radici sono molto scivolose ed anche tra i rider più forti (come Manuel fumic e Matthias Flückinger) c’è chi spinge o mette giù il piede.
Il secondo giro prosegue senza colpi di scena, con Schurter e Kulhavy che si alternano alla testa ed aumentano di qualche secondo il distacco da Vogel e Absalon, che seguono a circa 30s. Tiberi rosicchia posizioni pian piano e finisce in sesta posizione il giro.

Schurter in testa al primo giro.

Schurter in testa al primo giro.

Fumic non lontano.

Fumic non lontano.

La situazione resta la stessa a lungo, con la sola differenza che nel 4° giro Absalon ha seminato Vogel, pur sempre restando un minuto dietro gli altri due.

Il duo di testa.

Il duo di testa.

Nell’ultimo giro Kulhavy è disperato, vuole assolutamente questa gara e in salita spinge a piedi senza smontare dalla bici.

Absalon staccato

Absalon staccato

Sembra a pezzi ma riesce a superare Schurter che poco dopo è già 30 metri dietro, dopo una gara intera corsa fianco a fianco. Ormai solo una caduta od un problema tecnico potrebbero cambiare il podio. Ma niente di tutto ciò si verifica: Kulhavy vince in casa, Schurter supera il traguardo 24 secondi dopo ed Absalon 1:16 dopo.

3070-IMG_7220

Kuhlavy sulla via per la vittoria.

Per gli italiani abbiamo un bellissimo settimo posto per Andrea Tiberi, mentre Kerschbauer è 13° e Marco Aurelio Fontana non comincia al meglio la stagione, con un 38° posto.

3230-A70W2988

Kuhlavy giocava in casa.

 

Una gara molto combattuta soprattutto alle posizioni più alte, ma priva di colpi di scena eclatanti, poche anche le cadute ed i guasti meccanici malgrado le condizioni del percorso e le diverse sezioni tecniche, le quali che provocano ancora con la domanda sull’utilità in xc di un reggisella telescopico.

Battaglia finale

Battaglia finale

Spettacolare però la seconda metà dell’ultimo giro, in cui Kulhavy recupera, forse dal forte tifo dei concittadini, un’inaspettata dose di energia che lo fionda davanti a Schurter ed al traguardo con un notevole vantaggio.

3269-A70W3027

In discesa Schurter era più veloce, ma non abbastanza da staccare Kulhavy per bene.

In discesa Schurter era più veloce, ma non abbastanza da staccare Kulhavy per bene.

3386-A70W31163417-A70W3147

Le congratulazioni di Absalon.

Le congratulazioni di Absalon.

Dal numero venti al primo posto.

Dal numero venti al primo posto.

Premiazione.

Premiazione.

Calzini personalizzati.

Calzini personalizzati.

3584-A70W3266 3602-A70W3284

 

kulhavy

La bici di Kulhavy

Screen Shot 2015-05-24 at 18.40.11

[ad12]

Per le donne la vincitrice è Jolanda Neff, seguita da Gunn-Rita Dahle Flesjaa e Pauline Ferrand Prevot. L’italiana Eva Lechner è 17^.

La battaglia fra le prime due è stata durissima e si è decisa solo negli ultimi metri prima dell’arrivo.

1318-IMG_6656 1496-IMG_6760 1583-A70W1753 1632-A70W1804 1816-IMG_6851 1855-A70W1942 1865-A70W1952 2174-A70W2199 2194-A70W2219 2207-A70W2232 2422-IMG_7019 Screen Shot 2015-05-24 at 22.17.52

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Dandelion
Dandelion

Tre full sul podio

Fabio Allegrini
Fabio Allegrini

con un tracciato così tecnico mi pare più che normale. piuttosto aspettiamoci presto dei telescopi. mi piace questa xc con una buona dose di sezioni tecniche.

CANCELLONEDISUMANO
CANCELLONEDISUMANO

Grandissimo Andrea Tiberi veramente una gran bella gara da parte sua…..stare in mezzo a quei mostri non è per niente semplice….

AleCast73VA
AleCast73VA

grande tiberi meglio lui che fontana!

Egrom1985
Egrom1985

Che bella gara! Vedo che definite Kulhavy disperato, che sembra a pezzi e che nell’ultimo giro stacca Schurter grazie al pubblico di casa; a me non sembrava proprio così, anzi! Non l’ho mai visto un secondo in difficoltà, pedalata sempre potente come il suo scatto decisivo. Nino invece probabilmente non lo credeva in uno tale stato di forma, ne è rimasto sorpreso ed è arrivato al traguardo con 24″ presi in solo mezzo giro!
Grande Tiberi che deve avere un gran filing con questa gara!
Bene anche Kerschbaumer che, fuori dai radar televisivi per tutta la gara, lo ritroviamo al 13simo posto finale.

ozzap73
ozzap73

Ma solo io non riesco a vedere la gara su red bull!!! porca di quella t..ia!!

Marco Toniolo

neanche io

CANCELLONEDISUMANO
CANCELLONEDISUMANO

Purtroppo è un dramma…pure io ho fatto una fatica infernale per vederla…..secondo me senza adsl è veramente dura

Marco Toniolo

ho la dsl, ma a quanto pare richiede un plugin “event feed”. Boh..

gabren
gabren

io ho risolto cosi….
da pc con adsl non si riesce a vedere una mazza….. e non è la prima volta…….
ho quindi brutalmente fregato Xbox ai miei figli, scaricato app di red bull tv
e sono riuscito a vederlo decentemente
un amico ha fatto la stessa cosa con la wii

matteo89
matteo89

Scarica l’applicazione RedBull tv. Io mi sono visto la replica ieri sera sullo smartphone, non si è bloccato una volta! Semplicemente fenomenale!

junglejacques
junglejacques

date a Kulhavy quel che è di Kulhavy 😉
per lui super gara dall’ inizio alla fine, attacco potentissimo al quale Nino non risponde
“accontentandosi” del secondo posto.
Bravissimi anche Tiberi e Kerschbaumer !!!

Ps: qualcuno sa qualcosa del “cerottone” sulla gamba sx di Schurter?

The leg
The leg

Ho appena finito di vedere la 1a mezz’ora di gara (domani sera finisco ma ora devo andare a nanna) e ho preso nota di :
1) copertura televisiva ancora migliorata rispetto all’anno scorso
2) atleti di fascia alta sempre molto potenti e con doti di guida sovranaturali
3) bici full quasi indispensabili per scaricare a terra tutta la potenza (la ruotona sembra non bastare più) e alzare il ritmo sullo scassato in discesa
4) ritmo di gara così alto da limitare la possibilità di gestire un telescopico oltre agli indispensabili blocchi sospensioni

istria
istria

secondo me il telescopico a questi non serve.

gabren
gabren

pienamente d’accordo

gabren
gabren

comunque …….
Gunn Rita Dahle seconda in cdm !!!!!!!!!!
prima vittoria in cdm nel 1996……… (fonte wikipedia) …….tanto di cappello

solid gas
solid gas

mi hai fregato il commento. a 42 anni arrivare a 1 secondo dalla prima. che ha 22 anni.

gabren
gabren

e non parliamo della 18 esima arrivata……….44 anni e non sentirli
un’altro personaggio femminile da togliersi il cappello

Asparo
Asparo

Fontana a bucato al secondo giro.
Praticamente ipossibile arrivare nei primi 15.

Gxp
Gxp

Con tutto il rispetto, queste “resurrezioni umane” di personaggi come Kulhavy o Absalon che dopo aver condotto in sordina decine di gare, improvvisamente riemergono come fenomeni straordinari, mi lasciano molto perplesso…molto..

CANCELLONEDISUMANO
CANCELLONEDISUMANO

Pienamente daccordo con te……ed è per questo che continuo a fare il tifo per Marco Aurelio Fontana che molti criticano ma che perlomeno non ha mai avuto questi exploit improvvisi…..continuo a credere che i suoi risultati( in coppa del mondo) non siano imputabili unicamente a lui

pcortesi
pcortesi

Concordo
Il sostegno va fatto soprattutto quando uno è in difficoltà, e non solo quando è medagliato, quindi, Forza Fontana…!!!!
Detto questo, spero sia solo una giornata no, e nel frattempo, complimenti a Tiberi e Kerschbaumer.

The leg
The leg

Per partecipare a gare del circuito UCI, l’atleta è sottoposto agli stessi controlli dei colleghi stradisti quindi urine dopo gara, controlli a sorpresa con obbligo della reperibilità, passaporto biologico.
Non confondiamo la CdM UCI con i circuiti nazionali.

Gxp
Gxp

Non servono praticamente a nulla i controlli quando girano i soldoni sottobanco e quando la tecnologia del doping è molto più avanti di quella antidoping. In America è stato praticamente liberalizzato da quasi un ventennio, farebbero bene a fare lo stesso qui perchè è un fenomeno endemico ed inarrestabile già ai livelli amatoriali, figuriamoci a quelli dei professionisti

The leg
The leg

Doping liberalizzato da un ventennio negli USA?
E’ evidente che non sai cosa stai dicendo.
Manda un twitter a Fontana e fatti raccontare da lui in persona a quali controlli è sottoposto.

gabrireghe
gabrireghe

@Gxp: ” In America è stato praticamente liberalizzato da quasi un ventennio, farebbero bene a fare lo stesso qui perchè è un fenomeno endemico….”
questa frase è criminale. spero che tu non faccia l’allenatore o cose simili

Dandelion
Dandelion

Se era per l’UCI, Armstrong non lo avrebbero mai beccato. E’ stata l’antidoping USA a pizzicarlo.

theothapowder
theothapowder

Non sono d’accordo, Kulhavy è vero che non vinceva in cdm xc dal 2013 però va detto che nel frattempo ha vinto una cape epic e si è dedicato anche all’xcm vincendone i mondiali l’anno scorso e gli europei quest’anno

gabrireghe
gabrireghe

absalon e kulhavy avrebbero condotto in sordina decine di gare? resurrezzione?
ma se uno ha vinto cdm mondiali e europei l’anno scorso e l’altro i mondiali marathon l’anno scorso e cape epic quest’anno!!
ma che gare hai visto?

EnduroMatt
EnduroMatt

Sulla bici di kulhavi ho notato a parte la solita inclinazione sella esagerata i freni guide e una guarnitura che ha me non sembra la sworks, mi sbaglio?

Asparo
Asparo

Su Marco pensavo le stesse impressioni qui sopra.
Che sia uno dei pochi………….?

lenorecannan6
lenorecannan6

secondo me uno dei motivi per cui ancora non usano il telescopico è la relativamente scarsa affidabilità di questi componenti. Il timore di rimanere a metà gara con la sella bassa o cmq non totalmente in alto, per adesso li fa ancora propendere per il fisso.
Quando qualcuno avrà il coraggio di iniziare ad usarlo e dimostrerà con i fatti che “serve” per stare davanti, tutti gli andranno dietro. Ma essendo professionisti, l’unica cosa che conta è il cronometro. Diverso il discorso per le gare xc degli amatori, dove si vedono cose raccapriccianti in discesa e sinceramente, più della metà dei partecipanti troverebbero solo vantaggi dall’uso del telescopico.

daniele0511

Io uso il telescopico dal 2009 e non mi si è mai rotto.

Altra cosa è dire che a questi personaggi il telescopico serve quasi a nulla vista la tecnica di guida che posseggono…

Gxp
Gxp

@the leg

Sto parlando degli sport americani, non del ciclismo. Dove praticamente i controlli antidoping sono inesistenti, ma vengono svolti sopratutto monitoraggi sull’uso di cocaina, principalmente a scopo razziale. Ti faccio presente che gli steroridi anabolizzanti negli USA si trovano in vendita sugli scaffali dei supermercati

Swiggy
Swiggy

a scopo razziale?!?!?
se ti bombi cambi colore?

daniele0511

Talmente inesistenti che nel baseball ci sono stati giocatori squalificati e perfino commissioni d’inchiesta del Congresso e fan incazzati come iene.

Gxp
Gxp

Confermo. Talmente inesistenti, proprio nel baseball, che è stato escluso dagli sport olimpionici. Gli unici controlli famosi vennero fuori soltanto a seguito dello scandalo della Balco e delle rivelazioni sul fuoriclasse Barry Bond dei San Francisco Giant

Swiggy
Swiggy

premesso che il baseball non è stato escluso per scandali (anche perchè gli americani non ci mandavano i professionisti dell’MLB ma selezioni del triple A), non capisco a cosa serva la tua provocazione.. una sostanza è dopante se classificata come tale e quindi i controlli (che possono pure esser fatti a tappeto) pertanto dovrebbero sanzionarne l’utilizzo, dunque:
a) volendo pure prendere per vero quanto dici, perchè dovrebbero essere sanzionati prodotti lecitamente in vendita?
b) pensa agli HMB.. sembravano la scoperta del secolo durante i giochi di Atlanta, in Italia ritenuti leciti solo negli ultimi anni..
qui si sta alludendo invece a doping vero, quello nascosto, e ricondotto a due atleti europei argomentandolo secondo il solito qualunquismo

Gxp
Gxp

Da Wikipedia, alla voce Magior League Baseball: …”Politica anti-doping” Nella storia della Major League Baseball i test antidoping sono stati sempre ben poco considerati. Comunque dopo lo scandalo BALCO sull’uso di steroidi, che ha messo in risalto come molti dei migliori giocatori di baseball usassero droghe per migliorare le proprie prestazioni, la MLB ha finalmente deciso di punire più severamente i colpevoli e attuare controlli seri. La politica è stata accettata da atleti e manager ed è entrata in vigore nel 2005. Dopo la prima positività si è sospesi 10 partite, alla seconda 30 incontri, alla terza 60, alla quarta un anno, alla quinta la punizione è a discrezione del commissioner. I giocatori sono testati almeno una volta all’anno, ma molti sono controllati diverse volte. Questo programma rimpiazza quello precedente, con il quale nessuno era stato sospeso nel 2004. Con questa politica, istituita nel 2002, una prima positività avrebbe comportato solo un trattamento per l’atleta, senza rendere pubblico il suo nome. Quindi nel novembre 2005 proprietari e giocatori approvarono persino regole più severe per i positivi all’antidoping rispetto a quelle appena accettate. Sotto le nuove norme una prima positività comporta una sospensione di 50 partite, una seconda 100, una terza squalifica a vita dalla MLB. Questa politica porta finalmente la MLB vicina alle regole internazionali, da cui si era tenuta a lungo a distanza. PROPRIO QUESTA RILUTTANZA AD ADEGUARSI NELLA LOTTA AL DOPING E’ STATA UNA DELLE CAUSE PER CUI IL BASEBALL E’ STATO ESCLUSO DAL PROGRAMMA OLIMPICO A PARTIRE… Read more »

iaio
iaio

Al botteghino della sfiga hai gia’ timbrato il biglietto. Il prossimo giro sarà un altra cosa. Forza Fontana!

biker 69
biker 69

Incoraggiamo Marco Fontana se è vero che a forato è proprio sfiga dai,non capisco perchè in altri paesi tifano anche se uno perde, noi italiani dobbiamo sempre criticare,io son contetnto di avere atleti cosi’ forti nel nostro sport

gabrireghe
gabrireghe

comunque l’ultimo giro donne è stato entusiasmante con la neff a tutta che si prendeva dei rischi da paura in discesa per staccare gunn rita che era nettamente più forte di lei nel piano e dove c’era da pedalare di potenza. sono arrivate devastate entrambe con la neff boccheggiante dopo aver dato il 150%.. bellissima sfida

Swiggy
Swiggy

@GXP: ho giocato per 15 anni in serie B e A2, quindi quello sport lo seguivo per bene..
se tieni presente che alle Olimpiadi gli USA prendevano spesso sonore mazzate da Cuba e talvolta pure da Corea e Giappone capisci che non poco c’entra il malcostuma di un Paese…
non mi risulta abbiano escluso il ciclismo nonostante i vari scandali globalizzati.. beh certo, lì ci sono i soldi, nel baseball americano NO, eh già…..
poi, parli di “liberalizzazione e fenomeno tollerato” quando poi riporti un giro di vite effettuato proprio negli USA per combatterlo….
quindi, che senso hanno le tue sparate???
detto ciò, chiudiamola qui perchè siamo off topic (come disciplina)

Gxp
Gxp

Confermo e riassumo quanto scritto e che poco hai compreso:

1) Negli USA, nell’ambito degli sport nazionali, la lotta al doping è solo una facciata perchè di fatto ormai è pratica libera e diffusissima. L’esclusione del baseball dalle olimpidi a partire dal 2012 ne è una conferma. I motivi per cui il baseball si, e il ciclismo no, non li conosco.

2) Anche in Europa l’antidping è solo una farsa e il doping diffusissimo a tutti i livelli, nonostante molte persone lo ignorino e credono ancora agli asini che volano e ai campioni che risorgono

tagnin
tagnin

certo che definire come “il local” Kuhlavy mi pare un po’ riduttivo