Superenduro #4: Gambirasio e Rossin vincono a Calestano

Superenduro #4: Gambirasio e Rossin vincono a Calestano

11/09/2017
Whatsapp
11/09/2017

[Comunicato stampa]

Si conclude il quarto e penultimo round della stagione Superenduro 2017, una gara complicata per via del meteo ma proprio per questo avvincente e per molti partecipanti una vera e propria scoperta di questa piccola località in provincia di Parma con bellissimi sentieri un enorme potenziale di sviluppo in ambito mtb

Nel DNA dell’enduro e degli enduristi c’è l’innato desiderio e costante ricerca di nuove località con sentieri inediti dove far correre la propria bici e dove gareggiare.
Ogni trail regala sensazioni uniche che alimentano la voglia di andare in bici ed è proprio quello che è successo qui a Calestano in occasione della quarta tappa del Circuito Nazionale Superenduro.

Ad attendere i concorrenti provenienti da 11 nazioni, dei sentieri davvero belli e completi, tirati a lucido con un lavoro incredibile da parte della crew locale di Trail Builder Alpicella Bike Park che certamente porteranno il nome di questa location molto lontano.
Dopo le prove libere di venerdì e sabato che si sono svolte su terreno prevalentemente asciutto, a cambiare le carte in tavola e rendere ancora più incerto questo finale di campionato così combattuto, ci si è messa la pioggia che è caduta abbondante e ha drasticamente mutato le condizioni del tracciato di gara rendendolo molto insidioso, carico di fango e a tratti praticamente senza grip.

Vittorio Gambirasio (Red Bike) sceglie le linee più veloci nella prima Prova Speciale, accumulando un vantaggio di oltre 20 secondi che poi ha addirittura incrementato nelle PS successive.
Ho spinto forte nonostante il vantaggio e anche se non ero al 100% fisicamente ho tenuto duro fino alla fine. In queste condizioni le parti pedalate non facevano più tanta differenza per cui la mia scelta di gomme da fango davanti e dietro è stata azzeccata. Questi di Calestano sono punti importanti anche per il campionato ma i giochi non sono ancora chiusi e si rimanda tutto a Santa Margherita Ligure” dichiara Vittorio a fine gara.

Ad inseguirlo Nicola Casadei (CMC Cycling Experience) secondo con un ritardo di +34:38 sec, mentre terzo chiude Alex Lupato (Team Cingolani Trek) a +49:19.

Con una sola tappa del circuito rimasta, quella di Santa Margherita Ligure il 22 Ottobre, Vittorio rafforza la propria leadership in campionato con 1.960 punti, seguito da Casadei con 1.820 punti e Milivinti a 1.580. Più distante un altro grande protagonista di stagione Matteo Raimondi, oggi quinto e con 1.500 punti in classifica generale di circuito.

In categoria femminile Laura Rossin (Team GB Rifar Mondraker) fa il tris vincendo tutte le speciali di giornata con un distacco importante sulle inseguitrici, quasi 2min sulla seconda l’israeliana Nora Konem (Cycling Academy Friends) e ben +13:46:83 min su Jessica Bormolini (Raptors Bike ASD) che chiude terza.

Torno sul gradino più alto del podio dopo una lunga pausa e un periodo un po’ travagliato, mi mancava un po’ il sapore della vittoria. Sono contenta di questa stagione, ad ogni gara c’è la possibilità di confrontarsi con rider internazionali e questo mi fa molto piacere e dà grande stimolo” dichiara Laura Rossin.

Nella Categoria E-Bike vince nuovamente il velocissimo svizzero del CUBE Action Team Gusti Wildhaber davanti a Marcello Ghidini (Beltrami TSA Gravity) e a Giulio Guadalupi (Mysticfreeride ASD). Fermare e guidare una e-bike in queste condizioni non è cosa da poco e il tempo complessivo di 26:05:90 vale a Gusti una ottima quindicesima posizione assoluta.

La Categoria Giovani è stata invece vinta da Simone Pelissero (Team Ancillotti Factory), davanti ad Andrea Garella e Denir Adobati (Bike&Co ASD). La prova speciale che hanno affrontato i ragazzi è la numero 4, una delle più lunghe di tutta la stagione Superenduro che Simone ha percorso in 11:53:43 min, tempo praticamente da top 20 assoluta.

Oggi a Calestano tutti hanno girato al di fuori della propria comfort zone, spinti a dare il meglio di se in condizioni estreme su sentieri anche poco conosciuti. Tutti coloro che hanno corso a Calestano oggi si sono messi in discussione e hanno certamente accumulato un importante bagaglio di esperienza che gli permette di crescere come rider in una disciplina della mountain bike che regala sempre grandi emozioni.

L’appuntamento è per l’ultimo round di stagione il 21/22 Ottobre a Santa Margherita Ligure in Liguria.

RISULTATI: http://www.superenduromtb.com/pdf/2017_4_Calestano-Superenduro-Classifica.zip

Per maggiori info: www.superenduromtb.com

2017 SUPERENDURO EVENTS

21-05 Gualdo Tadino (PG)
18-06 Canazei (TN)
16-07 La Thuile (AO)
10-09 Calestano (PR)
22-10 Santa Margherita Ligure (GE)

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
S
SEBULBA

Nessun ricorso? Raimondi ha alzato la voce all’arrivo, sembra per presunti tagli.

SilviBike
SilviBike

VON KLEBELSBERG è arrivato 69 , non doveva stravincerlo il campionato ?

P
PaolinoWRC

doveva anche ritirarsi ma probabilmente ha scelto di provare a uscire da un infortunio dopo mesi

SilviBike
SilviBike

ah ok , non ricordavo che aveva avuto l’infortunio qualche mese fà

Stefanone74
Stefanone74

Giusto x curiosità, gli e-bikers hanno fatto le stesse PS dei pro?

prolive
prolive

si

Stefanone74
Stefanone74

Urca pensavo ci fosse un gap più ampio, invece il primo ha fatto appena 4 minuti più del primo pro. Considerato l’esiguo numero di classificati elettrici penso che si possa affermare che anche in discesa non se la cavano male

gianbike
gianbike

è sempre il pilota che fa la differenza non la bici! se scendeva con una bici normale altro che top 20….

Stefanone74
Stefanone74

Certo,mi è chiarissimo il concetto, è che erroneamente ho sempre pensato che le ebike tra formati ruota e peso aggiuntivo fossero più indicate al caxxeggio che al mondo race….ma ancora una volta tocca ricredermi

trimbax
trimbax

Da parmigiano, v’invito tutti a girare in quel di Calestano. Davvero bellissimi trail e trattorie da urlo 😉

C
Confr

Sono andato a girare a Calestano 2 settimane fa……
Posto della madonna…….panorami da Toscana a e ambientazioni fantastiche……
ps4 uno sballo……ps 3 bella e tecnica……ps 2 stupenda fino a metà, poi diventa un pò noiosa……ps1 bella tosta…..
Ci torno sicuramente a fine ottobre, che in paese c’è anche la sagra del tartufo…….

alcos
alcos

come sono le risalite? asflato ? sono segnate le PS?

B
Balo

Le speciali sono tutte mappate su trail forks anche I sentieri non usati per la gara. Risalite su asfalto tranne i trasferimenti finali che sono un po’ duri ma pedalabili è comunque corti. Le speciali sono abbastanza evidenti non puoi sbagliare, solo la ps4 incrocia una carraia che fanno le moto, tu resta sempre nel single track e non sbagli comunque è evidente il segno di passaggio delle bici

GABRI3RIDE
GABRI3RIDE

https://www.facebook.com/alpicellatrail/
Per info e rsalite meccanizzate

C
Confr

Salite tutte su asfalto, tranne gli ultimi tratti che portano alle partenze delle ps, che sono sterrati.

Le ps erano ben segnalate prima della gara….dopo non saprei…..

Comunque su facebook del superenduro si possono scaricare le tracce delle ps e delle risalite…

teoDH

Certo che Ancillotti ha fatto un affarone a far buttare nel cesso una stagione a Von Klebesberg… che se continuava a far discesa magari faceva un’altra top15 di world cup, magari un’altro titolo italiano etc etc…
Invece, un bel buco nell’acqua… continuo a sostenere che sprecare giovani talenti in uno sport da pensionati sia un abominio!
Comunque le montagne di Calestano sono spettacolari… ci ho girato questa primavera con il Ciao… sentieri belli tosti (per il Ciao)…