MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Superenduro Pro: a Sauze d’Oulx vince Jerome Clementz, all’Inghilterra il Vibram round

Superenduro Pro: a Sauze d’Oulx vince Jerome Clementz, all’Inghilterra il Vibram round

Superenduro Pro: a Sauze d’Oulx vince Jerome Clementz, all’Inghilterra il Vibram round

30/07/2012
Whatsapp
30/07/2012

A Sauze d’Oulx (TO) nella quinta prova “Pro” del circuito Superenduro Powered by SRAM, il francese Jerome Clementz vince di forza, mentre l’Inghilterra si aggiudica la prima prova del “Vibram Round EMTN”


[Comunicato Stampa] – seguirà Report completo a cura di Danybiker

Sauze d’Oulx (TO) – 30 Luglio 2012

Quante emozioni a Sauze d’Oulx! Il Vibram Round#1 EMTN si è concluso con la vittoria di Jerome Clementz tra gli individuali nella gara del Superenduro powered by SRAM, ma la giornata di domenica è stata ricca di sorprese, nonostante le sole due prove speciali in programma prima della manche Supermountain.

Clementz, vincitore di ben quattro PS, si è limitato a controllare gli avversari, forte del grande vantaggio accumulato nelle 6 PS del sabato, ma alle spalle del rider ufficiale Cannondale e SRAM la lotta è stata appassionante. Nicolas Vouilloz (Lapierre – UC Monaco) ha superato proprio nel finale Nicolas Lau (Cube), piazzando la zampata del campione con un capolavoro sulla Supersauze, vinta con il tempo record di 12’08”5.

Podio tutto francese dunque, ma occupato da atleti che non fanno parte della nazionale. Dan Atherton (GT Team Atherton) con due buone prestazioni consolida la quarta posizione assoluta ed è il migliore tra gli atleti delle nazionali, davanti al giovane fenomeno belga Martin Maes (Yeti) , classe 1997. Sesto posto per l’inglese Alex Stock (Kona Team Brooks Bike o’Clock), seguito dal primo nazionale francese Nicolas Quere (Commencal) e dal migliore degli italiani, il campione nazionale Davide Sottocornola (Ibis Team Cicobikes Endura). Joe Barnes (Orange) completa la grande prestazione degli inglesi, alle sue spalle Manuel Ducci (Ibis Life Cycle), autore di una gara da incorniciare. Il rider ligure è uno degli italiani più in forma, come Vittorio Gambirasio, terzo degli italiani.
Anche tra le donne la gara è stata combattutissima con Anka Martin e Morgan Such a contendersi il gradino più alto del podio. Le due rider si sono scambiate più volte le posizioni nel corso delle speciali e la vittoria è andata alla sudafricana per una manciata di secondi sull’ultima speciale, la Supersauze.

Il primo round dell’EMTN è andato, un po’ a sorpresa, all’Inghilterra con Dan Atherton, il sempre più convincente Alex Stock ed il debuttante Joe Barnes davanti a Francia ed Italia. Forse proprio i campioni in carica francesi hanno qualche rammarico per la scelta degli atleti, dato che tra i primi tre della classifica assoluta, tutti francesi, nemmeno uno vestiva la maglia nazionale.

Una disattenzione al controllo orario Sabato ha fatto perdere due minuti a Remy Absalon, Nicolas Quere e Florian Nicolai, che però hanno recuperato alla grande, strappando il secondo posto all’Italia di Andrea Bruno, Davide Sottocornola ed Alex Lupato proprio nel finale.

Tra le nazionali femminili invece è stato, come da pronostico, dominio francese. Troppo forti Hanna Israel, Isabeau Courdurier e Morgane Jonnier, che hanno fatto il vuoto davanti alle padrone di casa Chiara Pastore, Marianna Uttini e Valentina Macheda. Terzo posto per le ragazze finlandesi (Outi Airola e Janhunen), mentre anche tra i team Junior ha trionfato la Francia, davanti al Belgio ed all’Italia. I giochi però restano ancora aperti e tutto si deciderà il 5 agosto a Valloire.

Un capitolo a parte lo merita la manche Supermountain, che ha chiuso questa indimenticabile due giorni a Sauze d’Oulx. Il primo ad arrivare sul piazzale Miramonti dopo oltre dodici minuti tra polvere e sportellate è stato Dan Atherton, che ha rifilato 8”7 a Florian Nicolai e 22”5 al giovane belga Martin Maes, che entra a pieno titolo tra i grandi della mountain bike a soli quindici anni.

Le due sfide finali col formato Supermountain sono state la ciliegina sulla torta di queste due intense giornate di mountain bike, sport e divertimento. La manche riservata ai migliori cento della classifica finale individuale è stata vinta da Manuel Ducci, che ha chiuso al top il suo miglior weekend da quando corre nel Superenduro.

Un format adrenalinico, amato dal pubblico e dai rider, tutti soddisfatti al traguardo. Sauze d’Oulx ha accolto nel migliore dei modi il popolo del Superenduro e dell’EMTN, che per il secondo anno ha scelto il comprensorio di Alpi Bike Resort, una delle migliori location europee per il riding e per le vacanze in mountain bike con tutta la famiglia.

La sfida è ancora aperta, a Valloire la settimana prossima si assegnerà il titolo dell’Enduro Mtb Trophy of Nations. Il primo round è andato all’Inghilterra, ma i francesi a casa loro saranno certamente i favoriti. Il Superenduro powered by SRAM ora si prende una pausa e tornerà con la nuova gara Sprint del 9 settembre di Monti della Tolfa, vicino a Roma e con le Supermountain di Pila (15 settembre) e Scopello (30 settembre).

Classifiche ufficiali

Fotogallery completa

www.superenduromtb.com

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=78389&s=576[/img]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Notificami