Tango Argentino d’alta quota

Tango Argentino d’alta quota


Il ballo non mi ha mai attirato granché, non ci sono proprio portato, mi sento inadeguato e un po’ ingessato, però…però sapevo dell’esistenza di un angolo del Canton Vallese dove, per chissà quali misteriosi motivi, si sentiva parlare di Brazilian, Argentinian ecc. ecc. Chissà, forse i popoli sudamericani hanno esportato le loro famosissime danze: il samba, il tango e, son pronto a scommetterci, tra un po’ anche la salsa, la bachata e chissà cos’ altro. Quest’ angolo mi attirava inesorabilmente.

E così cinque “ballerini”, su invito dell’ormai rossocrociato Happykiller e provenienti praticamente da tutto il Nord Italia, si danno appuntamento lungo il Rodano con le loro fedeli e affiatate “compagne di ballo”, per raggiungere un colle poco oltre i tremila metri dal quale iniziare la più sensuale delle danze: il Tango Argentino !

Visti i partecipanti io mi preparo per bene, per non far brutta figura metto in macchina il vestito buono e le scarpe di vernice. In una Babele dialettale nella quale si alternano Bresciano a Bergamasco, Veronese a Piemontese e Varesotto raggiungiamo (come sempre io con fatica) la balera d’ alta quota situata in mezzo ai 4000 della Corona Imperiale.

Da qui in poi ogni commento è superfluo, per cui come dicono a Bolladello: less talk, only dance !

 

La vista è magnifica, pare che il Monte Bianco si possa toccar con mano

Al di sopra alla Dent d’ Hérens (ca. 4200 m!) volteggiano tre parapendii. Sì tre:cercate il secondo e soprattutto il terzo! Nella mia profonda ignoranza non immaginavo potessero andare così in alto.

Happykiller fa volteggiare magistralmente la sua dama…

…mentre la mia, in un momento di riposo tra un ballo e l’altro, ammira la Dent Blanche e l’ Ober Gabelhorn.

Questa invece è la “sala” famosa per il Samba Brasileiro: The Brazilian (più inflazionato) passa di qui.

Spa impegnatissimo, appena prima del casquè? Nooooo, tutto sotto controllo.

Un passo particolarmente acrobatico: nosepress in Paradise.

La parte bassa non l’ ho documentata ma vi assicuro che pur essendo meno spettacolare fotograficamente parlando, resta su livelli di bellezza e divertimento assoluti.

Comunque alla fine delle danze il mio GPS indica 1801 D+ e 3589 D- su 46,2 km. Chi l’ha detto che per ballare non serve avere un gran fisico?

Traccia GPS

  1. S.P.E.T.T.A.C.O.L.A.R.E. !

    Ma dove li andate a cercare certi percorsi?

    Una precisazione, il D- è 3589 ( nel testo) o 2700 ( traccia ?)
    Le 8 ore sono pedalate o con cazzeggio?
    Grazie per questi spettacolari reportage

    (0)
    1. Ciao @sahara e grazie !
      La traccia che ha postato il Diretur non è quella del nostro itineraio ma di una traccia di @Spirit in the sky che è sceso poi dal Brasilian.
      Noi dal Col de Becs de Bosson non siamo andati al Col du Cou ma siamo scesi in Val d’ Herence.
      I dati indicati da me nel testo si riferiscono a quelli del mio GPS. Sono sicuramente troppi, credo per via degli arrotondamenti che fa lo strumento, però non credo discostino di molto da quelli effettivi.

      (0)
  2. Rifaccio i miei complimenti. Foto magnifiche. Bravo e bravi!
    Contento che vi sia piaciuto. A forza di rompere le pelotas @happykiller ci siete andati 😉
    A mio avviso l’argentinian merita piu del brasilian, ora vietato . Cmq, volendo, i due si possono unire, facendo la parte bassa da Nax
    Vedo che il nevaio sotto la cabane de bec de bosson resiste. Ad inizio agosto, ci aveva dato qualche grattacapo

    (0)
      1. Capo sai che mi sa che ha ragione Domingosh.
        Il pezzo vietato è quello nella valle che dall’ arrivo dell’ impianto che sale da Vercorin va direttamente al Col du Cou. Ora per andare a quel colle si deve passare per il Col de Becs de Bosson come da traccia di Spirit che hai postato.
        Questo è quello che so io, non credo di sbagliare…

        😉

        (0)
        1. Dipende da cosa si intende per vietato. @Marco mi ha giustamente rimandato a questa pagina che spiega il contesto (a patto di passarla con google translate se non si mastica il tedesco) http://www.ride.ch/news/adieu-brazilian-im-wallis-sind-rinder-wichtiger-als-biker.
          Il giro Brazilian classico entrerebbe nella zona rossa dalla nuova sbarra che hanno messo, La traccia di Spirit per il lungo tratto dal Col de la Tsevalire fino al Col de Cou. Se voi siete scesi in Val d’ Herence eravate fuori.
          Poi io ho fatto il Brazilian per normodotati giovedì scorso e non ho incontrato nessuno, né escursionisti né forestale svizzera, quindi sarebbero passati anche i quad 😉

          (0)
        2. Die Aufregung, dass damit der Brazilian verboten wäre, ist deshalb übertrieben. Die Standard-Route der Brazilian-Tour – von der Crête de Midi zum Col de Cou und hinab nach Nax – darf weiterhin in Angriff genommen werden sofern man im Aufstieg zum Col de Cou zu Fuss unterwegs ist.

          E la salita si spinge comunque. Ergo: non è vietato

          (0)
          1. Mi ero documentato con la delibera krukka. Ad agosto 2016, al rifugio de la crete du midi, ho richiesto info. Sussiste un area vietata anche alle mtb. Per noi, vuol dire spingere la bici dal rifugio al col du cou. Da li si puo risalire in sella; e quel tratto di discesa fino a nax non ha nulla di affascinante. Occhio che da nax a valle, in quel meraviglioso trail, ora ci sono transenne in legno.
            È vietato il tratto dalla cabane du bec du bosson al col du cou.
            Il rifugista mi ha espressamente chiesto di rispettare tale divieto
            Quando ha sentito cosa andavo a fare, si è rasserenato
            E, aggiungo, l’argentinian è piu bello, ma di molto, del brasilian.
            Fatti qualche bel giro in svfizzera, Marco 😉

            (0)
            1. si, krukki per estensione 😉
              Fortunatamente, parlano francese, diversamente non ci sarebbe potuto essere dialogo: non conosco il tedesco; il francese si

              (0)
            2. Ich Gegenteil 😀 :razz:, wohne ich in die Schweiz, aber nicht im Wallis. x)

              (0)
  3. Complimenti per le foto !!! Giro strepitoso fatto a luglio con ancora un bel po di neve nel finale …il traverso sotto il colle con neve e bici…nn è stato semplice e la prima parte di discesa era innevata…cmq posto e discesa del brazilian dal col de Cou favolosa!!!
    L’altra discesa che avete fatto è altrettanto bella?

    (0)
    1. Ciao Zuppe Gingig, siamo andati l’ ultimo week end di Agosto.
      Ho in canna anche il report del giorno dopo, sempre che il Diretür ritenga possa esser pubblicabbole, ce stanno foto un po’ “forti”…;-)

      (0)
  4. Grazie delle bellissime foto Yura!!!!
    Giro fatto domenica scorsa, ma con cielo coperto quindi non avevo potuto portarmi a casa i panorami.
    Discesa bellissima, forse la migliore della zona. Mai un tratto poco divertente.
    Se hai fatto la risalita alla Bisse de fan ti sarai stradivertito anche nell’ultimo tratto: tornanti velocissimi.
    Io la traccia l’ho scaricata qui: https://ridewithgps.com/routes/6333075
    Questa parte da Grimenz ma là si può unire alla traccia che ha postato il direttore e partire da Vercorin. Così ho fatto io.
    Il Brasilian l’ho fatto diverse volte (ultima a Luglio) e non ho mai visto divieti.
    Da Vercorin se si decide di prendere il secondo tratto di funivia si arriva alla cret du midi. Da qui se fosse vietato il sentiero che scende per prendere la strada di salita verso il col du cou si può sempre percorrere la strada che non penso possa essere chiusa al passaggio delle bici.

    (0)
    1. Si, anche noi siamo partiti da Vercorin e abbiamo incrociato la traccia che sale da Grimentz a ca. 2000 mt.
      Nella parte bassa della discesa anziché risalire alla bisse, dal ponte siamo stati lungo il fiume su sentiero per poi risalire fino a quasi a VEX e poi ridiscendere ancora su un single incredibile di nuovo sulla Borgne. Si attraversa su ponte si risale di nuovo una cinquantina di metri e di arriva in fondo felici e contenti !

      (0)
  5. Fatto l’estate scorsa, uno dei giri più belli finora.
    Ps Argentinian prende il nome dal fatto che è più a sud del Brazilian, che a sua volta si chiama così da un commento di Wade Simmons che suonava tipo “è come ballare la samba”.

    (0)
  6. Grazie a tuttituttitutti per i complimenti che ovviamente condivido con il sempiterno @Happykiller, mago incontrastato dei luoghi e cinghiale da sentieri, nonché con i compagni d’ avventura @Dario88, @Spa, e @Hermann65 grandissimi manici della MTB !

    (0)
  7. Spettacolo! To-do list! Due curiosità, come mai il D- è maggiore del D+, avete preso impianto di risalita?
    Hai detto che il link manda a un giro diverso, quello del report dove lo posso trovare?

    (0)
  8. bello Yura, le tue foto sono da sballo e non posso esimermi di farti i complimenti sebbene non scrivo più o poco sul forum, bella anche la storia di legare i nomi dei trail in un filo veramente simpatico… ho già girato con kicco, Miki, Dario ed Herman, dei 5 mi manchi solo tu e prima o poi chissà che un ballo assieme ce lo facciamo, magari un rock ‘n roll … PS: il veronese è un majagati, non confondiamo… !!!

    (0)
  9. Nota di servizio per chi vorrà intraprendere questo giro
    La funivia che da valle porta a Vercorin è chiusa (parzialmente ma nelle ore che interessano a noi biker) ogni 1° martedì di ogni mese. Diversamente, dovrete farvi un lungo e noioso tratto su provinciale

    (0)
  10. fatto ieri con sahara.
    appena scesi dalla seconda funivia il tizio della funivia ci è venuto dietro dicendoci che il Brazilian è vietato…lo abbiamo rassicurato dicendogli che saremmo scesi dal Cabane Becs de Bosson per Lovègno e cosi abbiamo fatto.
    cmq giro mozzafiato! il GPS mi segna D-3408! mai fatti in un unica giornata
    Grazie per averci ispirato, senza questo resoconto non avremmo mai conosciuto la bellezza del luogo
    ho messo la tracia qua http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/16480

    (0)
    1. Preciso che rispetto alle altre traccce gps che si trovano online, questo percorso parte dalla funivia a quota 2300 del col di Midi e si collega andando a picco tramite piste da sci a quota 1900 con altre tracce che si dirigono al Brasilano evitando il tratto “vietato” e quindi aggiunge 400 metri di dislivello negativo.
      Mentre stavamo mettedo le protezioni per l’inizio della discesa, un tizio barbuto ci ha chiesto se eravamo a conoscenza del divieto, abbiamo risposto “certo!” ma noi andiamo sull’argentino” … e quasi c’è rimasto male…
      Per la cronaca ho vetrificato un paio di pastiglie seminuove senza neanche consumarele!

      (0)
  11. Fatto sabato con una giornata splendida ma freddissima.
    Al rifugio “chiuso” un biker della zona mi ha detto del divieto del Brasilian fino al Col du Cou ma non ho visto poi nessun cartello.
    Ho messo qui la traccia, secondo me ideale perché è ciclabile quasi completamente in salita salvo pochissimi metri di portage e volendo si può meccanizzare col postale fino Grimentz
    http://itinerari.mtb-forum.it/tours/view/16535

    (0)

I più letti della settimana