MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Controllare la bici nuova

Controllare la bici nuova

Controllare la bici nuova

12/08/2016
Whatsapp
12/08/2016

[ad3]

A quanto dicono tutti i nostri amici negozianti o meccanici, il tema di questo Tech Corner è forse il più banale ma anche quello più snobbato. Quando si compra una bici nuova non ci si pensa, ma uno dei motivi più frequenti per cui una bici comprata da poco non funziona bene è che ci si dimentica di controllare i serraggi.

Bastano 5 minuti per controllare la bici intera, ma sono sufficienti ad assicurarsi che la bici funzioni come deve.

Attrezzi necessari: chiavi a brugola, chiave dinamometrica.

IMG_6280

Cominciamo dalla serie sterzo. Tiriamo il freno anteriore e con l’altra mano teniamo il punto in cui la serie sterzo si appoggia sul tubo sterzo. Spingendo la bici avanti e indietro, cerchiamo il gioco della serie sterzo. Se ce n’è, stringiamo la vite sul tappo.

IMG_6240

Per tutti gli altri lavori usiamo un cavalletto se possibile: aiuta a tenere la bici ferma e a concentrarsi sul lavoro.

IMG_6276

Controlliamo che le pinze freno siano belle fisse sul telaio e allineate coi dischi.

IMG_6275

Controlliamo anche che le viti dell’ammortizzatore siano chiuse correttamente.

IMG_6261

Controlliamo che anche tutti gli altri fulcri siano serrati alla giusta coppia. Capita che si allentino molto facilmente.

IMG_6273

Manubrio: controlliamo le viti di tutti i collarini e dell’attacco manubrio. Anche qui usiamo la dinamometrica.

IMG_6271

Idem per le viti dei dischi.

IMG_6265

Adesso passiamo al pacco pignoni. Con le enormi forze in gioco capita che si allenti e necessiti di essere nuovamente serrato.

IMG_6254

Controlliamo anche che il movimento centrale sia ben stretto. Il nostro ad esempio si era allentato un pochino ed abbiamo dovuto tirare un po’ dal lato opposto alla trasmissione.

IMG_6253

Controlliamo che lo spazio tra la puleggia superiore del cambio ed il pacco pignoni ci sia il giusto spazio e assicuriamoci anche che il cambio stesso sia correttamente regolato. Spesso, dopo i primi giri i cavi si stirano sregolando la trasmissione. In generale però si riesce a regolare il tutto agendo sulla regolazione della guaina, nel punto in cui il cavo entra nel comando.

IMG_6252

Controlliamo anche che il supporto cambio sia diritto.

IMG_6244

E finiamo con il controllare la tensione dei raggi. Al giorno d’oggi le ruote sono costruite veramente bene, ma spesso richiedono una controllatina, soprattutto se abbiamo fatto sentieri molto scassati. Noi non avevamo un tensiometro, e in questi casi la cosa migliore da fare è prenderne due alla volta e tirarli un po’ uno contro l’altro per vedere se si muovono troppo. Sulla maggior parte delle ruote, dopo un paio di giri è necessario mezzo giro (o a volte uno intero) per ogni raggio.

Mecccanico: Leonardo @ Punta Ala Trail Center

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Sfaticato
Sfaticato

Mi permetto una piccola correzione:
“Spingendo la bici avanti e indietro, cerchiamo il gioco della serie sterzo. Se ce n’è, stringiamo la vite sul tappo.” Se ce n’è, allentiamo le viti dello stem, stringiamo la vite sul tappo e riserriamo lo stem.

Articolo carino che sicuramente sarà un buon promemoria per tutti!

Nikruz
Nikruz

a maggio sulla cube stereo nuova avevo:
– gioco sulla serie sterzo
– cambio posteriore avvitato al forcellino troppo poco (ballava)
– pedale destro svitato (faceva fastidiosi rumorini)
– nastro paranippli nei cerchi spacciato come nastro tubeless (quindi le ruote perdevano aria e lattice!!)
(bolla d’aria nel freno posteriore)
(ruota libera da ingrassare – si impuntava)

sulla mia precedente Radon invece tutto era stato fatto e serrato con maggior cura devo dire…

scnia
scnia

Per esperienza andrebbe anche smontato qualche pezzo e ingrassato/lubrificato. Mi è capitato che il grasso o l’olio fosse un po’ carente. Comunque se la bici è ritirata pronta in negozio per me dovrebbe essere al 100% e pronta per pedalare, al massimo qualche setting personale su forcella e sella.

Nikruz
Nikruz

hai ragione “dovrebbe”, ma spesso non lo è…purtroppo

giorgiocat
giorgiocat

Stavo per scrivere la stessa cosa… se la ritiri in negozio mi sembra il minimo, ma anche se te la spediscono, prima di mettertela nella scatola, visto che non è che costano proprio poco….Dopodichè si sa che la bici dopo i primi km ha bisogno di assestarsi per cui una controllatina….

Manny
Manny

Bell’articolo e soprattutto utile, complimenti.

Per mia recente esperienza aggiungerei di controllare o far controllare tutti gli snodi, che dopo poche uscite si sono messi a scricchiolare fastidiosamente causa montaggio senza o con pochissimo grasso. Operazione semplice ma che sono stato obbligato a fare su bici nuova consegnata nello scatolone (no negozio).

Infine riguardo i serraggi con chiave dinamometrica non sempre si conoscono i valori corretti da impostare, non so se sarebbe possibile avere dei valori indicativi per ogni componente interessato.

menollix
menollix

Serraggio manubrio e stem è sempre meglio controllarli!

wyzoon
wyzoon

Bell’articolo, interessante!
Io la bici l’ho presa in negozio e me l’hanno consegnata serrata e ingrassata, ciononostante dopo un po’ di giri l’ho riportata per un’ulteriore controllo (sotto suggerimento dello stesso meccanico/venditore), ma credo che sia normale.
Col secondo controllo, è stato messo un po’ di frena filetti in alcuni serraggi per limitare il loro allentamento.

PS: io so a malapena stringere le viti dello stem, sono incapace meccanicamente parlando 😉

andin
andin

Nel negozio dove ho acquistato la mia Trek, mi hanno detto di riportarla da loro dopo 1 mese per un controllo generale e dei serraggi in particolare. E dopo altri 30 giorni, altro check up gratuito (o compreso nel prezzo, dipende da come la si vuol vedere). Certo, non esclude la necessità di un controllo personale, prima di usarla, ma mi sembra un buon servizio.

cheyax
cheyax

A me hanno chiesto di tornare dopo 200km, io per sicurezza ho fatto circa 300 soprattutto sullo scassato perché mi sembrava strano non fosse successo nulla, solo il cambio che ho regolato per conto mio tirandolo dalla regolazione della guaina, avevano già fatto un ottimo lavoro a controllarla prima di darmela, si erano presi un po’ di tempo ma ne è valsa la pena, ora per essere una bici da XC è sopravvissuta bene per ora a parte la vernice che nelle zone in basso si è rovinata quindi ho risolto coprendo il telaio con un vecchio pneumatico

fredricamx
fredricamx

??stufo dei meccanici mi sono comprato un cavalletto e gli attrezzi indispensabili ed è un anno che oltre a non arrabbiarmi più risparmio pure qualche soldo. Chi fa da se fa per tre.

icwbrandi2894956
icwbrandi2894956

ottimo promemoria
oltre alla serrata iniziale è bene riverificare dopo i primi giri, diciamo 2-3 uscite. di solito qualcosa si è allentato.
e poi rifarlo ogni tanto.
se si fa discesa verifcare prima di ogni uscita. un elemento allenatato, causa vibrazioni, potrebbe saltare via senza dare il tempo di femarsi.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO