MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Ammortizzatore Cane Creek Double Barrel Air CS

[Test] Ammortizzatore Cane Creek Double Barrel Air CS

[Test] Ammortizzatore Cane Creek Double Barrel Air CS

28/01/2014
Whatsapp
28/01/2014

Abbiamo testato il Cane Creek Double Barrel Air CS, l’ammortizzatore che offre più possibilità di regolazioni esterne fra tutti quelli presenti sul mercato. Ciò è possibile grazie al Twin Tube Damper, che trova le sue origini presso Öhlins, i guru svedesi delle sospensioni motociclistiche. Queste le regolazioni indipendenti l’una dall’altra, settabili grazie ad una chiave esagonale:

– compressione alle basse velocità.
– Ritorno alle basse velocità.
– Compressione alle alte velocità.
– Ritorno alle alte velocità.

Se volete saperne di più su questo tipo di regolazioni, vi rimandiamo ai seguenti articoli del Tech Corner. Compressione. Ritorno.

La regolazione più importante resta comunque quella della durezza della molla ad aria, modificabile attraverso la classica pompetta per ammortizzatori.

toniolo-DBairCS_001

Le quattro regolazioni sono rese possibili grazie al percorso dell’olio fra le due camere (da qui il nome Twin Tube), quando l’ammortizzatore viene compresso,  passando per il ponte che porta al Piggyback, su cui si trovano i manettini regolabili esternamente. In questo video Cane Creek spiega molto bene il flusso dell’olio e come le regolazioni lo condizionino:

Oltre a ciò, è possibile rimpicciolire il volume dell’aria grazie ad uno spacer che si trova nella confezione al momento dell’acquisto. Un video molto chiaro sul sito di Cane Creek spiega come cambiare gli spacer. Rimpicciolendolo si rende l’ammo più progressivo, nel caso si vada troppo spesso a fondo corsa.

Nel 2013 Cane Creek ha aggiunto al DB una levetta che aumenta la compressione alle basse velocità ed il ritorno alle basse velocità contemporaneamente, utilizzabile per quando si pedala in salita. Non è una piattaforma stabile, ma l’effetto è molto simile. La leva gira di circa 90°.

toniolo-DBairCS_002

Setup

Questo ammortizzatore é settabile al 100% dal suo proprietario. Non ci sono tuning di fabbrica a seconda della bici, come nei prodotti della concorrenza. Se la cosa può terrorizzare il principiante, il rider esperto si divertirà non poco a sperimentare con il suo DB. Per trovare un punto di partenza è consigliabile andare sul sito di Cane Creek e cominciare a vedere se la propria bici é fra quelle elencate fra le “Base Tunes”.

Bildschirmfoto 2014-01-28 um 10.58.45

Nel nostro caso, Santacruz Bronson, siamo andati nel forum di CK per trovare un setup iniziale. In quel forum intervengono anche gli ingegneri di CK che danno consigli sui tuning più adatti alla tipologia di bici. In ogni caso, la procedura di setup è spiegata molto bene nelle istruzioni che si trovano nella confezione, se si volesse iniziare da zero o la propria bici non sia presente fra quelle elencate. La stessa Cane Creek sottolinea come sia necessario del tempo per trovare il setup ideale al proprio stile di guida e ai sentieri su cui si gira.

toniolo-DBairCS_005

Per la nostra bici del test, siamo partiti dal seguente setup (i giri e i click si contano partendo dal completamente aperto):

HSC – .75 giri
LSC – 5 click
HSR – 2.25 giri
LSR – 11 click

Bisogna dire che regolare le compressioni con i giri  (non si sente il “click”, cioé non c’è proprio) non é molto agevole, soprattutto se si provano diversi setup quando si è nei boschi. Comunque, viene comodo il piccolo block notes che CK mette nella confezione, compresa custodia impermeabile e penna estraibile. Nessuno dei comandi è regolabile è mano, serve una chiave esagonale.

toniolo-DBairCS_004

Montandolo sulla SC Bronson si nota subito come l’ammo sia piuttosto ingombrante. Il barilotto è un “Extra volume” (è disponibile anche la versione standard). La borraccia, che con il Fox Float X o il Monarch Plus ci stava senza problemi, non entra più nel portaborraccia, perchè il piggy back va a toccarne la sua estremità. Al di là di questo, il peso di 520 grammi è il più alto fra prodotti simili (Fox, Rock Shox, Bos).

toniolo-DBairCS_003

Leggendo il forum di CK si può vedere come diversi clienti siano alla ricerca di un setup “consigliato”, segno che tanti non sanno che pesci pigliare. In effetti, senza un setup di partenza, ci vuole molta sensibilità e molto tempo per poter arrivare al setup ideale. In teoria si dovrebbe girare sullo stesso sentiero fin quando non si è certi di averlo tarato nella maniera giusta, cosa che però in tanti non possono o vogliono fare perché quando uno gira vuole soprattutto divertirsi nel tempo libero.

In prova

Tecnicismi e regolazioni a parte, alla fine quello che conta é come un ammo si comporta sul campo. Iniziamo dalla salita, mettendo la levetta del CS in posizione Climb. La chiusura della compressione e del ritorno alle basse velocità fanno si che, in fase di pedalata, gli effetti di bobbing vengano smorzati per bene. Anche mettendosi in piedi sui pedali e spingendo in maniera scomposta, il DB Air CS elimina quasi tutti gli effetti di ondeggiamento del carro. Ma il bello viene quando si percorrono in salita dei tratti accidentati o tecnici. L’ammortizzazione funziona – non c’è piattaforma stabile – ma, grazie al ritorno più lento, la bici scalcia di meno quando si salgono gradoni e radici. Avete presente quell’effetto di cavallo imbizzarrito che si ha delle volte quando si sale un tappeto di radici? Ecco, con il DB Air CS la bici rimane molto più tranquilla, e la trazione in questi frangenti aumenta. La ruota posteriore tende a stare incollata al terreno.

G0010363

Di per sé la soluzione non è niente di trascendentale. Geniale però è la trovata di unire due regolazioni in una levetta attivabile piuttosto facilmente quando si è in sella.

In discesa il DB Air CS si fa apprezzare per la sua fluidità e sensibilità alle piccole asperità. Dopo qualche uscita abbiamo aperto di mezzo giro la compressione alle alte velocità per riuscire a sfruttare tutta la corsa, con un sag del 24%, e da quel momento non abbiamo trovato una situazione in cui abbiamo potuto mettere in difficoltà l’ammo. La fine della corsa rimane comunque progressiva a sufficienza per assorbire gli urti più violenti e, nel caso si girasse su percorsi con grossi drop, è un attimo aumentarla.

Se in salita parlavamo del fatto che la ruota rimanesse incollata al terreno, potete immaginare che in discesa il discorso sia ancora più estremo. Passando su sezioni tecniche, per esempio con tante rocce fisse nel terreno, il carro della Bronson non fa una piega e si mangia via tutto. La bici rimane molto tranquilla, fedele alla sua traiettoria. Per la cronaca all’anteriore è montata una Rock Shox Pike, che fa bene il suo lavoro per la parte riguardante l’avantreno.

Pur essendo così “mangiatutto”, il DB Air CS non ci é mai sembrato pigro, lasciando la bici agile anche quando la si voglia pompare sugli ostacoli del percorso. Possiamo dire che è ben “sostenuto”, non mangiandosi via la corsa per ogni impatto. Parlando del volume, le sue dimensioni generose evitano ogni tipo di surriscaldamento, anche su discese molto lunghe.

P1000346

Conclusioni

Il Cane Creek Double Barrel Air CS è un ammortizzatore pensato per il rider esperto che vuole dedicare del tempo per trovare il set up migliore per la sua sospensione posteriore. Ci vogliono diverse uscite di prova e fine tuning prima di riuscire a sfruttarlo del tutto, ma da quel momento in poi il DB Air CS rasenta la perfezione per quanto riguarda sensibilità e reattività. Non solo, si fa apprezzare molto sulle salite tecniche grazie ad un accorgimento molto ben pensato. Non riceve il massimo dei punti per via del peso e dell’ingombro. Molto ben fatto il sito di Cane Creek per il setup.

Per quanto riguarda la tenuta nel lungo periodo, vi terremo aggiornati in questo post.

Prezzo: 699 Euro
Peso modello testato, senza adattatori: 520 grammi
Distributore per l’Italia: DSB Bonandrini

CaneCreek.com

Paragone con il Fox Float X

fox 2014 enduro 49

Partendo da un prezzo similare (699 Euro il DB, 710 Euro il Float X), i due ammortizzatori si distinguono per la semplicità d’uso. Il Float X è il tipico ammortizzatore dove l’unica variabile tarabile dal rider è la pressione dell’aria, il resto viene fatto da Fox con dei tuning studiati per ogni bici. Il CK DB Air CS è un ammo che arriva allo stato “crudo”: tutto deve venire fatto dall’acquirente. E la cosa non é semplice, perché richiede tempo e sensibilità.

A livello di funzionamento, entrambi i prodotti sono molto sensibili ai piccoli urti e, se tarati bene da Fox o dal rider (nel caso del DB), sfruttano tutta la corsa. Il DB rimane più progressivo a fine corsa. Il Fox ha una piattaforma stabile, il CTD, che funziona bene, ma che sulle salite tecniche non offre tutta la trazione data dal CS del DB.

Se il Fox Float X non è stato tarato a dovere, bisognerà spedirlo ad un centro di assistenza, con perdita di soldi e tempo. Nel nostro caso, il tuning per la Bronson si è rivelato azzeccato da subito. Se comprate uno dei due come upgrade alla vostra bici, dovete tenere in mente che il Float X necessiterà di un tuning apposito di un centro di assistenza per farlo lavorare al meglio sulla vostra bici, mentre con il DB potrete fare tutto voi stessi.

Parlando di pesi e di ingombri, il Fox batte nettamente il Cane Creek. In termini assoluti 380 contro 520 grammi sembrano un’enormità (37% di peso in più), relativamente al peso complessivo della bici risultano però piuttosto ininfluenti. È l’ingombro a poter dar fastidio nel caso si voglia usare la borraccia per giri brevi “dopolavoro”, a seconda della forma del telaio.

Quindi? Dipende dalla vostra indole. Se siete di quelli che vogliono prendere la bici e uscire, senza farsi tanti pensieri sui setup, il Fox fa per voi. Altrimenti, prendete il DB e aggiungete al riding anche il divertimento di smanettare sulla vostra bici. Se poi vi piace percorrere sentieri tecnici in salita, fate un pensiero al DB.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
clax81
clax81

Gran bel giocattolino questo DB, avrei una curiosità, la maggior raffinatezza di questo ammortizzatore quanto incide sulla manutenzione ordinaria/straordinaria? Mi spiego meglio, è vero che ogni tot di ore deve essere revisionato affinché possa lavorare sempre in maniera ottimale? Lo chiedo giusto perché mi è capitato di leggere in giro qualcosa a tal proposito che ha stuzzicato il mio interesse. Detto ciò se avessi la possibilità lo prenderei al volo.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Sul sito CK dicono:

WHAT IS THE SERVICE INTERVAL ON THE DOUBLE BARREL DAMPER?

We recommend getting your shock serviced after 100 hours of use or annually.

Sulla sua affidabilità è ancora troppo presto per dire qualcosa

botacco
botacco

Ogni 50 ore si dovrebbero cambiare anche le guarnizioni aria…

The service interval for just the air sleeve is every 50 hours, which is basically the standard for any air sprung shock. The damper itself should be serviced every 100 hours or about once yearly.
(http://www.canecreek.com/products/suspension/lounge/forum/is-this-a-problem)

Peccato che non si possa montare sulla Liteville 601 Mk2, ci avevo gia’ fatto un pensierino..

tOriO
tOriO

Nessuna esperienza diretta da parte mia, ma pare che sbottino anche facilmente queste camere. DSB scriveva nell’articolo della banshee darkside che ne hanno dovuti rimpiazzare parecchi in garanzia e che sceglievano quindi ammortizzatori BOS.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Intendi DSC, giusto?

tOriO
tOriO
mia patate
mia patate

confermate quello che si poteva pensare: un bel prodotto ma pensato per i più fini (la maggiorparte di noi farebbe dei gran casini, me compreso!).
sarebbe interessante anche un confronto col RS monarch plus.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Se la neve lo permette, fra poco avrete un test comparativo da leccarsi i baffi 😉

Alia117
Alia117

Marco a quando un test del Bos Kirk?

Fabiob89
Fabiob89

… Sarebbe veramente interessante un test comparativo con il RS Vivid air R2C che ha la stessa destinazione d’uso, no!?

clax81
clax81

Non vediamo l’ora…

prolive
prolive

Ottimo test, e molto interessante per me. Ho appena preso un telaio Mojo HD 2012 usato e in primavera volevo dotarlo di un’ammortizzatore migliore in ottica gare enduro e BP. In effetti il mio primo pensiero e’ andato al Monarch Plus, per l’ottimo rapporto prezzo/peso/prestazioni, ma se volessi andare oltre, punterei direttamente al CCDB CS. Il dubbio era appunto sulla stabilita’ in pedalata con il CS attivato e sulla progressivita’ verso il fine corsa, visto che il DW link e’ piuttosto lineare. Mi sembra che in entrambi i frangenti il DB abbia dimostrato di andare alla grande.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Si, e nel caso il carro fosse molto lineare basta mettere nel DB lo spacer grande (quello blu nella foto)

prolive
prolive

ottimo, grazie!

france64
france64

Spiegazione chiarissima come sempre 😉

Comunque piuttosto che col Monarch Plus, il paragone con RockShox sarei curioso di vederlo per l’ultimo Vivid Air R2C.. mi sembra più sensata la cosa in quanto il DB air non credo sfigurerebbe su una bici da DH o nel caso della versione CS anche in ottica freeride pedalato

pablito_
pablito_

domanda forse un po stupida ma che voi sappiate è possibile fare un Upgrade del DB air normale al CS mandandolo in assistenza?

SuperDuilio
SuperDuilio

Ho il modello 2013 quindi privo di CS e confermo che in salita il mio bobba un po’ mentre in discesa non ho trovato nulla come il DB, semplicemente fantastico.
Che siano scassate, veloci, pietrose non debbo più preoccuparmi di ciò che fa la ruota posteriore….ci pensa il DB! E questa sensazione l’ho avuta dal primo giorno e ce l’ho tuttora.
Sulla mia Specy Enduro non mi è piaciuto (per le mie esigenze di guida) l’accoppiamento con la Fox 34 CTD, una buona forca da AM ma niente di più.

clax81
clax81

Caro compare qualche difettuccio dovrà pur averlo quello scassone di bici che ti ritrovi…. Prova a cambiare forca, anzi facciamo così appena ne fanno una a steli rovesciati come piacciono te, te la regalo io, magari doppia piastra…

SuperDuilio
SuperDuilio

Ti prendo in parola!!!! Prepara gli euri….. 😉

clax81
clax81

Ho capito, mi sono rovinato… Mi sa che devo vendere la mia bici! Solo che poi non posso girare, per cui sarai costretto a prestarmi la session;-)

Odin13
Odin13

Mooolto interessante;

ci potrà stare come ingombro in una Uncle Jimbo 2011?

Andre27
Andre27

È un prodotto veramente affascinante.
@marco come lo vedresti montato su una bici da AM e non enduro? Eccessivo, immagino…?
E sulla Liteville 301 per cui tanto sbavo?

simo89
simo89

Per regolare questo ammortizzatore mi pare di capire che bisogna essere degli ingenieri….scherzi a parte, sembra essere un bel giocattolino…

gabrireghe
gabrireghe

grammatica a parte, ti confermo che, da ingeNIere, non ne sarei capace..

Dino
Dino

Mah… io l’ho montato da due mesi sulla mia specialized enduro e concordo con il test…. anche se nei trasferimenti che comprendono purtroppo tratti asfaltati l’oscillazione del carro un pò si sente rispetto al fox …..la resa in discesa poi comunque ripaga, specialmente nello sconnesso e nelle pietre, e secondo il mio modesto parere va veramente bene .

sonto83
sonto83

Ciao Marco,
credi sia possibile montare il DB su una Evil Uprising taglia L ???

La scimmia è furiosa… 😉

Shelbiminox
Shelbiminox

Si ma che prezzi……….. Tra un pò per pedalare dovremo rinunciare a fare famiglia……….

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Rispondo qui a tutti quelli che mi chiedono se possono montarlo su una determinata bici: dovete chiedere alla casa che ha prodotto il telaio, anche se fondamentalmente ci sta sulle bici che hanno spazio per un ammo per piggy back.

Sulla Liteville 301 ci sta.

Non lo userei su una bici da all mountain, é un calibro troppo grosso per il potenziale di una bici votata al trailriding/escursionismo. Diciamo che sta bene dalle bici enduro in su.

Carissimo
Carissimo

insomma 1400€ di sospensioni tra la pike (nel caso si riuscisse a comprarla a 700€) davanti e db dietro… 300€ in più di tutta la mia bici.. comunque gran bel test

lokis
lokis

Ma per cui la pompetta per la pressione dell’aria si lascia a casa!?

se così maganifico! magari pesa qualcosa in più (ma dubito che sia un parametro fondamentale per l’utilizzo per cui è rivolto) che si recupera lasciando a casa la pompetta per le sospensioni . . .

fantastico poi poter sperimentare diversi set up !!

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Perché lasceresti a casa la pompetta? È un ammo ad aria

lokis
lokis

ho sparato una . . .
effettivamente per settare sag iniziale etc ci vuole sempre . .

Manuox8103
Manuox8103

Peccato che la levetta chiuda molto poco, quasi niente, e in salita fa bobbare molto (almeno così è su specy enduro), altrimenti sarebbe stato il mono perfetto.
Ho provato un fox rp23 pushato da tf tune ed è un gran bel mono, lo preferirei al cane Creek per un uso a 360° della bici (salita da pedalare e discesa).
Per la discesa vera e l’uso gravoso che implica un bel surriscaldamento, credo che il cane creek non abbia rivali.
insomma la solita coperta un po’ corta 🙁

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Molto strano, la nostra chiude bene, come descritto nel test. Com’é il tuo setup?

f.buscone
f.buscone

…PER MARCO
…IO HO UNA SANTACRUZ LTc MI TROVO BENE IN TUTTO TRANNE NELLE DISCESE TECNICHE / SCASSATE (FINALE,GARDA ECC) ….DOVE ,SPECIALMENTE IN FRENATA, IL CARRO SI IRRIGIDISCE PARECCHIO CON CONSEGUENTE PERDITA DI ASSORBIMENTO E CONFORT…..HO PROVATO TUTTI GLI AMMO…IN ULTIMO UN X-FUSION DI PEPI CHE E’ RISULTATO IL MIGLIORE ….MA FORSE SIAMO AL LIMITE DEL SISTEMA VVP!!!DICO QUESTO PERCHE’ VISTO CHE CON LA BICI PRECEDENTE ,UNA ELLSWOTH EVOLUTION , GRAZIE AL SISTEMA ICT ( SIMILE HORST ) E SOLO 120 MM DI CORSA AL POSTERIORE CON AMMRTIZZATORE STANDARD , IN QUEL TIPO DI DISCESE SEMBRAVA UN BURRO!!!…POI L’HO SOSTITUITA A CAUSA DELLE FLESSIONI LATERALI E NELLA MANEGGIOVOLEZZA DOVE INVECE SANTA ECCELLE!!!….IN POCHE PAROLE : SECONDO TE’ , MARCO, POTREBBE IL CC DB AIR RISOLVERE IL MIO PROBLEMA CON LA SANTA LTc????

Marco Toniolo
Marco Toniolo

ti si è incantato il maiuscolo?
Che bici sarebbe una LTC?

f.buscone
f.buscone

….TALLBOY LT CARBON….

Marco Toniolo
Marco Toniolo

potresti smetterla di scrivere in maiuscolo? Vedi quel tasto sulla sx della tua tastiera, con su scritto CAPS o con una freccia verso l’alto? Schiaccialo per favore.

Sulla Tallboy non monterei il DB. L’ho provata (qui il test http://www.mtb-mag.com/test-santacruz-tallboy-lt-carbon/) e sinceramente non ho sentito il bisogno di un altro ammo. L’hai settato bene? Che sag hai?

f.buscone
f.buscone

…attualmente 30 % ma l’ho provata comunque in un range da 20 a 40…..ho visto la tua prova e’ francamente ,dopo averla posseduta, ho riscontrato le stesse tue sensazioni in generale tranne che per la discesa …… chiariamo bene io i problemi li riscontro in discese ripide e tecniche con urti ripetuti e scassate … finche’ non freni abbastanza bene ma una volta pinzato il carro e’ un legno…..so’ anche che non posso pretendere prestazioni dh con un mezzo am ma anche avere a disposizione 135mm e non poterli sfruttare in quelle situazioni lo vedo limitante per un mezzo che in altri frangenti e’ a dir poco eccellente!!…p.s che si il mio peso ??? 58 kg vestito !!

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Considera che se vai sul ripido scarichi l’ammo e carichi la forcella, però mi sembra strano che “diventi un legno” perché il sistema vpp della Tallboy è lo stesso che trovi sulle altre SC, e su nessuna ho trovato che si blocchino così brutalmente in frenata.

In discesa quella bici mi aveva piuttosto sorpreso: con relativamente poca escursione mi sentivo a mio agio su sentieri che di solito percorrevo con un 160mm.
Non è che l’ammo si scaldi troppo? Hai controllato la quantità d’olio o ci hai fatto fare una revisione?

200mm
200mm

Io ho il DB a molla e ne sono veramente contento…

AleFa
AleFa

Chiedo venia per l’OT…ma nn potuto fare a meno di notare il parafango…potrei sapere marca e modello?
Grazie,mille!

Marco Toniolo
Marco Toniolo
paolis
paolis

io ho fatto l’upgrade dal ctd al float x principalmente per il surriscaldamento del primo… devo ammettere che il “float x” pur essendo molto superiore sul campo al float base scalda un casino… una tirata unica (magari una ps di sestri levante) lo fa scaldare comunque molto con una certa perdita di”dumping” e ritorno… al punto che non mi sembra molto più resistente del float (dovrei provarli entrambi d’estate.. ora fa freddo e cambia tutto..).
Voi? Avete riscontrato che il “float x” scalda comunque molto? e il cane creek é superiore in questo?

Grazie mille

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Tutti gli ammortizzatori si scaldano, perché l’energia deve andare da qualche parte (in questo caso si trasforma in calore). Il punto é vedere come circola l’olio quando si scalda, motivo per cui ci sono i piggy back, per aumentare lo spazio e la quantità d’olio.

Con il Float X ci ho fatto la EWS di Punta Ala, e decine di discese dal Tamaro (1400 metri di dislivello al botto) senza problemi. L’ammo continuava a funzionare bene. In questa stagione é dura provare un ammo su un dislivello simile, e le temperature sono molto diverse, quindi non ti so rispondere.

Sulla carta il DB non dovrebbe avere di questi problemi, viste le sue dimensioni generose, soprattutto quello provato da noi che é un high volume.

paolis
paolis

si ok, che trasformi l’energia cinetica in calore é pacifico… lo fa anche la forcella che proprio in virtù del maggior volume d’olio minor rapporto di compressione ecc é assolutamente trascurabile su discese di 3 o 5 km.

Che il float x sia molto più sensibile e globalmente funzioni meglio del float é ultra evidente dopo pochi metri… dico solo che (lo monto su una covert con taratura fatta apposta dalla casa) questa estate il float normale era incandescente… ora il float x con almeno 15 gradi fuori in meno in fondo alla discesa.. non scotta ma é MOLTO caldo… al punto di scaldare anche la camera d’aria e avere (a parità di click) un ritorno significativamente più sfrenato.. e su questo aspetto, da quanto veniva decantato, mi aspettavo meglio… mi domandavo se anche voi avevate notato questa differenza nel rebound (as esempio).. e se nel cane creek era meno percettibile..

Grazie mille, Alessandro

Fantasticbiker

Bom dia
from Portugal
Hey Marco, do you try the HSC and LSC with lower settings, I have a Nomad with the CS and the Bronson isn’t plush like Nomad, don’t know if is the linkage or the shock but I use this settings
HSC 0.5 turn
LSC 5 click
HSR 2.25 turn
LSR 8 click

When I saw your settings first thing I think, Uauu so much HSC and LSC …. do you try it with lower setts? don’t like it?
Thanks
Luis

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Hey Luis,
yes, I lowered the HSC of half a turn. With 24% sag the bike is really plush and I can use the whole travel.
The setting at the end of the test were
HSC – .25 giri
LSC – 5 click
HSR – 2.25 giri
LSR – 11 click

paolis
paolis

Scusa Marco,

ancora una domanda… per chiarezza… (mi piace parlare di settings quando non posso pedalare):

quando parli di 24% di sag (in questo test e magari anche sugli altri) sull’ammo intendo (ovviamente vestito di tutto punto) da seduto in sella o “attack position”?
Ho notato che passare in attack position “scarica” parecchio l’ammo… pertanto se da seduto ho circa un 30%, in posizione da discesa passa a meno del 25%…

Grazie mille

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Bella domanda. Dipende da quello che ci fai. Personalmente, visto che le salite me le guadagno pedalando, un fattore per me molto importante è che la bici non si “sieda”, cioè che in salita mi ritrovi con troppo sag, cosa che mi impedisce una guida proficua sul tecnico (in salita).

Quindi misuro il sag in piedi sui pedali, ma con il peso non troppo avanti sul manubrio, proprio per non scaricare troppo l’ammo ed avere così un sag esagerato in salita quando sono seduto in sella.

Ne parlavo con gli ingegneri Fox quando provavo la 34 Rad http://www.mtb-mag.com/in-giro-con-fox-rad-testando-oggi-i-prodotti-di-domani/ e anche loro mi hanno confermato di variare il modo di misurazione a seconda di quello che si fa.

paolis
paolis

Ho fatto bene a chiedere. Anche io faccio enduro praticamente sempre pedalato, ma sono disposto invece a sacrificare la resa in salita pur di avere il top in discesa.

Io ho sempre misurato il sag sull’ammo da seduto (poiché iniziai anni fa a fare cosi e perché così ormai avevo dei “riferimenti” tra una prova e l’altra sul campo).
Imposto un 30% netto (con zaino e tutto), e in qualche breve prova da in piedi sui pedali il sag diminuisce… mi pare intorno al 25% (ma controllerò)… ultimamente che avevo provato ad indurire un po (circa 27%) mi ero reso conto che prima della discesa tra la posizione eretta e l’acqua bevuta sudore evaquato avevo un sag in attac position molto scarso.. e infatti sentivo il bisogno di una forcella molto sostenuta (o un ritorno posteriore molto frenato).
Ora capisco perché leggevo nelle vostre prove valori di sag che secondo me compromettevano troppo la resa in discesa. Proverò a rimisuralo come te e piuttosto “centrale/leggermente arretrato” e vedo cosa viene fuori.

Grazie, Ciao

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Comunque, personalmente, ci impiego un po’ a trovare il sag giusto su un ammo o bici nuova, perché voglio riuscire a sfruttare tutta la corsa anche senza dropponi sul piatto. Per fare questo ho un sentiero di riferimento con diversi ostacoli su cui so come si devono comportare la forcella e l’ammo. A fine giro controllo gli o-ring e sgonfio o gonfio la forka/ammo a seconda.

franco24
franco24

Ciao a tutti
Dunque io l’ho messo sulla mia Specy Enduro 26″ my 13. Regolato alla perfezione senza nessun problema, seguendo quanto suggerito sul sito della Cane Creek per il mio modello; quanto meno è un buon punto da cui partire. Detto questo, il mono in discesa cambia veramente faccia alla bici, non c’è storia, mangia tutto e tiene il carro incollato al terreno. Davvero ragazzi, è incredibile quanto cambi la bici rispetto al mono originale, invito chiunque a provare per credere.
Detto questo, il rovescio della medaglia è in salita dove, nonostante il CS, “mangia” qualcosina in pedalata, facendo faticare più del dovuto. Per le gare di enduro, dove c’è tanto da pedalare in salita, non so fino a che punto i vantaggi in discesa siano superiori rispetto alla fatica che bisogna fare in salita per “portarselo” su, visto che bobba un po’…

SuperDuilio
SuperDuilio

Ti quoto in pieno.
Per chi come me predilige la discesa e non fa gare è miglior mono mai provato ma il bobbing in salita c’è eccome.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

forse dipende anche dal tipo di bici e dal sistema di sospensione, dato che non si tratta di una piattaforma come il propedal. Se il carro bobba di suo, metteteci un Fox.

franco24
franco24

Aggiungo che per quanto riguarda la bobbata in salita c’è poco da fare con le regolazioni, perché la modalità CS esce già settata dalla fabbrica e su questa nn c’è modo di intervenire!

f.buscone
f.buscone

…potresti aggiungere te’ una levetta da inserire sulle LSC ….come aveva sul modello precedente di serie con il double barrel air non cs?!?!?

@ndrew
@ndrew

Marco,ma come impostazioni di partenza allora posso far fede anch’io ai parametri qui sopra?

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Se é per la Bronson, si. Altrimenti vai sul sito di CK, linkato nel test, ci sono tutti i settings

Marco5
Marco5

Ragazzi domani me lo montano ( il DBAIR CS 190×50 ) sulla mia GT FORCE , poi vi dico

diegopressacco
diegopressacco

Ciao. Ero intenzionato a montarlo anche io sulla mia Force. Vorrei sapere come ti trovi! Bobba in salita? Che misure ci vogliono per la force?

botacco
botacco

A fine settimana arriva il Double Barrel CS per la 601.
Liteville mi ha confermato che ci sta tranquillamente.

Ovviamente dove ho ordinato l’ammo non avevano le boccole.

Ho preso il kit di montaggio da 22,1mm di larghezza x 8mm interni online ma ho scoperto che, pur essendo venduto per il double barrel CS, il diametro esterno e’ di 12.7 mm invece dei 14.7mm.
(http://www.hibike.de/shop/product/pc950970dac35c32055b4fd2518253558/Cane-Creek-Double-Barrel-Daempferbuchsen.html)

Devo mettere qualche boccola di riduzione ho ho sbagliato ad ordinare il kit di montaggio?

Marco Toniolo
Marco Toniolo

hai provato a sentire Liteville?

botacco
botacco

Appena chiamati.

Se mai dovesse servire di nuovo…

Servono 2 coppie di kit per montare il DB sulla 601:

Boccole di riduzione da 14.7 a 12.7
http://www.hibike.de/shop/product/pa9ba9bf40fb25edd6fa43f6e7f2613b1/Cane-Creek-Double-Barrel-DU-Bushing-per-ammortizzatore-con-in-il-Seriennummer.html

Boccola interna
http://www.hibike.de/shop/product/pc950970dac35c32055b4fd2518253558/Cane-Creek-Double-Barrel-spallamenti.html

Liteville consiglia di montare un cuscinetto ad aghi almeno sulla parte inferiore dell’ammo.
L’unico modo per farlo pero’ e’ di allargare il foro dai 14.75mm attuali a 15.05mm necessari per farci stare il cuscinetto ad aghi syntace.

Per ora provo con le boccole. Se poi trovo dove far allargare i fori passo ai cuscinetti ad aghi.

Marco5
Marco5

Io difatti ho preferito comprarlo dall’importatore ufficiale ,costerà du più ms sono sicuro che é già pronto,aparte il sag w il settaggio

botacco
botacco

la differenza tra l’importatore ufficiale e il prezzo che ho pagato era veramente troppa…
Ci vorra’ un po’ di sbattimento in piu’ ma con quel prezzo ci pago due manutenzioni complete e mi ci avanzano soldi per qualche birra…

Marco5
Marco5

Ok buone pedaalate

Marco5
Marco5

Io invece birra

valeduke
valeduke

Scusate ma non trovo il base tunes per il sc nomad3 ….
Mi potete dare da qualche dritta ?
Grazie

pinzi
pinzi

Ma un paragone con quello a molla invece ?