[Test] Comparativa di 7 bici trail da 29

[Test] Comparativa di 7 bici trail da 29

16/03/2016
Whatsapp
16/03/2016

[ad3]

Dopo le 7 bici trail da 27.5, è venuta la volta delle 29 pollici. Vi rimandiamo a quell’articolo per la spiegazione dello svolgimento del test, sottolineando che la location è identica, cioè i sentieri delle Bandite di Scarlino presso Punta Ala. Troverete una 27.5+, la Scott Genius, dato che, al contrario della Ibis Mojo 3, monta tutta componentistica da 29, e cerchi specifici per il formato maggiorato.

Anche in questo caso le bici sono state provate “out of the box”, ovvero come ci sono state mandate. Tutte le aziende sapevano che si trattava di una comparativa di bici da trail, dove la pedalata in salita ha un ruolo importante tale e quale la discesa.

Vi auguriamo una buona lettura, consigliandovi di non prendervela se la vostra bici del cuore non ha ottenuto i risultati che speravate. Dovete infatti considerare il vostro ambito di utilizzo preferito, come spiegato bene qui.

Geometrie

geo

Ibis Ripley LS X01 WX 29

F75R7097

La Ripley è una delle bici che più sono piaciute, sia grazie ad un montaggio di alto livello e ben ragionato (con prezzo di conseguenza) che per le prestazioni rilevate sul campo. Efficacissima in salita, sia scorrevole che tecnica, peso contenuto e set ruote in carbonio ne fanno un’autentica saetta in fase di rilancio.

Queste doti di reattività le sono valse una valutazione molto alta anche alla voce discesa scorrevole e nel guidato, dove le geometrie equilibrate ed il movimento centrale particolarmente basso rendono i cambi di direzione fulminei. Sul tecnico il parere dei tester non è stato unanime: alcuni ne hanno apprezzato la reattività anche in questo frangente definendola “una bici di carattere che vuole essere guidata”, altri l’hanno trovata un filo nervosa e più impegnativa rispetto ad altri modelli.
Seppure favorita dal montaggio al top, la valutazione finale parla chiaro: una bici la cui spiccata personalità ha fatto breccia.

dettagli

Evil The Following custom 29

F75R7252

Dalla The Following francamente ci saremmo attesi qualcosina di più, soprattuttto sulle salite più impegnative. Quasi tutti i tester hanno patito la posizione troppo seduta imputabile alla forcella da 140 mm combinata con l’abbondante sag (30%) richiesto dalla sospensione posteriore per lavorare al meglio in discesa (le specifiche Evil prevedono forcelle da 120 o al più da 130 mm). Il risultato è che, proprio sulle salite più ripide e tecniche, la gestione dell’avantreno diventa difficoltosa a causa del peso troppo arretrato. Dopo mesi di prova, Ian Collins ha per esempio trovato l’escursione ideale della forcella essere quella da 120mm, sia per le geometrie che per avere una bici scattante e reattiva.

Sulle discese sconnesse l’assorbimento del carro è ottimo, la bici è stabile ed invoglia a mollare i freni. Nel guidato con curve in appoggio riemerge però l’impressione di un assetto troppo seduto e la reattività non entusiasma. A livello di cura costruttiva e dei dettagli è da segnalare la scomodità di accesso all’ammortizzatore, “incassato” nel telaio a ridosso del movimento centrale. I vantaggi in termini di abbassamento del baricentro sono innegabili e per la determinazione del sag si può fare affidamento sull’apposito registro, ma l’accesso alla levetta di regolazione della compressione è poco agevole a bici in corsa.

Una bici che meriterebbe una seconda possibilità montata con una forcella dall’escursione minore.

dettagli

Rose Root Miller 2 Supertrail 29

F75R7159

Unica bici con telaio in alluminio della comparativa ed unica a montare una guarnitura doppia assieme alla Trek Fuel, a dispetto di un prezzo estremamente concorrenziale la Rose Root Miller sfoggia un montaggio ben curato anche nei dettagli. In salita i tester hanno apprezzato l’azzeccata posizione in sella, ma il peso più elevato della media l’ha leggermente penalizzata sullo scorrevole.

Bene invece sul tecnico, dove il tubo sella verticale, il carro lungo ed il buon sostegno della sospensione posteriore le permettono di ben figurare anche in confronto alle concorrenti più leggere. In discesa ha brillato in particolare sui fondi più impegnativi, dove si è guadagnata il punteggio più alto di tutte, mentre nel guidato la lunghezza del carro e l’altezza del movimento centrale la relegano fra le meno agili.

Assieme alla Hightower è la bici maggiormente orientata alla discesa tecnica, quindi ha pagato qualcosa sul fronte della polivalenza.

dettagli

Santa Cruz Hightower C S 29

F75R7151

La Hightower vanta un telaio ben realizzato e dalla linea gradevole, ma il prezzo è alto in rapporto al montaggio ed il peso il più elevato della comparativa. Il telaio è in carbonio C, quindi quello meno “pregiato” della casa californiana. In grado di cavarsela più che discretamente in salita, è però in discesa che sono emerse le qualità migliori, in particolare nel tecnico veloce dove ha mostrato doti ben superiori a quelle richieste ad una bici di questa tipologia.

Da questo punto di vista è emersa una doppia scuola di pensiero: alcuni tester l’hanno ritenuta persino “eccessiva” ed avrebbero preferito una maggiore polivalenza, altri hanno apprezzato la possibilità di affrontare a ritmo elevato discese di un certo impegno con una bici la cui pedalabilità resta comunque quella di una trailbike. Ottimo il comportamento della sospensione posteriore, sensibile e dalla progressività pressochè perfetta.

dettagli

[ad45]

Scott Genius 710 Plus 27.5+

F75R7214

La valutazione della Genius 710 + è stata inevitabilmente condizionata dalle ruote in formato plus. La gestione delle sospensioni da remoto è stata molto apprezzata, ma un routing un po’ approssimativo sotto il movimento centrale ed una posizione in sella un po’ allungata le hanno impedito di stare fra le prime alla voce “cura costruttiva”.

A livello di prestazioni sono confermate le caratteristiche di questo formato ruota, quindi bene nelle situazioni più tecniche, sia in salita che in discesa, ma scarsa vivacità e minore precisione rispetto alle concorrenti nel guidato. Questo ha determinato una valutazione che non è andata oltre la sufficienza alla voce polivalenza. Il voto finale non tragga però in inganno: se la velocità non è il vostro obiettivo principale e cercate la sicurezza che il grip del formato plus sa garantire in ogni frangente, questa potrebbe essere la vostra bici.

dettagli

Specialized Stumpjumper FSR Expert Carbon 29

F75R7170

Polivalenza e cura costruttiva sono le voci che hanno permesso alla Specialized Stumpjumper di staccare tutte le concorrenti ed ottenere il punteggio finale più alto. Qui nulla è fuori posto o lasciato al caso, a partire da un cockpit impeccabile per arrivare al sistema SWAT, l’uovo di Colombo che cambia la vita nelle uscite veloci e leggere.

Sul campo i tester sono rimasti impressionati dalla facilità ed intuitività di questa bici, tanto in salita quanto in discesa. Sia chiaro che la Stumpjumper non è il top in ogni situazione: la reattività non è ai livelli della Ripley e le doti di incassatrice non sono quelle della Hightower o della Root Miller. Tiene però il fiato sul collo alle migliori concorrenti in ogni frangente, e lo fa mettendo il biker a suo agio da subito, caratteristica a nostro giudizio vincente per una trailbike.

Volete il pelo nell’uovo? La velocità di salita del telescopico richiede un po’ di adattamento e l’accesso alla valvola dell’autosag è scomodo.

dettagli

Trek Fuel EX 9.8 29

F75R7160

“Da una bici di oltre 5000 Euro mi attendo un cockpit perfetto”, queste le parole di uno dei tester commentando l’infelice posizione del comando del Reverb sulla Trek Fuel. Essendo montata con una doppia Shimano, il problema è il solito: i due comandi fanno a pugni e quello del telescopico finisce inesorabilmente troppo lontano. Questo dettaglio ha penalizzato la Fuel alla voce cura costruttiva, mentre le prestazioni rilevate sul campo hanno stupito tutti in positivo.

Redditizia sulle salite scorrevoli nonostante un leggero bobbing, sul tecnico ha evidenziato grandi doti di trazione. In discesa è risultata una delle più divertenti, agili e reattive, mentre sui fondi rotti alcuni tester hanno patito la forcella dalla minore escursione del lotto combinata con geometrie fra le più chiuse. Ciò non ha impedito alla Fuel di essere seconda in polivalenza solamente alla Stumpjumper e fra le preferite di più di un tester. Sempre eccellente il lavoro della sospensione ABP quando la ruota anteriore è rivolta verso il basso.

dettagli

I risultati del test comparativo

Nella tabella qui sotto trovate tutti i numeri della comparativa. Per ogni bici sono indicati, nella rispettiva colonna dei parametri, i voti ottenuti dalla media dei voti di ciascun tester. In rosso sono indicati i valori dei coefficienti con i quali questi voti sono stati in seguito moltiplicati per ottenere i risultati complessivi, riportati in grassetto nella colonna verde, che determinano la classifica finale (il voto massimo è 10). Seguono i pesi da noi rilevati e i prezzi di ciascuna bici nell’allestimento che abbiamo testato.

tabella

La nostra valutazione si basa su una serie di voci, per ognuna delle quali viene espresso un voto da 1 a 10. Ognuno di questi voti viene moltiplicato per un determinato coefficiente in base all’importanza che si vuole attribuire a quella voce. Il risultato finale è la media di questi voti pesata sui coefficienti. Al di là dei numeri, e soprattutto della classifica finale, quel che non ci stancheremo mai di ripetere è che la tabella va letta con una certa elasticità: inutile stizzirsi perchè la propria bici del cuore non è quella con la valutazione globale più alta, quando magari eccelle proprio negli ambiti soggettivamente ritenuti più importanti.

Partendo dal presupposto che una buona trailbike dovrebbe essere polivalente, i coefficienti sono stati studiati in modo da non premiare o penalizzare troppo pesantemente una specifica situazione. Credendo però che la maggior parte degli utilizzatori di queste bici ha un occhio di riguardo per il divertimento e la sicurezza in discesa, abbiamo attribuito un peso lievemente maggiore in questo ambito. Un coefficiente un po’ più alto è stato poi assegnato alle prestazioni nel guidato, quindi agilità e reattività, doti che dovrebbero caratterizzare questa tipologia di bici.

IMG_8341

Passando alla salita, alla resa sul tecnico viene dato un peso lievemente maggiore rispetto al comportamento sullo scorrevole, questo per premiare le geometrie ed il comportamento della sospensione più che la leggerezza (fortemente legata al prezzo) o la scorrevolezza dei pneumatici. Per evitare che modelli dalla resa molto sbilanciata nelle diverse situazioni potessero ottenere una valutazione finale allineata a quella di mezzi più equilibrati, abbiamo introdotto la voce “polivalenza”, premiando così la caratteristica regina per una trailbike.

Con “cura costruttiva” abbiamo valutato non solo la cura realizzativa generale, ma anche coerenza ed adeguatezza del montaggio. Questo secondo punto è abbastanza importante: l’intento non è stato premiare i montaggi più pregiati e leggeri in senso assoluto, cosa fortemente dipendente dal prezzo, ma piuttosto quelli meglio “ragionati” ed adeguati al prezzo stesso.

F75R7384

Mauro Franzi e Daniel Naftali sopra cala Violina

Se volete andare sui sentieri del test, sappiate che il Punta Ala Camping Resort apre l’11 marzo 2016.

Cogliamo l’occasione per ringraziare Thomas, Roberto, Maria Luisa e tutto lo staff del Punta Ala Camping resort per l’accoglienza e il supporto, Davide Brugnoli per il tanto lavoro di cui si è preso carico, Davide e Alessandro Bagnoli per l’aiuto “a distanza” e tutte le aziende che hanno messo a disposizione le bici.

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
TallBoyDan
TallBoyDan

Anche in questo caso come per le 27.5 con Canyon, Rose che costa la metà della Specialized non sfigura affatto… Meditate gente meditate 🙂

TallBoyDan
TallBoyDan

Rose è addirittura davanti a Santa Cruz e a sta benedetta Evil che a sentire chi le vende non ha paragoni….nel prezzo di certo…

DoubleT
DoubleT

;))

alf71
alf71

Sta “benedetta” Evil, parlo da possessore e con forcella da 140 Fox, secondo me non ha paragoni nel senso che è proprio diversa dalle altre come interpretazione…infatti non condivido nella maniera più assoluta la critica al comportamento nelle curve in appoggio, dove trovo la risposta migliore della bici. Viva la diversità di opinioni! Anche in salita secondo me specialmente sul tecnico è molto molto valida.

Marco Toniolo

Non so che salite “tecniche” tu faccia, ma con 140mm davanti appena il sentiero diventa un po’ ripido diventa un’impresa tenere la ruota davanti attaccata al terreno. Non per niente nel test singolo, dopo un giro su uno dei miei tracciati di prova, ho cambiato la forca con una talas 140-120.
Inoltre la Evil ha in catalogo un’altra 29 con escursione da 150mm, quindi non vedo il motivo di snaturare la Following.

alf71
alf71

Evidentemente quando l’ho comprata non c’era la Wreckoning (che tra l’altro è 160 di escursione) e trovare delle forcelle già a 130 è impossibile, perciò ho voluto provarla a 140 prima di abbassarla eventualmente al primo controllo della forcella. La Fox rispetto alla Pike è già di suo un pò più bassa, ho le stem Turbine girato in negativo e non ho grosse difficoltà, poi magari se trovo una rampa troppo impegnativa non mi ci metto neanche se avessi la bici migliore…

barbasma
barbasma

Online le 130 si trovano, siti crucchi

Swiggy
Swiggy

la 34 da 130 e rake a 51 la trovi tranquillamente..

l.j.silver
l.j.silver

la pike da 130 la trovi ovunque o quasi….

cispugliaio
cispugliaio

ci sono due cose che ancora non capisco
1) per quale motivo Bonandrini insista a mandare in giro una bici così snaturata ed inutile (so di quel che parlo perchè ce l’ho e l’ho provata sia con forcella 140-110 mm e 130 mm)
2) perchè la redazione, nonostante la avesse già ben testata, l’ha inserita conciata così in questa comparativa
poi a me poco me ne cale, io ne sono completamente appagato, mai spesi meglio soldi in una bici.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@cispugliaio
1) Snaturata, ma soprattutto inutile, mi pare eccessivo. Se si cercano determinate caratteristiche è una configurazione che ci può stare, visto che la sospensione posteriore gestisce senza problemi anche utilizzi piuttosto gravosi. Non è però la configurazione ottimale in ottica trailbike, su questo sono d’accordo.
2) La bici così ci è stata mandata, non è che l’abbiamo trovata per strada. A che titolo ci saremmo potuti permettere di estrometterla dalla comparativa?

cispugliaio
cispugliaio

@Mauro Franzi
Inutile perchè la si castra completamente in salita. L’angolo sella è tale che a piccoli incrementi di escursione anteriore, corrispondono elevati arretramenti di seduta. Abbassare il manubrio è solo un palliativo. Una enduro 160 delle più aggressive, che so, una range, sbanda meno della following a 140 mm sulle salite ripide e tecniche. Parlo per esperienza diretta, il suo limite è 130 mm
Snaturata perchè Evil la da per 120 max 130, ammettendo che una bici abbia un segno distintivo di “nascita”, questa è snaturata.
Perchè estrometterla dalla prova? E perchè mettercela a tutti i costio, dico io, visto che le altre sono tutte bici oem mentre questa è non una custom ma un bens’ esperimento? Per anni si è consigliato agli utenti di non giocaretroppo l’escursione anteriore acnhe per non perdere alcune qualità, ora addirittura con un accricco si fanno le comparative…boh…non so che altro dirvi.

barbasma
barbasma

La benedetta evil ha test e review favolosi ovunque vedere bikeradar per fare un esempio, la questione e’ che se compri una evil per priviligiare le salite hai sbagliato bici… la the following e’ una trail nettamente improntata alla discesa e basta vedere le geometrie, e’ una enduro nei fatti anche se ha meno escursione della stj ma grazie al delta pare ne abbia il doppio.

TallBoyDan
TallBoyDan

Quindi andrebbe paragonata a delle enduro? E come ne uscirebbe secondo te? È una trail bike? E allora paragoniamola a queste, i miracoli non li fa nessuno neanche l’ammortizzatore infinito della evil…poi è chiaro che se spendo tanto e leggo che una semplice Rose possa andare meglio ci resto male ma è normale.

alf71
alf71

Ti voleva far capire che è una bici particolare con cui puoi fare entrambe le cose…vedere le cose solo divise per categoria secondo me è sbagliato.
Bisogna studiare le bici e rapportarle al proprio stile di guida e preferenze.

TallBoyDan
TallBoyDan

Ho capito perfettamente ma ripeto se è una bici da discesa comparabile ad una enduro non andrebbe catalogata tra le trail, anche perché i benefici di forcella e ammo più corti e che quindi dovrebbero aiutare in salita non si vedono, a questo punto meglio prendere una enduro che almeno è progettata per la discesa e si pedala allo stesso modo, cmq il potere del marketing è innegabile 😉

goos ams
goos ams

Perchè semplice rose? se non fosse venduta on line e quindi a prezzo più alto l’immagine del marchio ne gioverebbe?

cispugliaio
cispugliaio

io ti consiglio di provarla a minor escursione, te lo consiglio caldamente

barbasma
barbasma

http://www.bikeradar.com/mtb/gear/category/bikes/mountain-bikes/full-suspension/product/review-evil-bikes-the-following-16-49922/

BikeRadar verdict

“Super-efficient pedalling, adjustable geometry and ultra controlled, speed-breeding sus make The Following a hardcore game changer – and we don’t use that term lightly”

Highs: Superb speed-boosting suspension, super stif, razor-sharp handling
Lows: When we find some, we’ll let you know
Buy if: You want a truly radical, benchmark-resetting 29er

ah si, che bici schifosa

DoubleT
DoubleT

infatti è solo per noi che le trail devono avere escursioni stratosferiche

grguido
grguido

Non mi pare che nel test si dica che sia una bici schifosa. Si “critica” la posizione troppo seduta probabilmente dovuta all’utilizzo di una forcella da 140 che la rende di conseguenza più orientata alle discese e meno alle salite. Vedremo nel test singolo in cui verrà utilizzata una forcella con minore escursione, come consiglia la stessa casa produttrice mi pare di capire. E comunque la valutazione va rapportata alle altre bici della prova.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@vigierre Per fortuna qualcuno che evidentemente ha letto con attenzione testo, numeri e magari dato un’occhiata alla tabella delle geo. Grazie!

il_pau
il_pau

infatti metterla a 140 significa snaturare la bici. io l’ho usata a 140 per due uscite (tra l’altro con una pike con rake da 46, sembrava un chopper) e poi sono passato a 130 (offste 51), con un beneficio. probabilmente – come dice Marco in merito a Ian Collins – a 120 andrebbe ancora meglio. questo perché altrimenti davvero la posizione è troppo seduta.

Clavius
Clavius

Sono comunque prezzi di listino, sulle specy fanno anche il 20%, meditate gente, meditate 😉

markxxx79
markxxx79

…dimmi dove trovi un concessionario che sul nuovo in listino stagione faccia il 20% di sconto su una specialized , che ci vado subito !

minervadethridge
minervadethridge

In Veneto

Ket
Ket

Il Ruotalibera di Terni a Novembre vende le rimanenze dell’anno con forti sconti..su una Stumpjumper SWorks del 2014 ho risparmiato quasi 2000€…

FeO
FeO

…la mia è venuta a casa con il 20 di sconto…

narciso81
narciso81

santarcangelo di romagna-idea ruote

monster74
monster74

Io ho portato via una STJ Carbon Evo ’15 (quando già si vendeva la ’16) a meno di una Canyon AL
CONTENTISSIMO e SODDISFATTISSIMO!!!!!

daoxiannai5
daoxiannai5

la mia stump 2016 presa a giugno 2015 la ho pagata con il 18% di sconto..
rivenditore di vicenza

gabblo
gabblo

Roma, la mia stumpjumper l’ho presa con il 20% 2 mesi fa.

Tomislav
Tomislav

Ad esempio il più grosso Specialized in termini di vendite italiano che è a Padova, Morbiato cicli.

Shelbiminox
Shelbiminox

Puegnago del garda. Quando acquistai io, ad agosto/settembre 2014 facevano il 18% in preordine per le 2015 che dovevano arrivare..

vagabondo73
vagabondo73

20% da chi visto che ho girato 5 rivenditori specialized e tutti mi praticavano il 10% sulla’enduro, sarei curioso di trovarli questi fantomatici rivenditori, se poi lo hanno praticato a te perché sei un cliente fidato è un ‘altro discorso

Ket
Ket

No no, a me hanno fatto il prezzo che c’era sul sito…nemmeno lo conoscevo lui! controlla i prezzi vai… http://www.ruotaliberaterni.com/ruotalibera/component/virtuemart/?page=shop.browse&category_id=79

vagabondo73
vagabondo73

Grazie sul 2015 tra 4 o5 mesi escono i modelli 2017

montagnoso
montagnoso

Per la questione prezzi: In outlet (cioè da settembre o ottobre) trovi sia specialized che trek con ribassi tra il 25 e il 30%. E’ questione del volume di merce che tratta il negozio. Io ho comprato sempre e solo con questi sconti e in più permutando l’usato, risultato e che non ho mai sborsato in contanti per bici di queste marche più di quanto avrei speso per comprare canyon o rose on line (cioe’ senza sconti e senza permute).

daoxiannai5
daoxiannai5

bici nuova di pacca, gente che sgomitava per averla, 4000€ di listino. prima volta che compravo in quel negozio e mai visto prima il venditore.

giamma71
giamma71

Appena presa ibis ripley ls arrivata oggi dalla California in colorazione arancio
Provata salita e in discesa e’ bellissima e va da dio su entrambe .
Sono rimasto basito sulla cura costruttiva e qualità
Non ha niente da invidiare alla specialized credetemi e’ bellissima

giamma71
giamma71

Appena arrivata da pochi giorni la mia ibis ripley LS dalla California in color arancio
Provata in salita e discesa va da dio
Qualità costruttiva e dettagli da ammiraglia nulla da invidiare a specialized credetemi
Presa da negozio greenplanetbike

Riki174
Riki174

Un po’ deluso dalla Santacruz…5k€ per la bici più pesante senza eccellere in niente…
Alla fine andare sul sicuro è Stumpjumper, mi sembra che abbia impressionato in lungo e in largo.
Ma @Marco, tu che hai definito la 27.5 la miglior bici da te provata nel 2015, come la paragoni alla 29?
…P.S….poi però la Rose costa la metà e si piazza molto bene nel test, eccellendo in alcune caratteristiche…il solito dubbio: li valgono i soldi in più le altre?
Io credo di NO, ma forse è giusto che ognuno si compri la bici dei sogni a prescindere dalla pura ragione.

Marco Toniolo

@Riki174
Il prossimo passo è una comparativa SJ 27.5 contro 29

Osv
Osv

Io ero interessato anche alla MDE carve 9. Avete in programma un test?

barbasma
barbasma

La nuova carve esce luglio… dicono in mde

Lupin4

Ottima notizia!
Sul 27,5 bolle qualcosa in pentola?

scinto59

evvai e’ proprio quello che volevo….
ma scusate…giusto per rompere un pò i marroni….ma perche’ mettete nel test solo discesa tecnica e discesa scorrevole? e’ una catalogazione un po’ì da enduro…per le trail non sarebbe meglio avere anche una valutazione per il lento tecnico?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@BAROLO71 Il lento tecnico come lo intendi tu non credo sia praticato più di tanto dal trailbiker medio. Al di là di quello, non credo che in zona vi fossero sentieri di quel tipo. Nei test “normali” comunque le proviamo anche su quel genere di discese.

scinto59

eh dovete venire un po dalle mie parti a fare i test;-)
purtroppo e’ vero che tutto molto soggettivo… ad esempio quando ho fatto il “Rock oh” sono rimasto abbastanza basito dal livello tecnico del sentiero che i racer fanno a manetta e che per me era quasi un lento tecnico 😮

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@BAROLO71 Il Rock oh l’avevamo fatto nella comparativa fra le enduro, mentre per le trailbikes non ci sembrava la scelta migliore proprio perchè persino troppo scassato per delle bici di quel tipo ma non al punto da essere catalogato come un lento-tecnico. Per quanto riguarda il venire dalle tue parti…leggi gli MP 🙂

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Riki174 Senza eccellere in niente? In più punti è stato scritto che in discesa è stata la migliore assieme alla Rose, con la differenza che la SC coniuga meglio della tedesca prestazioni sul tecnico ed agilità.

Riki174
Riki174

Vero vero, ho letto tutto.
So che i numeri sono sempre un po’ asettici, ma vanno considerati in quanto media del giudizio di vari tester, e il mio “senza eccellere in niente” era riferito ad una valutazione della tabella, dove comunque non risulta prima in nessuna categoria.
Il fato è che mi aspettavo di più in salita per questa bici, vuoi per il VPP di cui sento tante lodi…ma invece si è beccata un considerevole distacco dalle migliori.

Swiggy
Swiggy

per farsi l’idea dovrebbe provarle tutte… perchè, tolto il lato estetico, la scelta sulla bici si fa pedalandola (non leggendone), e solo in sella si capisce come ci si sta e se ne possono esprimere giudizi..

inutile alzare barricate per partito preso verso il marchio del cuore o per le solite motivazioni di rivincita sociale..

il prezzo è una valutazione ulteriore (sicuramente determinante eh, però o si inserisce un coefficiente di valutazione del rapporto qualità/prezzo oppure questo è del tutto irrilevante ai fini della classifica; e si badi, “classifica”, non “scelta”)

ecox
ecox

Io sono un po’ perplesso su un giudizione della hightower.

Salita Scorrevole 7.50
Salita tecnica 7.63
Discesa scorrevole 8.00
Discesa tecnica 8.50
Polivalenza 7.25
Come fa la polivalenza ad essere inferiore a i voti delle singole componenti? Mi sembra contraddittorio.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@ecox La valutazione della polivalenza non è meramente derivata dalle altre voci tramite un qualche calcolo matematico, però ho capito cosa vuoi dire. La spiegazione di quella valutazione è da cercare nella seguente frase: “alcuni tester l’hanno ritenuta persino “eccessiva” ed avrebbero preferito una maggiore polivalenza”. In pratica tutti sono stati concordi nel ritenerla molto performante in discesa, ma secondo alcuni si potevano sacrificare un po’ di queste doti per renderla più “trailbike” (io non sono fra questi, ma i test fatti da più persone portano giustamente ad un parere “medio”).

ecox
ecox

@muldox sarà ma neanche la tua spiegazione mi convince troppo. Alla fine i numeri sono belli perchè sono freddi e quei 5 numeri sono in contraddizione tra loro.

Sottolineo che non ho una Santa e quindi non sono un fanboy!!! 😉

Daniel Naftali
Daniel Naftali

Scusa, mi sembra che la valutazione combaci perfettamente con i numeri.

7,5 in salita, 8,5 in discesa, 7,5 in polivalenza visto che è abbastanza sbilanciata verso la discesa. Non è un 5 o 6: 7,5 è un “buono”, valutazione che rispecchia le caratteristiche della bici che comunque è meno bilanciata rispetto alle altre testate.

Cosa c’è che non quadra?

giancazaza
giancazaza

dovessi scegliere ora … la IBIS … esteticamente è fighissima

Pietro.68
Pietro.68

come il suo prezzo 😀 😀 😀

Vincenzo2001
Vincenzo2001

Secondo i risultati del test le bici che più fanno al caso mio sono, nell’ordine, Santa, Rose e Specy, visto il mio ipotetico budget, penso non esiterei a buttarmi sulla seconda classificata.

Gogo Ayahuasca

Da possessore di una fuel ex posso confermare polivalenza, comodità (sembra d stare in poltrona anche dopo ore di utilizzo), ottima in salita anche nel tecnico ma scarse doti discesistiche sul tecnico e nelle curve strette. Se dovessi tornare indietro comunque la ricomprerei.

katoz1
katoz1

Sono di parte , ma questa Ripley è la variante LS , piu’ lunga,quindi credo la standard avrebbe quadagnato un punteggio migliore in Discesa Tecnica e quindi…..Marco conosce bene la bici.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@katoz1 La versione “corta” ha geo più chiuse e, per l’appunto, un interasse minore. Non vedo per quale motivo debba andare meglio nel tecnico. Al limite la si può ipotizzare più agile e reattiva, ma da questo punto di vista anche la LS si comporta benissimo.

spiri
spiri

grazie! soprattutto perche’ gratis 😉
e non avevo dubbi sulla vincitrice … eheheh specy rules!

Tecnoworld
Tecnoworld

@ Marco
avete in programma qualche test del genere con la Camber ?
A livello di caratteristiche mi sembra piuttosto simile alla Trek Fuel che avete provato no ?
grazie

ciao

Marco Toniolo

@the wolf

Non al momento, prima esce la comparativa SJ 27.5 vs 29

spiri
spiri

yeah!

barbasma
barbasma

The following… se evil consiglia 120/130 che senso ha fornire per una prova una bici montata 140??????

In tutte le prove dicono di non montarla 140…

Per altro 130 i discesa va come un missile…

markxxx79
markxxx79

…in effetti , si legge che tutti la consigliano montata con una 120 , metterci una 140 non ha molto senso !

alf71
alf71

Ma dove sta scritto scusate??? giusto per capire…

alf71
alf71

Da quello che ne so io per Evil è accettata anche la forcella da 140…è chiaro che poi bisogna obbligatoriamente metterla in posizione High e abbassare il cockpit, ma non cambia molto da 130 in posizione Low, anzi si guadagna in altezza da terra che se si gira in posti scassati con sassi e rocce è tutto di guadagnato

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Thrash Sul sito Evil si parla di forcella da 120 mm o al più da 130 mm. Tu dove hai letto o chi ti ha detto che sono consigliate anche forcelle da 140 mm? Comunque vorrei rammentare che questè una comparativa fra trailbikes, quindi:
_le valutazioni vanno lette anche in rapporto alle prestazioni delle concorrenti
_nessuno ha detto che con la The Following non si possa andare in salita (fra l’altro sullo scorrevole ha preso una buona valutazione), ma solamente che sul tecnico ci saremmo attesi di più

alf71
alf71

Fra i vari commenti su vari forum in cui sono intervenuti (o hanno riportato ) direttamente. Sulla salita posso anche capirlo (anche se conoscendo Trek, non capisco come questa possa essere meglio della Evil sul tecnico, forse non sono capace io 🙂 )
Io non ho neanche guardato le tabelle, ma solo il commento in quanto leggere i numeri non mi piace…ma leggere che sulle curve in appoggio non è reattiva mi sembra eccessivo, perchè secondo me è uno dei suoi punti di forza.
Poi non sono sponsorizzato da Evil….facevo solo un raffronto con la mia esperienza che è di 9 mesi oramai

barbasma
barbasma

The follow nei test ovunque risulta la 29 piu’ reattiva mai esistita… quindi o evil ha piu’ soldi da spendere per pagare i test di tutte le riviste online o la faccenda della forca a 140 (demenziale) rovina l’equilibrio di un bici che ovunque e ripeto ovunque ha ricevuto recensioni entusiastiche (bikeradar “difetti: se li trovate fateci sapere)

DoubleT
DoubleT

pensa che mi pare di aver letto da qualche parte che qualcuno ce ne ha addirittura messa una da 150, e forzatamente deve anche aver detto che… ‘sì’ la bike ‘vvva bbbene’
la questione è come tra maschi… non importa di come lo usi, basta che sia lungo
…e ho scritto maschi non uomini

Marco Toniolo

Certo che ne rovina l’equilibrio. Basterebbe che chi ci dà le bici leggesse i test e non li prendesse come lesa maestà quando si fanno delle critiche. Già, perché anche nel test singolo c’era scritto che la forca da 140 non c’entra una fava con questa bici se la si vuole pedalare.

DoubleT
DoubleT
barbasma
barbasma

a parte il pedalare che magari a chi compra una EVIL non interessa molto… la 140 non c’entra una mazza…MAI… ha 66 di sterzo con la 130… a cosa serve aumentarne ancora l’apertura???? ci sono i video di strobel che fa certe curve strette che sembra abbia una bmx… uno potrebbe dire che tra sag e forca alla fine un cm conta niente… e invece se tutti dicono che la 140 non va… significa che non va e basta… non capisco proprio DSB che fornisce una bici del genere… sta mania di mettere forche oltre le specifiche non la capisco e non la capirò mai.

scylla
scylla

mtbcult parla sempre benissimo dei prodotti dsb, sembra a volte il loro ufficio stampa, motivo per il quale non li leggo più

Bubba
Bubba

dsbcult

grguido
grguido

Comunque mi pare che su mtbcult, nonostante ne parlassero benissimo, avevano notato che a volte in salita tendeva ad avere una posizione troppo seduta per via della forcella da 140

fanfaniandrea83
fanfaniandrea83

Al di là dei pregi o difetti di ognuna delle bici testate (a me personalmente piacciono tutte, forse non comprerei la Scott, ma solo per via del formato delle ruote), quel che mi ha colpito è il livello tecnico/costruttivo raggiunto dalle bici del segmenti in questione: che sfornano prestazioni in salita/discesa inimmaginabili se penso alle trailbike di una volta.
Tanto di cappello, poi, ai soliti tedeschi: bici di gran qualità a prezzi molto invitanti….

dduck76
dduck76

Bellissima comparativa,dimostra come si siano evolute maggiormente queste Mtb rispetto solo a qualche anno fa.
Mi ricordo com’era la mia prima Trek Fuel ex circa 10 anni fa,nemmeno paragonabile a queste qua…
Fuel ex Vs Remedy sarebbe anche interessante

bakunin
bakunin

cerchi in carbonio e montaggio top non influenzano il giudizio? la ibis con cerchi alu seppur buoni come arc27 o m1900 sarebbe venuta a costare 2k in meno e il peso meno impressionante

strano che sc non abbia risposto con delle enve come suo solito 😀 .
si puo avere un parere su queste easton arc27?

BrunoGe
BrunoGe

Un solo commento:
GRAZIE DI QUESTE COMPARATIVE!
Cosa rara da trovare in inglese, addirittura impossibile in lingua italiana, e grazie di rispondere ai vari commenti mettendoci la faccia.

spiri
spiri

ezatto! soprattutto da gente che ci capisce …. 😉

Marco Toniolo

@brunoge
Prego, grazie a chi si prende la briga di leggere e capire quello che scriviamo. Sembra scontato, ma non lo è.

iNicc0lo
iNicc0lo

Ho raccolto in un xls i dati delle prove delle due comparative, confrontando MEDIA salita tecnica, discesa tecnica e polivalenza dei due gruppi:
se quest’ultima è risultata sostanzialmete pari, questi dati promuovono le 29 che eccellono nei primi due test.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@aleghe Ti rispondo anche qui come nell’altro articolo: essendo stati provati i due gruppi di bici da tester diversi, non è corretto confrontare le valutazioni come hai fatto tu.

iNicc0lo
iNicc0lo

@Mauro, grazie per la precisazione:

Pasini Stefano

Ciao grazie delle varie comparative…..
ma le genius 29 o 27,5 come si comportano? perché quel formato è ancora troppo presto secondo me da acquistare….

sabinesilva5035
sabinesilva5035

mi sarei aspettato di vedere anche la occam 29 ,che delusione secondo me se c’era lei sarebbe arrivata prima ,peccato sempre la stessa solfa

wally73
wally73

in ambito xc e trail sono convinto che le 29 abbiano qualcosa in più. a patto ovviamente di montare un set di ruote buone…
pare che ibis che almeno dalle mie parti finito l’amore per la HD pare sparita dalle vendite faccia bici di sostanza…
la santa non so, a parte la zona BB mi pare un nomad adattato e dalla recensione forse questa anima di fondo viene fuori…
la evil a parte che esteticamente non mi piace, con una forcella da 140 gli angoli forse si spostano troppo verso l’AM/Enduro… allora si meglio unaforcella a escursione variabile per avere il meglio dei 2 mondi…
detto questo, sto ancora aspettando un test dove dicono che una bici con gomme plus sia vantaggiosa in qualcosa…

comunque pare che quest’anno la stumpjumper spacchi veramente. sul prezzo il 20% è molto, ma al 15% di sconto si trovano… come bici unica non avrei molti dubbi… co una modica spesa si può portare la pike a 150 e le geometrie sono quasi uguali all’attuale enduro 29…

cristianopusiol
cristianopusiol

Sig.Marco Toniolo,
Inanzitutto vorrei complimentarmi per l’articolo molto interessante e dal mio punto di vista disinteressato.
Ma…considerando che il parere dei vostri tester (compreso quello di un certo Sottocornola)vengono considerati non del tutto corretti anzi a volte fuori luogo…perchè non prendere i tre commentatori migliori ,più preparati e piú in disaccordo con il vostro parere,rispettivamente con le proprie mtb e tre dei vostri tester con mtb da testare e fare una comparativa.
Ognuno scrive una recensione di 5 righe dando un giudizio sulla propria mtb e sulle altre tanto da vedere quanto si distacca il parere di un professionista da quello di un’amatore .

Riki174
Riki174

Mi offro volontario per offrire un nuovo punto di vista rivoluzionario alla voce “discesa tecnica” con commenti del tipo:
“bici con un ottimo comportamento dato che riesco a mettermela bene sulle spalle e a scendere i gradoni a piedi senza impaccio”!
🙂

Marco Toniolo

@cristianopusiol
Grazie dei complimenti.
La cosa non è fattibile visto che le bici sono già state tutte riconsegnate.

cristianopusiol
cristianopusiol

Immagino…era una proposta per un eventuale prossimo test…cazzo ne sanno tutti più di voi…chiaramente sono ironico

Marco Toniolo

Il detto “ogni scarrafone è bello a mamma sua” non esiste per niente 😉

iNicc0lo
iNicc0lo

Bravissimo, personalmente riterrei interessante poter conoscere anche il parere di un rider che possa aggiungere il plus del confronto di sensazioni rispetto al benchmark della sua trial bike!

markxxx79
markxxx79

La realtà è molto più semplice , e cioè :”non parlare mai male della bike che possiedo….!!!”

Riki174
Riki174

Mah forse sei un po’ estremo.
Io ricordo il test della Stumpjumper 650+, e l’esito della redazione era chiaramente che si trattasse di una bici INUTILE.
http://www.mtb-mag.com/test-specialized-stumpjumper-fsr-comp-carbon-6fattie/

Riki174
Riki174

@Marco
Il mio commento precedente sembra una cazzata NO-SENSE.
In realtà è finito fuori dal suo contesto.
Condivido cmq la scelta di restare sul Soft 🙂

sma73
sma73

Per me questi test non hanno nessun senso perchè il comune denominatore è la “sensazione”.

pacidavi
pacidavi

OK, mettiamo in gioco la matematica… riempiamo la bici di accelerometri, un bel potenziometro sul crankset ed estensimetri un po’ ovunque, magari anche qualcheduno incorporato nello pneumatico per vedere quanto tiene sulle curve più tirate.
Poi imbaccucchiamo il rider con una tuta per rilevamento dei movimenti, tipo quelle per virtualizzare i personaggi nei film.
E allora sì che parlano i numeri, ah ma ovviamente il tutto dev’essere a tenuta stagna, il fango non deve toccare nulla e le protezioni non possono essere inserite altrimenti si va ad alterare i dati.
Ah ma forse è un sistema con così tanti gradi di libertà che NON si può fare e la misura altererebbe in modo negativo la prestazione del sistema rider+bici.
No ma a sensazione eh!

sma73
sma73

Fondamentalista! :-))

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@goemon Ne stiamo organizzando uno basato sul pH ematico diminuito, con gap anionico aumentato e gap osmolare ionizzato dei tester. Resta sintonizzato!!! 🙂

sma73
sma73

Allora basta avere un calzetto più stretto che falsa tutto:-)))

marco1624
marco1624

Supercazzola…

ale adesso pedala
ale adesso pedala

A onor del vero la rm 2 supertrail sul sito Rose è data a 13.6 kg (taglia m senza pedali), mentre sul test viene indicato 13.05. Sono state fatte delle modifiche rispetto alla configurazione base? In questo caso anche il prezzo dovrebbe essere più alto. Giusto una precisazione, per me la bici rimane comunque una delle più valide tra quelle provate.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@ale adesso pedala Rispetto alla configurazione standard la bici in test montava freni diversi (Formula The One), telescopico da 125 mm anziché 150 mm e gomme latticizzate anziché camere d’aria. Ci è stato detto che il prezzo resta invariato.

Rose Italia
Rose Italia

è data 13,6 kg hai ragione. il peso indicato online è leggermente abbondante e, inoltre comprende camere aria (nel test era tubeless). Per la configurazione/prezzo: standard con la sola modifica dei freni. Come si può vedere da configuratore bici, non c’è sovrapprezzo: https://www.rosebikes.it/bike/rose-root-miller-2-29-supertrail-2016/aid:859350
ciao
Sergio

Dr. Jekyll
Dr. Jekyll

Bello. A prescindere dai risultati e dalle opinioni, questi test mi fanno sempre “imparare” qualcosa di nuovo.
Non voglio essere nè provocatorio nè rompiballe ma… pensate di provare in futuro anche qualche trail hardtail? Mi piacciono troppo. Magari qualche sano acciaio inglese.
Stefano

Niko9
Niko9

E non è stata utilizzata la stump s-works perchè non importata in italia nel formato 29 altrimenti avrebbe preso tutti 10 e lode !
Ho la stump fsr expert 29 16′ da quasi un anno e mi piace sempre come la prima volta ???
Non la cambierei con nessuna mtb al mondo !

Francesco Mazza
Francesco Mazza
f.buscone
f.buscone

…HO LA FORTUNA DI AVERLE PROVATE + O – (TRANNE ROSE E SCOTT)
…MIE SENSAZIONE (ATTENZIONE!!!MIE SENSAZIONI)
PER UTILIZZO 360 , TOP SPECY ( IN DISCESA “SCASSATA” SOFFRE UN PO’ )
PER UTILIZZO PIU’ IN SALITA IBIS
PER UTILIZZO PIU’ IN DISCESA EVIL (TUTTA LA VITA …SEMBRA UN 150)
N.B
SANTA CRUZ NON VA AVANTI IN SALITA !!!

_lele_
_lele_

Sicuramente per pagare le prove ti sei venduto la tastiera, o perlomeno il tasto delle maiuscole…

😉 scherzo eh!

FabioAT
FabioAT

Il test è interessante e sicuramente anche non facile da realizzare, visto il livello di queste bici, un solo appunto,che non sminuisce il test,il prezzo molto differente non rende giustizia alle bici più economiche.

belvis
belvis

Invece secondo me è il contrario, come dissi per la comparativa delle 27,5 il test fa brillare proprio le bici più economiche (in questo caso la rose nel test precedente canyon) che pur costando la metà o meno hanno comunque prestazioni più che ottime, paragonabili a modelli ben più costosi!
In questo il test è fatto molto bene perchè, come premesso dall’autore dell’articolo, cerca di minimizzare, nella valutazione complessiva, i vantaggi dati dai montaggi più esosi ( vantaggi che comunque ci sono ed è giusto valutare).

iNicc0lo
iNicc0lo

o al contrario…

gabrireghe
gabrireghe

la mia scelta sarebbe la fuel. secondo voi quanto si riuscirebbe a limare sul peso con un set di ruote leggere, trasmissione 1X, ruote tubeless e sella carbon…?
in ottica allestirla per un uso xcm-trail

Lisadrardiode
Lisadrardiode

sotto i 12 kg, direi …di quanto, dipende dal portafoglio.

Odin13
Odin13

@Mauro Franzi “Ne stiamo organizzando uno basato sul pH ematico diminuito, con gap anionico aumentato e gap osmolare ionizzato dei tester. Resta sintonizzato!!! :-)”

🙂 🙂 🙂 eccola la supercazzola prematurata….

markxxx79
markxxx79

Questi test , scatenano i funmarchonontoccatelamiabikee’perforzalamigliorenoncapiteniente come poche altre cose…

rimirkus1975
rimirkus1975

Innanzitutto complimenti e grazie per questi super test con 27,5 e 29 ; si potrebbe avere qualche dato finale tipo :
– giorni complessivi di test
– componenti dello staff dei test
– dislivelli totali che vi siete smazzati
giusto per dare un’idea dello sforzo umano che c’è dietro a quelle tabelle finali.
Probabilmente svolgerete un lavoro molto invidiato dalla maggior parte dei biker, personalmente oltre l’attività invidio anche lo stato psicofisico che ci vuole per compierla al meglio.

Maxone1
Maxone1

Scusate
Ma secondo me questa comparativa è un po ‘ inesatta. ….
Cannondale avrebbe dovuto spedire una trigger,specy una camber e lo stesso errore è stato fatto anche da trek.
Che ne dite? ??

rimirkus1975
rimirkus1975

Forse era precisato meglio nell’articolo delle 27,5 ; vengono comparati mezzi definiti da Trail , categoria prima considerata come all mountain. Quindi parlando di all mountain i mezzi testati mi paiono corretti. Probabilmente la categoria trail attualmente comprende anche i mezzi citati da @marcols , ma ci stanno pure quelli di questa comparativa.

Maxone1
Maxone1

Si hai ragione. Le bici provate fanno parte della categoria trail.
Ma visto che molte case stanno facendo vari modelli da trail pedalabili al max e con 120mm avrei fatto maggiore distinzione.
Specy, cannondale, trek e altre case hanno modelli sia da 120 che d 140 mm.
Qui la salita era importante quanto la discesa.
Visto che la maggior parte delle case hanno inviato mtb oltre i 120 mm la cannondale la trek ,la ibis e la evil (tolta quella forcella) le vedrei meglio in un’altra categoria.

barbasma
barbasma

Una nota sulle basi di confronto

Posso capire il senso di prendere le bici di serie ma per marche come evil santa e ibis dove il grosso delle vendite e’ sul solo telaio allestito (quasi sempre al top) la cosa ha imho poco senso

Ibis bici da 8000 euro… perche dsb non ha fornito una santa montata enve o evil uguale? Ha senso usare come parametro di voto il peso se il prezzo non lo e’?

cristianopusiol
cristianopusiol

Io capisco che le immagini abbiano un gran fascino ma se fossi in te rileggerei l’articolo…fino alla fine

barbasma
barbasma

l’ho letto ma quando leggo che la SANTA è penalizzata dal peso, ecco se confronto bici tra 8000 e 3000 euro, il peso non può essere un parametro da annotare a meno che non ci sia una bici da 17kg in ballo…

comunque colpa di chi ha fornito una SANTA kit base al posto di una montata bene… non certo dei tester che pedalano.

Riki174
Riki174

Ma per piacere!
L’esempio allestimento/peso/resa di Hightower e’ un’offesa!!!!
Santa costa 2.000 in piu di Rose che pur in alluminio pesa 300g in meno…e Rose ha pure la doppia.
Rose e’ pure valutata globalmente migliore.
Io stesso ero fortemente attratto dalla Hightower, ma qui carta canta, il prezzo non c’entra…dicono che va e vale come una Rose in alluminio da 2000€ in meno.
P.S.
Se poi x te 5.000€ sono allestimento base ti chiamerai Piersilvio…

Rose Italia
Rose Italia

per info: l’allestimento con doppia è stato scelta in quanto le bici da trail dovrebbero essere utilizzate anche per diverse ore in salita = a nostro avviso, non sempre la singola è la scelta più azzeccata. Ad ogni modo, se si volesse abbassare il peso della bici e mettere la singola… con 5€ il configuratore lo permette. Ed ancora, con 175 € si montano per esempio le DT Swiss XR1501. Con le due modifiche son circa 400 grammi in meno e si va a 12,6 kg totali circa.
ciao Sergio

markxxx79
markxxx79

…e direi che non è niente male a quel prezzo !!!

menollix
menollix

E con questo tutti zitti 😉 🙂 (y)

Mirko bru
Mirko bru

Concordo in pieno sul discorso doppia su questa tipologia di bike.

Tira la careta
Tira la careta

Complimenti per l’articolo (gli articoli), che credo abbia impegnato una discreta quantità di risorse.

Domanda, e giusto per curiosità, a nessuno è venuto in mente di provare un paio di ruote da 29″ sulla scott, giusto per capire se si sarebbe comportata come una 29″ standard?

jekill700
jekill700

Ciao Marco
ho visto che nella comparativa della trek avete messo la fuel,io ho da un anno la remedy 9,8 29 in carbonio e mi trovo benissimo a fare tutto,come mai non l’avete presa in considerazione…e’ molto più simile in termini di utilizzo a bici come Santa,Evil e Rose
grazie

markxxx79
markxxx79

La remedy mi dà più di una am che di una trail bike….

jekill700
jekill700

si ma allora anche Evil,Santa,Rose e ibis……

markxxx79
markxxx79

…hai ragione , ma le case ormai hanno in catalogo più di un modello che oggi si può definire , o meglio definiscono e catalogano come trail , e generalmente uno strizza l’occhio per caratteristiche ecc …più all’am che al trail inteso in senso classico .
penso che trattare ogni singolo modello , la comparativa sarebbe diventata confronto frà 200 trail bike !
anche specialized nel settore trail , si và dalla camber 29 con 120 , passando alla stumpjumper 29 140-135 , fino alla stumpjumper 27,5 con 150 ! quale scegli ?
in casa trek , la trail bike per eccellenza è la fuel ex , la remedy ( che frà l’altro preferisco ….) è senz’altro per geometrie e componenti più orientata all’am e alla discesa !

Twenty9
Twenty9

Complimenti alla redazione per le prove. Sono sempre interessanti e secondo me possono essere assai utili al biker per indirizzare o completare le proprie valutazioni. L’unica critica che mi permetto di fare è sullo standard delle versioni provate: personalmente avrei preferito meno carbonio e più alluminio. Certo le differenze tra marchi prestigiosi e tedesche solo-on-line avrebbero rischiato di diventare impietose, ma credo che lo standard dell’acquirente medio, specie quando si tratta di modelli non destinati alle gare, sia più orientato verso le bici da due-tremila euro piuttosto che su quelle da sei-ottomila.

biker 69
biker 69

Grazie per la comparativa, competenti come sempre,la Specy, si trova come al solito ai primi posti

valerio1978
valerio1978

Bella comparativa
Mi chiedo come mai non avete inserito nel test la Yeti SB4.5….secondo me la più bella trail bike 29″ oggi in commercio.

Marco Toniolo

l’abbiamo chiesta, ma nisba

valerio1978
valerio1978

Peccato! Io attualmente ho una Yeti ASRc e montandola con una Rockshox rs-1 da 120mm e angle set +1°, portando quindi l’angolo da 69 ° a 68° , è diventata una trail bike fantastica formidabile in salita e molto divertente in discesa pur avendo solo 100mm di escursione al posteriore. Immagino la SB 4.5 come possa andare.
Per quanto riguarda la Evil sono d’accordo con voi Super in discesa ma in salita per via della posizione molto ” seduta ” non è sicuramente una grande arrampicatrice.

Marco Toniolo

La SB5 a me era piaciuta tantissimo: http://www.mtb-mag.com/nuova-yeti-sb5-carbon-e-prime-impressioni-di-guida/
Peccato non averla avuta nella comparativa, concordo.

Claudio66
Claudio66

Ci riprovo: mancano un po’ di Marche …. Quali case hanno deciso di non aderire alla vostra comparativa ??

Marco Toniolo

Di base nessuna. Solo che con certe aziende non abbiamo proprio contatti, quindi non abbiamo neanche chiesto. BMC, per esempio, visto che qualcuno chiedeva. L’ufficio marketing italiano è sparito nel nulla da un paio di anni. La reazione delle aziende è sempre molto positiva, in genere. Il problema è riuscire a provare più di 14 bici in 4 giorni.

EmilianoNF
EmilianoNF

Mi associo anch’io ai complimenti ruguardo ai lavori/test fatti…
domanda veloce ma la Scott si sarebbe potutta provare anche con ruota da 29???
Grazie

Nikkio72
Nikkio72

non manca solo la Yeti……e la Niner??

Marco Toniolo

ho risposto di là, visto che sono di fretta copio e incollo:

believe it or not, we don’t require any entry fee or money for ANY review. In the past we asked Niner Bikes many times to send us bikes to review, but they never provided us one (neither did Yeti Cycles, for example). We can’t get mad asking companies for a service we deliver them and you the readers. At the end we jump on the bikes we have, and that’s it.

Rayearth
Rayearth

Special resta sempre Special.

doppadu
doppadu

Dovendo scegliere sulla carta basandomi sulle geometrie la prima ad essere scartata sarebbe la ibis….ovviamente parere personalissimo.

EmilianoNF
EmilianoNF

@Marco Toniolo
Mi associo anch’io ai complimenti ruguardo ai lavori/test fatti…
domanda veloce ma la Scott si sarebbe potutta provare anche con ruota da 29???
Grazie

Marco Toniolo

Si, bastava cambiare le ruote. Da qualche parte nel mag c’é la bici di Remy Absalon, che è la stessa (LT però) solo con ruote da 29. Ci ha vinto la Megavalanche 2015

barella
barella

Meditate! !!
Grande rose! !

l.j.silver
l.j.silver

peccato tra le testate non ci sia la transition smuggler….

wally73
wally73

non so da voi, ma dalle mie parti Bologna e forse provincia, trovare chi vende NON sulla carta ma che ha bici Yeti e Ibis è praticamente impossibile…
immagino quindi sia non semplice anche trovare delle bici test. santa (o meglio DSB) in questo è brava, specy, fai qualche telefonata perché la rete dei negozi è fitta e una bici test la trovi sempre…
non vuol dire niente però qualcosa vuol dire…

iNicc0lo
iNicc0lo

@Mauro Franzi o @Marco Toniolo,
sarebbe fattibile fare un DataBase per poter pubblicare una sezione dedicata alla consultazione delle marche o i negozianti che effettuano testbike?
Magari filtrabile per regione e o provincia? Grazie sempre

iNicc0lo
iNicc0lo

Magari il data entry potrebbe essere lasciato agli interessati che vogliono pubblicizzare gli eventi o la possibilità di singolo utilizzo… 😉

matmas
matmas

Aggiungo la mia su Specy.
Ho visto che nell’ultimo anno avete provato sempre le versioni carbon. Avete n mente di provare anche la compagnia base? So che la forca fa un po cahare ma sarebbe interessante capire quanto perde dall’allestimento migliore.

matmas
matmas

La compagnia base era ovvietà la comp m5 base… bello l’autocorrect!

Marco Toniolo

@matmas
Se ti può essere d’aiuto: http://www.mtb-mag.com/test-specialized-stumpjumper-fsr-comp-carbon-6fattie/
Il telaio è lo stesso della 29, a parte il carro boost.

matmas
matmas

Grazie Marco. Io però speravo in una vostra prova delle versione in alluminio e allestimento base che si trova nuova a 3000 euro o giù di lì.

marcore82
marcore82

Ma usciranno anche i test di ogni singola Bike sia 29 che 27 e mezzo?????

alenick
alenick

Un saluto a tutti, volevo fare una una riflessione da ex possessore di questa tipologia di bici, una Santa Tallboy LT: le gomme fanno una differenza eagerata sulle trail da 29, forse è un caso ma la ripley che sale bene monta la racing ralf che è una gomma da xc tirato, mentre la santacruz e la evil, gommate bene e maxxis… se la cavano bene in discesa sopratuttto tecnica a e arrancano in salita.
Geometrie e impostazione contano ma sulle 29 da trail/enduro ruote e gomme giocano un ruolo fondamentale, più che 26 e/o 27,5.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@bykebyke Senza offesa, ma voler spiegare il diverso comportamento delle bici con le coperture mi sembra un po’ semplicistico. Nessuno nega l’importanza di questo componente, ma:
_la Ripley in salita schizzava come una saetta grazie al peso ridotto, alla rigidità delle ruote in carbonio ed all’ottimo sostegno dell’ammo che aiutava anche a mantenere una favorevole posizione in sella
_Evil e SC sono andate bene sulla discesa tecnica grazie alle geometrie ed all’ottimo lavoro delle sospensioni. Fra l’altro la Evil montava un Ardent al posteriore, quindi tutt’altro che una copertura stile carro armato
_Il fondo che abbiamo trovato non era critico al punto da richiedere in discesa chissà quali coperture, tanto è vero che una copertura della quale avevo un cattivo ricordo per averla usata in passato su fondi più infidi, a Punta Ala non ha dato nessun problema (più dettagli in uno degli articoli di approfondimento che verranno)
_di asfalto se ne faceva quasi zero, e sul tecnico è tutto da dimostrare che una copertura scorrevole e poco tassellata dia grandi vantaggi. E’ però vero che facevamo un lungo traverso su fondo compatto, e lì in effetti la scorrevolezza giocava un ruolo

Fabrizio Rossi
Fabrizio Rossi

Bravi, le comparative sono sempre interessanti.

Dalle foto sembrerebbe che la Ripley montasse uno stem particolarmente corto.
Vi ricordate la lunghezza ?
Grazie

goos ams
goos ams

pazzesco come santacruz in carbonchio pesi più di tutte le bici in test compresi i talai in alluminio

alenick
alenick

@Mauro Franzi, innanzitutto ciao. Grazie per questi servizi sempre molto interessanti.
La validità di una bici non si misura sicuramente dalle coperture, pacifico.
Avere al posteriore una racing ralph o una minion dhr può fare molta differenza in salita, come anche avere all’anteriore una nobby nic o una high roller II in discesa.
Nella valutazione del rendimento mi sembrava una variabile perlomeno da considerare.
Ciao e buone pedalate.

Giosu93
Giosu93

Premesso che sono un Fanboy nonchè rivenditore DSB e che in passato mi sono già “beccato” con Marco a riguardo, devo dire che dopo un pò di tempo che uso la Following ed a giudicare anche dai feedback dei clienti a cui l’ho venduta confermo che la forcella da 140 è al limite, ed in certi casi oltre, se la usi con geometria Low sei forse oltre al limite e che utilizzandola io da 120 con Rake51 devo dire che non ho mai avuto l’esigenza di qualcosa di più…e se fosse metterei una forcella più rigida piuttosto che con più escursione.
Con la forcella da 120 (RS-1 per altro) e geometria High la trovo adirittura “troppo scalatrice”.
Sono sicuro che avendo provato una configurazione simile alla mia avreste avuto delle impressioni molto differenti…(come del resto TUTTI gli altri siti del mondo come faceva notare qualcun’altro)

P.S. se siete in Veneto ed avete comprato una specy con meno del 20% di sconto sono 2 le cose, o non avete perso nemmeno 5minuti al telefono o ne avete da buttare via…

cispugliaio
cispugliaio

FORSE SE AVESSERO PROVATO LA VOSTRA SAREBBE STATA UNA LOTTA ALLA PARI…la evil di dsb mi fa venire in mente una vespa 50 con un espansione zirri e tutto il resto originale…neanche parte

Cadricar
Cadricar

interessante confrontare i dati delle 27,5 con le 29″.
bel lavoro, siete i N1!

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@caoos L’ho già scritto ma lo ripeto: i due gruppi di bici sono stati valutati da tester diversi, quindi le valutazioni numeriche non sono confrontabili.

montagnoso
montagnoso

Mi sembra che , invece della Fuel, la Remedy sarebbe stata molto più omogenea alla maggioranza delle altre bici in test, sia versione 29 che 27.5.

Cadricar
Cadricar

mi è sfuggito, scusa. Sarebbe stato interessante

sako83
sako83

Io non voglio fare critiche o quant`altro, ma vi dico che molte bici in questo test non sono state testate e mi sembra solo strano che sui siti tedeschi sempre la Canyon vince tutto, (uguale di quale categoria si parla) e sui siti italiani esiste solo Specialized! Non é che sará solo marketing dei vari marchi che pagano i tester per avere miglior voti??
Io ho una Ghost Riot (marchio tedesco) prezzo/qualitá paragonabile a Cube solo che a mio parere é molto migliore di qualitá di una Cube ma anche di una Specialized e altri marchi!
Evitate di bombardarmi con commenti strani perche aggiungo, é una bici che si deve vedere da vicino e che si deve provare prima di dare il proprio giudizio. Io abito ai piedi dell alpe di siusi e quindi salite e discese non mi mancano. Posso dire di poter dare un giudizio piu che buono, siccome ho anche provato una Canyon, venduta subito perché non mi ci trovavo!
Poi come detto, pareri sono pareri!!
Prima dell acquisto provate provate e provate, non lasciatevi irritare da questi test pagati e a mio parere moooolto superficiali!
Il ciclista si deve sentire a proprio agio sulla bici, non il tester! 🙂

Marco Toniolo

@sako83
Secondo il tuo ragionamento, sui siti e riviste tedesche vince Canyon perché li paga. E, sempre secondo il tuo ragionamento, scrivi queste boiate perché avrai qualche amico/conoscente/parente che vende Ghost. Quindi il tuo parere è del tutto inattendibile, proprio come dici che lo sia questo test.

DoubleT
DoubleT

@sako83 ha perfettamente ragione, e sì che l’ha scritto bene

d’altra parte è dappertutto così. infatti nessuno è uno stinco di santo, visto che alla sera quello stesso stinco poi piace averlo anche sul piatto (leggasi che per mangiare occorre lavorare)

p.s. invidia totale per @sako83 che vive ai piedi dell’alpe di siusi

Marco Toniolo

@doubleT
ci dai dei venduti? Mi chiedo perché tu leggi e commenti allora qui. Ma soprattutto come fai a dire che questo test è comprato da Specialized.

@sako83 proviene dall’unica zona in Italia in cui Ghost ha una discreta circolazione, perché il distributore è del posto. Forse bisognerebbe chiedergli se ha provato la trek fuel, la Stumpjumper e la ripley, anche se conosco già la risposta.

Anche se ad alcuni ego fa male sentirla, la verità è che praticamente nessuno dei commentatori ha mai provato tutte e 7 le bici del test insieme, sullo stesso sentiero, una dietro l’altra. Quindi i vostri veleni sul test “comprato” hanno lo stesso valore dell’acqua del bidè una volta che si apre lo scolo.

sako83
sako83

Ho provato la Trek fuel e la Stumpjumper….sulla prima non mi sono trovato da subito e sulla seconda prezzo qualità ha inciso sul mio acquisto….mi consenta…ma 1000 € solo per avere Specialized scritto sul telaio mi sembrava eccessivo!
4500 contro i 5500 mi sembrava eccessivo poi fate voi!
Io ho questo parere e se il mio parere non ha posto in questa chat….allora cancellate i miei post e seguite i vostri ideali. Gli americani ringraziano!!

DoubleT
DoubleT

ma certamente no, mi spiace che si sia frainteso il senso. il senso è che lavorare è difficile! proprio perché di lavoro si tratta (anche se un po’ particolare visto l’ambito).
e ripeto, è in ogni campo così.

riguardo a specy, io penso che non doveva nemmeno entrarci nei test, perché il risultato era scontato, visto che ovunque si dice che va bene (anzi più che bene), per cui che senso ha avuto inserirla nel novero delle bike da provare?

poi, reputo che il test sarebbe stato più corretto se gli allestimenti fossero stati non dico tutti uguali ma almeno analoghi e soprattutto secondo le specifiche dei produttori

trattasi di critiche e non altro…

p.s. non posseggo nessuna delle bici provate (però la bici da corsa, sì, che ce l’ho specialized… e cacchio se va bene)
p.p.s. continuerò a leggere

Marco Toniolo

ok scusa mi ero perso l’ironia del “l’ha scritto bene”, haha.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@sako83 Le tue insinuazioni sui tester prezzolati e corrotti sono talmente squallide e fuori dal mondo da non meritare nessuna risposta. O meglio, una risposta ci sarebbe, ma purtroppo la mia tastiera ha dei problemi con la V e la F maiuscole e non riesco a scriverla.
Buone pedalate con la tua superlativa e boicottata Ghost.

sako83
sako83

Non so quali problemi tu abbia, ma ti dico che bisogna solo essere realisti! Guarda le riviste tedesche di macchine….chi vince i test?? mai visto una macchina italiana o estera? Io no! Vincono sempre e solo le tedesche…strano vero?
E cmq. sapevo che con il mio post avrei acceso qualche animo…ma mai mi sarei immaginato che dietro a questo schermo c´era gente pronta a insultare per un parere una persona che manco conosce!
E cmq. come detto alla fine del messaggio, bisogna provare una bici e farsi una idea di quello che si guidera poi per uno o piu anni, alla fine ci metti la tua vita sopra e sopratutto dovresti divertirti con la propria bici e nel mio caso, ho speso tanti soldi per una bella bici che mi da tante soddisfazioni! Poi a ognuno la sua oppinione!
E non andare nelle chat a insultare la gente, PEDALA CHE È MEGLIO!!
Almeno te lo auguro che lo possa fare, perché é il motivo perché siamo in questa chat, perché siamo fanatici delle due ruote!!! Almeno io si!

Marco Toniolo

@sako83
Ti aspetti un bacio in fronte venendoci a dare dei venduti? Pedala che è meglio…

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@sako83 Ci dai dei prezzolati venduti e quelli che insultano saremmo noi? Davvero un bel coraggio!
In quanto al pedalare non ti preoccupare per me, lo si può fare quasi tutti i giorni anche se non si abita ai piedi dell’Alpe di Siusi.

Vincenzo2001
Vincenzo2001

GOMBLOTTO!!1!1!

ValterLamonato2
ValterLamonato2

Ho avuto l’opportunità di provare, durante un test-day, tre bike diverse sullo stesso tracciato a distanza di poche ore, oltre alla mia, e su queste bike potrei dare il “mio” giudizio comparativo, per il fondo che c’era quel giorno.
Ti assicuro che la singola prova della test bike di turno o quella dell’occasionale compagno di escursione, ti da si delle sensazioni, ma non è una comparativa.
Capisco l’affezione per la tua Ghost, ma svilire e adombrare di tali sospetti il lavoro di un gruppo di tester nei modi e nei termini da te usati mi sembra al limite della calunnia, e non ne capisco, francamente, il motivo.
Non c’entro niente con la redazione, ma, da lettore e appassionato, mi ha dato molto fastidio il tuo immotivato intervento

dduck76
dduck76

Non sono d’accordo sul giudizio “superficiale” che dai della comparativa,visto che tra i tester ci sono anche pro rider oltre a gente che va in bici tutti i giorni.
Inoltre immagino ci sia una mole di lavoro dietro le quinte,quindi un po’ piu’ di rispetto per il lavoro altrui non farebbe male…
Il piu’ delle volte poi il ciclista coincide con il tester.
Canyon andra’ anche molto bene ma i suoi problemi di gioventu’ mi sembra li abbia anche lei.
Ah,”molto migliore” non si scrive,e’ italiacano!

Vincenzo2001
Vincenzo2001

la qualità dell’ItaGliano di chi esprime certi giudizi, mi fa sempre pensare a quanto sarebbe giusto rivalutare le teorie lombrosiane…

Michele Bean

Belle bici ma…. con 5000 euro di differenza tra una bici e l’altra non fa capire quale telaio lavori meglio e sia il progetto più riuscito. Quindi o nel test non si mette i prezzi o nel test si cerca di avere bici allineate sullo stesso prezzo. La Rose con 8000 euro di pezzi custom diventa un astronave. Alla HighTower è facile prevedere che con le ruote della Enve, che ha in catalogo, sarebbe venuta su in salita molto meglio. Una bici da 29 con corse cosi lunghe rende meno se non ha ruote rigide. Io ho provato su di me e tra carbonio ed alluminio c’è una bella differenza. Più che di peso di sensazione. -andrebbero provate le bici tutte con le stesse gomme, quanto esse influiscano sulla resa globale della bici è spesso trascurata. Trasformare un monster truck in uno stambecco è un attimo. -c’è da dire che il giudizio sulla salita scorrevole sembra direttamente legato al peso. Le pici più leggere hanno un giudizio più alto le più pesanti un giudizio più basso. Quindi se i prezzi fossero livellati le bici avrebbero un peso più uniforme e un giudizio più chiaro. La Following da semplice monocross era prevedibile in salita non rendesse molto. L’azienda è piu’ specializzata in bici per scendere che per salire. Benissimo la Rose e vedi che l’alluminio non è morto …se dovessi noleggiare le bici per mestiere sarebbe una bici in pole. E per togliere anche 1kg di peso non sarebbe affatto difficile.… Read more »

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Michele Bean Se ci si sforza di leggere con un minimo di attenzione numeri e parole si riescono a trarre le debite conclusioni, se invece si salta direttamente al punteggio finale stizzendosi perché la propria bici non è in cima alla classifica si prendono fischi per fiaschi.
Mi pare che tu appartenga alla prima categoria, ma attenzione e non dare al montaggio più peso di quanto meriti. Ti faccio un esempio: tu ipotizzi che la Rose montata al top sarebbe un’astronave ed avrebbe sbaragliato la concorrenza. Io ti dico che, pur più leggera e con le migliori ruote di questo mondo, nella discesa guidata non avrebbe probabilmente ottenuto chissà quale valutazione. Oppure: sicuramente la HT avrebbe ricevuto una migliore valutazione sulla salita scorrevole se montata più leggera, con ruote in carbonio e coperture più scorrevoli, ma la cosa è ovvia e quindi basta tenerne conto. D’altro canto non si può pretendere che si diano delle valutazioni basate sui “se” e sui “ma”.

wally73
wally73

ricordo che tranne una rivista italiana negli ultimi anni era praticamente impossibile trovare una recensione di una specialized. poi dall’anno scorso forse si sono accorti che ok specy la si trova ovunque ma farla anche vedere e recensire in italia non è male. detto questo, in italia vince specy ed è complotto. in germania vincono sempre le tedesche e allora sono bravi e integerrimi. boh io mi farei delle domande anche nel secondo caso… poi sono d’accordissimo che on the trail una rose montata bene va come se non forse meglio di una santa montata base che però costa a volte quasi il doppio… purtroppo è impossibile riuscire a fare test di bici con montaggi uguali perché non ha senso se questi montaggi non sono a catalogo ne bici a parità di prezzo. perché è impossibile trovare una ibis che costa come una rose o una rose anche montata al top del top che costi come una ibis… anche perché credo che sia difficile che una fiat 500xl superaccessoriata costi come una mini countryman. semplicemente perché sono 2 marche di fasce di prezzo diverso, che si rivolgono probabilmente a clientela diversa. e anche in questo caso non è detto che la mini sia sempre e per forza molto meglio della fiat… specy mi sembra di capire sia una marca che molti amano e molti “odiano” ma che sappia fare le bici secondo me è fuori di dubbio… poi per carità ci stanno tutti i calcoli che ognuno fa sul costo… Read more »

Marco Toniolo

90 minuti di applausi.

Guido Tj
Guido Tj

Sante parole!!! 😉

jomark
jomark

Figata di test!!!
Spettacolari i commenti degli ESPERTONI che difendono la proprio categoria di bike o il proprio modello, quasi offendendosi perché non ha vinto la loro….Che maturità…
Per me e’ sempre interessante leggere i commenti di tester esperti in quelli che imho sono test “puliti” e non prezzolati, a condizioni che nessuno di noi potrebbe provare…Avevo la vaga idea che avrebbe vinto Specy, da possessore di un’enduro 29’devo ammettere che non mi sono mai trovato così bene…Sono americani,bravissimi a vendere,ma non si può dire che non facciano belle bici…In generale sono tutte bici di ottimo livello,tanto di cappello a Rose per il rapporto q/p,ma se dovessi fare la spesa resterei su specy.
wally73 ha fatto un commento molto intelligente, soprattutto l’ultima parte, che a molti potrebbe non interessare ( a me si ) , ma che e’ importantissimo:
” ultimo ma a non tutti interessa questo discorso, una specy usata la vendi sempre, altre marche fai molta più fatica…”
La rivendibilità per noi comuni mortali che le bici le dobbiamo pagare NON e’ una cosa da sottovalutare….

Frenky.71
Frenky.71

Rimango sempre più basito dalla maleducazione di questo sito nelle risposte verso gli utenti, senza parole !!!
C’è modo e modo di rispondere, sempre e a prescindere dalle provocazioni degli interventi.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Frenky.71 La prossima volta che ci daranno dei corrotti che prendono bustarelle per falsificare i risultati dei test ringrazieremo e porgeremo l’altra guancia per non ferire la tua sensibilità.

EDIT: e visto che Specialized ci pagherebbe per avere recensioni positive, ecco un bel test a sostegno delle tesi dell’educato @sako83: http://www.mtb-mag.com/test-specialized-stumpjumper-fsr-comp-carbon-6fattie/

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Rivolto a @Frenky.71 …ma anche a tutti coloro che ritengono che questo sia un centro di assistenza sociale invece che un web magazine di MTB: Cerchiamo di capire qualche dinamica di ciò che accade. Il problema principale è che troppo spesso nella realtà virtuale delle community dei siti web molto visitati, soprattutto se si gode di identità protetta da anonimato come nel caso degli utenti di questa community, si perde il senso della realtà, del rispetto per il prossimo, del rispetto del lavoro altrui e delle opinioni altrui. In pratica si lascia troppo spesso da parte il buon senso e la basilare formazione civica e sociale per dare libero sfogo al peggio degli istinti umani. Grazie all’anonimato si annullano le inibizioni, si cancella l’autocritica e si dimentica l’educazione. Occorre ricordare che però dietro a ogni nickname esiste una persona vera. Anche la redazione, in caso qualcuno avesse dei dubbi, è composta da persone reali, che lavorano per questo magazine e per i loro lettori e ci mettono la faccia, con nome e cognome, prendendosi la responsabilità di ciò che dicono e fanno in prima persona… come un qualsiasi altro lavoratore, seduto a una scrivania di un’azienda, oppure al banco di un negozio oppure dietro a un macchinario in una fabbrica o in qualsiasi altra sede di lavoro. La nostra sede di lavoro è MTB-MAG. Ora… poniamo come esempio che tu sia in coda alla cassa in un negozio di tua fiducia e vedi entrare un tizio che inizia a urlare… Read more »

iNicc0lo
iNicc0lo

@Marco Toniolo e @Francesco Mazza
i complimenti per il test non ve li avevo ancora fatti , lo faccio ora unendoli a come gestite il forum!

A mio parere, se un costruttore crede di aver in catalogo un’ottima mtb si dovrebbe sbattere per farla testare anche alla clientela.

A me piacerebbe provare la following, in conf da 120 o con 140 bloccabile, per confrontarla con la mia Gt Sensor pari escursione, di cui ovviamente penso un gran bene!

Pietro.68
Pietro.68

GRANDE!!!!!!

Pietro.68
Pietro.68

riferito a @Francesco Mazza.

Frenky.71
Frenky.71

Dico solo una cosa: nel vostro sito in lingua inglese come mai le risposte sono nettamente più educate ???

Marco Toniolo

Altra lingua, altri modi di esprimersi. E comunque una frase come quella sotto, in inglese, ti assicuro che non è gentile.

The Following scored low because of the senseless 140mm fork. Again, we haven’t written many words, but it seems they still are too many because you managed to miss them […]

gianfy73
gianfy73

Complimenti x il test
Una cosa non mi è chiara , come mai la Scott ha inviato una bici con formato plus?

Marco Toniolo

scelta loro. Nella categoria trail bike preferiscono le Plus.

gianfy73
gianfy73

Scelta azzeccata !!!!
Pure io (che non sono ferratissimo di tecnica) sapevo come si sarebbe classificata!!!
Ci credono proprio quelli di Scott !

Luigi dvl
Luigi dvl

2 comparative cosi’ non si erano mai viste. Grande lavoro ragazzi.!! Ho cercato di leggerle con calma, studiando numeri e geometrie ed ho trovato risposte. Non avendo il budget per il carbonio ho confrontando dell’ alluminio di 2 americane da negozio ed una tedesca on line. Con sorpresa non ho trovato differenze ad iniziare dal prezzo. Adesso torno di la’ a studiarmi ancora il 27.5 perche questo e’ il mio grosso dubbio per una trail bike. Voi pero’ avanti con i test singoli che una la devo pur comprare.!

iaio
iaio

Sarebbe interessante corredare questi test di una prova cronometrata, come nelle comparative delle moto hypersport. Alla fine non c’e’ nulla di più oggettivo del cronometro. E dopotutto la velocita’ in salita ed in discesa significa tutto: equilibrio, stabilità, leggerezza, agilità, frenata. Insomma tutti quei parametri che rendono un mezzo migliore dell’altro. Oltre ai giudizi soggettivi di tester su un carro che flette di più o di meno di un altro.

markxxx79
markxxx79

… mi chiedo se tutti quelli che commentano in modo anche pesante e negativo test e comparative così , siano dei rivenditori di un dato marchio , non vedo altrimenti perchè prendersela così se qualcuno ( che frà l’altro lo fà praticamente di mestiere …) giunge a delle conclusioni dopo una prova .
ma per caso la vostra bike diventa inguidabile o peggiora improvvisamente dopo che avete letto il test ? cos’è ? si offende e tiene il muso perchè le raccontate i risultati ?
alcuni manco se gli offendono un parente se la prenderebbero tanto .
meno pippe mentali e più pedalate ! se con una bike vi ci trovate bene , ed un altro nò , non vedo dove sia il problema …
test e comparative , sono solo un indicazione ed un resoconto , il problema è che farlo in maniera piacente a tutti , soprattutto per i fun-marchio è impossibile , a meno di dare tutti 10 in tutte le categorie e dire che sono tutte eccelse in qualsiasi frangente d’uso !
ma così non è un test veritiero e che vorrei leggere , ma una leccata di chiappe !

iNicc0lo
iNicc0lo

Se posso, prova entrambi i formati sul tuo percorso tipo, ciao

Tommydindo
Tommydindo

Ma hanno lasciato fuori la migliore, la Onone Codeine 29, cioè la mia 🙂

FaFri
FaFri

@Marco Toniolo @Staff
Niente Cube per questo test? Non ve le hanno mandata??
Una Stereo 29 ci stava bene qui….

Marco Toniolo

A dir la verità ci siamo semplicemente dimenticati di chiederla. Se altri marchi hanno un marketing attivo, Cube è l’esatto contrario e sembra che non esista – motivo della dimenticanza. Però le bici da testare ce le hanno sempre date.

vinceb

Forse è già stato detto, mi chiedo che senso ha testare mtb della stessa categoria ma dai prezzi tanto diversi????
Ma una bella comparativa con un prezzo fisso, in cui si può davvero vedere cosa è meglio comprare con quello che abbiamo a disposizione, non sarebbe tanto più logico?

Kristjan
Kristjan

Bel test.
Avendo una canyon con cui mi sono trovato fantasticamente, propendo per le tedesche.
Personalmente non andrei mai oltre i 3000 euro per una bici e considerato che la vorrei ben accessoriata, le tedesche on line rimangono l’unica soluzione.
Ovviamente per come la vedo io 🙂

Buone pedalate a tutti.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@cispugliaio
Il punto è questo: personalmente neppure io monterei una forcella da 140 mm, però va detto che sullo scassato (parlo di discesa) la bici si comporta bene e la sospensione posteriore non soffre. Per quanto la sua natura di trailbike sia abbastanza snaturata, non sarebbe quindi corretto farla passare per un catafalco privo di senso. Comunque mi fa piacere che anche tu, possessore soddisfatto, riconosci gli stessi limiti da noi riscontrati. Con che forcella la usi?

L’estromissione dalla prova sarebbe stata improponibile ed ingiustificabile. Vedila dall’altro punto di vista: ti chiedono una bici per un test, tu la mandi e te la estromettono perchè il montaggio non è di gradimento. Come reagiresti?

cispugliaio
cispugliaio

Capisco il problema della “fornitura”.
Io uso la bici sempre in high pos. ora con pike da 130 rake 51, precedentemente avevo la trace 140-110 rake 51, che era molto più friendly sullo scassato della pike, più lineare in generale ma anche più sostenuta al termine della corsa, insomma, più adatta per una schiappa come me.
Con quella geometria a 140 mm la bici era imprecisa non solo in salita, dove la tenevo costantemente a 110 sbattendo le pedivelle ovunque, ma pure sul pianeggiante guidato e sulla leggera discesa scorevole. Quel centimetro di escursione in più non vale assolutamente quello che perde in stabilità in salita e precisione generale.
Prossimamente verrà provata con la trece ridotta a 120. Questa non è una bici per volare sullo scassato, anche perchè il carro, per quanto superefficiente, cmq da 120 mme vuole più gamba per volare in discesa che per trottare in salita. Il bello è quadagnarsi con lei salite tecniche e zompettare giù in discesa come un capriolo, curvare come sulle montagne russe, stare molto in aria, rilanciare, affrontare tratti trialistici fantasioni (non io però)…

marxt
marxt

Come mai nelle 27.5 era stata presa in considrazione anche l’Orbea Occam AM ed invece tra le 29 non vedo la Orbea Occam TR 29 (A mio avviso un’ottima bici) ?

grazie

Frenky.71
Frenky.71
Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Frenky.71 Ammetto di non averlo letto con estrema attenzione, ma in sintesi credo si possa così commentare: con una forcella da 130 mm in salita prende una valutazione simile alla nostra. Anzi, per quanto la nuda e cruda trasposizione matematica lasci il tempo che trova, persino inferiore (3/5 sarebbe 6 su scala a 10). In discesa è piaciuta molto, e questo evidentemente le è valso l’appellativo di bici dell’anno.
Come sempre il punto è capire cosa ci si attende da una bici. Considerando che qui si parla di trailbike io mi attenderei la massima polivalenza, voce che nella nostra valutazione globale ha avuto un certo peso e dove la The Following non ha particolarmente brillato (fermo restando che con una forcella più bassa farebbe molto probabilmente meglio). Se invece si cerca una bici che scenda molto bene in rapporto ai 120 mm di travel posteriore, allora la possiamo anche fare bici del secolo (non se la classifica la dovessi stilare io, visto che in discesa la mia preferita è stata la Hightower).

Frenky.71
Frenky.71

Pare, e ripeto pare, che sia stata giudicata bici dell’anno !
Premetto che non sono possessore di Evil, anzi ho Bmc che entrambi non avere avuto l’occasione di inserire nei test 🙁

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Frenky.71 Se stai rispondendo a me, pare che tu non abbia letto quel che ho scritto 🙂

Frenky.71
Frenky.71

Si ho letto solo che è partito il messaggio prima che aggiungessi: per giudicarla bici dell’anno non è sufficiente piaccia solo in discesa, evidentemente nel complesso è risultata migliore di tutte le altre 😉
Molto interessante come bici trail (y)

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Frenky.71 Allora si saranno sbagliati dandole “solamente” 3/5 in salita. Se invece i punteggi rispecchiano le impressioni sul campo, resto della mia opinione: se si parla di trailbike secondo la concezione europea, non capisco come una bici che prende 6 in salita e 9 in discesa possa essere definita bici dell’anno. Se invece si parla d’altro – ad esempio quanto vada bene in discesa in rapporto alla corsa posteriore – il discorso cambia e ci può stare.

man65
man65

un vero peccato che Cannondale abbia deciso di non produrre piu’ la Trigger 29er (la mia attuale bici) sarebbe stato interessante il confronto con queste nuove trail bike…..se mi avvertivate per tempo vi avrei prestato la mia :). saluti

gaios73
gaios73

LoL la prima è in classifica è la seconda per prezzo… considerando poi che la prima per prezzo è una Ibis e quindi quasi “fuori classifica”…

Rilevo che la più economica (Rose) ha un rapporto Q/P che è il DOPPIO della Specy (ho preso i vostri voti finali e li ho divisi per i prezzi).

brunopiru
brunopiru

Chiedo scusa ma i pesi delle bici sono verificati?
Perché sto comprando una ibis con allestimento simile ma con forcella dvo ed è molto più pesante, che copertoni monta?
Grazie

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@brunopiru Sì, sono i pesi da noi rilevati.

brunopiru
brunopiru

Grazie Mauro, un ultima domanda, secondo te la ripley montata con forcella 140 potrebbe risultare più goffa oppure più in difficoltà specialmente nelle salite ripide?
Insomma, non vorrei che succedesse come con la evil
Grazie

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@brunopiru Non credo che 10 mm in più stravolgeranno la bici. Oltretutto la Ripley in test era un mostro di reattività ma un po’ nervosa sul tecnico/smosso, quindi diciamo che un eventuale cambiamento di comportamento andrebbe nel verso giusto.

brunopiru
brunopiru

Grazie mille gentilissimo!

 

POTRESTI ESSERTI PERSO