MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Ginocchiere Race Face Indy Knee

[Test] Ginocchiere Race Face Indy Knee

[Test] Ginocchiere Race Face Indy Knee

13/05/2014
Whatsapp
13/05/2014

Race Face è un marchio storico della Mountain Bike, che da parecchi anni cura la qualità e l’estetica della sua gamma di prodotti, spaziando dalla componentistica alla linea di abbigliamento e a quella di protezioni. All’interno di questa sua gamma di protezioni, l’azienda canadese copre diverse destinazioni d’uso, dalla DH al Trail, con prodotti differenti come vestibilità e livello protettivo. Tra le ginocchiere per esempio troviamo ben 6 modelli differenti, e tra questi abbiamo testato le Indy Knee, la protezione per il ginocchio dedicata all’Enduro e all’All Mountain.

4111

Le Indy Knee sono concepite in modo estremamente semplice ma altrettanto funzionale, grazie all’utilizzo di materiali all’avanguardia, che permettono una vestibilità ottima, garantendo traspirabilità e protezione.

Il gambale di questo modello di ginocchiere Race Face è realizzato in un tessuto ultraleggero, chiamato non a caso Butterfly (farfalla). La traspirazione è ottima e l’effetto “seconda pelle” dichiarato dal produttore corrisponde al vero. Il tessuto aiuta a dissipare il sudore e di conseguenza il calore in eccesso, lasciando quindi la pelle fresca, anche dopo parecchie ore in sella.

Come sistema di tenuta troviamo una morbida fascia elastica che cinge tutta la coscia andandosi a chiudere sulla parte frontale, grazie a un largo supporto di Velcro. La tenuta delle ginocchiere è ottima e restano perfettamente in posizione anche senza l’ausilio della fascia elastica, che quindi spesso abbiamo preferito non utilizzare, lasciandola ripiegata nella piccola tasca da cui si estrae, nella parte posteriore della ginocchiera. Così facendo abbiamo apprezzato in pieno la freschezza e la traspirabilità del tessuto Butterfly anche nella zona della coscia, che normalmente è la meno ventilata, poichè coperta dagli shorts.

F75R2335

In realtà, il fatto che le ginocchiere Indy Knee restino in posizione anche senza l’utilizzo della fascia elastica, non è un miracolo ne’ un intervento divino, ma semplicemente è l’effetto di un’ulteriore soluzione adottata da Race Face per evitare che le ginocchiere possano scivolare lungo la gamba o spostarsi. Si tratta di una striscia di silicone posizionata tutto intorno all’orlo superiore della ginocchiera, che a contatto con la pelle crea la giusta aderenza, bloccando le protezioni in posizione senza tuttavia risultare scomoda o fastidiosa.

F75R2333

Pure nella parte inferiore della ginocchiera troviamo un inserto in silicone, per evitare che anche la parte bassa possa muoversi o girare su se stessa. In questo caso l’inserto in silicone è applicato solo in corrispondenza dello stinco, per lasciare completa mobilità alla muscolatura del polpaccio.

F75R2334

La zona protettiva della ginocchiera è formata da una calotta realizzata con il famoso materiale assorbente D3O, che ha la caratteristica di essere morbido e flessibile, per una perfetta mobilità dell’articolazione, irrigidendosi molto velocemente in caso di impatti violenti, in modo direttamente proporzionale, ovvero più l’impatto è forte e più il materiale si irrigidisce, offrendo resistenza e garantendo protezione.

La calotta protettiva in D3O è collocata tra il tessuto Butterfly e il rivestimento esterno realizzato in materiale antistrappo molto morbido ma nel contempo resistente.

F75R2329

La qualità generale del prodotto è molto alta. Dopo un mese di utilizzo intenso le ginocchiere sono ancora come nuove, nonostante siano state maltrattate e abbiano assaggiato il terreno in almeno tre occasioni, senza riportare danni e senza che li riportasse nemmeno il rider, fortunatamente, confermando l’efficacia della protezione in D3O. Anche dopo diversi lavaggi in lavatrice le caratteristiche dei tessuti sono rimaste invariate, comprese le cuciture, che spesso sono il tallone di achille delle protezioni.

F75R2328

Le Indy Knee sono ginocchiere studiate per l’Enduro ma adatte anche ai giri Trail e AM, grazie alla loro leggerezza e traspirabilità. Nell’Enduro race molto spesso si utilizzano protezioni da DH, che vengono abbassate alle caviglie o messe nello zaino durante le risalite e i trasferimenti, poichè poco traspiranti e limitanti nella mobilità dell’articolazione. Questo modello invece consente di essere sempre indossato senza preoccuparsi di eccessiva sudorazione o mancanza di mobilità durante la pedalata. Un piccolo vantaggio nell’utilizzo in gara, ma un grande vantaggio nelle escursioni non agonistiche, dove spesso si alternano tratti di discesa a tratti in salita, mantenendo perciò una costante protezione di una delle articolazioni più importanti del nostro corpo, senza la necessità di fermarsi appositamente prima di ogni tratto in discesa per indossare le ginocchiere.

 

Tabella delle taglie:

indy knee size chart

 

Peso: 313g in taglia L

Prezzo di listino: €76,00

 

Race Face è distribuita in Italia da DSB – Bonandrini

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
giuli78
giuli78

Leggendo l’articolo mi aspettavo un prezzo almeno doppio…!

Da mettere nella lista degli acquisti!

Andre27
Andre27

Sono assolutamente d’accordo!

Clavius
Clavius

Alla facciazza delle poc penultimo modello che possiedo e non mi hanno mai soddisfatto e costavano 25 euro in più.

baccoba
baccoba

Che taglia avete testato?
Quanto pesano?

Francesco Mazza
Francesco Mazza

313 grammi in taglia L

Paulento
Paulento

ciao francesco, per uno alto 1.83 che taglia suggerisci? m o l? grazie

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Ciao Stilgar. Più che l’altezza contano le dimensioni di circonferenza della gamba. Ho inserito nell’articolo la tabella con le misure per la scelta delle taglie, che si trova a questo link:

http://www.raceface.com/assets/apparel/protection_fit_chart.pdf

Paulento
Paulento

grazie!

freerider77
freerider77

ste se vuoi ti faccio provare le mie raceface (un altro modello, ma stessa tabella taglie) che sono una M 😉
le porto al prossimo giro sulle ps o alla prossima riunione. a me vanno leggermente strette e forse son state quelle a causarmi il problema al ginocchio 🙁

Maurizio Deflorian
Maurizio Deflorian

Francesco hai sperimentato (spero di no per te 😉 ) anche qualche impatto più duro o solo le classiche strisciate per terra? Perchè solitamente il limite di queste ginocchiere “leggere” con materiale che si indurisce è proprio l’impatto sul duro, sassi o legni, dove la botta alla fine si sente.

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Una grattata in scivolata e due botte abbastanza secche sul duro, ma sempre senza spuntoni di rocce o simili, per mia fortuna. Il limite del D3O, più che sugli impatti duri in generale, è sugli impatti contro spigoli o sassi appuntini o taglienti, limite comune a tutte le ginocchiere di questo genere. Per quei casi occorrono protezioni da DH serie con calotte in materiale rigido e relative imbottiture studiate ad hoc per non farsi male con la calotta stessa.

Emiliano Barbi
Emiliano Barbi

Quello che però mi lascia perplesso è che per me pedalare col ginocchio libero da impedimenti è un’altra cosa. Secondo me, anche se sembrano studiate bene, non ce li farei 1000mt di dislivello

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Ti assicuro che non ti accorgeresti nemmeno di averle indosso. In ogni caso puoi sempre continuare a metterle a inizio discesa, dopo esserti guadagnato i 1.000m di dislivello, con la differenza che se durante la discesa devi fare qualche tratto in salita, te lo mangi senza avere impedimenti di mobilità, a cui andresti incontro con altri tipi di ginocchiere.

ciro98
ciro98

Ciao, io uso con soddisfazione delle 661 Rage http://sixsixone.com/bike/gaurds/knee-1 con calotta morbida che normalmente indosso a inizio giro e tolgo alla fine, perche’ trascorsi i primi due minuti mi dimentico di indossarle (tranne quando fa molto caldo).

Hai mai avuto modo di provare le 661 Rage? Se si, quali giudichi piu’ comode? Il prezzo e’ paragonabile.
Grazie.

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Le 661 Rage sono ottime ginocchiere e probabilmente tra le più usate. Sono molto comode ma non sono paragonabili alle Indy Knee a livello di leggerezza e traspirabilità, si tratta proprio di due prodotti differenti.

alex_bodom
alex_bodom

Mi sembra un pò strano il concetto del materiale che si indurisce a seconda dell’urto..

Come fa a contrastare una sassata, è uno scudo reattivo 😀

(la mia è ignoranza in merito)

Cmq per 76 di listino, significa che con saldi forti le si trovano a 50 euro, il che le rende (se effettivamente riparano dai colpi) delle ottime ginocchiere da avere!

Marco Toniolo
Marco Toniolo
alex_bodom
alex_bodom

Grazie per il link, resta giusto da capire se nel tempo il materiale reagisce sempre allo stesso modo o se si può “deteriorare” il funzionamento. Avete mai collaudato a lungo un prodotto con questa tecnologia?

prolive
prolive

Io uso le Bluegrass in D3O da 2 anni e ti assicuro che ho tirato delle cartelle non indifferenti. L’ultima 1 mese fa’, sulle rocce, mi sono rotto una mano, ma il d3o mi ha salvato le ginocchia. la botta e’ stata durissima, quindi il prodotto funziona ancora. Le avrò’ lavate in lavatrice almeno 30 volte.

alex_bodom
alex_bodom

Grazie per la risposta. Allora sono davvero efficaci! Appena avrò la possibilità le compro. Spero di azeccare con la taglia 😀

The Riccio Returns
The Riccio Returns

molto molto interessanti queste protezioni.. le terrò d’occhio.. mmm dalle foto sembrerebbe che è in arrivo il test della Riot, ci sono andato vicino per caso? 🙂

Sfaticato
Sfaticato

Sono decisamente interessanti, peccato che non ci sia traccia di una protezione laterale per il ginocchio che, per quella che è la mia esperienza di cascatore semipro, è una zona abbastanza frenquentemente coinvolta, specie nei passaggi su pietre di grandi dimensioni

botacco
botacco

Le ho provate ieri in negozio e, a parte il velcro superiore e un minimo di spessore in piu’ mi sono sembrate molto simili alle G-Form.
In pratica, le G-Form sono una calza autoreggente con la protezione incollata, queste sono identiche ma con la protezione in una tasca.

La differenza con le Raceface Ambusch mi e’ sembrata limitata solo alla “calza”, molto piu’ sottile nelle indy knee.

RUZZAMIRKO
RUZZAMIRKO

chi le ha provate, meglio queste o quelle della dainese?

Thanks guys..

😉

tom123
tom123

Il confronto tra queste e le Dainese interesserebbe anche a me.

Antonino Cappella
Antonino Cappella

Ma le dainese voi riuscite a trovarle da qualche parte?! Si trovano solo XL o cercando bene qualche L…

gcomae19051926
gcomae19051926

Ciao dopo i lusinghieri commenti le ho comprate e domani le provo! Una domanda: da nessuna parte è riportato se si tratta della ginocchiera dx oppure sx. C’è qualche verso o sono identiche?
Grazie, Alberto

DIAZEVR
DIAZEVR

Sono identiche cambia solo il senso della chiusura della fascia del velcro e una delle due ha una linguetta con il marchio 3DO come si vede in foto su quella di dx che io porto giustamente a sx… 😀

DIAZEVR
DIAZEVR

p.s. vedo che anche Marco la porta a sx…

bigolojaga
bigolojaga

Ragazzi vi chiedo consiglio sulla taglia delle Ambush. Ho circonferenza sopra ginocchio di 48.5 cm (presa 10 cm sopra l’articolazione) e 39 cm al polpaccio. Secondo voi una taglia xl può andarmi bene ?

bigolojaga
bigolojaga

Considerate che per le Ambush RF indica in taglia XL top opening 46 cm bottom opening 40 cm…

lokystar
lokystar

Ciao approdo a questa pagina dopo una giornata passata a studiare i diversi tipi di protezioni offerti dal mercato per quanto riguarda le ginocchia!
Devo dire che sono un po’ confuso sui prodotti, essendocene davvero moltissimi in commercio.
Questa mattina in un negozio ho provato le isx carve. taglia s. mi sono trovato molto bene.
ora mi chiedo quale sia la differenza sostanziale, prezzo a parte, tra le race face e le ixs.
Le carve sono indicate per l’enduro e all mountain allo stesso modo delle race face ambush?
Secondo voi e secondo chi le ha quali sono le migliori, come protezione ma anche come vestibilità e tutto il resto. io passo dalle pedalate di tipo xc per raggiunger la vetta ma poi si passa ai single track in discesa.
vorrei cercare, se fosse possibile, un prodotto versatile.
grazie

mgm
mgm

Comprate due mesi fa,veramente ottime per uso trail; Non si sentono proprio,a parte nel posteriore dove si flette il ginocchio,fatti anche 2000m di dislivello tutto ok.
come protezione provate in 2 occasioni,in una si sente la mancanza di protezione laterale(è stata una scivolata su terre e qualche sasso,mi sono leggermente graffiato lato esterno ginocchio).
Cmq penso uso trail/enduro siano un ottimo compromesso.