[Test] Guanti Endura MTR II

[Test] Guanti Endura MTR II

Marco Toniolo, 27/06/2018
Whatsapp
Marco Toniolo, 27/06/2018

È da più di sette mesi che uso i guanti Endura MTR II, con alcune pause dovute al freddo: si tratta di guanti leggeri, abbastanza minimalistici, ma che si sono rivelati essere molto robusti e duraturi nel tempo.

Caratteristiche

Palmo in pelle sintetica con pannelli in aramide per resistere agli impatti.
Tessuto elastico traforato sul dorso della mano, con leggera protezione per le nocche.
Inserti in silicone su palmo e dita per il grip.
Inserto tergisudore sulla zona del pollice.
Indice e pollice hanno un rivestimento chiamato E-Swipe per utilizzo touchscreen.
Materiali: Nylon 40% / PU 25% / Elastane 20% / Poliestere 10% / Kevlar 5%
Colori: blu o rosso.
Prezzo di listino: 44.99 Euro.

Sul campo

Come detto ad inizio articolo, questi guanti sono piuttosto minimalistici, a cominciare da come si indossano: non ci sono chiusure in velcro sul polso, vanno quindi tirati sulla mano attraverso l’apposita linguetta, ed il gioco è fatto. Sono molto elastici, cosa che fa sì che aderiscano bene a palmo e dita, in modo da non creare pieghe che andrebbero a dar fastidio una volta che si impugna il manubrio. La linguetta, su altri prodotti, è stato un punto critico, perché tende a staccarsi o rompersi: non sugli Endura MTR II: dopo centinaia di “cicli” non dà segno di usura o debolezza.

Lo stesso discorso vale per tutte le cuciture dei guanti, e degli inserti vari: sono tutti lì, al loro posto. Dopo averli lavati sembrano ancora nuovi, visto che non si sono neanche deformati in maniera visibile. Questo vale anche per il generoso elastico sul polso, responsabile nel tenere i guanti al loro posto.

Gli inserti sul palmo, quelli pensati per non graffiarsi le mani in caso di caduta, non sono imbottiti, ma sono super resistenti. Durante i mesi di test sono caduto più volte, ma non si vedono i segni delle rocce o del terreno. Certo, non attutiscono l’impatto, ma d’altro canto il contatto con le manopole del manubrio è molto diretto, come piace a me. Il grip è ottimo, anche grazie agli inserti in silicone, ma soprattutto per la pelle sintetica del palmo che fa bene il suo lavoro anche quando i guanti e/o le manopole sono bagnati.

Gli MTR II sono guanti estivi, quindi non aspettatevi che tengano caldo. Il lato positivo è che si possono indossare anche a temperature mediterranee senza sudare troppo, visto che il materiale sul dorso della mano è molto traspirante.

Infine ho apprezzato molto il cosiddetto “E-swipe”, cioé il rivestimento, presente sulla punta del pollice e dell’indice, che permette di usare i touchscreen. Una caratteristica che viene comoda sia se si usa lo smartphone che alcuni GPS. L’unica cosa che non ho capito è come mai il pollice non riesca ad attivare il tasto Home digitale dell’iPhone (dal modello 7 in su), mentre l’indice sì.

Conclusioni

Gli Endura MTR II sono perfetti per chi cerca dei guanti estivi robusti e duraturi nel tempo, che al tempo stesso siano molto diretti nella presa del manubrio. Il grip è ottimo, così come la vestibilità molto aderente. Ben pensata la possibilità di poter usare un touchscreen a guanti indossati.

Endura