MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Nuova corona Ovale Race Face Cinch

[Test] Nuova corona Ovale Race Face Cinch

[Test] Nuova corona Ovale Race Face Cinch

04/07/2018
Whatsapp
04/07/2018

Oggi Race Face presenta le sue nuove corone ovali che noi abbiamo potuto provare durante le scorse settimane. Oltre ai dettagli sui nuovi prodotti, siamo così in grado di dirvi come vanno.

Caratteristiche

Compatibile con tutte le trasmissioni a 10, 11 o 12 velocità.
Dentatura: 28t, 30t, 32t, 34t.
Angolo fra guarnitura e diametro più largo della corona (misurato in senso antiorario): 112.5°.
Percentuale “ovale”: 10%, cioé il diametro della corona varia dal 95% al 105% rispetto ad una rotonda.
Denti a larghezza variabile per ritenere la catena.
Compatibile con mozzo superboost semplicemente girando la corona.
Materiale: alluminio 7075.
Compatibile con tutte le guarniture Race Face Cinch (anche quelle con powermeter Cinch)
Peso rilevato: 72 grammi
Istruzioni per il montaggio
Prezzo corona: 64.90 Euro

Sul campo

Ho montato la corona ovale Race Face su una Pivot Mach 5.5. La trasmissione è una Shimano XT 1×11 con pacco pignoni 11-46, il numero di denti della corona è di 34. Quello che salta subito all’occhio è il fatto che non sia estrema, cioé non richiede di lungo un periodo di adattamento prima di farci l’abitudine. Sulle corone ovali si potrebbero scrivere dei trattati, in particolare sulla loro efficacia in fase di pedalata. Personalmente trovo che mi aiutino a dare quel colpo di pedale che mi permette di superare lo strappo ripido, in particolare quando la cadenza è bassa e la forza da imprimere tanta. La RF Cinch non fa eccezione, anche perché, con la rapportatura piuttosto dura 34×46, quando mi trovo sul ripido spesso ho una cadenza bassa ed ogni aiuto è il benvenuto per superare l’eventuale ostacolo.

Nelle salite costanti e scorrevoli l’influenza della corona ovale Race Face è trascurabile, nel senso che non ho notato nè effetti positivi né negativi. In discesa la ritenzione della catena è ottima: non è mai caduta, malgrado io non monti un guidacatena.

Il montaggio è molto semplice, trattandosi di un direct mount: basta svitare la ghiera che la fissa alla guarnitura, cambiare la corona, riavvitare, ed il gioco è fatto. Non so dirvi molto sulla sua durabilità, perché un paio di settimane non sono sufficienti per giudicarla ma, trattandosi di alluminio (e di un monocorona), non credo duri in eterno.

Mi sento di consigliarla a chi vuole provare a stare in sella il più possibile anche sui passaggi tecnici in salita. Un aiuto lo dà, e in quei casi può fare la differenza fra lo spingere e superare l’ostacolo.

Race Face 
DSB Bonandrini

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
horaciohartman

interessante, pensavo di sostituire sulla jeffsy la corona da 32 con una 28, se ovale anzichè classica circolare potrei averne ulteriori benefici?

Pietro.68
Pietro.68

ma la parte del carro lucidata a specchio è nata così o conseguenza di qualcosa che ci striscia contro?

horaciohartman
marco

prova a mettere almeno la 30, se la prendi ovale

grazie, ma non sarebbe poco percepibile il salto dalla 32 alla 30 rispetto una 28?
mi fai venire il dubbio: meglio 30 ovale, 28 circolare o ovale?

Froster182
Froster182

Meglio allenarsi e farsi la gamba

BAROLO71
BAROLO71

se fai giri lunghi e salite tecniche direi proprio meglio il 28 per le 29 e 30 per le 27,5….sta mania di mettere le corone sempre tirate è assurda…meglio avere un rapporto più agile per ogni evenienza , dietro puoi sempre scendere di uno…piuttosto che fumarsi una bella discesa perchè arrivi in cima stremato! certo se fai giri brevi e tirati, salite su asfalto e sempre negli stessi posti…e’ un altro discorso!

misternovic
misternovic

Sulla mia jeffsy sostituita la 32 con 28 oval.. Race..Perfetta!
Resa ottima

horaciohartman
misternovic

Sulla mia jeffsy sostituita la 32 con 28 oval.. Race..Perfetta!
Resa ottima

quindi era già disponibile quella ovale raceface?potresti postare un link del negozio dove la hai presa?
grazie

endurik
Pietro.68

ma la parte del carro lucidata a specchio è nata così o conseguenza di qualcosa che ci striscia contro?

è una piastrina di acciaio, per protezione dallo sfregamento della catena, la si trova su diverse bici 😉

Elandur
Froster182

Meglio allenarsi e farsi la gamba

C'è chi per questioni di tempo (lavoro, famiglia) o salute (condizioni fisiche che limitano la possibilità di fare attività fisica) non può allenare la gamba, ma non per questo rinuncia a una passione.

Su questo forum sempre più spesso (vedasi ad esempio la questione e-bike) leggo commenti chiaramente ispirati da un atteggiamento del tipo "se non rispecchia il mio pensiero allora è sbagliato".

Basterebbe sostituire la parola "sbagliato" con "diverso" e si aprirebbe un mondo.

horaciohartman
marco

Il 28 sulle salite tecniche, con l'1×12, è completamente inutile e addirittura deleterio perché sul 28-50 ti trovi a frullare invece di imprimere potenza sui pedali.

invece su una 1×11 con cassetta e13 9/46 come la vedi la corona da 28?

D-Lock
marco

Capisco il tuo punto di vista, ma mi sa che stiamo parlando di due cose diverse riguardo al "tecnico": io intendo tratti brevi in cui il colpo di pedale ti salva dal mettere giù il piede. Tu invece mi sa che stai parlando di lunghe salite ripide che, seppur sconnesse, richiedono un ritmo costante e possibilmente una cadenza non troppo bassa.

Se finisci a frullare, quello che dico io non riesci a farlo. Di certo un 28×50 ti aiuta sulle salite lunghe e ripide quando non hai tanta gamba. Però se vai a piedi sei più veloce 😉

Un 28-50 vale 0.56 di rapporto, è spaventosamente corto. Anche a non avere gamba se si gira a 60bpm su una 29" si va a 4.6 kmh. Non so se aiuta nemmeno sui salitoni lunghi e pesanti perché ti stanchi le gambe e fai pochissima strada, ok le teorie dello spinning ma bisogna anche progredire sulla strada…

Sembrano piu le demoltipliche delle bici da cicloturismo.

BAROLO71
BAROLO71

se parli già di km/h stiamo parlando di due cose diverse….io parlo di metri di dislivello/h .
Dipende tutto dai giri che uno vuole fare…forse dovevo specificare meglio l’ambito di utilizzo della bici che intendo io, ovvio che sul xc o roba non troppo ripida non serve il 28-50…che poi su una 29 equivale a un 28-44 di una 26…quindi niente di così mostruoso. Ma se hai un 29 da 13-14 kg e ci vuoi fare all mountain a tutto tondo, quindi giri alpini lunghi con tanto dislivello ….tipologia di giri per cui sono pensate quelle bici, ti garantisco che l’unico rischio che corri e’ di usare il 50 solo per poco tempo….risparmiando tra l’altro l’usura del pignone. In più aggiungo che la maggior parte dei biker non si puo’ permettere di allenarsi 3 volte a settimana a pedalare, non per questo uno si deve precludere certi giri solo per non sentirsi sfigato a montare un 28 …magari su una bici da 5000 eu famosa per la sua pedalabiltà !!

bikemastertwo
bikemastertwo

30 ovale con 46 posteriore è un buon compromesso su trasmissioni 1×11

pk71
pk71

Che è lo stesso di un 28-46