[Test] Nuova Rock Shox SID

[Test] Nuova Rock Shox SID

Marco Toniolo, 17/03/2020
Whatsapp
Marco Toniolo, 17/03/2020

Oggi Rock Shox presenta la nuova gamma SID: forcella e ammortizzatore nuovi, pensati per il cross country. Ho potuto provare la forcella SID sui sentieri di casa durante le ultime settimane, mentre non ho potuto fare lo stesso per l’ammortizzatore, ma conto di riceverlo a breve. Nel video parlo delle novità della forcella e faccio una prova sul campo. Più sotto trovate invece tutti i dettagli su tutti i nuovi prodotti Rock Shox per il XC. Per i prezzi vi rimando direttamente al sito Rock Shox.

SID SL

Com’è cambiata la struttura rispetto alla SID MY20?
La SID SL ha una struttura del tutto nuova con monoblocco inferiore, steli, testa e cannotto nuovi. La SID SL è più stretta di quella attuale per ridurre il peso. La forcella, nella sua totalità, è più leggera della SID attuale. La SID SL Ultimate MY21 è 166 grammi più leggera dell’attuale SID Ultimate Carbon.

Quali sono le differenze tra la SID e la SID SL? Come faccio a capire quale comprare?
Se si vuole la forcella più leggera rispetto a qualsiasi altra caratteristica, e la propria bici è progettata per una corsa di 100mm, la forcella da scegliere è la SID SL. Se invece si preferisce una bici più a suo agio sui terreni difficili e con un aspetto più aggressivo, la scelta giusta è la SID. La SID (35mm) ha più corsa e una struttura più robusta, ma è leggermente più pesante della SID SL. In ogni caso, se si preferisce, sulle bici da 100mm si può anche utilizzare la SID.

Come mai non ci sono versioni da 27.5” per la SID? Sono previste in futuro?
C’è stata una notevolissima diminuzione dell’uso delle ruote da 27.5” sulle bici dalla corsa più contenuta. Abbiamo studiato a fondo i dati di mercato e siamo giunti alla conclusione che le opzioni da 27.5” non sono richieste sulle bici da XC.

Come avete sviluppato la struttura affinché la forcella potesse raggiungere un peso da gara?
La struttura della SID SL è completamente nuova e ogni singolo componente è stato progettato per essere il più leggero possibile ma anche sufficientemente resistente per correre nei cross country. La maggior parte del risparmio di peso viene dal monoblocco inferiore, dall’insieme testa/cannotto/steli e dall’idraulica Charger Race Day.

Come mai sulla SID SL non utilizzate più l’insieme testa/cannotto in carbonio?
Le parti in carbonio hanno bisogno di molto tempo per il loro sviluppo e ci siamo concentrati prima di tutto sulla testa in alluminio; cercando cosa si potesse unire meglio all’alluminio, abbiamo fatto molta ricerca per comprendere se con un insieme testa/cannotto in carbonio avessimo potuto migliorare le prestazioni oppure abbassare il peso. Sui modelli SID SL Ultimate abbiamo lavorato a macchina le teste e le abbiamo anodizzate per una migliore resa estetica e per una piccola riduzione di peso.

Le tenute dei foderi sono differenti dalle SID SL MY20?
Sì, tutte le tenute delle SID sono SKF, di livello superiore.

L’idraulica (Charger Race Day – 32mm) è retrocompatibile con le forcelle attuali da 32mm come la SID?
Sì, l’draulica Charger Race Day è retrocompatibile e utilizzabile su tutte le SID e Reba da 100-120mm fino alle versioni MY14.

Quali versioni dell’idraulica Charger Race Day sono disponibili sulla SID SL Ultimate?
Il Charger Race Day è disponibile sia in versione con regolazione sulla testa sia con controllo remoto.

Quali sono le regolazioni del Charger Race Day disponibile sulla SID SL Ultimate?
Tutte le forcelle prevedono due posizioni della compressione, open e lock, e la regolazione del rebound alle basse velocità di compressione. Le forcelle sono disponibili anche con il TwistLock.

SID

Com’è cambiata la struttura rispetto alla SID MY20?
Ogni singolo componente della SID MY21 è nuovo. In particolare, abbiamo utilizzato steli da 35mm per aumentare la rigidità e migliorare l’aspetto estetico delle bici da XC. Ogni grammo ha la sua funzione e tutti i pezzi lavorano insieme a creare la migliore combinazione di leggerezza e rigidità per le bici da 120mm, con un look suggestivo.

Come mai non ci sono versioni da 27.5” per la SID? Sono previste in futuro?
C’è stata una notevolissima diminuzione dell’uso delle ruote da 27.5” sulle bici dalla corsa più contenuta. Abbiamo studiato a fondo i dati di mercato e siamo giunti alla conclusione che le opzioni da 27.5” non sono richieste sulle bici da XC.

Come mai la decisione di utilizzare solamente il rake (offset) da 44mm?
Molte delle nostre decisioni provengono dall’analisi dei dati. Risulta palese che la maggior parte dell’industria si sta indirizzando su rake più contenuti su tutte le bici. Abbiamo deciso allora di offrire una scelta semplice e proporre dunque una sola misura di rake che possa funzionare sulla maggior parte delle bici da XC, se non su tutte. Se la vostra bici è progettata per un rake da 51mm, la misura da 44mm cambierà solo di poco la manovrabilità dello sterzo della bici aumentando l’avancorsa (trail) e rendendo la bici più stabile alle alte velocità e in discesa.

Come mai sulla SID non utilizzate più l’insieme testa/cannotto in carbonio?
Le parti in carbonio hanno bisogno di molto tempo per il loro sviluppo e ci siamo concentrati prima di tutto sulla testa in alluminio; cercando cosa si potesse unire meglio all’alluminio, abbiamo fatto molta ricerca per comprendere se avessimo potuto migliorare le prestazioni oppure abbassare il peso con un insieme testa/cannotto in carbonio. Sui modelli SID Ultimate abbiamo lavorato a macchina le teste e le abbiamo anodizzate per una migliore resa estetica e per una piccola riduzione di peso.

Come avete fatto a migliorare le prestazioni e a ridurre gli attriti della forcella?
Abbiamo costantemente lavorato per migliorare l’allineamento tra l’insieme testa/cannotto/steli e il monoblocco inferiore. Il dimensionamento delle tenute è fondamentale; in più, siamo passati a tenute SKF ad attrito inferiore. Anche l’idraulica Charger Race Day presenta minori attriti rispetto agli altri nostri sistemi idraulici.

Quali sono i benefici apportati dai fluidi Maxima Plush?
Il fluido idraulico Maxima Plush è il fluido più avanzato che siamo riusciti a trovare. In primo luogo il fluido riduce gli attriti e aumenta la vita delle tenute: abbiamo avuto la conferma dopo la sperimentazione nei nostri laboratori. Inoltre, il fluido contiene alcuni componenti che assicurano prestazioni costanti su una gamma di temperature più ampia rispetto agli altri fluidi idraulici. Per finire, il fluido aiuta a ridurre il rumore durante il funzionamento della sezione idraulica.

Quali sono le differenze della nuova molla ad aria DebonAir?
La nuova molla ad aria DebonAir ha subito una notevole evoluzione. Per prima cosa abbiamo spostato la concavità più in basso negli steli per mitigare il colpo alla massima estensione e per mantenere la forcella più sostenuta nella sua corsa. Abbiamo anche modificato la forma e le dimensioni per renderla più simile a quelle della Pike e della Lyrik. Abbiamo poi sostituito i tamponi di fondo corsa usando quelli della Pike e della Lyrik; abbiamo aggiunto un supporto sagomato appositamente che supporta i tamponi di fondo corsa per raggiungere il feeling giusto. Per finire, abbiamo realizzato la guarnizione superiore più piccola e più leggera. Tutto l’insieme di queste cose ci ha fatto raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissi per un sistema ad aria da cross country racing.

Come si regola la nuova molla ad aria DebonAir per l’utilizzo XC? Qual è la percentuale di corsa negativa e positiva in confronto alle percentuali trail/enduro?
La regolazione che abbiamo scelto è similare a quello che si trova sulla Pike e sulla Lyrik: la differenza è relativa all’altezza dello sterzo. A seconda della regolazione, la Pike e la Lyrik hanno un’altezza che prevede un sag del 25-35 per cento. La SID è nella percentuale intorno al 15-25 per cento. Si tratta di una differenza voluta appositamente perché l’utilizzo è differente, come anche la quantità di corsa. Siccome c’è meno corsa, preferiamo che ne sia disponibile percentualmente di più rispetto a quanto accade su una forcella con maggiore escursione.

La nuova molla ad aria DebonAir è retrocompatibile con le precedenti generazioni della SID?
No. La SID usa una struttura da 35mm e la nuova molla ad aria non è compatibile con le precedenti generazioni della SID da 32mm.

Vecchia e nuova cartuccia a confronto

Quanto pesa l’idraulica Charger Race Day? Come si confronta con quella della SID MY20?
Idraulica RockShox Charger Race Day MY21 – 35mm 88 g
Idraulica RockShox Charger Race Day MY21 – 32mm 96 g
Idraulica SID Charger 2 RLC MY20 186 g

L’idraulica (Charger Race Day – 35mm) è retrocompatibile con le attuali forcelle da 35mm come la Pike o la Lyrik da 120mm?
No, l’idraulica Charger Race Day non è retrocompatibile con qualsiasi attuale forcella da 35mm. Sarà disponibile un kit di upgrade per chi ha una SID Select o Select+ che vuole upgradare con l’idraulica Charger Race Day.

Come avete fatto a diminuire il peso generale dell’idraulica Charger Race Day in modo così notevole?
Per prima cosa la diminuzione di peso è il risultato della minore dimensione di ogni componente e nell’utilizzo di meno fluido. Abbiamo poi analizzato ogni pezzo e ci siamo domandati come fare a renderlo più leggero: la notevole lavorazione a macchina del tappo di chiusura ne è un bell’esempio.

Quali sono le regolazioni di compressione e rebound dell’idraulica Charger Race Day?
Tutte le forcelle prevedono due posizioni della compressione, open e lock, e la regolazione del rebound alle basse velocità di compressione. Le forcelle sono disponibili anche con il TwistLock.

Ci sono differenze sulla taratura della SID 32mm e 35mm?
Tutte e due sono sviluppate per un utilizzo sulle bici XC e volevamo che avessero le stesse caratteristiche di assorbimento. Con piattaforme a corsa inferiore come quelle della SID c’è meno necessità di molteplici regolazioni dell’idraulica, specialmente sulle alte velocità di compressione e di rebound.

SIDLuxe

Su quali bici sarà montato l’ammortizzatore SIDLuxe Ultimate?
Il parco bici che sarà completato come primo montaggio dal SIDLuxe Ultimate e Select+ sarà ampio: molte di queste bici verranno presentate nei prossimi mesi.

È possibile acquistare il SIDLuxe per la mia attuale bici da XC? Come sarà organizzata la disponibilità in after market?
Avremo la disponibilità di numerosi modelli specifici OEM come anche un’eccellente offerta di tarature e misure che potranno essere modificate a seconda delle esigenze degli utilizzatori.

Quali sono le opzioni di colore disponibili per il SIDLuxe?
Il SIDLuxe Select+ è disponibile in nero. Il SIDLuxe Ultimate è disponibile in nero oppure nel blu SID.

Come avete fatto a rendere l’ammortizzatore più leggero rispetto a quello della concorrenza?
Per arrivare ad offrire il più leggero ammortizzatore RockShox di sempre, abbiamo realizzato gli ammortizzatori SIDLuxe il più piccoli possibile, mantenendo comunque le prestazioni che si aspettano i nostri rider e i nostri agonisti: minori dimensioni significa meno materiale, dunque meno peso. Minori dimensioni significa anche minore volume d’aria, che è quello che ci vuole per le esigenze del cross country.

L’ammortizzatore è così piccolo: come influisce questo fatto sulle caratteristiche della molla ad aria?
Poiché l’ammortizzatore è piccolo, il volume dell’aria è inferiore. Significa che possiamo realizzare ammortizzatori con un’azione morbida nella parte iniziale della corsa e un’azione progressiva della molla ad aria sul resto del travel, con un significativo supporto nei fondo corsa sui salti più impegnativi. Insomma, le cose che servono nei cross country.

È modificabile la molla ad aria positiva?
La molla ad aria positiva può essere modificata nel volume con i token, come negli altri nostri ammortizzatori. Nessuno, uno o due token blu possono essere installati facilmente per personalizzare la risposta a seconda delle preferenze dei rider.

Come si potrebbe descrivere la taratura dell’idraulica dell’ammortizzatore?
L’idraulica è tarata per coprire una vasta gamma di curve di compressione delle attuali bici da gara XC. Grande sensibilità iniziale e controllo perfetto sui salti più impegnativi. Abbiamo costruito l’ammortizzatore con la consapevolezza che avremmo avuto una curva di compressione più progressiva dell’aria a causa del volume inferiore. Di contro, questo avrebbe comportato che avremmo potuto usare una taratura più leggera per raggiungere le stesse caratteristiche che si sarebbero aspettati i rider. Elasticità, supporto e un lockout super nel momento della necessità. Il lockout necessita di una forza di azionamento davvero minima per passare dalla posizione open al blocco totale.

C’è bisogno di un attrezzo per modificare il rebound sull’ammortizzatore?
Per realizzare l’ammortizzatore più leggero in assoluto abbiamo risparmiato peso in ogni settore. La rimozione dei pomelli di regolazione della compressione e dei meccanismi, rimpiazzati da registri da azionare con un attrezzo, ha fatto risparmiare un considerevole peso su ogni ammortizzatore. Le forcelle SID e SID SL presentano un pomello del rebound rimovibile che si può usare per modificare il settaggio sugli ammortizzatori SIDLuxe.

Visto che l’ammortizzatore è più piccolo e più leggero, bisogna aspettarsi un più veloce surriscaldamento?
Durante i nostri test abbiamo registrato che i nuovi ammortizzatori SIDLuxe sono stati in grado di mantenere le normali caratteristiche di funzionamento dell’idraulica e della molla ad aria tipiche delle condizioni che si trovano in gara.

Come mai non avete fatto un ammortizzatore a tre posizioni?
Ascoltiamo costantemente le esigenze e progettiamo gli ammortizzatori per soddisfare le necessità dei nostri clienti. La domanda attuale più ricorrente era quella di avere un ammortizzatore più leggero fatto per le esigenze del cross country, con un lockout superfermo e la posizione open per avere il massimo controllo e trazione.

In quali misure e sistema di connessione è disponibile?
È disponibile con attacco standard e trunnion. Gli ammortizzatori sono disponibili fino a una corsa di 50mm con le misure richieste dai nostri partner OEM (primo montaggio).

Gli ammortizzatori SID sono modificabili nella taratura dai service center?
Certamente. Ovviamente abbiamo numerosi modelli fatti apposta per l’OEM (primo montaggio), ma stiamo lavorando per rendere disponibili ammortizzatori per numerose bici attuali che montano altri ammortizzatori. Questi ammortizzatori saranno disponibili con le giuste misure e tipologia di attacco, e per andare incontro alle necessità dei rider alcuni avranno necessità di una specifica taratura effettuabile nei service center.

Rock Shox

Commenti

  1. D-Lock:

    Marco non ho capito il peso finale nel video, e nell'articolo non l'ho visto, ma è 1.56 kg o 1.056? Immagino il primo ma non si sa mai.
    E inoltre, credi che anche la 32mm potrebbe essere stabile e granitica come la 35mm?
    Sembrano questi i pesi :
    1326 grammi
    1468 grammi
  2. Alla fine hanno scopiazzato la strategia di fox di stringere la luce degli steli, smagrire i foderi sotto e svuotati, cartuccia tipo stuzzichino tutto per il peso, poi magari ci si trova ad avere una rigidità inesistente almeno nella 32...ma.....
  3. Barons:

    Alla fine hanno scopiazzato la strategia di fox di stringere la luce degli steli, smagrire i foderi sotto e svuotati, cartuccia tipo stuzzichino tutto per il peso, poi magari ci si trova ad avere una rigidità inesistente almeno nella 32...ma.....
    Sarà da vedere come si comporta la 32 ; ma le fox 32 ( sc e performance ) che ho provato mi facevano pena ; mi pareva di avere le vecchie forche da 26 xc che frenavi e si piegavano !
    La mia sid brain a livello di rigidità e’ un’altra cosa . Di avere 200 gr in meno e ha forca che si piega non mi interessa .