Una settimana in Liguria – parte prima

Una settimana in Liguria – parte prima

24/02/2013
Whatsapp
24/02/2013

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370060&s=576&uid=1523[/img]

Tutto inizia dopo capodanno, quando mia moglie dice che le piacerebbe andare a fare una settimana di volontariato in un ospedale per bambini con gravi malformazioni in Croazia. Il viaggio è organizzato da una associazione benefica alla quale siamo iscritti, il giardino delle rose blu, che assiste volontariamente i bambini disabili presso un ospedale una volta tristemente noto come il “castello degli orrori”. Ci è già stata una volta e adesso vorrebbe andarci con il nostro figlio più piccolo, dodicenne. Il periodo è quella di carnevale, quando in Alto Adige le scuole sono chiuse per una settimana. Nel mio cervello i neuroni cominciano ad agitarsi oltremodo. E io cosa faccio per una settimana, sono per caso LIBERO? Una congiunzione astrale cosi favorevole capita pochissime volte, anzi da quando sono sposato è la prima volta! Neanche i Maya o Nostradamus nel periodo di maggior splendore sarebbero riusciti a prevederlo. Il primo pensiero va ad una bella settimana bianca nella nostra casetta di Dobbiaco, poi però penso che una settimana in solitaria e al freddo non sia proprio il massimo, allora cerco una meta vicina per poter pedalare in compagnia e possibilmente al caldo. E quale posto è migliore della Liguria per pedalare al caldo in inverno? Nel nord Italia è sicuramente l’unico!
Comincia allora l’organizzazione della settimana ligure, il camper ce l’ho, gli spot più importanti li conosco dai racconti di altri biker, mi mancano solo degli amici che mi accompagnino lungo i sentieri e mi facciano scoprire le bellezze della loro terra. Niente di più facile, basta aprire un topic sul mitico mtb-forum e di biker volenterosi se ne trovano molti, specie in terra ligure dove ultimamente c’è un bel fermento per la mtb e in particolar modo per la specialità dell’enduro. Cominciano allora ad arrivarmi diversi suggerimenti e consigli sui posti migliori dove poter pedalare e anche di local che vogliono farmi da guida sui loro sentieri. Il programma si delinea quasi subito e prevede: domenica Varazze, lunedi Savona, martedì Sanremo, mercoledi S. Bartolomeo, giovedi Finale, venerdi Genova, sabato Sestri Levante e domenica Rapallo. Chiedo inoltre consigli sui posti dove potermi fermare con il camper e anche qui gli amici liguri si prodigano nei consigli. La partenza si avvicina, sistemiamo adesso la famiglia: due in Croazia, il figlio più grande lavora (precario, di questi tempi…), il secondo deve dare l’ultimo esame universitario, il terzo ha cominciato anche lui l’università e deve studiare, perciò me lo porto dietro cosi per una settimana dovrà fare vita di clausura senza distrazioni tipo televisione e internet. Siamo a posto, preparo l’abbondante abbigliamento adatto a tutti i climi,

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370041&s=576&uid=1523[/img]

metto le bici in camper e si parte. Intanto studio anche le previsioni meteo, che non sono molto confortanti, lunedi è infatti previsto il passaggio di una perturbazione che dovrebbe portare molta neve anche in Liguria. Vedremo. Intanto godiamoci questo we di sole!

Sabato 9 febbraio
Il viaggio è tranquillo e nel pomeriggio arrivo a Varazze. Passeggiata di rito sulla spiaggia assolata, ma appena il sole tramonta la temperatura cala velocemente e alle 21 siamo già quasi a zero gradi. Alle 17 arriva anche ANDREAMASE con camper e famiglia e naturalmente bici al seguito. Alle 18 sento bussare, apro la porta del camper, è boavista69 che mi omaggia di trofie fatte in casa, pesto fresco e tortino salato. Benvenuti in Liguria!

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370042&s=576&uid=1523[/img]

Che non si dica più che i liguri sono tirchi, lasciamo questo titolo agli scozzesi! Mi metto d’accordo con boavista69 sulla partenza alle ore 8.15 e preparo un’ottima cenetta ligure, mi raccomando, se passate a Celle ligure una fermata al negozio di pasta fresca di Ricky & Mary è d’obbligo, sia per le specialità culinarie, sia per i consigli sui sentieri dei dintorni, alcuni dei quali tracciati da Riccardo personalmente.

Domenica 10 febbraio
Sveglia alle 7. guardo il termometro: meno 2°! Ma come, vengo in Liguria per staccare un po’ dal lungo inverno meranese e trovo invece le stesse temperature? Per fortuna avevo guardato le previsioni e mi sono portato un po’ tutto, dalle maniche corte alla giacca da neve. Mentre spunta il sole io e andreamase tiriamo fuori le bici dai camper

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370043&s=576&uid=1523[/img]

e partiamo per il centro verso l’appuntamento con gli altri. Ecco vari biker infreddoliti che a piccoli gruppi preparano le bici, alla fine il gruppo si forma, siamo più di venti fra liguri e piemontesi, compresi danybiker88 e socio che si sono fatti la levataccia per raggiungerci. Potenza del forum! La prima cosa che salta all’occhio è che qui praticamente tutti sono muniti di bici da am-enduro, dalle mie parti invece dominano le più leggere bici da xc o trail.
Boavista69 comincia a guidarci sulle ripide salite di Varazze aiutato dal giovane figlio Christian. Non manca anche un rappresentante del gentil sesso, Alessandra che ci accompagnerà per tutto il giorno con il suo bel sorriso e sulla sua 29” pedala bene in salita e si butta senza timore sui tratti tecnici in discesa.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370056&s=576&uid=1523[/img]

Quando poi veniamo a sapere la sua età rimaniamo tutti stupefatti, anche perché non li dimostra per niente, sia di fisico che per l’ottima guida del mezzo. La mountain bike fa rimanere giovani! Saliamo, scendiamo, pedaliamo sentieri in falsopiano,

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370051&s=576&uid=1523[/img]

tutto molto bello e tutto con calma, ci si aspetta, si parla con vero spirito da raduno.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370054&s=576&uid=1523[/img]

La foto di gruppo è d’obbligo

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370047&s=576&uid=1523[/img]

Torniamo a Varazze, facciamo un simpatico incontro con un …boh, non so come definirlo

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370058&s=576&uid=1523[/img]

e partiamo per l’ultima salita della giornata verso il santuario La Guardia. Salita sterrata, dura, il freddo del mattino si trasforma in caldo e ci dobbiamo spogliare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370063&s=576&uid=1523[/img]

Arriviamo alla chiesetta

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370065&s=576&uid=1523[/img]

e ammiriamo lo splendido panorama verso Genova, Savona e il mare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370068&s=576&uid=1523[/img]

Comincia l’ultima discesa,

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370073&s=576&uid=1523[/img]

dopo un tratto in falsopiano

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370075&s=576&uid=1523[/img]

ecco la sorpresa della giornata: il sentiero FS, una creazione proprio di boavista69 che l’ha progettata e tracciata personalmente.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370081&s=800&uid=1523[/img]

Mai vista una discesa cosi, sembra tracciata dalla mente di un folle, oppure da un vero appassionato di mountain bike.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370078&s=576&uid=1523[/img]

E in effetti Riccardo è un super appassionato che ha cominciato ad andare in mtb solo da un anno e mezzo ma ha sicuramente bruciato le tappe.
Il sentiero alterna tratti ripidissimi, compressioni, curve scorrevoli, brevi risalite, saltini, tornanti il tutto in un bellissimo ambiente di piante basse digradanti verso il mare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370082&s=576&uid=1523[/img]

Dopo un tratto pedalato ecco uno tecnico

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370084&s=576&uid=1523[/img]

e poi ci aspetta la sorpresa finale, un ripidone lunghissimo con curva finale su sponda che finisce in un rio.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370087&s=576&uid=1523[/img]

Da matti per qualcuno che può comunque prendere una deviazione più facile, e da goduria per i più esperti che si buttano senza timore. Alla fine del sentiero andiamo verso Cogoleto e torniamo a Varazze lungo la nuova ciclabile della ex ferrovia direttamente sul mare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370089&s=576&uid=1523[/img]

Siamo affamati e prima di salutarci è d’obbligo una sosta in focacce ria per gustarci le rinomate focacce farcite Sannita.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370090&s=576&uid=1523[/img]

Grande finale per una grandissima giornata, grazie all’organizzazione di boavista69 (senior e junior) e all’ottima compagnia di tanti amici del forum. A Varazze dovrò sicuramente tornare, per salire sul Beigua e scendere i sentieri della Gava.
Torniamo al camper, andreamase parte per Sanremo per un giorno di riposo mentre io mi fermo a Savona-Vado, in attesa della grande nevicata attesa per l’indomani e di sentire wild e robobo per una bella uscita sotto la neve!

Lunedi 11 febbraio
Dal camper vedo la spiaggia, nuvole cupe e nevischio, per adesso la neve ha attaccato poco, ma il vento di tramontana è molto forte, temperatura meno 3°. Alle 7.30 mi arriva un sms di wild: “ho sentito mio padre su al cinghialtracks in val Bormida, per adesso ci sono 10 cm di neve, partiamo?” Io naturalmente rispondo di si, anche perché li nel bosco dovrebbe esserci meno vento che sulla costa. Un’oretta dopo wild mi passa a prendere, carichiamo l’altro matto robobo e partiamo per Ferrania. Lungo la strada, appena inizia la salita, con 2 cm di neve scene da panico: due autobus di linea si incrociano e uno (con le catene) scivola All’indietro e non riesce più a fermarsi. Si blocca miracolosamente a 10 cm dal bordo dello strapiombo. La gente scappa fuori, una ragazza si avvicina alla nostra auto visibilmente sotto shock. E’ un’ amica di wild che chiede un passaggio per ritornare a casa, i vigili giunti sul posto ci fanno ripartire e sulla strada ormai completamente bianca arriviamo a Ferrania dai genitori di wild. Ci sono una decina di cm di neve, ma la nevicata sta cominciando ad intensificarsi. Ci cambiamo al caldo, scarichiamo le bici e siamo pronti a partire. Saliamo lungo la strada asfaltata su neve battuta.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370602&s=576&uid=1523[/img]

La temperatura è di circa 4° sottozero e la cosa più fastidiosa è il vento, che nei punti esposti tira a raffiche di 100 km/h. Inizia la forestale che naturalmente non è battuta, qui ci sono già 25 cm di neve. Ci carichiamo le bici in spalla e continuiamo a salire, nel freddo ma in un ambiente meraviglioso.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370603&s=576&uid=1523[/img]

Dopo una mezz’ora arriviamo in un rifugio (chiuso), ci riposiamo un attimo in una stanza aperta per l’inverno

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370604&s=576&uid=1523[/img]

e ricominciamo a salire.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370605&s=576&uid=1523[/img]

In breve arriviamo all’inizio della discesa.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370607&s=576&uid=1523[/img]

Continua a nevicare fitto nonostante il vento fortissimo e ormai la neve ha superato i 40 cm. Cominciamo a scendere, le bici vanno un po’ dove vogliono ma ci divertiamo come bambini,

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370610&s=800&uid=1523[/img]

la pendenza non è molta perciò ogni tanto dobbiamo spingere.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370611&s=576&uid=1523[/img]

arriviano alla rocca di Adelasia, bel punto panoramico, da qui si vede il mare???

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370615&s=576&uid=1523[/img]

Nei tratti esposti al vento si sono formati accumuli superiori al metro.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370616&s=576&uid=1523[/img]

Ancora giù, ogni tanto il vento fortissimo ci sposta lateralmente. Non voglio neanche pensare a quale sia la temperatura percepita!

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370613&s=576&uid=1523[/img]

Verso la fine della discesa un bel passaggio su un ponticello pericolante sul rio ghiacciato.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370618&s=576&uid=1523[/img]

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=370620&s=576&uid=1523[/img]

Adesso ci tocca spingere in piano, impossibile pedalare con cosi tanta neve. E continua a nevicare sempre più fitto. Wild spera che arrivando alla forestale possiamo trovarla battuta in modo da pedalare fino a casa. Ci arriviamo ma non è passato nessuno, anche gli animali sono rintanati in attesa della fine della bufera, solo tre matti stanno spingendo le loro bici nel bianco assoluto, che è ormai quasi un whiteout alla Messner. Uno dietro l’altro, sottozero, neve fitta e vento a cento all’ora. La nuova campagna di Russia! Si cammina, si cammina e alla fine ecco di nuovo la civiltà, un tratto pedalato e siamo a casa di wild. Ci cambiamo e ci aspetta il meritato premio per l’eroica impresa: cinghiale con polenta e crostate varie preparate da wild family! Grande robobo, grande wild, mi avete fatto passare una giornata mitica nonostante le condizioni estreme! Ci salutiamo promettendo che ritornerò, sia per pedalare sui cinghialtracks dell’Adelasia, sia per farmi accompagnare da robobo sui sentieri intorno a Savona.
Dopo cena trasferimento a Sanremo dove parcheggio nell’area attrezzata vicino ad andreamase. Luca ha studiato tutto il giorno senza mai uscire dal camper, la cura “distrazioni zero” sta funzionando egregiamente!

Martedi 12 febbraio.
Il tempo è cambiato completamente, la giornata è splendida anche se ci sono ancora solo un paio di gradi sopra lo zero. Una bella colazione, un’oliatina alla bici e alle 8.30 modoloale passa a prenderci in bici per accompagnarci fino all’appuntamento in centro. Finalmente ci conosciamo, sono anni che ci parliamo solo attraverso il forum ed è sempre bello dare un volto ad un nickname! In piazza troviamo anche vito e alloggio, dume e fulvio. Partiamo verso le colline, qui a sanremo sembra che abbia nevicato meno, ma salendo ci viene qualche dubbio.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371691&s=576&uid=1523[/img]

Dubbio che viene confermato quando incrociamo la prima auto che scende da San Romolo, c’è infatti un bel mezzo metro di neve!

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371692&s=576&uid=1523[/img]

E infatti quando prendiamo il sentiero è tutto bianco, con il problema che gli alberi piegati o abbattuti sono proprio in mezzo.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371700&s=576&uid=1523[/img]

Avanziamo lentamente, la neve cade dagli alberi e noi ci divertiamo come bambini,

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371694&s=576&uid=1523[/img]

specialmente i local che non sono abituati a tanta neve, per loro questa è infatti la nevicata del secolo, in particolar modo qui a Sanremo che è un posto piuttosto asciutto e con clima gradevole anche in inverno.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371695&s=576&uid=1523[/img]

Adesso passiamo dei tratti tecnici e il sorriso di modoloale la dice lunga su quanto ci stiamo divertendo.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371704&s=576&uid=1523[/img]

Ecco una bella passerella innevata

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371710&s=576&uid=1523[/img]

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371713&s=576&uid=1523[/img]

Nonostante la neve, le gomme tengono benissimo, questo è infatti un tipo di roccia sabbiosa che ha un ottimo grip anche bagnata, riusciamo cosi a passare tratti che parevano molto pericolosi da bagnati.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371706&s=576&uid=1523[/img]

Risaliamo, ormai la temperatura si è alzata e la neve comincia sciogliersi decisamente.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371714&s=576&uid=1523[/img]

Arriviamo all’inizio del sentiero, il punto è panoramico

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371715&s=576&uid=1523[/img]

Ci cambiamo, mangiamo qualcosa e scattiamo la classica foto di rito.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371716&s=576&uid=1523[/img]

Cominciamo a scendere, nelle parti in ombra la neve è ancora tanta.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371728&s=576&uid=1523[/img]

Bellissimo il contrasto fra il candore della neve e l’azzurro del cielo e del mare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371721&s=576&uid=1523[/img]

Adesso il sentiero si fa tecnico e la presenza di alcune strutture aumenta il nostro divertimento.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371732&s=576&uid=1523[/img]

Molto apprezzata la parabolica vista mare

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371712&s=576&uid=1523[/img]

Poi ancora un drop

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371738&s=576&uid=1523[/img]

E siamo in fondo al sentiero.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371734&s=576&uid=1523[/img]

Una parte degli amici ha da fare nel pomeriggio, ci salutiamo e modoloale guida vito e alloggio e il sottoscritto alla scoperta di un altro sentiero. Altra risalita, in cima altro panino, ce la prendiamo con calma visto che siamo liberi da obblighi vari fino a sera. Per me è una cosa strana, di solito ho sempre i tempi molto stretti, ma questa settimana me la posso godere in massima libertà! Comincia l’ultima discesa, anche questa molto panoramica con vista sulla città dei fiori e sul mare.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371723&s=576&uid=1523[/img]

Tratti tecnici si alternano ad altri più veloci

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371722&s=576&uid=1523[/img]

E bisogna rimanere sempre concentrati perché il terreno è accidentato, vero vito e alloggio?

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371725&s=576&uid=1523[/img]

Un ultimo tratto pedalato e torniamo a Sanremo.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=371726&s=576&uid=1523[/img]

Una birra in compagnia e ci salutiamo dopo questa splendida abbuffata di sentieri, con il divertimento moltiplicato dalla presenza della neve cosi rara da queste parti.
Torno in camper, il bravo Luca è ancora li a studiare, ma questa sera avrà anche lui il suo premio. Il gentilissimo modoloale, infatti, ci ha invitati a cena a casa sua. La simpatica mogliettina ci ha preparato antipasti vari, spaghetti alle vongole, orata al forno e torta al cioccolato. Grande ospitalità ligure!
In tre giorni ho pedalato per 110 km e 4000 metri di dislivello, neanche male visto che solo i sentieri bassi erano praticabili. Sembra proprio che sarà una settimana indimenticabile!

– continua –

(qui la seconda parte http://www.mtb-forum.it/una-settimana-in-liguria-seconda-parte/ )