02/12/2015
Whatsapp
02/12/2015

[ad3]

Formula è uno di quei marchi italiani apprezzato sia in patria che all’estero. Da qualche anno l’azienda di Prato ha affiancato alla sua tradizionale produzione di freni anche quella delle forcelle. Siamo andati nella loro sede per dare un’occhiata approfondita.

IMG_3060

Formula è situata nelle colline presso Prato.

IMG_3059

Già dalla reception si capisce la filosofia: pochi fronzoli, tanta sostanza.

IMG_3055

L’ufficio del capo, ovvero il fondatore Andrea Beccocci.

IMG_3057

Una macchina del caffè molto particolare.IMG_3157

Giacomo e Francesco Becocci, i figli di Andrea, si occupano della gestione dell’azienda.

IMG_2987

Qui vengono testati i materiali.

IMG_2985

Controllo della robustezza e durabilità dei tubi in alluminio.

IMG_2986

IMG_3014

La linea assemblaggio dei freni.

IMG_2994

Macchinario per l’inserimento dell’olio nei freni idraulici.

IMG_3004

Montaggio pinze.

IMG_3005

IMG_3008

Una AIM degli anni sessanta, quando Formula iniziò le sue operazioni prima dell’invasione giapponese.

IMG_3013

Giancarlo Gestri è il responsabile delle macchine di produzione: le costruisce dalla prima all’ultima, e sono ovviamente tutte custom.

IMG_3021

A proposito di macchinari custom, una di queste serve per l’assemblaggio delle leve freno.

IMG_3023

I pin entrano nella macchina.

IMG_3025

Per venire poi pressati nelle leve freno.

IMG_3026

La linea di assemblaggio delle forcelle.

IMG_3028

Macchinario per inserire l’olio nelle cartucce delle forcelle.

IMG_3031

IMG_3036

Controllo qualità forcelle, prima di venire imballate.

IMG_2978

Magazzino prodotti finiti.

IMG_3037

IMG_3040

Freni per il mercato OEM (primo montaggio).

IMG_3042

Taglio tubazioni.

IMG_3043

Macchina per misurazione e taglio tubi freno.

IMG_3044

Parti dei freni pronte per il montaggio.

IMG_3046

Formula ci ha fatto vedere quanta cura vada nel controllo dei prodotti, per evitare che questi arrivino ai clienti con bolle d’aria nell’impianto. Una delle soluzioni è lo sgancio rapido della tubazione.

IMG_3047

Un bell’aiuto soprattutto per chi ha una bici con passaggio cavi interno.

IMG_3053

Colore custom richiesto da un marchio di bici.

IMG_3063

Pinze freno pronte ad essere anodizzate.

IMG_3065

Parti per i dischi.

IMG_3067

Parti freno pronte per essere inserite nella macchina CNC.

IMG_3068

Materiale grezzo.

IMG_3066

Scarti, pronti per essere riciclati.

IMG_3069

A quanto pare Formula sta lavorando su dei mozzi…

IMG_3073

…e anche un nuovo freno di bassa gamma, testato addirittura durante la coppa del mondo. Verrà presentato a breve e sarà sul mercato durante la prossima stagione. Non cercate in giro, questa è la prima foto “pubblica”.

IMG_3089

Forgiatura.

IMG_3092

IMG_3093

Le fornaci elettriche usate per sciogliere il metallo.

IMG_3076

Macchinario per rimozione dei trucioli presenti dopo la forgiatura.

IMG_3077

I componenti in metallo vengono levigati in questa macchina, in cui sono mischiati insieme a delle pietre speciali.

IMG_3082

Poi vengono lavati. La “vita” media di ogni macchinario è di circa 10 anni.

IMG_3134

Prodotti pronti ad essere testati.

IMG_3135

Macchinario per test forcelle.

IMG_3143

Luca ci fa vedere come Formula testa la flessione delle forcelle.

IMG_3159

Alla fine del giro entriamo nel regno di Otto, una leggenda sui campi di gara italiani e di coppa del mondo.

IMG_3162

Otto e la sua officina.

IMG_3164

Otto si occupa anche di servizio clienti.

IMG_3165

Old school Minnaar: usava freni Formula ai tempi dell’Honda Downhill team.

IMG_3167

1981, gara all’Isola d’Elba.

IMG_3168

Cedric Gracia con dedica ad Otto.

www.formula-italy.com

[ad45]