XC Val di Sole: Van Der Poel si ripete

XC Val di Sole: Van Der Poel si ripete

Marco Toniolo, 04/08/2019
Whatsapp
Marco Toniolo, 04/08/2019

Dopo la bellissima gara di downhill, oggi è toccato ai campioni del cross country darsi battaglia in Val di Sole, su una pista con tanto dislivello e salite ripide.

Tutti i rider più forti erano al via, e la gara è stata corsa subito ad altissimi livelli, con i “soliti” Schurter, Van Der Poel, Flückiger, Avancini e Kerschbaumer in testa al gruppo. Purtroppo l’altoatesino fora e perde così tempo prezioso, mentre il brasiliano non riesce a tenere il ritmo di un terzetto terribile composto da Van Der Poel, Fluckiger e Schurter.

Luca Braidot, insieme ad Avancini, si troverà a più di un minuto di distacco dal gruppo di testa durante il quinto giro, con un margine di vantaggio di 40 secondi sul gruppo seguente, dove si trova anche suo fratello Daniele e Stephan Tempier.

Quando scatta l’attacco di Van Der Poel? Questa la domanda che aleggiava nell’aria più ci si avvicinava al termine della gara, ed eccolo sulla prima salita dell’ultimo giro. L’olandese scatena tutti i suoi watt sui pedali e non c’è nulla da fare per i due svizzeri: il vantaggio del campione del mondo di ciclocross è subito notevole, ed aumenta inesorabile: 19 secondi al termine della salita dove è iniziato l’attacco. Impressionante.

Un copione che abbiamo già visto a Nove Mesto. Quello che sembra soffrire di più dall’attacco è Nino Schurter, che si fa staccare anche da Flückinger.

Non c’è quindi più nulla da fare, il vincitore si chiama Mathieu Van der Poel, secondo Mathias Flückiger e terzo Nino Schurter.

Ottima prestazione degli italiani, con 5 atleti nella top 20. Peccato per la foratura di Kerschbaumer, la possibilità per rifarsi è fra 7 giorni a Lenzerheide.

Risultati uomini
Classifica coppa del mondo uomini

Donne

Gara entusiasmante quella femminile, con una battaglia fino al traguardo fra Jolanda Neff e una ritrovata Pauline Ferrand Prevot. La francese sembrava avere un vantaggio sufficiente per portare a casa la vittoria senza grandi pensieri, ma la svizzera è riuscita a colmare uno svantaggio di quasi un minuto in poco meno di due giri, e a superare l’avversaria proprio durante l’ultima tornata. La Ferrand Prevot non ha mollato ed è stato un continuo tira e molla in prima posizione, fin quando proprio la francese si è messa in testa alla svizzera all’imbocco dell’ultima discesa, evitando che così la Neff la potesse superare nei tratti tecnic, il suo forte.

Nella volata finale non c’è stato più nulla da fare per la rider Trek, e Pauline Ferrand Prevot ha tagliato il traguardo per prima.

Gran terzo posto per Jenny Rissveds, che chiude con il suo miglior risultato degli ultimi tre anni. Giornata da dimenticare invece per Kate Courtney, in evidente difficoltà, che chiude diciasettesima e perde la testa della classifica di coppa del mondo, ora occupata da Jolanda Neff.

Risultati donne
Classifica coppa del mondo donne

Prossimo appuntamento con la coppa del mondo a Lenzerheide fra sette giorni.