MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Video] XC WC #3 Nove Mesto: Schurter batte Cooper al fotofinish

[Video] XC WC #3 Nove Mesto: Schurter batte Cooper al fotofinish

[Video] XC WC #3 Nove Mesto: Schurter batte Cooper al fotofinish

27/05/2018
Whatsapp
27/05/2018

Si è appena conclusa la terza tappa di UCI XC World Cup in Repubblica Ceca, sul polverosissimo tracciato di Nové Město na Moravě, tecnico e impegnativo, ricco di tratti fortemente sconnessi e con sezioni molto veloci intervallate da salite dalla pendenza importante.

Una gara incredibile, ricca di colpi di scena e combattuta fino al traguardo con un finale altamente emozionante in cui Nino Schurter si è aggiudicato la vittoria letteralmente al fotofinish.

Lo svizzero ha dovuto far fronte, con molta fatica, al potente sprint finale del campione neozelandese Anton Cooper, che vediamo davvero provato e comprensibilmente amareggiato dopo il traguardo.

Lo stesso Schurter ha dimostrato di aver accusato la sofferenza di un tale scatto al termine di una gara tanto estenuante. È rimasto a lungo sdraiato sull’asfalto dell’area traguardo per riuscire a riprendersi.

Il campione del mondo, durante la prima metà di gara ha perso i due principali antagonisti di questa corsa, prima Gaze e poi Van del Poel, ritiratisi entrambi a causa di una violenta caduta.

Successivamente ha giocato al “gatto col topo” con Cooper e Marotte, ma ha corso il rischio che “il topo” gli scappasse, sottovalutando Cooper che si è dimostrato veramente caparbio e in ottima forma.

Maxime Marotte non ha invece tenuto il ritmo dopo l’accelerazione a metà dell’ultimo giro dei due avversari, perdendo terreno ma chiudendo comunque terzo. Quarta posizione per Lars Forster che, dopo aver tenuto il passo di Schurter per buona parte della gara, ha mostrato qualche difficoltà, facendosi passare da Marotte e Cooper.

Sfortunato Jaroslav Kulhavy che non è riuscito a fare meglio del 9° posto in patria e davanti al suo pubblico a causa di un problema con la catena durante l’ultimo giro che lo ha costretto a fermarsi, perdendo diverso tempo e obbligandolo a rinunciare a una possibile rimonta verso i piedi del podio.

Quinto, in testa al gruppo distaccato, Manuel Fumic. Piuttosto bene gli italiani con Tiberi e Fontana rispettivamente 15° e 16° mentre Kerschbaumer ha concluso 20°.

Ritmo molto alto anche in ambito femminile dove Jolanda Neff ha preso la posizione di testa durante il primo giro per avvantaggiarsi nell’entrare per prima nella sezione tecnica.

Annika Langvad ha sorpassato la campionessa del mondo che gli tornava alle spalle al termine della discesa di ogni giro, mettendole pressione ma senza riuscire infine a rubarle la posizione di testa pur provandoci strenuamente fino alla fine, con uno sprint verso il traguardo dove ha tirato fuori tutte le sue forze concludendo con un secondo di ritardo rispetto alla Langvad, dominatrice della gara.

Terza posizione per Pauline Ferrand Prevot e ritorno ai piedi del podio per Emily Batty in quarta posizione che sembra aver ritrovato un buon ritmo qui a Nove Mesto. Quinta posizione per Maja Wloszczwoska. Serena Calvetti prima delle italiane con un 31° posto, seguita da Eva Lechner al 36°.

Classifiche complete uomini
Classifiche complete donne

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Riki174
Riki174

Parliamo di telescopico anche oggi o del fatto che se Nino tira a tutta in salita poi gli altri sono così cotti che non vedono gli alberi in discesa?
Poveri VDPoel e Gaze, spiace x le mazzate.
Sono la speranza x il futuro ma gli manca ancora tanto x il livello dello svizzero.
Speriamo che gli anni portino loro i miglioramenti di cui necessitano.

Fbf
Fbf

Gara bella intensa!
A parte la connessione che mi è saltata un paio di volte…bene 3 italiani nella top 20 (speravo di più da Fontana), bene il team Cannondale che piazza 3 riders nella top 10 (merito della nuova lefty ocho?) meno bene la partenza: che botto!!!
Jaruslav sfortunello, Van der Poel manca di…precisione (bel capottone) e poi fa da tappo a Fontana, Cooper spumeggiante che inizi a vacillare il trono di Nino???

Marco Toniolo
Fbf

Gara bella intensa!
A parte la connessione che mi è saltata un paio di volte…bene 3 italiani nella top 20 (speravo di più da Fontana), bene il team Cannondale che piazza 3 riders nella top 10 (merito della nuova lefty ocho?) meno bene la partenza: che botto!!!
Jaruslav sfortunello, Van der Poel manca di…precisione (bel capottone) e poi fa da tappo a Fontana, Cooper spumeggiante che inizi a vacillare il trono di Nino???

Nino ha 32 anni, Cooper, Poel e Gaze poco più di venti. Sono i giovani che avanzano, è fisiologico prima o poi.

D-Lock
marco

Nino ha 32 anni, Cooper, Poel e Gaze poco più di venti. Sono i giovani che avanzano, è fisiologico prima o poi.

E comunque, a parte la prim gara in cui oltretutto ha perso lo sprint di un secondo (chissà se non perdeva l'attacco…), ha vinto tutte le gare. Si avvicinano ma Nino sta sempre davanti. Magari qualcuno vincerà qualche gara, ma costanza per vincere la generale ce l'ha solo lui, e i suoi coetanei oltretutto sono cotti…

ChristianR
ChristianR

Quando perse il pedale in Sudafrica era nettamente dietro e non “già davanti” come dichiarato nelle interviste post gara…non credo avrebbe comunque vinto. Peccato per Gaze avrei voluto vedere se aveva la costanza di rendimento necessaria, invece sono già due zeri.
Forse Nino farebbe bene ad andarsene da solo appena può, se è vero che ha giocato un po’ aspettando gli altri due.

Tc70
marco

Nino ha 32 anni, Cooper, Poel e Gaze poco più di venti. Sono i giovani che avanzano, è fisiologico prima o poi.

Esatto,com'è fisiologico per Fontana che di anni ne ha 34 ed è inutile pensare sperare che ancora faccia miracoli,oddio si difenderà comunque sempre,ma speriamo almeno nelle giovani leve italiane…

Tc70

E comunque una sparata cosi a 100mt dall'arrivo è una cosa,dopo aver fatto una gara tirata e tosta,da pochi o per migliori…tanto di cappello ad entrambi.

Fbf
Fbf

Si però Absalon si è ritirato quest'anno a 37 anni anni abbondanti e fino all'anno scorso al Nino teneva testa…
In campo femminile vorrei menzionare la splendida Gunn Rita: 45 anni ed è ancora nella top ten!!!! E un mese fa a Spilimbergo ha vinto il titolo europeo marathon…(100 km e 3000 mt di dislivello)

Tc70
Fbf

Si però Absalon si è ritirato quest'anno a 37 anni anni abbondanti e fino all'anno scorso al Nino teneva testa…
In campo femminile vorrei menzionare la splendida Gunn Rita: 45 anni ed è ancora nella top ten!!!! E un mese fa a Spilimbergo ha vinto il titolo europeo marathon…(100 km e 3000 mt di dislivello)

C'è chi 'invecchia' prima e chi dopo…;-)

Fbf
Fbf

Marzio Deho

Un grande!!!

Marco Toniolo
Fbf

Si però Absalon si è ritirato quest'anno a 37 anni anni abbondanti e fino all'anno scorso al Nino teneva testa…
In campo femminile vorrei menzionare la splendida Gunn Rita: 45 anni ed è ancora nella top ten!!!! E un mese fa a Spilimbergo ha vinto il titolo europeo marathon…(100 km e 3000 mt di dislivello)

Quando sento di gente di 45 anni che va come i ventenni (vedere anche la Spitz, che ne ha 47) qualche dubbio mi viene. O forse c'è semplicemente qualcuno che non invecchia mai, devono aver trovato la fonte della giovinezza da qualche parte.

anet80
anet80

ma Absalon non è uno qualunque, è nella ristretta fascia dei fenomeni di questo sport.
Inoltre fare il paragone con le donne non è mai corretto perchè sono due livelli di competitività troppo diversi.

Fbf
Fbf

Quando sento di gente di 45 anni che va come i ventenni (vedere anche la Spitz, che ne ha 47) qualche dubbio mi viene.

a me il dubbio viene con…tutti i rider di coppa! Evidentemente qualcuno ha trovato il mix giusto più degli altri!!;-)

p84
p84

Dillo a bassa voce, che è ancora pieno di boccaloni che credono nei supereroi..

Dr_Serpente

Oggi grandi risultati per i Trek, spero non sia un caso isolato.
Van der Poel un errore del genere è roba che faccio io in gara, no uno che fa il mondiale!
Si vede che Nino ha cambiato tattica, cucina a fuoco lento gli avversari in salita, e poi a metà giro finale apre.
Entrambe le gare molto divertenti da guardare!

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app

pcortesi
pcortesi

Van der Poel, ha la gamba, ma va in MTB da 2 o 3 anni, non di più, ecco perchè fa questi errori e va in crisi in condizioni difficili, vedi Albstad, girare sul fango in un prato non è proprio come fra le radici e le pietre viscide. Lasciagli il tempo di imparare.

kji
kji

mi fanno ridere certi commenti su van der poel , che si schianta perchè non sà andare in bici , ahaha. Se guardate su instagram si legge come abbia corso fin dall’inizio con una ferita la polso che non gli permetteva di tenere correttamente il manubrio e a suo dire avrebbe causato lo spiacevole incidente. Probabilmente era anche un pò cotto e poco lucido a causa di tale infortunio , ma che il ragazzo sia una chiavica e debba imparare ahahaha ma mi faccia il piacere , whippa intraversa ed è campione di ciclocross altro che radici e rocce , quello te se magna a colazione quando vuole! oggi in quel circuito c’erano drop e salti che la maggior parte di noi manco con una full da enduro li fa…fatemi il piacere và , umiltà e senso dei propri limiti , questi sono super campioni

C_dale
C_dale

Infatti, se non erro ha corso con una vite nello scafoide messa una settimana prima…

pcortesi
pcortesi

Non ho detto che non sa andare in bici, ci mancherebbe, anzi. Ma certe situazioni ha dimostrato in 2 gare di non essere stato in grado di gestirle al meglio ad alti livelli, è giovane e deve imparare. Poi fare certi numeri in scioltezza e quando sei a tutta, sono due cose ben diverse……

Riki174
Riki174

Ridi pure per carità, ma nessuno ha detto quello.
Dire che Schurter ad oggi tiri tutti al limite (zona dove si fanno errori apparentemente banali) non significa dare della chiavica ad un promettentissimo atleta XC (non tirare in ballo le whippate CX sennò Brumotti diventa più forte di Gwin:) )

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

Cioè ma Gunn Rita Dahle è arrivata sesta????????????

Deroma
Deroma

vabbè a me continua a sembrare che nino faccia un altro sport!!!!

Marco Toniolo
kji

mi fanno ridere certi commenti su van der poel , che si schianta perchè non sà andare in bici , ahaha. Se guardate su instagram si legge come abbia corso fin dall'inizio con una ferita la polso che non gli permetteva di tenere correttamente il manubrio e a suo dire avrebbe causato lo spiacevole incidente. Probabilmente era anche un pò cotto e poco lucido a causa di tale infortunio , ma che il ragazzo sia una chiavica e debba imparare ahahaha ma mi faccia il piacere , whippa intraversa ed è campione di ciclocross altro che radici e rocce , quello te se magna a colazione quando vuole! oggi in quel circuito c'erano drop e salti che la maggior parte di noi manco con una full da enduro li fa…fatemi il piacere và , umiltà e senso dei propri limiti , questi sono super campioni

Van der Poel si era rotto lo scafoide prima di Albstadt e sapevo che doveva essere operato lunedì scorso.
Chi si è rotto quell'ossicino bastardo sa quanto sia doloroso e soprattutto quanto sia difficile impugnare un manubrio se non è a posto

anet80
anet80

ps non so a voi ma a me vedere le volate su asfalto in WC XC mi fa scendere il telescopico…

C_dale
C_dale

kji pcortesi Dr_Serpente Oggi grandi risultati per i Trek, spero non sia un caso isolato. Van der Poel un errore del genere è roba che faccio io in gara, no uno che fa il mondiale! Si vede che Nino ha cambiato tattica, cucina a fuoco lento gli avversari in salita, e poi a metà giro finale apre. Entrambe le gare molto divertenti da guardare! Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app Van der Poel, ha la gamba, ma va in MTB da 2 o 3 anni, non di più, ecco perchè fa questi errori e va in crisi in condizioni difficili, vedi Albstad, girare sul fango in un prato non è proprio come fra le radici e le pietre viscide. Lasciagli il tempo di imparare. mi fanno ridere certi commenti su van der poel , che si schianta perchè non sà andare in bici , ahaha. Se guardate su instagram si legge come abbia corso fin dall'inizio con una ferita la polso che non gli permetteva di tenere correttamente il manubrio e a suo dire avrebbe causato lo spiacevole incidente. Probabilmente era anche un pò cotto e poco lucido a causa di tale infortunio , ma che il ragazzo sia una chiavica e debba imparare ahahaha ma mi faccia il piacere , whippa intraversa ed è campione di ciclocross altro che radici e rocce , quello te se magna a colazione quando vuole! oggi in quel circuito c'erano drop e salti che la maggior parte di noi manco… Read more »

C_dale
C_dale

Secondo me Marotte ha fatto una grandissima gara, dopo essere caduto ed essersi ritrovato in 40a posizione, ha recuperato e gli ultimi giri era lì per combattere per la vittoria; A questo punto è normale che non ne avesse più per una volata contro due super atleti. Mi spiace per Luca Braidot che ha corso bene per mezza gara e poi ha dovuto ritirarsi causa i postumi di un infortunio che fatica a recuperare. Bravo MAF che ha gestito ottimamente la posizione. Kulhavy secondo me è da venerdì che non è mai stato in gara, è un sopravalutato.

dheso

scusate, ieri non ho potuto vedere la gara,
sapete se c'è un sito streaming dove la posso rivedere?

thx

p84
p84

redbull.com

D-Lock

pcortesi Van der Poel, ha la gamba, ma va in MTB da 2 o 3 anni, non di più, ecco perchè fa questi errori e va in crisi in condizioni difficili, vedi Albstad, girare sul fango in un prato non è proprio come fra le radici e le pietre viscide. Lasciagli il tempo di imparare. kji mi fanno ridere certi commenti su van der poel , che si schianta perchè non sà andare in bici , ahaha. Se guardate su instagram si legge come abbia corso fin dall'inizio con una ferita la polso che non gli permetteva di tenere correttamente il manubrio e a suo dire avrebbe causato lo spiacevole incidente. Probabilmente era anche un pò cotto e poco lucido a causa di tale infortunio , ma che il ragazzo sia una chiavica e debba imparare ahahaha ma mi faccia il piacere , whippa intraversa ed è campione di ciclocross altro che radici e rocce , quello te se magna a colazione quando vuole! oggi in quel circuito c'erano drop e salti che la maggior parte di noi manco con una full da enduro li fa…fatemi il piacere và , umiltà e senso dei propri limiti , questi sono super campioni Se cercate su youtube, ci sono dei video dove fa dei numeri da circo con una bici da CX, nemmeno fosse una dirt. Non ha solo gamba, sa anche controllare la bici come pochi. Però ovviamente al livello in cui si corre il mondiale XC serve essere al top,… Read more »

Riki174
Riki174

Ahah…vero, Fumic messicano è spettacolare!
Cmq VDPoel, e Gaze, Sono due ottime speranze in XC (e chissenefrega se vincono in altre discipline…Bolt è una sega di maratoneta anche se corre veloce no?)
Il problema, o la cosa normale, è che stanno imparando tante lezioni dal più forte del momento, e la distanza dal supertop è ancora notevole.
3anni fa circa Nino perse 1coppa del mondo contro Absalon x 1curva sbagliata.
Quello è il livello di costanza e performance cui devono raggiungere.
Il tempo ci dirà chi diventerà più forte.
Ora, x quanto ci sia una nuova guardia arrembante e di ottima prospettiva, lo svizzero è ancora sopra

onosendai
D-Lock

PS Fumic deve tagliarsi quei baffi, è inguardabile…

LOL, hai ragione, Mustafa Fumic.

Guxx

Vista oggi la gara, ma Mathias Flueckiger ha rotto o è caduto?

andry-96
Guxx

Vista oggi la gara, ma Mathias Flueckiger ha rotto o è caduto?

rotto il manettino del cambio

Guxx
andry-96

rotto il manettino del cambio

Grazie, allora devo essermelo perso.

andry-96
Guxx

Grazie, allora devo essermelo perso.

Non so se sia caduto o no ma lo hanno fatto vedere ai box mentre il meccanico cambiava manettino

Dr_Serpente

Credo che abbiate capito che io dico che Van der Poel sia una pippa… Non è di certo quello che intendevo!!!
Ovvio che ha una tecnica pazzesca, dico solo che magari in confronto ad altri riders della wc risente di più della fatica con conseguente perdita di concentrazione.
Per fare un esempio: quando in gara vedi quello davanti di te che è più veloce in discesa, cerchi di passarlo appena prima della discesa per scendere prima di lui e fargli un po' da tappo per non perdere terreno. Ovviamente per superarlo vai a manetta e magari la prima parte della discesa sei un po' stravolto e cerchi di recuperare, e magari ci sta che non vedi il sasso o prendi la curva troppo larga.
Questo capita anche ai pro (almeno me lo auguro) e dico che uno che corre a quei livelli da pochi anni è più soggetto a questi errori di uno che magari ci corre da diverso tempo.

Sent from my Nexus 5 using MTB-Forum mobile app