[Bike Check] La Ibis Mojo HD di Manuel Ducci

[Bike Check] La Ibis Mojo HD di Manuel Ducci

17/04/2013
Whatsapp
17/04/2013

Approfittando del tempo a disposizione prima di partire per il prologo, abbiamo chiesto a Manuel Ducci di svelarci come ha montato la sua bici e quali soluzioni ha adottato per la gara di Sestri.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421374&s=576&uid=3504[/img]

Il telaio è quello della Ibis Mojo HD, in fibra di carbonio. Nessuna serie sterzo eccentrica, Manuel utilizza le geometrie standard.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421375&s=576&uid=3504[/img]

Il reparto sospensioni è invece affidato a X-Fusion (sponsor di Life Cycle per il 2013). Davanti per Sestri Manuel ha deciso di montare la Vegance, forcella da 170mm e steli da 36mm, ma ci ha detto che prossimamente ha intenzione di passare alla più leggera Slant, forcella sempre da 160mm con steli da 34mm. Su questa forcella però dovrà modificare l’attacco freno, per passare dallo standard PM 8″ (attacco diretto per disco da 203mm) ad un PM 6″ (per disco da 160mm). In che modo? Con un paziente lavoro di dremel e lima!

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421376&s=576&uid=3504[/img]

L’ammortizzatore è invece l’O2 RCX. Forcella ed ammortizzatore sono entrambi preparati da BSC Suspension, anch’esso partner e sponsor del team.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421378&s=576&uid=3504[/img]

Per quanto riguarda la trasmissione ci si aspetterebbe di trovare un gruppo XX1 nuovo fiammante, invece Manuel utilizza una classica configurazione 1×10 con pacco pignoni 11-36. Gruppo X0 e deragliatore con frizione. Manuel infatti ritiene più che sufficienti i 10 rapporti standard per una gara enduro. “L’XX1 è un’ottima soluzione per chi vuole eliminare la doppia e passare al monocorona, ma per un atleta allenato e preparato fisicamente, la trasmissione a 10 velocità è più che sufficiente per ogni tipo di salita”.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421379&s=576&uid=3504[/img]

La guarnitura è una E Thirteen TRS R con corona da 36T. Manuel dice che per altre gare probabilmente utilizzerà anche un 38T, dipende quanto c’è da andare forte in discesa. Il guidacatena è un E Thirteen TRS+, niente taco o bash. Prossimamente ci ha detto che testerà anche le nuove corone E Thirteen simil XX1, con un dente stretto ed uno largo, provando a togliere la  puleggia tendicatena inferiore, ma lasciando la guida superiore.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421380&s=576&uid=3504[/img]

Come freni monta i Foruma RO, la cosa interessante è però la scelta del diametro dei dischi: 160mm davanti e 180mm dietro. “Il disco da 160mm assicura un’ottima modulabilità, aspetto vantaggioso quando si guida su terreni ghiaiosi o sabbiosi a scarsa aderenza”.

 

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421381&s=576&uid=3504[/img]

Solitamente monta 160mm anche dietro, tuttavia date le elevate pendenze di Sestri e la lunghezza delle speciali, ha preferito un disco più grosso per evitare di surriscaldare troppo l’impiento.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421382&s=576&uid=3504[/img]

Reggisella KS LEV da 125mm e sella San Marco Squod con binari in fibra di carbonio.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421383&s=576&uid=3504[/img]

Ruote E Thirteen TRS+ con mozzi aggiornati.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=421384&s=576&uid=3504[/img]

Come gomme invece Manuel utilizza un prototipo della Onza ERA (acronimo che sta per “elite racing associates” ed identifica le gomme prototipo riservate ai top rider), delle IBEX DH Dual Ply 2.4 davanti e dietro, mescola 55a dietro e 45a davanti. La scelta delle gomme 2 ply per sestri è stata dettata dal tipo di fondo, molto roccioso ed aggressivo per gli pneumatici, ma probabilmente anche dalla brutta esperienza di due anni fa, dove Manuel qui a Sestri ha bucato in prima speciale compromettendo la gara.