[Bike Check] La GT Fury di Alan Beggin

[Bike Check] La GT Fury di Alan Beggin

Francesco Mazza, 28/04/2014
Whatsapp
Francesco Mazza, 28/04/2014

Alan Beggin, atleta simbolo della DH italiana fino a qualche anno fa, con un palmares che vanta ben 8 Campionati Italiani vinti, spesso con ingenti distacchi inflitti agli inseguitori, è tornato a correre nel 2013 dopo 5 anni di pausa, durante i quali ha riordinato le idee, cambiando anche un po’ approccio al mondo delle competizioni. Ex professionista, ora Alan corre per divertirsi, mentre segue i giovani compagni di squadra per tirare fuori il meglio del loro potenziale. Ma il fatto che il suo obiettivo principale non sia quello di vincere, non significa che questo non accada con una certa frequenza, infatti Alan ha vinto il Circuito Nazionale Gravitalia 2013, collezionando diverse vittorie di tappa.

La stagione 2014 della Downhill italiana sta per iniziare, con il primo evento Gravitalia a Caldirola, il prossimo week end. Alan ci mostra in anteprima il suo set up per quanto riguarda bici e accessori, con i quali correrà l’intero circuito Gravitalia, compreso ovviamente il Campionato Italiano, e le tappe italiane della iXS European Cup. Gli auguriamo un’altra stagione ricca di successi e di soddisfazioni.

Alan+Bike

Il telaio è GT, come da lunga tradizione dell’atleta veneto, nello specifico un Fury 2014 in taglia S. Monta un ammortizzatore Ohlins TTX con molla 388 e idraulica personalizzata dai tecnici Andreani sulle specifiche di Alan, che preferisce setting piuttosto morbidi con ritorno abbastanza lento.

ohlinsFrameSC_3240

La forcella è una Fox 40 modificata da Andreani. Anche qui i tecnici sono intervenuti per fornire un settaggio personalizzato secondo le richieste di Alan, lavorando parecchio sulla cartuccia del ritorno.

Le ruote sono montate da Bikepool su mozzi Across e cerchi ZTR Flow EX, mentre le gomme sono Schwalbe Muddy Mary 2.35, latticizzate con valvole e Caffelatex di Effetto Mariposa.

Ant

Il manubrio è un prototipo della 3T dedicato al DH, che Alan e gli altri atleti del team 360 Degrees stanno sviluppando in stretta collaborazione con l’azienda. Ha un rise di 35mm e una larghezza di 760mm. Anche l’attacco manubrio è un prototipo 3T, lungo 45mm.

Qui si intravedono montate le leve pull dei freni Formula RO Racing, che al momento sono disponibili solo per gli atleti sponsorizzati da Formula. Verranno commercializzati per il 2015, quindi probabilmente a partire da settembre 2014.

handleUP

La sella è una PRO Atherton, sorretta da un tubo sella 3T Ionic 0 Pro.

Seat

La trasmissione è interamente Shimano Saint, con guidacatena E.Thirteen LG1 e pedali Crank Brothers Mallet DH.

Bike

La bici completa, compresa la protezione Shelter nei punti cruciali del telaio, pesa 16,8kg.

 

Alan indosserà protezioni, shorts e guanti Troy Lee Designs, in tinta con la maglia 2014 del team 360Degrees. Calze Exceptio Sport DH, scarpe Five Ten Hellcat e NeckBrace Ortema. Il casco è un Airoh Fighters, modello Punto Com sul quale vediamo la mascherina Adidas Pinner e la helmet cam Garmin VIRB, alla quale è connesso un Garmin ForeRunner 910.

casco AirohGarmin360