[Bike Check] Le Specialized Demo di Vergier e Iles

[Bike Check] Le Specialized Demo di Vergier e Iles

08/07/2016
Whatsapp
08/07/2016

[ad3]

Il paddock Specialized è una festa di colori con le bici di Loris Vergier, sempre più forte in questa stagione 2016, e di Finn Iles, che oggi è tornato in testa alla classifica vincendo la manche di qualificazione della WC#5 di Lenzerheide.

Loris sceglie un turchese abbinato a un arancione scuro. Utilizza una biella standard a differenza di Loic che ha fatto modificare a Specialized sia la lunghezza del carro che la forma della biella, per variare la cuva di compressione del suo Demo.

IMG_5537

L’ammortizzatore è un RockShox VividAir R2C.

IMG_5536

Trasmissione SRAM X01DH con guarnitura in carbonio e guidacatena E*13 LG1.

IMG_5539

Cassetta SRAM X01DH a 7 velocità con ghiera terminale di protezione. Si intravedono le pinze Avid Code.

IMG_5540

Manubrio Joystick Analog in carbonio, con rise essenziale. Qui si nota che le pinze dei Code sono abbinate a pompanti SRAM Guide RSC.

IMG_5538

Cerchi DT Swiss EX511.

IMG_5541

Copertoni Specialized HillBilly da 2.5 sia all’anteriore…

IMG_5542

…che al posteriore.

IMG_5544

Finn Iles abbina un rosso fluo a un verde acido… decisamente appariscente.

IMG_5533

Biella modificata sia nelle misure, per ottenere una diversa risposta dall’ammortizzatore, che in quanto a lavorazioni interne di alleggerimento che risultano evidenti.

IMG_5535

Gli allestimenti delle due bici sono invece uguali fino all’ultimo dettaglio, pedali compresi.

IMG_5534

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
giorgiocat
giorgiocat

Nessuno dei due utilizza cerchi in carbonio…sarà per scelta o per via delle sponsor?

ferrilamiere
ferrilamiere

cerchi diversi
forse iles è più leggerino ?

cheyax
cheyax

Ma i pneumatici non sono un po’ troppo poco scorrevoli?

KonnyFx
KonnyFx

Qualcuno potrebbe spiegarmi perché spessissimo si vedono i proazzi usare le pinze code anziché quelle guide? Che gli anni di progresso non siano serviti? E poi, gli avid non hanno sempre avuto brutta nomea?

giorgiocat
giorgiocat

mi sa che i code sono più potenti… almeno una volta erano il freno avid più potente

Marco Toniolo

esatto, sono freni da DH, i Guide no

francescoMTB1
francescoMTB1

E continuano ad esserlo i piu’ potenti…

francescoMTB1
francescoMTB1

La brutta Nomea creata da molti non e’ mai stata riferita alla qualita’ dei freni e della loro potenza , la maggior difficolta’ nell’effettuare le operazioni di spurgo spesso accompagnata dalla incapacita’ di saperlo effettuare a regola hanno fatto si’ che si creasse una critica denigrante .
Ne posseggo due di impianti Code per le mie bici , e non mi hanno mai deluso nelle loro prestazioni.
Il Mix di assemblaggio ,che molti pro lasciano vedere , e cioe’ pinze code e gruppi leva diversi , perlopiu’ lo si deve ad una scelta di risparmio del peso da quanto ci si legge dalle recensioni.

giorgiocat
giorgiocat

Io posseggo un impianto code del 2008 e mi ha sempre soddisfatto. A livello di potenza veramente notevoli.

suewertheim
suewertheim

ex511 mai visti, chissà se usciranno a breve…

rockarolla
rockarolla

Continuo a non capire perche nessun produttore di mozzi, Sram compresa, sfrutti il minor ingombro della cassetta a 7 velocità per ridurre la larghezza del corpetto e migliorare (e parecchio!) la campanatura. Certo non è per problemi di compatibilità, visto che basta che la protezione interna sia rimovibile per poter montare la cassetta sia su eventuali mozzi appositi che su mozzi standard..e comunque non mi pare che i grossi produttori siano molto pudici nell’introdurre nuovi standards..
Così il potenziale di un’ottimizzazione intelligente come la riduzione del numero di rapporti su una bici da discesa è fortemente castrato