Omaggio al grande rally: Transition Sentinel Martini Racing

75

Appassionati di bici e di motori, rifatevi gli occhi! Oggi vi mostriamo un progetto realizzato da Matteo “Bubba” Carrubba, proprietario del negozio Hot Bikes di Pietra Ligure e grande appassionato sia di bici che di motori, in particolare di MTB e di rally… e ancora più nello specifico di Transition e di Lancia Martini.



.

Bubba è un utente storico del nostro forum con il nick Belin ke biker ed è già stato protagonista della rubrica Bici della settimana per due volte, in entrambi i casi con una Transition montata da sbavo, prima una Patrol e poi una Scout. Questa volta però ha superato sé stesso allestendo una Sentinel con una livrea che celebra la scuderia Martini Racing, fotografata assieme ai bolidi che hanno segnato la storia dei rally in una delle epoche più affascinanti di questo sport.

Le Lancia che fanno da co-protagoniste alla Sentinel di Bubba sono state gentilmente messe a disposizione da un collezionista (che per ovvie ragioni preferisce restare anonimo), proprietario di diverse vetture ex scuderia Martini Racing, tutte originali e mantenute in condizioni a dir poco impeccabili, tra cui esemplari piuttosto rari come la Rally 037 e la Delta S4.

La livrea tributo alla scuderia Martini Racing del telaio della Transition Sentinel è stata realizzata con perizia e assoluta precisione da WP Aerografie.

Di seguito scopriamo tutti i componenti scelti da Bubba per allestire la sua Sentinel custom che, senza pedali, ferma l’ago della bilancia poco prima che raggiunga quota 14 chilogrammi.

  • Telaio Transition Sentinel V2 taglia M
  • Ammortizzatore FOX Float X2 Performance Elite
  • Forcella FOX 36 Factory
  • Ruota anteriore Ibis Carbon
  • Ruota posteriore Ibis Alu
  • Copertoni Pirelli Scorpion S 2.4 Hardwall
  • Cambio SRAM x01 AXS
  • Comando SRAM X01 AXS
  • Guarnitura SRAM X01
  • Corona Race Face 30t
  • Cassetta Sunrace 10-51
  • Catena SRAM XX1
  • Freni Shimano XT
  • Dischi Magura 180mm
  • Reggisella RockShox Reverb AXS 170mm
  • Sella Prologo
  • Manubrio Renthal Fatbar Carbon
  • Attacco manubrio Renthal Aphex
  • Manopole ODI Elite Motion
  • Pedali Shimano XT

Fotografie di UMDC – unmondodicolori

 

Commenti

  1. Diciamo che con i colori Martini racing per noi Italiani scatta subito l'associazione alle corse e a tanti successi che però sono stati colti in un'epoca, triste a dirsi, che ormai è passata e probabilmente non ritornerà più.
    Soprattutto se parliamo di rally ormai di appassionati veri siamo rimasti in pochi mentre fino a una quindicina d'anni fa anche a ogni gara minore c'era il pienone sia di auto che di spettatori...
    I motivi sono tanti e ne nascerebbe una disamina che sarebbe troppo lunga da leggere.
    Ma ritornando in argomento iniziative come questa a noi pochi nostalgici dell'era d'oro dei rally fa senz'altro piacere.
    Anche se per la stragrandissima maggioranza di noi sia la bici che quelle auto resteranno solo un'occasione per rifarsi gli occhi visti i costi...
    In ogni caso mi ha fatto un'estremo piacere vedere le foto.
  2. DoubleT:

    ma non scherzo proprio... solo che non volevo fare citazioni
    Ok...
    Comunque il Testarossa spider, per chi se lo domandasse, era di Gianni Agnelli.
  3. fuzzico:

    Lui poteva...
    Anche se poi la sua preferita, o così almeno diceva, era il Pandino 4x4...
    Degna di nota anche la 130 familiare con il portapacchi in vimini
Storia precedente

[Video] Unplugged: Cody Kelley

Storia successiva

Brandon Semenuk: amigdala

Gli ultimi articoli in Bike Checks