Bivacco nel Lagorai

13

Arriva un momento in cui sento il bisogno di prendere un sacco a pelo e un materassino per bivaccare in montagna in mezzo al nulla e sentirmi completamente immerso nella natura. È una sensazione fortissima di cui non riesco farne a meno. Fin troppo tempo è passato dall’ultima volta sul Lago di Idro e ormai non ce la facevo più a rimandare quindi, senza complicarmi troppo la vita, scelgo una zona che conosco bene e che si presta a questo genere di avventure e si parte, destinazione: il Lagorai.

PS: Alla fine della prima discesa arriviamo in val Campelle (non Calamento)



.

Traccia GPS

Altri episodi Trail Ninja.

Cosa indosso

– Jersey manica lunga Mons Royale
– Jersey manica corta Mons Royale
– Guanti
– Pantaloni Mons Royale
– Fondello
– Calze Mons Royale
– Ginocchiere Bluegrass
– Antivento
– Casco MET Roam
– Buff
– Scarpe
– Giacca Goretex
– Piumino

MTB

– Trek Fuel EX

I miei componenti sulla MTB

– Pedali dhsign
– Attacco manubrio dhsign
– Manubrio
– Ruote Damil Components (come alternativa alle Bontrager carbon)
– Borse bikepacking Miss Grape

La mia attrezzatura

– Tools Granite Design
– Pompetta oneUp Components
– GOPRO Hero9 Black
– GOPRO Max
– Drone DJI Mavic Mini 2
– Sony zv-e10
– Zaino Evoc Explorer 30L
– Zaino Evoc Trace 18L
– Hookabike
– Faretti Magicshine
– Tenda Vaude Power Lizard 1/2P
– Materassino Thermarest NeoAir
– Sacco a pelo invernale
– Sacco a pelo estivo
– Tubolito

Commenti

  1. ciao Mike, sempre gran level le tue giornate. La fuel ex é super senza dubbio, ma per me sarebbe un po limitante proprio per il "peso" e per la concezione "trail-enduro" moderna. Le bici trail di oggi mi sembrano un pochino troppo "aggressive" perché la gente normale possa portarle in questi (tipo i tuoi) terreni di avventura conservando una certa lucidità, e godere sia della vista, e divertirsi in discesa. Poi ovvio che gli Extraterrestri (es tu) ci vanno ugualmene e c'é pure chi si adatta e se la fa andare bene ma in queste avventure secondo me i vari 100-200 grammi qua e la contano (a parità di allenamento).. Altro aspetto é lo zaino. Andare via due gg vuol dire portarsi un botto di roba... zaino da 16 litri scartato... ci vorrebbero un 28-30L. Ho visto che usi l'evoc. Non mi convince molto ma se puoi dare due impressioni su quel prodotto magari finisce che finalmente lo prendo. Per dire: uso un haglofs da climbing (stretto e lungo) da 28L che peró per la bici é totalmente inadeguato (mancano scompartimenti ecc). Sará una mia fissa certamente, ma per il trail non riesco a trovare uno zaino o due che mi soddisfi appieno.


    La questione dei sentieri in Lagorai é nota sopratutto ai suoi frequentatori: su un versante sentiero impestato, su quello opposto flow da goduria... Peró dai: piace anche perché stimola l'avventura!!! E poi pochissimi turisti...
  2. alexLith:

    ma noooo dai.... detto cosí buuuu! la montagna e il lagorai nvece dovrebbe essere accessibile a tutti quelli che se ne prendono cura. A chi sa comprendere l'equilibrio uomo-ambiente. A chi é consapevole dell'impatto che provoca andarci. Un biker che sa che effetto puó avere la derapata é meglio di tutti quelli che vanno a piedi e non si riportano a casa le bottigliette di plastica acquistate al rifugio e che hanno parcheggiato la macchina sui muri pur di fare 10 m di dislivello in meno....

    Non sono le tracce di Mike che preoccupano. o che rovinano (e poi cosa!?!) ... e non i giri alpini di pochi iron che se la guadagnano metro dopo metro. Fidati!
    Concordo in pieno. Tolti i soliti posti dove vanno i merenderos, il Lagorai è deserto e ben venga chi ne apprezza i posti come Mike o chi segue le sue tracce.
Storia precedente

Carbovation ha acquisito Tune

Storia successiva

Carosello 3000 Livigno: Great Days 2023

Gli ultimi articoli in Trail Ninja