Come non farsi rubare la bici

Come non farsi rubare la bici


È così bella che va a ruba! Nel vero senso della parola purtroppo le nostre bici sono sempre più frequentemente soggetti a furti, sia nei negozi, presi costantemente di mira da ladri e malintenzionati di varia natura, sia in casa. Quanti hanno un amico a cui è stata rubata una bici in garage?

Il problema è duplice. Da un lato le bici sono dei beni mobili costosi e non avendo targa o documenti identificativi, sono un vero e proprio valore al portatore per ladri e ricettatori. I numeri di serie non sono infatti sufficienti ad identificare una bici rubata, non esistendo un database unico su cui poter verificare se la bici è segnalata rubata o meno. Dall’altro canto però c’è anche un folto mercato delle bici rubate. Sono tanti gli acquirenti senza scrupoli che non si fanno troppe domande quando si trovano davanti un’occasione “al prezzo”. Non si chiedono da dove provenga la bici, non indagano se possa essere rubata o meno. Guardano solo al proprio interesse: spendere il meno possibile. E’ anche grazie a queste persone che i furti di bici sono una vera e propria piaga.

Se da un lato il problema è evidente ed è sotto gli occhi di tutti, dall’altro ci si può difendere. Con alcuni accorgimenti e piccoli investimenti possiamo trasformare il nostro garage in un posto relativamente sicuro.

Alcune buone abitudini

I furti di bici di valore sono quasi sempre mirati. Vengono quasi sempre aperti pochi garage, praticamente a colpo sicuro. Il segreto è quindi cercare di non far sapere agli altri dove teniamo le nostre amate biciclette.

La prima cosa a cui bisogna far attenzione sono i social network sportivi (Strava e similari). E’ sicuramente bello condividere i propri giri in bici con tutto il mondo, ma se non stiamo attenti ad impostare correttamente la zona di privacy, tutti potranno sapere dove si trova il nostro garage, che bici ci custodiamo e persino le nostre abitudini: insomma, ci basta solo aggiungere un bel cartello luminoso o un’insegna con scritto “Benvenuti ladri, la mia bici si trova qui” e siamo a posto.

È molto importante quindi impostare correttamente la zona di privacy, ovvero quella zona d’ombra nella quale il sistema non fa visualizzare le tracce. Se poi siete soliti condividere le tracce su blog, siti o affini, cercate di non farle mai partire o terminare nei pressi di casa vostra. In città bastano pochi isolati per mandare in confusione un potenziale ladro, quindi basta far partire e terminare le tracce ad alcune centinaia di metri da casa per essere tranquilli.

Particolare attenzione bisogna poi prestare quando si vende una bici. Non è mai saggio far entrare sconosciuti all’interno del proprio garage, soprattutto se oltre alla bici in vendita ce ne sono altre di elevato valore. Probabilmente la persona che abbiamo davanti è la più onesta del mondo, ma non si mai con chi si ha a che fare. Quello che c’è nel garage deve rimanere nel garage, solo gli amici fidati possono entrare!

Organizzate di trovarvi all’isolato di fronte, dove c’è un bar, ad un giardinetto o in un posteggio. Non fotografare mai la bici all’interno del box, soprattutto inquadrando eventuali sistemi di sicurezza come antifurto o catene.

Una buona abitudine è quella di prestare sempre attenzione, finito il giro, di non essere seguiti o osservati. Conviene fermarsi ad alcune centinaia di metri da casa, mettere in pausa il gps (così non tracciare la posizione del garage) e prendere subito le chiavi. In questo modo possiamo entrare subito in garage o in cortile, senza stare troppo tempo a cercare le chiavi nello zaino davanti a potenziali occhi indiscreti.

I ladri, prima di aprire un garage, guardano sempre all’interno alla ricerca di oggetti di valore. Una pratica soluzione a costo zero è quella di coprire sempre la bici, anche solo con un telo o una coperta. Un’eventuale ladruncolo che sbircia da una presa d’aria alla ricerca di qualcosa di valore da rubare non sa cosa ci sia sotto il telo. Potrebbe esserci un rottame da 20€ o la bici della nonna. I ladri spiano sempre prima di entrare in azione, coprire o nascondere la bici è uno dei deterrenti più efficaci contro il furto.

La sicurezza passiva

Con il termine sicurezza passiva si intendono tutti quei sistemi atti ad impedire l’ingresso dei ladri nel luogo in cui custodiamo la nostra bicicletta ed eventuali dispositivi che impediscono loro di portarla via.

La porta del garage

Le porte dei garage moderni sono quanto di più insicuro ci possa esistere. Le porte come quelle zincate in foto, che sono quelle presenti sulla quasi totalità dei garage, possono essere aperte da un ladruncolo in pochi minuti. Basta vedere solo la serratura, con cilindro tradizionale, facilmente apribile con un grimaldello senza fare alcun rumore.

E’ quindi evidente che una protezione del genere è insufficiente per custodire un bene costoso come una bicicletta di medio-alta gamma.

Una soluzione a relativo basso costo è quella di installare una campana per basculante. Si tratta di un lucchetto a campana con un picchetto che si inserisce nel terreno. Il picchetto ancora saldamente la basculante al terreno, rendendo impossibile l’apertura senza scassinarlo oppure tagliare la lamiera.

È un ottimo sistema perchè rende la vita più difficile ai ladri e l’eventuale taglio del lucchetto (molto difficile) o della porta (più semplice) produce rumore e richiede tempo.

Catena ed ancoraggio

Quando il ladro entra, ha poco tempo, specialmente se è attivo un antifurto. Ecco che quindi legare la bicicletta al muro con un solido lucchetto può farlo desistere dal furto.

Come catena consiglio una buona catena in acciaio cementato dotata di un solido lucchetto. Le trovate di moltissime marche, l’importante è che, oltre che robusta, sia adeguatamente protetta e rivestita per non rigare la bicicletta.

La catena va poi fissata ad un solido gancio, ancorato tramite tasselli chimici al pavimento o al muro. Il pavimento, specialmente se in cemento, è un ottimo ancoraggio. Se volete fissare il gancio al muro, l’ideale è trovare una colonna in cemento armato, anche se in realtà un normale muro in mattoni è quasi sempre più che sufficiente: ricordiamoci che questa protezione serve solo a rallentare i ladri, se vogliono aprono anche la catena o il lucchetto più robusto sul mercato.

La sicurezza attiva: antifurto

I sistemi di sicurezza passiva sono sicuramente efficaci, ma servono solo a rallentare un eventuale ladro. Se i ladri hanno tempo a disposizione ed agiscono indisturbati, possono aprire qualsiasi cosa anche il lucchetto e la serratura più robusti.

Il nostro obiettivo è quindi di disturbarli e rallentarli, ovvero non lasciar loro il tempo a disposizione per disattivare i sistemi di sicurezza passiva mettendogli fretta.

L’antifurto in questo senso è un ottimo deterrente. Un ladro che entra in garage e fa scattare l’allarme non può concedersi 10-15 minuti per tagliare il lucchetto che blocca le bici: deve mettersi in fuga prima che qualcuno intervenga.

L’antifurto infatti di per sé serve a poco: se il ladro riesce ad arraffare la bici e scappa, la sirena può suonare quanto vuole che lui si è già dileguato prima che arrivi qualcuno. Se però la nostra bici è legata saldamente, quando parte la sirena il ladro non ha il tempo per tagliare il lucchetto e deve desistere dal furto.

Un buon antifurto per il garage oggi come oggi ha un prezzo veramente basso ed è un valido investimento per la sicurezza. Non serve niente di particolarmente sofisticato.

Ci serve una centralina che gestisca il tutto, magari con dei telecomandi per una facile attivazione/disattivazione.

Alla centralina va poi collegata una sirena da esterno, antischiuma ed anti vandalismo.

Un sensore volumetrico interno rileva eventuali intrusioni.

Un sensore a contatto magnetico rileva l’eventuale apertura della basculante ad allarme inserito. Attenzione che da solo questo sensore non è sufficiente: se i ladri aprono un varco nella porta del garage tagliandola, l’antifurto non parte. Per questo è necessario il volumetrico.

Un impiantino del genere ha un costo ridicolo e può davvero fare la differenza se utilizzato in accoppiata a sistemi di sicurezza passiva.

Naturalmente esistono anche sistemi di sicurezza più avanzati (telecamere, nebbiogeni), tuttavia non esiste nulla che possa sventare i furti al 100%. Il nostro compito è quello di rendere la vita quanto più difficile al ladro in modo da farlo desistere, il tutto commisurato al valore del bene che dobbiamo proteggere.

Con queste soluzioni non saremo sicuramente protetti al 100%, però possiamo sicuramente dormire sonni tranquilli pensando che la nostra “bimba” è in un posto sicuro!

  Subscribe  
più recente più vecchio più votato
Notificami di
Koroviev

Anche se la sirena suona, tagliano un Kryptonite in secondi e con poco rumore (in caso non ci sia un antifurto che suona).
Successo dove abito io in centro.

Andrea321
Andrea321

mi permetto di aggiungere che le catene Kryptonite offrono, con un minimo sovrapprezzo, l’assicurazione contro il furto della bici (con rimborso crescente in base al livello di sicurezza della catena utilizzata). Non oso però pensare come verrà liquidato il rimborso in caso di furto.

klasse
klasse

Un consiglio attenzione quando andate in giro con la bici sul tetto o peggio portabici posteriore, oggi girano bande con furgone che si avvicinano mentre siete all’ autogrill o in pizzeria e con il flessibile a batteria in pochi secondi tagliano tutto, in mezzo al casinò tra radio a manetta ecc nessuno se ne accorge, e credetemi a Finale Ligure in lungomare, ne han rubate decine in questo modo, con i passanti che neanche se ne accorgevano, bici legate ai pali della luce con lucchetti Kriptonite, segati in 20 secondi.
A Milano vidi un gancio traino segato è tutto il pacchetto di 3 bici e portabici rubate con i 3 poveri cristi a fare denuncia.

styx
styx

Successo a me a Sirmione nel 2015. Bici mia e di mio figlio dal portabici in parcheggio a pagamento con sbarra….

klasse
klasse

peraltro visto che molti ladri seguono i forum, compreso questo, non andiamo a svelare i barbatrucchi che ognuno di noi ha attuato, è vero che loro più avanti noi perché delinquenti.
Comunque una rete elettrodaldata e la saldatrice accesa è il miglior deterrente, gli molli 200A e lo friggi, poi dati denunciano per omicidio premeditato e volontario, ma almeno uno di meno.

jimmy27
jimmy27

basta avere una 26″ e non te la ruba nessuno 😉

kika
kika

oh yea!!!

warez
warez

eh magari…:(

PIB475
PIB475

magari fosse cosi proprio stamattina dopo dieci anni mi hanno fregato la mia kona hei hei supreme da 26 sigh

menollix
menollix

Dove vivo io il problema dei furti non è così pesante come in altre zone. Il problema vero è l’impunità x i ladri. Basterebbe che quelli che vengono presi restassero in galera per un pò ed i furti calerebbero 😉

Etien
Etien

Si, ma prima della (meritata) galera qualche mese di sano lavoro, di quei lavori che non vuole fare nessuno.

styx
klasse

peraltro visto che molti ladri seguono i forum, compreso questo, non andiamo a svelare i barbatrucchi che ognuno di noi ha attuato, è vero che loro più avanti noi perché delinquenti.
Comunque una rete elettrodaldata e la saldatrice accesa è il miglior deterrente, gli molli 200A e lo friggi, poi dati denunciano per omicidio premeditato e volontario, ma almeno uno di meno.

Scusa volevo mettere mi piace no non mi piace

p84
p84

Io smonto tutti i componenti e li tengo ognuno in un posto diverso. Chi vuole rubare la bici deve starci un paio di giorni

giouncino
giouncino

fortissimo! 🙂
il problema è quando vuoi fare un giro tu: ci metti 3 giorni a rimontare la bici prima di partire!

p84
p84

Era una battuta

federico.g
federico.g

La bici non te la rubano solo a casa o in un parcheggio,ma anche davanti al bar ffin che bevi il caffè,gia successo a un mio amico pinarello nuova di pacca 6000 euri!!!!

snaffuz
snaffuz

Io uso un espediente banale, ma che di principio (non ho mai provato, per mia fortuna) dovrebbe scoraggiare eventuali malviventi: con la comodità dello sgancio rapido, smonto la ruota anteriore e la sposto in altra posizione, nascosta.
Sto anche valutando se smontare la posteriore ed appendere il telaio coperto, tanto si tratta di 1 minuto.

supereroe
supereroe

Io da anni ho fissato tutte le mie bici con sistemi Abus al pavimento e a muro con tasselli speciali, il tutto corredato da antifurto e telecamere. Se mi vogliono portare via le bici facciano pure, ma per liberarle ci devono per forza impiegare del tempo, e io in quel frangente spero di riuscire ad intervenire.
Le bici devono “guadagnarsele……..ma devono fare in fretta.

tylerdurden71
tylerdurden71

Speriamo che passi la legge sulla legittima difesa, sapere che qualcuno ti può sparare è un ottimo deterrente. Speriamo anche in un inasprimento delle leggi e pensionamento di quei giudici che puntualmente vanificano l’azione delle forze dell’ordine.

nirvano
nirvano

L’ultimo comma dell’art. 624 c.p., aggiunto dall’art. 12 della l. n. 205/1999, stabilisce che “il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo che ricorra una o più delle circostanze di cui agli articoli 61, n. 7, e 625 c.p.”; in tal caso la procedibilità sarà d’ufficio.

La competenza è del tribunale in composizione monocratica, ovvero di quello collegiale quando ricorre l’aggravante di cui all’art. 4, comma 2, della l. n. 533/1977.

L’arresto in flagranza è facoltativo, ma diventa obbligatorio nel caso in cui concorrano due o più circostanze aggravanti (art. 4, l. n. 533/1977 o art. 625, 1° comma, n. 2, c.p.).

Analogamente, solo in presenza delle aggravanti è consentito il fermo di indiziato di delitto.

Forse sarebbe il caso di prendersela con il legislatore e non con il giudice che applica le Leggi.

Brunorid
Brunorid

Nel caso del garage sussiste senza dubbio l’aggravante del’art. 625 n. 2 CP, per cui la procedibilità d’ufficio è sicura. Mi spiace poi che nel forum dedicato a uno sport si leggano pareri a favore dello “sparo libero”, la cui illegittimità è uno dei pochi segni di civiltà che ci rimangono…

niobla
niobla

la tua bici può valere 10k o anche 20k, ma non può essere paragonabile ad una vita , anche se è la vita di un sacco di cacca.

DrPeperino
DrPeperino

E tutti quelli che invece non si fanno deterrere entrano nella tua proprietà e però sono armati e consapevoli di poter aver bisogno di sparare. La cura diventa peggio della malattia.

Lasciamo il far west agli indiani e lamentiamoci che non esiste certezza della pena. Quella sì che farebbe da buon deterrente.

andy_g
andy_g

Magari fosse solo la certezza a mancare, non c’è alcuna azione evidente da parte delle autorità. Io stesso ho segnalato più volte in autostrada alla stradale furgoni con bici ammassate sul tetto. Significa che la certezza dell’impunità è tale che prendono l’autostrada. Amici miei li hanno anche visti imbarcare in traghetto in vari porti dell’Adriatico.

DrPeperino
DrPeperino

E tutti quelli che invece non si fanno deterrere entrano nella tua proprietà e però sono armati e consapevoli di poter aver bisogno di sparare. La cura diventa peggio della malattia.
Lasciamo il far west agli indiani e lamentiamoci che non esiste certezza della pena. Quella si che farebbe da buon deterrente.

maxmu
maxmu

Condivido

zapomatic
zapomatic

così puoi sparare a cazzo

zapomatic
zapomatic

così puoi sparare a caz..zo

Chinaski033
p84

Io smonto tutti i componenti e li tengo ognuno in un posto diverso

Ma davvero???

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Sailman

Articolo abbastanza scontato ma sempre utile.
Non sapevo della "zona di privacy" di Strava, che ho infatti attivato. Grazie.

lorenzom89
lorenzom89

altro deterrente è assolutamente non lasciare fuori casa gli scatoloni della bici nuova (oltre che della tv).
è raro ma ogni tanto qualcuno li lascia fuori casa in attesa di buttarli, ed è un chiarissimo segnale che dentro avete una bici nuova..

lollo72
lollo72

Il problema è centrato all’inizio dell’articolo , non c’è un sistema di registro ed identificazione internazionale che riconosca la proprietà e le specifiche del mezzo . Ci vorrebbe qualcuno che si occupasse di ciò , magari con un sistema a microchip come quello sugli animali , o anche solo una qualche app. che ci permetta di identificare e garantire sul mezzo e sulla proprietà .

Andrea321
Sailman

Articolo abbastanza scontato ma sempre utile.
Non sapevo della "zona di privacy" di Strava, che ho infatti attivato. Grazie.

la zona di privacy è efficace…ma ho letto che se scarichi la traccia gxp vedi tutto, anche il punto di partenza da casa tua quindi meglio avviare il giro qualche centinaio di metri lontano dal garage.

amexroma
amexroma

quindi questa zona di privacy non serve a nulla

freeride_lover
freeride_lover

Da quanto hanno rubato la mia Giant Reign alla MegaAvalanche in Francia (e stessa sorte ai miei compari), la bici atttuale dorme fisicamente in parte al mio letto !!!

Gran rottura di palle perchè ogni volta che prendo anche solo uno schizzo di fango devo portarla a lavare prima di rientrare in casa se non voglio essere ucciso dai condomini che mi vedono caricarla in ascensore, ma almeno stavolta dovrei accorgermi se ci riprovano….

Domanda seria: per quanto riguarda i trasmettitori GPS da inserire all’interno della bici (per tentare di ritrovarla poi), cosa ne pensate? io ho letto di varie versioni ma alla fine o serve la batteria 12v (tipo gli scooter) oppure quelli piccoli con batteria integrata trasmettono solo con Bluetooth (grazie al c..)

iaio
iaio

Quando ti fermi per il caffè tira giù la catena dalla guarnitura

numerotre
numerotre

Quello dei furti è un vero problema ed è il mio incubo peggiore. Preferirei mi rubassero la macchina o la moto piuttosto che la bici, senza assicurazione hai una perdita su tutti fronti, prima di tutto affettiva ovviamente… personalmente ho la fortuna di tenere la bici in cantina e non in garage. Ritengo che la cantina sia molto meglio in quanto a meno che non ci porti il ladro dentro è difficile capire quale sia davvero la porta giusta, anche in palazzi con pochi appartamenti come quello dove abito. Ad ogni modo, ritengo che la bicicletta abbia un vero valore solo da intera, pertanto smontare qualche componente la ritengo un’ottima idea, in particolare sulle bici di grande valore. Mettere la bici sottosopra e smontare le ruote portandosi via i relativi perni è una tecnica che uso da tempo, le ruote le puoi lasciare in garage, se disponibile o anche in terrazzo. Se poi se la portano via comunque almeno un set ruote ti rimane…vediamola cosi…

pk71
pk71

Con tutti i cazzilli elettronici ed elettrici che c’è in giro basterebbe un piccolo segnalatore gps da attivare a seconda della situazione, vedi caffè al bar, se li mettono negli orologi possono anche metterli direttamente sulla bici.

andry-96
iaio

Quando ti fermi per il caffè tira giù la catena dalla guarnitura

in giro per i monti se devo mollare la bici per un po' tiro direttamente via il perno passante… così tocca spingerla via o se proprio non se ne accorgono fatti loro

quorthon

Io ho messo questo in box, qui lo vedete mentre si affaccia alla finestra opportunamente con inferriata
Vedi l’allegato 263499

Scherzi a parte il senso è quello di mettere più cose possibili e forse la scampi. Le bascule dell'articolo poi lasciamole perdere…. da me una strage, le aprono come apriscatole lasciando intonsi tutti i lucchetti e serrature varie. Se però dietro c'è un cancelletto, catene e allarmi forse te la scampi, sti grandi cazz… che ogni volta per entrare ci metto dieci minuti…. io di mio ci metto più cose possibili sapendo che forse neanche bastano. Ripeto che è il minimo alzarsi prima solo per aprire il box e liberare la bici dalle catene, ma è il minimo sindacale, la certezza, sopratutto nel quartiere dove sono io, non c'è.
In giro poi può essere un problema. Qui a Roma, ma credo in tutta italia, ci sono posti dove sconsigliano vivamente di andare perchè fanno le "punte". Questo è un problema.

Chinaski033
niobla

la tua bici può valere 10k o anche 20k, ma non può essere paragonabile ad una vita , anche se è la vita di un sacco di cacca.

Io non la penso così.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

sembola
Chinaski033

Io non la penso così.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Anche tenti automobilisti pensano che la vita degli altri non vale niente. Nello specifico quella dei ciclisti.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Chinaski033
sembola

Anche tenti automobilisti pensano che la vita degli altri non vale niente. Nello specifico quella dei ciclisti.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Non c'entra niente con quello che ho detto io

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

sembola
Chinaski033

Non c'entra niente con quello che ho detto io

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

C'entra, altro che. Modo diverso ma analogo di dia-valutare la vita.

Che poi un:arma ha infinitamente più probabilità di essere usata contro un familiare che contro una minaccia. Ma perché mai rovinare una bella storia con la realtà.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Chinaski033

sembola C'entra, altro che. Modo diverso ma analogo di dis-valutare la vita umana. Che poi un:arma ha infinitamente più probabilità di essere usata contro un familiare che contro una minaccia. Ma perché mai rovinare una bella storia con la realtà. Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app Ribadisco, non c'entra nulla. Nel tuo caso è "dis-valutare" secondo simpatia "odio i ciclisti quindi spero muoiano", nel caso che ho quotato io è diverso. Lui dice che una bici non vale una vita umana e io rispetto il suo pensiero benché la pensi diversamente. Innanzitutto è errato credere che la vita del ladro valga meno di una bici quando in realtà ciò che viene messo a paragone è la mia libertà di vivere in sicurezza contro la vita di uno che non rispetta coscientemente questa mia libertà e sa bene che, violandola sta egli stesso rinunciando alla sua, di incolumità, in quanto è mio diritto fare di tutto per mantenere la mia sicurezza e la mia tranquillità inviolate. Se si facesse un discorso di "questo non vale una vita umana" allora nemmeno la verginità di mia figlia non varrebbe la vita di colui che la sta violentando: solo una vita vale quanto una vita. Lo so bene che è una "reductio ad absurdum" ma spero serva a spiegarmi meglio. La tua vita vale quanto la mia fin quando non commetti atti che sai perfettamente mi andranno a ledere. Tutto qui. Poi io sarei il primo a non usare armi in casi… Continua a leggere »

niobla
niobla

tutta sta pippona di retorica inutile,
te la spiego con un esempio facile: USA.
Negli Stati Uniti puoi avere in casa anche un fucile d’assalto, non ci sono furti? è un paese senza criminalità?
o le domande giuste sono, quanti morti ci sono uccisi da armi da fuoco? c’è più sicurezza o meno?
ma dopo si enra in discorsi che non centrano nulla, tipo che vi siete fatti fare il lavaggio del cervello dal macio dei maci, dall’omone verde.

Tc70

Tutti accorgimenti utili, se posso rincaro la dose, nel senso…sopratutto nel periodo estivo,a fine giro,quando laviamo i nostri indumenti sporchi,sarebbe utile stenderli ad asciugare all'interno di qualche garage,in modo da non far capire che in detto luogo ci abita un ciclista…altra cosa non troppo banale,prima di arrivare a casa a fine giro,si si ha un sentore o un sospetto,prenderla abbastanza larga,facendo in modo da non far capire,se ci stanno osservando (perchè lo fanno) dove poi ci fermeremo…inoltre quando postiamo le foto delle nostre amate bici (anche qui sul forum) evitare di postare foto in cui si vede la targa delle nostre auto o moto,che sono purtroppo per qualcuno,pur sempre un indizio,sono piccoli accorgimenti per noi,ma molto utile per altri 😉
Vivo nel terrore del furto,tanto che in zona mia ne sono stai commessi più di uno,perfino a 50mt da casa mia,in tarda serata dentro casa,son sparite ben 3 biciclette ad un mio vicino…ho la fortuna (ma non quella di mia moglie 🙂 ), di portarla dentro in casa,sul pianerottolo scale,con porta con catenaccio,ok potrebbero fottermi comunque,ma devono fare un pò di casino e se son sveglio…la pistola non l'ho,ma la mazza da baseball fa molto male in testa,se poi mi prevalicano,pazienza,ma da casa mia qualcuno esce senza denti,anche se dovessi malauguratamente finire al P.S. 😈

bonny92

Esistono le assicurazioni per le bici io le ho entrambe assicurate (bdc e mtb), gli allarmi oltre a rompere il [email protected] a tutte le ore puntualmente quando entrano a rubare non suonano oppure suonano e il ladro se ne sbatte bellamente i cojones…
Dove abito sono 11 tra villette e piccoli appartamenti con la rampa del garage in comune, in 10 anni sono entrati a tutti..tranne a me e in un appartamento rimasto invenduto… e hanno portato via quello che gli pareva…ad alcuni sono entrati dal garage ad altri dal balcone posteriore che rimane sopra il garage ad altri ancora tranquillamente dal giardino nella parte frontale…sia di notte che di giorno..tutti con allarmi tranne me tra l'altro.

Marco Phil
Marco Phil

non so se si può fare pubblicità…ma chi assicura le bike contro il furto? Grazie!

goiso
goiso

Dico la mia…su consiglio di amico ferramenta ho preso una barra filettata di circa 10mm di diametro, bucato il muro di cemento armato con punta del 13, fissato la barra con cemento bicomponente, avvitato e poi saldato alla stessa un golfare con anello bello grosso in cui infilare un catenaccio(il più grosso che ho trovato…). Più di così….devono tirar giù il muro!

Lord Grifone
Lord Grifone

Io ho allarme, telecamera con rilevatore di movimento che mi invia immagini via mail e bici legate con catena (ma non ancorate).
Però se uno vuole può entrare e caricarsela in spalla o in furgone infischiandosene della sirena e delle riprese, tanto in italia il furto è legalizzato praticamente.

Vincent46
Vincent46

Io ho risolto con una telecamera sul fondo del garage, sensore magnetico sulla saracinesca e questo…

https://www.hiplok.com/product/airlok/

con cavo di sicurezza da 2 mt per assicurare anche le ruote

Prodotto di ottima fattura a mio avviso 😉

Ciao

bonny92
Marco Phil

non so se si può fare pubblicità…ma chi assicura le bike contro il furto? Grazie!

Il mio panettiere di fiducia!
Le assicurazioni ovviamente, nel mio caso cattolica.

PIB475
jimmy27

basta avere una 26" e non te la ruba nessuno 😉

magari fosse cosi proprio stamattina dopo dieci anni mi hanno fregato la mia kona hei hei supreme da 26 sigh

Marco Phil
bonny92

Il mio panettiere di fiducia!
Le assicurazioni ovviamente, nel mio caso

bonny92

Il mio panettiere di fiducia!
Le assicurazioni ovviamente, nel mio caso cattolica.

che ridere.
era una domanda seria perché delle assicurazioni che ho interpellato nessuna assicura il furto della bici ma il furto in generale che é ben altra cosa con tutti i massimali e franchigie del caso.

marpa
marpa

Quando in un paese definito civile si deve discutere su come proteggersi dai ladri di biciclette significa che tanto civile non è ed è pieno di gentaglia … un vero peccato …

ant

due commenti al volo:
1 _ conosco uno che ha parecchie moto da fuoristrada e le smonta veramente, spargendo i pezzi fra due garage diversi, quando non le usa per un po'. è in pensione, ça va sans dire…
2 _ la storia delle catene Abus di un certo livello mi è stata spacciata anni fa ad Amsterdam. ero in giro con la famiglia ed io mi porto sempre la bici bella in vacanza (all'epoca una Cube Stereo) per cui quando siamo andati in giro in città mi è venuto il patema del lucchettino che avevo dietro, sono entrato in un negozio di bici ed il tipo mi ha venduto una Abus da mille milioni di dollari, facendomi compilare anche un modulo indicando il numero di telaio ecc. Questo modulo lui l'ha spedito all'Abus e sosteneva che ci fosse un'assicurazione che copriva il valore della bici e della catena (non indifferente, tipo 150 €).

Non ho avuto modo di sperimentare, per fortuna. La bici non ce l'ho più la catena si. ma tanto ora il numero di telaio è diverso per cui immagino che non mi rimborserebbero niente… Detto fra noi non sono mai stato così convinto che coprisse realmente, però il tipo mi ha venduto una catena da 150 euro…

Moebius

Roba seria si trova ad esempio qui:
http://www.securityforbikes.com
Catena da 16mm + ancora a terra + allarme nel garage + assicurazione contro i furti. Più di così dovrei dormire in garage con la bici…

emig72
tylerdurden71

Speriamo che passi la legge sulla legittima difesa, sapere che qualcuno ti può sparare è un ottimo deterrente. Speriamo anche in un inasprimento delle leggi e pensionamento di quei giudici che puntualmente vanificano l'azione delle forze dell'ordine.

È passata,armati pure.

sahara
sahara
bonny92

Era una battuta, io alla assicurazione che già avevo ho aggiunto 50€ all'anno e l'assicuratore mi ha alzato a 10k il totale dei danni/furto che mi rimborserebbero, io l'ho fatta per il semplice motivo perchè ho aggiunto una bdc nuova alla mtb.
Come mi ha detto l'assicuratore se dovesse succedere che me le rubino mi basta avere gli scontrini delle 2 bici e mi rimborsano..non sarà la cifra precisa dello scontrino che mi rimborsano di sicuro, ma sempre meglio che una pedata nel culo..tra l'altro la mtb lo scontrino è di 5.6k ma io l'ho presa usata a 2k quindi…

bonny92
Lord Grifone

Finché c'è gente che vota sx e denigra il capitano, inutile lamentarsi se siamo pieni di feccia

mai lette le regole del forum?

spugna73
federico.g

La bici non te la rubano solo a casa o in un parcheggio,ma anche davanti al bar ffin che bevi il caffè,gia successo a un mio amico pinarello nuova di pacca 6000 euri!!!!

accidenti…io lo faccio sempre…ma c'è da dire che lo faccio nel mio paesetto nei miei bar preferiti dove tutti sanno che la bici è la mia! E comunque la bici non la tengo in garage ma in salotto! Non sono sposato

sembola

Ho cancellato ed editato alcuni messaggi, come da regolamento la politica non è ammessa.

Chinaski033">Chinaski033 credo che chiunque si senta in pericolo abbia il diritto di difendersi anche con le armi, ma trovo aberrante valutare una vita in meno di un bene o in funzione di un reato o infrazione. Che poi è il discorso degli automobilisti, tu ciclista vai a coppie o contromano, ergo speriamo tu muoia.

marpa">marpa "Ladri di biciclette" fu girato nel 1948, evidentemente la gentaglia in Italia c'è sempre stata.

niobla">niobla ed aggiungiamo che la presenza di una enorme quantità di armi costringe la polizia a stare sul chi vive ed è alla base di altra violenza.

Quando si parla di problemi di questa dimensione bisognerebbe cercare di usare un minimo di razionalità. Se non altro per evitare di peggiorarli.

marpa
marpa

sembola scusa ma c’e’ stato malinteso , io non mi riferivo al film ma ai veri ladri di biciclette a cui si riferiva questo articolo . Nessun riferimento storico se non a al periodo attuale

salvostrive
salvostrive

basta non comprarla XD

Chinaski033
sembola

Ho cancellato ed editato alcuni messaggi, come da regolamento la politica non è ammessa.

Chinaski033">Chinaski033 credo che chiunque si senta in pericolo abbia il diritto di difendersi anche con le armi, ma trovo aberrante valutare una vita meno di un bene o in funzione di un reato o infrazione. Che poi è il discorso degli automobilisti, tu ciclista vai a coppie o contromano, ergo speriamo tu muoia.

marpa">marpa "Ladri di biciclette" fu girato nel 1948, evidentemente era pieno di gentaglia anche allora.

niobla">niobla ed aggiungiamo che la presenza di una enorme quantità di armi costringe la polizia a stare sul chi vive ed è alla base di altra violenza.

Quando si parla di problemi di questa dimensione bisognerebbe cercare di usare un minimo di razionalità. Se non altro per evitare di peggiorarli.

Continuo a sostenere che stiamo parlando di cose diverse, sembra un esercizio di dialettica eristica. Cmq fa li stes, ho capito che per te la vita è sacra a prescindere, per me no. Sarò aberrante…

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Luniapuan84
Luniapuan84

Io sono d accordo con te, non tutte le vite sono sacre, tipo quella di gente come te che non sa dargli un valore.sei anche he in squadra con il capitano?

deboluccio

Io uso un semplice lucchetto decathlon, se la puntano la vengono a rubare anche in garage ed è successo già nel mio quartiere… C’è anche da dire che per quel che vale la mia… mi spiacerebbe solo perché mi ci sono affezionato!

Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Karlwendel
Chinaski033

Continuo a sostenere che stiamo parlando di cose diverse, sembra un esercizio di dialettica eristica. Cmq fa li stes, ho capito che per te la vita è sacra a prescindere, per me no. Sarò aberrante…

guarda che è una questione di salute, la tua: "quando un uomo con la pistola trova un uomo col fucile, l'uomo con la pistola è un uomo morto"
(cit.)

Chinaski033
niobla

tutta sta pippona di retorica inutile,
te la spiego con un esempio facile: USA.
Negli Stati Uniti puoi avere in casa anche un fucile d'assalto, non ci sono furti? è un paese senza criminalità?
o le domande giuste sono, quanti morti ci sono uccisi da armi da fuoco? c'è più sicurezza o meno?
ma dopo si entra in discorsi che non centrano nulla, tipo che vi siete fatti fare il lavaggio del cervello -edit del moderatore-

Ho forse detto da qualche parte che sono a favore della detenzione di armi?
Te lo sei inventato di sana pianta.
Io ho detto che non è questione di scambiare una bici per una vita, ma che il discorso è diverso.
Il lavaggio del cervello? Si in effetti stanotte ho avvistato strani dischi volanti intorno a casa mia.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

amadvance

Per fortuna io le ho sempre portate entrambe in casa, sia MTB che BDC.

Qualche anno fa sono passati nel corsello dei box, circa cinquanta, ed hanno aperto due alette di ogni saracinesca, una per illuminare e l'altra per guardare.

Se le lasciavo li, se le prendevano…

Nei giornali locali (Bergamo) c'erano vari articoli a riaguardo di bande specializzate del furto di bici con questa tecnica.

blitz
PIB475

magari fosse cosi proprio stamattina dopo dieci anni mi hanno fregato la mia kona hei hei supreme da 26 sigh

Azz mi dispiace tanto, pensavo di essere al sicuro con la mia 26 che ha ormai 12 anni..dorme in camera mia e non vale più nulla ma è come se fosse una figlia per me.. :spetteguless:

JoRo

Per il discorso navigatore, io lo attacco in prossimità del sentiero, non parto da casa con le app aperte e gps attaccato

sembola
marpa

sembola scusa ma c'e' stato malinteso , io non mi riferivo al film ma ai veri ladri di biciclette a cui si riferiva questo articolo .

Ma "Ladri di biciclette" parlava proprio del dramma causato da… "veri ladri di biciclette" 😉

sembola
Chinaski033

Continuo a sostenere che stiamo parlando di cose diverse, sembra un esercizio di dialettica eristica. Cmq fa li stes, ho capito che per te la vita è sacra a prescindere, per me no. Sarò aberrante…

Non ho scritto che la vita è sacra a prescindere, rileggi meglio il mio post.

Chinaski033
sembola

Non ho scritto che la vita è sacra a prescindere, rileggi meglio il mio post.

Ok. Cmq grazie della chiacchierata. Ogni tanto è stimolante averne se davanti si ha una persona equilibrata, cosa a quanto pare non scontata. [emoji106]

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

tylerdurden71
emig72

È passata,armati pure.

Lo ero già 🙂

gianlucazocchi
gianlucazocchi

A me ne hanno rubate 2, una in negozio dove l’avevo lasciata in manutenzione e mi è stata rimborsata, l’altra in casa a Finale Ligure ……. il bello è che so chi è stato ma non ho le prove per denunciarlo . Spero che legga questo post !!
L’unico modo per non farsela rubare è non averla …….. ma così finisce il gioco

kavillo
amadvance

Per fortuna io le ho sempre portate entrambe in casa, sia MTB che BDC.

Qualche anno fa sono passati nel corsello dei box, circa cinquanta, ed hanno aperto due alette di ogni saracinesca, una per illuminare e l'altra per guardare.

Se le lasciavo li, se le prendevano…

Nei giornali locali (Bergamo) c'erano vari articoli a riaguardo di bande specializzate del furto di bici con questa tecnica.

Sarà stato quando l'hanno rubata a me!

Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk

Cinghiale
Cinghiale

io ho messo una finta seconda corona con un finto deragliatore anteriore ed un finto comando sinistro così non me la ruba nessuno.. 😛

Replay72
Replay72

Non sapevo che su Strava si potesseimpostare la zona di privacy e adesso l’ho fatto. Grazie per l’utile dritta.
Sul discorso “legittima difesa”, l’analisi è complessa. Diciamo che l’arma in casa può essere utile perchè purtroppo Polizia e CC non possono essere ovunque: ma è necessario che chi la detiene la sappia anche usare bene. Però è anche vero che oggi in Italia siamo giunti al punto che se qualcuno le prende dai ladri (che a quel punto diventano rapinatori) o viene da loro ferito o peggio, lui o chi per lui deve piangersi sia il danno fisico che quello patrimoniale (visto che i soggetti dediti a certi reati di solito risultano “nullatenenti”). Se invece sono i delinquenti a farsi male, è molto probabile che si troverà condannato in sede penale e costreto a risarcire civilmente i “poveri lavoratori del crimine”.
La certezza ed effettività della pena e la rapidità dei processi sarebbero un grosso deterrente per la commissione di determinati reati: la responsabilità per l’attuale situazione, che vede di fatto depenalizzati i reati contro il patrimonio, è della magistratura (o di una certa ala di essa) non meno che della politica.

jab

Secondo me l'allarme piu efficace ed efficiente ora come ora è il nebbiogeno al peperoncino, se scatta ti impedisce proprio fisicamente a proseguire nell'azione del tutto, o scappi o scappi… È che da una parte sono tranquillo che di sicuro non vengono a cercare la mia xke ho una mtb di parecchi anni e con il telaio saldato, strisciato e bozzato, con componenti economici e loro sanno bene cosa scegliere… penso che ora come ora ha piu valore la catena che la bici… Comunque mi starebbe lo stesso sul cazzo se passassero solo x il fatto che sono entrati a casa mia, violando la mia privacy, il mio ambiente, il mio spazio personale…
Ma se avessi una bici di mille e mille euro non ci penserei due volte ad installare un allarme come quello citato sopra…
X il fatto Delle armi io sono a favore! MA bisogna essere intelligenti evitando di tenere le munizioni con il piombo ( se non come ultima risorsa).. quando ero dai miei avevo un fucile a pompa cal12, come munizioni tenevo una confezione di cartucce a pallini di plastica, una confezione di cartucce con la palla di gomma, una confezione di cartucce flashbang e 5-6 cartucce a piombini.. alla fine ho usato solo 2 cartucce di flashbang in due occasioni diverse… Poi sono andato a convivere in appartamento, arrivato il bimbo, ho venduto il fucile munizioni comprese…

Replay72

Non nascondo che uno dei motivi per cui non acquisto bici oltre un certo importo è proprio il timore di "destare attenzioni indesiderate" e poi magari di dover continuare a pagare le rate mentre la bici ha già preso il volo…

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola

Replay72">Replay72, come tu dici il discorso è complesso. Mi permetto però di fare due osservazioni in merito a quanto dici.

La prima è sulla legittima difesa. Che se è legittima, cioè se è una reazione ad un pericolo fisico ed è proporzionata, è legittima e basta. C'è chi vorrebbe manica più ampia nella valutazione della legittimità, e su questo ne possiamo parlare, ma vorrei sapere in quanti casi ed in quali circostanze effettivamente dei malviventi feriti hanno ottenuto danni in sede civile, visto che le sentenze sono una cosa, le leggende e la propaganda un'altra. Del resto leggendo il post qua sopra di jab">jab viene da pensare che l'uso proporzionato della forza abbia un senso ed una logica.

La seconda è sulla responsabilità della situazione. Se è stato deciso in Parlamento che nessuna pena inferiore ai due anni debba essere scontata in carcere, anche perchè il governo ed i parlamento non sono capaci o non hanno intenzione di stanziare soldi per l'amministrazione (e neanche per la "somministrazione") della giustizia non si può dare la colpa alla magistratura. Che ha certamente le sue colpe, ma che non può applicare leggi che non esistono o disapplicare quelle che esistono.

ale.bike

Scusa, ma se è DIFESA, come fa a non essere legittima?

barth
Brunorid

Nel caso del garage sussiste senza dubbio l'aggravante del'art. 625 n. 2 CP, per cui la procedibilità d'ufficio è sicura. Mi spiace poi che nel forum dedicato a uno sport si leggano pareri a favore dello "sparo libero", la cui illegittimità è uno dei pochi segni di civiltà che ci rimangono…

anche il biker ha il diritto di farsi rodere il posteriore!

Sent from my Lenovo K53a48 using MTB-Forum mobile app

barth
niobla

la tua bici può valere 10k o anche 20k, ma non può essere paragonabile ad una vita , anche se è la vita di un sacco di cacca.

la vita forse no ma un garage abbastanza isolato dove legare il ladro e divertirsi sarebbe meraviglioso, uitilizzando vecchie forcelle, una catena o una corona come affettatrice.

Sent from my Lenovo K53a48 using MTB-Forum mobile app

niobla
barth

la vita forse no ma un garage abbastanza isolato dove legare il ladro e divertirsi sarebbe meraviglioso, uitilizzando vecchie forcelle, una catena o una corona come affettatrice.

Sent from my Lenovo K53a48 using MTB-Forum mobile app

Colgo l'ironia, anche se di questi tempi non si sa mai 🙂

Inviato dal mio LLD-L31 utilizzando Tapatalk

Somis
sembola

La seconda è sulla responsabilità della situazione. Se è stato deciso in Parlamento che nessuna pena inferiore ai due anni debba essere scontata in carcere, anche perchè il governo ed i parlamento non sono capaci o non hanno intenzione di stanziare soldi per l'amministrazione (e neanche per la "somministrazione") della giustizia non si può dare la colpa alla magistratura. Che ha certamente le sue colpe, ma che non può applicare leggi che non esistono o disapplicare quelle che esistono.

Concordo al 100%. La scorsa settimana ho sentito un discorso di Piercamillo Davigo in merito alla responsabilità che qualcuno attribuisce ai giudici nell'infliggere pene troppo leggere. Faceva notare che i giudici applicano semplicemente la legge, che di solito prevede un minimo ed un massimo.
Se la politica vuole inasprire le pene, è inutile che aumenti sempre il massimo della pena annunciando ad esempio che chi dichiarerà il falso andrà in galera. Basterebbe aumentare il minimo della pena che il giudice è tenuto ad applicare, però quando si parla di inasprimento delle pene in pochi sanno che di solito le leggi vengono modificate inasprendo il massimo che il giudice può decidere di applicare, e non il minimo che è obbligato ad applicare.

daneel67

Colgo l'occasione per segnalare che a Novara è da poco tempo stata emanata una delibera dove vieta di fissare le bici con catene e simili a pali non destinati a questo uso. Sequestro mezzo e multe fino a 500 euro.

Replay72

sembola Replay72, come tu dici il discorso è complesso. Mi permetto però di fare due osservazioni in merito a quanto dici. La prima è sulla legittima difesa. Che se è legittima, cioè se è una reazione ad un pericolo fisico ed è proporzionata, è legittima e basta. C'è chi vorrebbe manica più ampia nella valutazione della legittimità, e su questo ne possiamo parlare, ma vorrei sapere in quanti casi ed in quali circostanze effettivamente dei malviventi feriti hanno ottenuto danni in sede civile, visto che le sentenze sono una cosa, le leggende e la propaganda un'altra. Del resto leggendo il post qua sopra di jab viene da pensare che l'uso proporzionato della forza abbia un senso ed una logica. La seconda è sulla responsabilità della situazione. Se è stato deciso in Parlamento che nessuna pena inferiore ai due anni debba essere scontata in carcere, anche perchè il governo ed i parlamento non sono capaci o non hanno intenzione di stanziare soldi per l'amministrazione (e neanche per la "somministrazione") della giustizia non si può dare la colpa alla magistratura. Che ha certamente le sue colpe, ma che non può applicare leggi che non esistono o disapplicare quelle che esistono. Una cosa è la lettera dell'art.52 codice penale (che disciplina la legittima difesa) e un'altra è l'interpretazione restrittiva e talora ideologicamente orientata che ne è stata data negli ultimi anni. Per questo il legislatore gli ultimi anni è intervenuto con delle modifiche legislative che hanno precisato in maniera più puntuale l'ambito di… Continua a leggere »

Replay72
Somis

Concordo al 100%. La scorsa settimana ho sentito un discorso di Piercamillo Davigo in merito alla responsabilità che qualcuno attribuisce ai giudici nell'infliggere pene troppo leggere. Faceva notare che i giudici applicano semplicemente la legge, che di solito prevede un minimo ed un massimo.
Se la politica vuole inasprire le pene, è inutile che aumenti sempre il massimo della pena annunciando ad esempio che chi dichiarerà il falso andrà in galera. Basterebbe aumentare il minimo della pena che il giudice è tenuto ad applicare, però quando si parla di inasprimento delle pene in pochi sanno che di solito le leggi vengono modificate inasprendo il massimo che il giudice può decidere di applicare, e non il minimo che è obbligato ad applicare.

Nessuno obbliga i magistrati ad applicare la pena nella misura edittale minima…

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola
ale.bike

Scusa, ma se è DIFESA, come fa a non essere legittima?

Può essere una difesa sproporzionata o in assenza di pericolo. La stessa modifica che è in corso di approvazione parlamentare prevede che vi debba essere il fine "di difendere la propria o la altrui incolumità, i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione".

_Alessandro_
Replay72

Situazioni nelle quali le vittime di un reato hanno dovuto risarcire a peso d'oro Il ladro o il rapinatore rimasto ferito nel corso del suo "onesto" lavoro purtroppo ce ne sono state parecchie. Ecco il link ad uno dei casi più recenti ed eclatanti: https://www.google.com/amp/s/www.il…annato-per-aver-sparato-ai-ladri/2192908/amp/

Una sera di giugno del 2006, Mattielli sente suonare l'allarme rudimentale del capannone di ferro vecchio che si trova a 200 metri da casa sua. Non chiama i carabinieri, si veste e indossa la protesi per la gamba che ha perso anni prima. Poi prende la pistola e va nel capannone, dove trova due ragazzi, Cris Caris di 21 anni e Blu Helt di 28, entrati per rubare ferraglia. Appena lo vedono, i due iniziano a scappare. Mattielli spara, e ne colpisce uno alla schiena e l'altro a un femore. Mentre i due ragazzi sono a terra feriti, il rigattiere esplode verso uno di loro cinque colpi – colpendolo a gambe e braccia. Poi mira alla testa, ma non lo uccide: il proiettile frantuma la mascella, rompe otto denti e buca la lingua. Altri nove colpi, invece, vengono sparati in direzione dell'altro ragazzo. Quella sera, in tutto, vengono esplosi 15 colpi. La maggior parte dei proiettili vengono ritrovati conficcati nel terreno. Ciò significa che hanno raggiunto i due ladri mentre erano già a terra – come peraltro ha raccontato anche lo stesso Mattielli. Uno dei due ragazzi è rimasto invalido in maniera permanente.

continua su: https://www.fanpage.it/il-caso-erme…-un-martire-tra-bufale-e-strumentalizzazioni/
http://www.fanpage.it/

se questo è uno dei più eclatanti immagino gli altri

sembola
Replay72

Nessuno obbliga i magistrati ad applicare la pena nella misura edittale minima…

Se è questo il problema basterebbe modificare il CPP e togliere la discrezionalità, ma di nuovo è un cosa che deve fare il Parlamento. Il perchè non ha fatto questo nè una riforma della giustizia in grado di garantire tempi più rapidi e pene certe è facile da capire, basta vedere qual'è stata (e credo sia tuttora) la professione più rappresentata in Parlamento… (suggerimento: è una professione legale ma non è il magistrato :spetteguless:)

Dopo di chè lo stesso parlamento dovrebbe trovare i fondi per realizzare nuove carceri e per potenziare gli organici della polizia penitenziaria, altrimenti qualsiasi inasprimento di pene sarebbe inutile.

Come si diceva prima, è una questione oggettivamente complessa, e le semplificazioni che vanno tanto di moda oggi risolvono poco per non dire nulla.

sembola

A quanto scrive _Alessandro_">_Alessandro_ aggiungo che un caso del genere non sarebbe coperto neppure dalla modifica in via di approvazione.

paolojr66
paolojr66

Un mio conoscente ha fatto realizzare una controparete in blocchi di cemento in fondo al box che ha poi chiuso con una porta blindata. Una sorta di camera di sicurezza. Con allarme.

Replay72

_Alessandro_ Una sera di giugno del 2006, Mattielli sente suonare l'allarme rudimentale del capannone di ferro vecchio che si trova a 200 metri da casa sua. Non chiama i carabinieri, si veste e indossa la protesi per la gamba che ha perso anni prima. Poi prende la pistola e va nel capannone, dove trova due ragazzi, Cris Caris di 21 anni e Blu Helt di 28, entrati per rubare ferraglia. Appena lo vedono, i due iniziano a scappare. Mattielli spara, e ne colpisce uno alla schiena e l'altro a un femore. Mentre i due ragazzi sono a terra feriti, il rigattiere esplode verso uno di loro cinque colpi – colpendolo a gambe e braccia. Poi mira alla testa, ma non lo uccide: il proiettile frantuma la mascella, rompe otto denti e buca la lingua. Altri nove colpi, invece, vengono sparati in direzione dell'altro ragazzo. Quella sera, in tutto, vengono esplosi 15 colpi. La maggior parte dei proiettili vengono ritrovati conficcati nel terreno. Ciò significa che hanno raggiunto i due ladri mentre erano già a terra – come peraltro ha raccontato anche lo stesso Mattielli. Uno dei due ragazzi è rimasto invalido in maniera permanente. continua su: https://www.fanpage.it/il-caso-erme…-un-martire-tra-bufale-e-strumentalizzazioni/ http://www.fanpage.it/ se questo è uno dei più eclatanti immagino gli altri Per la verità io avevo letto una ricostruzione un po' diversa dei fatti: http://m.ilgiornale.it/news/2015/10…ersi-va-in-carcere-e-deve-risarcirli/1180743/ A questo punto bisogna vedere come effettivamente siano andati i fatti perché una cosa e sparare a qualcuno che si trova a terra ferito e un'altra è aprire… Continua a leggere »

Sailman
paolojr66

Un mio conoscente ha fatto realizzare una controparete in blocchi di cemento in fondo al box che ha poi chiuso con una porta blindata. Una sorta di camera di sicurezza. Con allarme.

Io ho aggiunto un lucchetto esterno alla porta tagliafuoco del locale caldaia nel quale metto la bici: contro gente in gamba e con gli attrezzi giusti terrà un paio di minuti, ma con l'allarme che suona ed un dirimpettaio finanziere e cacciatore armato fino ai denti sono già moderatamente tranquillo.

Replay72
sembola

Se è questo il problema basterebbe modificare il CPP e togliere la discrezionalità, ma di nuovo è un cosa che deve fare il Parlamento. Il perchè non ha fatto questo nè una riforma della giustizia in grado di garantire tempi più rapidi e pene certe è facile da capire, basta vedere qual'è stata (e credo sia tuttora) la professione più rappresentata in Parlamento… (suggerimento: è una professione legale ma non è il magistrato :spetteguless:)

Dopo di chè lo stesso parlamento dovrebbe trovare i fondi per realizzare nuove carceri e per potenziare gli organici della polizia penitenziaria, altrimenti qualsiasi inasprimento di pene sarebbe inutile.

Come si diceva prima, è una questione oggettivamente complessa, e le semplificazioni che vanno tanto di moda oggi risolvono poco per non dire nulla.

Le pene previste dalla legge per i reati hanno un massimo è un minimo ed è giusto che sia così perché il giudice deve valutare tutta una serie di circostanze che posso giustificare un aggravamento o un alleggerimento della sanzione. Però nessuno obbliga il magistrato ad applicare la pena al di sotto di una determinata soglia se la legge gli consente di fare altrimenti. Davigo è un sindacalista della sua categoria e in quanto tale tende un po' troppo a fare l'avvocato difensore dei suoi colleghi.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Replay72

Ecco un'altra vicenda analoga:
https://www.google.com/amp/s/www.li…ondannato-ladro-risarcito-con-60mila-euro.amp
Credo che l'Italia sia l'unico paese al mondo dove in un caso come questo il poliziotto viene condannato e il delinquente risarcito.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

iodeviz
supereroe

Io da anni ho fissato tutte le mie bici con sistemi Abus al pavimento e a muro con tasselli speciali, il tutto corredato da antifurto e telecamere. Se mi vogliono portare via le bici facciano pure, ma per liberarle ci devono per forza impiegare del tempo, e io in quel frangente spero di riuscire ad intervenire.
Le bici devono "guadagnarsele……..ma devono fare in fretta.

ciao… volevo chiederti come leghi i telai… io ho appena preso la casa nuova con un bel garage da 80 mq e ero interessato ai lucchetti da parete abus… però sono sempre stato in dubbio… grazie

Inviato dal mio SM-T825 utilizzando Tapatalk

iodeviz
Vincent46

Io ho risolto con una telecamera sul fondo del garage, sensore magnetico sulla saracinesca e questo…

https://www.hiplok.com/product/airlok/

con cavo di sicurezza da 2 mt per assicurare anche le ruote

Prodotto di ottima fattura a mio avviso 😉

Ciao

molto interessante… grazie… [emoji6] [emoji6] [emoji6]

Inviato dal mio SM-T825 utilizzando Tapatalk

v35
jimmy27

basta avere una 26" e non te la ruba nessuno 😉

Rubano anche le Grazielle

Inviato dal mio X6pro utilizzando Tapatalk

Cimpy_Babbano

Mah, io ho una bici che nuova costa meno di 200 euro, e adesso, con la ruota posteriore che bascula, ne vale meno di cento.A breve ne prederò una che costerà ben 500/600 euro, che metterò in cantina insieme all'altra.

Non so il perché, ma mi sento di poter dormire sonni tranquilli.

ps
Gente, lasciate stare le armi da fuoco – non è uno scherzo, ci restano feriti (se non secchi) anzitutto i parenti conviventi (e vallo a spiegare, poi, che non hai sparato a tua moglie sapendo che era lei, pure che se lo meritasse per averti stracotto la pasta tutte le volte negli ultimi 10 anni…) .

Piuttosto, davvero, una mazza da baseball – prezzi accettabili da Decathlon. E infatti io ce l'ho, e da quando ce l'ho, mia moglie la pasta la cuoce al dente come piace a me

Big Steak One

Scusate l'intervento senza lettura dei precedenti, leggo sempre il 3d prima di inserirmi ma voglio da subito darvi il mio consiglio sull'acquisto di un catenaccio/lucchetto/dispositivo….chiamatelo come volete.

ABUS BORDO 9000!!!

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Big Steak One
Cimpy_Babbano

da quando ce l'ho, mia moglie la pasta la cuoce al dente come piace a me[/I]…

E certo!!! Altrimenti il dente lo perde lei[emoji23]

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Big Steak One
Replay72

Ecco un'altra vicenda analoga:
https://www.google.com/amp/s/www.li…ondannato-ladro-risarcito-con-60mila-euro.amp
Credo che l'Italia sia l'unico paese al mondo dove in un caso come questo il poliziotto viene condannato e il delinquente risarcito.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Te ne dico un'altra che ha dell'incredibile e forse non è uscito neanche sui giornali.

Stadio Collana, Napoli.
Suv BMW X5.
Ladro che entra in auto per rubarla e viene sbranato dal cane che era sul sedile posteriore.
Il "malcapitato" non si era accorto della sua presenza e come, entrando chiude lo sportello…SGNACK e comincia la lotta.
È riuscito a salvarsi svincolandosi e buttandosi fuori richiudendo il Giuggiolone dentro.
Ferite quasi mortali, grondante di sangue e PS.

Il giudice ha disposto il risarcimento a questo stronzo…si stronzo lui e il giudice, perchè la difesa ha dato la versione che il "Signor Ladro" avesse "confuso" la X5 con la sua…COSA DELL'ALTRO MONDO!!!

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Big Steak One

Voglio porre all'attenzione di tutti questi cartelli che ormai saranno diventati famosi…
Vedi l’allegato 263737O non sai leggere e non credo, oppure non te ne fotte proprio.
Se entri hai violato la mia proprietà oltre che l'avvertimento. Se muori…non rompere il [email protected]
Su questo si deve lavorare…insinuare della mente criminale che chi delique può morire.
Una volta che diventa "la prassi" non si discute più in sede giudiziaria se hai torto o ragione, se la difesa era leggittimata o spropositata…perchè il deterrente MORTE, potrebbe davvero diminuire la volontà a delinquere…
Sono di smonto notte, un pò assonnato e lievemente confuso ma spero che abbiate capito cosa voglio dire.

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Cimpy_Babbano
Big Steak One

(…)Su questo si deve lavorare…insinuare della mente criminale che chi delinque può morire.
Una volta che diventa "la prassi" non si discute più in sede giudiziaria se hai torto o ragione, se la difesa era legittimata o spropositata…perché il deterrente MORTE, potrebbe davvero diminuire la volontà a delinquere…

Mica tanto: nei paesi dove la pena di morte è una certezza i furti non sono scomparsi. Piuttosto, non avendo più niente da perdere, i ladri si son fatti più determinati a vendere cara la pelle – cioè, se non li lasci fare, devi essere proto a batterti all'ultimo sangue.

Non so tu, io preferisco evitare.

(però il cartello -guardando – di sinistra è simpatico 😀 )

Big Steak One

Ho riordinato un pò le idee. Non parlo di pena di morte dopo processo…anzi li devi campare finchè muori in una cella, e sì troppo facile.

Se vado anche solo a rubare potrei morire ucciso dal proprietario…ergo…chi me lo fa fare?

Sintetizzando questo volevo dire.

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Cimpy_Babbano
Big Steak One

H

Se vado anche solo a rubare potrei morire ucciso dal proprietario…ergo…chi me lo fa fare?

Appunto: abbatteresti una parte dei furti ma ti resterebbero quelli dei malati e, soprattutto, aumenterebbero i danni dei disperati o di chi, comunque, è disposto a giocarsi la vita (mica solo la sua, anche la tua): entrerebbero più pronti a sparare per primi.

Replay72
Big Steak One

Voglio porre all'attenzione di tutti questi cartelli che ormai saranno diventati famosi…
Vedi l’allegato 263737O non sai leggere e non credo, oppure non te ne fotte proprio.
Se entri hai violato la mia proprietà oltre che l'avvertimento. Se muori…non rompere il [email protected]
Su questo si deve lavorare…insinuare della mente criminale che chi delique può morire.
Una volta che diventa "la prassi" non si discute più in sede giudiziaria se hai torto o ragione, se la difesa era leggittimata o spropositata…perchè il deterrente MORTE, potrebbe davvero diminuire la volontà a delinquere…
Sono di smonto notte, un pò assonnato e lievemente confuso ma spero che abbiate capito cosa voglio dire.

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Sul principio che chi delinque deve assumersi le conseguenze negative anche a proprio carico di ciò che fa sono pienamente d'accordo, come ho detto in un mio precedente post del resto. Però devo anche dire che chi mette questi cartelli non facilita il compito al suo avvocato difensore… Meglio parlare poco e casomai agire.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola
Replay72

Ecco un'altra vicenda analoga:

A me non sembra per nulla analoga, visto che non ha riguardato un comune cittadino ma un agente di polizia…

Replay72

Credo che l'Italia sia l'unico paese al mondo dove in un caso come questo il poliziotto viene condannato e il delinquente risarcito.

Con tutto il rispetto, questa è un'affermazione come minimo parecchio ingenua e completamente errata.
Basti dire che in qualsiasi serial poliziesco USA è sempre presente il canovaccio del poliziotto più o meno integerrimo che viene accusato piò o meno ingiustamente di uso eccessivo della forza e che per questo rischia il posto e di far pagare milioni di dollari in danni alla città.

crystlejameson1

Per chi interessa approfondire, in occasione dell'approvazione della legge sulla legittima difesa Le Scienze ha reso disponibile in PDF un articolo di qualche mese fa. Presenta lo stato dell'arte sulle ricerche che riguardano l'uso delle armi per la difesa privata negli Stati Uniti. Dimostra come il largo possesso delle armi costituisca tutt'altro che un deterrente:

http://download.kataweb.it/lescienze/media/pdf/ARMI_MOYER.pdf

petauro
Cimpy_Babbano

e da quando ce l'ho, mia moglie la pasta la cuoce al dente come piace a me

HAHAHAHA!!!
Beato te, la mia nemmeno sotto minaccia di un'ascia si scomoda nel farla al dente, ormai per non incazzarmi a vanvera per la cottura di una pietanza sacra come la pastasciutta (e risotto), me la cucino io, e ogni volta le stuzzica l'appetito… E ogni volta per punizione non le lascio nemmeno un rigatone di avanzo.

Per i furti, dovete augurarvi o che non rubino, o che rubino senza che voi li vediate, o che sappiate la vostra per davvero, perché se uno sa usare anche solo un attimino le mani, (e un delinquente credo sia abituato da piccolo a usarle) è moooolto facile che vi stenda con conseguenze imprevedibili, senza contare che si possano avere moglie e figli… Non so quanto convenga confrontarsi con loro, se non disposti, ripeto, a conseguenze imprevedibili.

petauro

Big Steak One Voglio porre all'attenzione di tutti questi cartelli che ormai saranno diventati famosi… Vedi l’allegato 263737O non sai leggere e non credo, oppure non te ne fotte proprio. Se entri hai violato la mia proprietà oltre che l'avvertimento. Se muori…non rompere il [email protected] Su questo si deve lavorare…insinuare della mente criminale che chi delique può morire. Una volta che diventa "la prassi" non si discute più in sede giudiziaria se hai torto o ragione, se la difesa era leggittimata o spropositata…perchè il deterrente MORTE, potrebbe davvero diminuire la volontà a delinquere… Sono di smonto notte, un pò assonnato e lievemente confuso ma spero che abbiate capito cosa voglio dire. Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app Ma tu non puoi pensare che un delinquente pensi come te. Per una persona normale l'obiettivo, oltre una certa età, è quello di arrivare a casa tranquillo la sera e godersi cena, moglie o amante, divano o letto, TV o PC, calcetto o tennis. Cosa ne sai cosa frulla in testa a uno spannato maledetto che ha le sinapsi sottosopra. Ma secondo te se non è un deterrente per lui la prigione, l'essere beccato e magari riempito di botte, lo sono cartelli sul cancello, o magari l'eventualità che tu possegga un'arma? Ma non sai nemmeno che vita ha fatto quel disgraziato, per essere ridotto a vivere così miseramente. (per carità parlo astrattamente, non voglio innescare discorsi sulla moralità di cui non mi interessa nulla) proprio oggettivamante non puoi paragonare quel che… Continua a leggere »

bonny92
khalit

Per chi interessa approfondire, in occasione dell'approvazione della legge sulla legittima difesa Le Scienze ha reso disponibile in PDF un articolo di qualche mese fa. Presenta lo stato dell'arte sulle ricerche che riguardano l'uso delle armi per la difesa privata negli Stati Uniti. Dimostra come il largo possesso delle armi costituisca tutt'altro che un deterrente:

http://download.kataweb.it/lescienze/media/pdf/ARMI_MOYER.pdf

L'italia e l'America non sono la stessa cosa, non mi pare una cosa cosi difficile da concepire.

Replay72
sembola

A me non sembra per nulla analoga, visto che non ha riguardato un comune cittadino ma un agente di polizia…

Con tutto il rispetto, questa è un'affermazione come minimo parecchio ingenua e completamente errata.
Basti dire che in qualsiasi serial poliziesco USA è sempre presente il canovaccio del poliziotto più o meno integerrimo che viene accusato piò o meno ingiustamente di uso eccessivo della forza e che per questo rischia il posto e di far pagare milioni di dollari in danni alla città.

Parlo con una certa cognizione di causa quando affermo che negli Stati Uniti si può tranquillamente a sparare in situazioni nelle quali in Italia si va dritti in galera. Il problema è che una cosa è immaginarsi certe situazioni senza averle mai viste tranne che in televisione (in serial tipo "Montalbano" o "Il Commissario Rex") e un'altra è trovarcisi per davvero. In Italia purtroppo spesso c'è una giustizia politicamente orientata e amministrata con criteri abbastanza lontani dalla realtà.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Replay72
bonny92

L'italia e l'America non sono la stessa cosa, non mi pare una cosa cosi difficile da concepire.

Anche in Svizzera girano molte più armi che in Italia. Eppure i livelli di criminalità della Confederazione Elvetica sono sicuramente più bassi di quelli del nostro paese. Diciamo che bisogna tener conto di parecchie variabili.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Replay72

petauro Ma tu non puoi pensare che un delinquente pensi come te. Per una persona normale l'obiettivo, oltre una certa età, è quello di arrivare a casa tranquillo la sera e godersi cena, moglie o amante, divano o letto, TV o PC, calcetto o tennis. Cosa ne sai cosa frulla in testa a uno spannato maledetto che ha le sinapsi sottosopra. Ma secondo te se non è un deterrente per lui la prigione, l'essere beccato e magari riempito di botte, lo sono cartelli sul cancello, o magari l'eventualità che tu possegga un'arma? Ma non sai nemmeno che vita ha fatto quel disgraziato, per essere ridotto a vivere così miseramente. (per carità parlo astrattamente, non voglio innescare discorsi sulla moralità di cui non mi interessa nulla) proprio oggettivamante non puoi paragonare quel che sarebbe da deterrente per te, con quello che lo sarebbe per lui. Rischiando solo di mettere più in pericolo te stesso. Diciamo che si può trovare un po' di tutto. Si va dai balordi da quattro soldi che rubacchiano quel che trovano e scappano non appena scoperti allo psicopatico tipo Igor il Russo o a bande organizzate che fanno "colpi" in grande stile. Ci può essere gente magari con trascorsi militari o paramilitari che ha una certa dimestichezza con le armi da fuoco e le tecniche criminali e personaggi che al massimo hanno fatto qualche zuffa nel quartiere dove vivono e neanche sono in grado di togliere la sicura a una pistola. Il problema è che di solito… Continua a leggere »

sembola

Replay72">Replay72, so benissimo che in USA la formulazione sulla legittima difesa è tendenzialmente diversa da quella italiana, seppure non uniforme tra stato e stato. Ci sono stati dove devi dimostrare lo stato psicologico di timore per l'incolumità, altri dove la "desistenza" non è un fattore ed altri dove non c'è alcun limite.

La mia contestazione era sull'esempio, che riguarda una fattispecie completamente diversa, e sull' affermazione che ritengo errata.

Quanto al rapporto tra armi e crimine, è difficile trovare una correlazione certa ed incontrovertible. In Svizzera ci sono molte armi (fino a qualche anno fa si poteva perfino tenere in casa l'arma d'ordinanza dell'esercito) e gli omicidi per armi da fuoco sono relativamente pochi, mentre in Finlandia, altro paese dove le armi sono molto diffuse invece sono alti. In USA invece sono elevatissimi sia i reati che gli omicidi per arma da fuoco, nonostante il fatto che i cittadini siano ampiamente armati.

crystlejameson1

bonny92 L'italia e l'America non sono la stessa cosa, non mi pare una cosa cosi difficile da concepire. Devo dire che ci ho pensato un po' su prima di rispondere. La risposta provocatoria (maleducata direi) mi indispone sempre, ma alla fine prevale sempre la mia vis retorica. Dalla risposta si capisce che l'articolo non l'hai neanche letto, altrimenti non avresti fatto un'affermazione così piena di supponenza. L'articolo raccoglie dati su realtà decisamente eterogenee per arrivare alle stesse conclusioni. I dati sono presi in Alabama, in Connecticut, in Wisconsin così come a New York, in Florida e in California. Ora, c'è molta più distanza (culturale, sociale e legislativa) tra lo Stato di New York e quello dell'alabama che tra l'Italia e la California. Inoltre, sempre se tu avessi letto l'articolo, avresti capito che non è la legge in se (o le differenze legislative) a produrre i risultati illustrati nell'articolo, ma la diffusione indiscriminata delle armi che è una conseguenza incidentale delle liberalizzazioni. Ed è proprio questa la pericolosa tendenza a cui la mentalità (direi la cultura) sottesa a questa legge sta portando in Italia. P.s. Per tylerdurden71. Non ho capito cosa del mio precedente post ha motivato il tuo voto negativo (non mi interessa che tu lo tolga, voglio proprio capire perchè lo hai messo). Ho citato e linkato un articolo scientifico e ho scritto che "Dimostra come il largo possesso delle armi costituisca tutt'altro che un deterrente". L'articolo riporta dati oggettivi, la conclusione è quella che ho riportato. Se non… Continua a leggere »

bonny92

khalit Devo dire che ci ho pensato un po' su prima di rispondere. La risposta provocatoria (maleducata direi) mi indispone sempre, ma alla fine prevale sempre la mia vis retorica. Dalla risposta si capisce che l'articolo non l'hai neanche letto, altrimenti non avresti fatto un'affermazione così piena di supponenza. L'articolo raccoglie dati su realtà decisamente eterogenee per arrivare alle stesse conclusioni. I dati sono presi in Alabama, in Connecticut, in Wisconsin così come a New York, in Florida e in California. Ora, c'è molta più distanza (culturale, sociale e legislativa) tra lo Stato di New York e quello dell'alabama che tra l'Italia e la California. Inoltre, sempre se tu avessi letto l'articolo, avresti capito che non è la legge in se (o le differenze legislative) a produrre i risultati illustrati nell'articolo, ma la diffusione indiscriminata delle armi che è una conseguenza incidentale delle liberalizzazioni. Ed è proprio questa la pericolosa tendenza a cui la mentalità (direi la cultura) sottesa a questa legge sta portando in Italia. P.s. Per tylerdurden71. Non ho capito cosa del mio precedente post ha motivato il tuo voto negativo (non mi interessa che tu lo tolga, voglio proprio capire perchè lo hai messo). Ho citato e linkato un articolo scientifico e ho scritto che "Dimostra come il largo possesso delle armi costituisca tutt'altro che un deterrente". L'articolo riporta dati oggettivi, la conclusione è quella che ho riportato. Se non ti piace, non prendertela con me. La mia risposta non è di certo maleducata ne tanto meno… Continua a leggere »

crystlejameson1
bonny92

La mia risposta non è di certo maleducata ne tanto meno provocatoria, l'articolo l'ho letto…. pensa un pò l'ho anche compreso, incredibile penserai, tu hai il tuo pensiero io ho il mio, non vedo nessun problema.

Allora è sicuramente colpa mia :medita:

Anarko
Big Steak One

Voglio porre all'attenzione di tutti questi cartelli che ormai saranno diventati famosi…
Vedi l’allegato 263737O non sai leggere e non credo, oppure non te ne fotte proprio.
Se entri hai violato la mia proprietà oltre che l'avvertimento. Se muori…non rompere il [email protected]
Su questo si deve lavorare…insinuare della mente criminale che chi delique può morire.
Una volta che diventa "la prassi" non si discute più in sede giudiziaria se hai torto o ragione, se la difesa era leggittimata o spropositata…perchè il deterrente MORTE, potrebbe davvero diminuire la volontà a delinquere…
Sono di smonto notte, un pò assonnato e lievemente confuso ma spero che abbiate capito cosa voglio dire.

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Tra l'altro quella dei cartelli, secondo me, non è affatto un deterrente, anzi, se un ladro vede un cartello può pensare che ci sia qualcosa di valore, qualcosa per cui valga la pena rischiare.

guess the puddle

mercoledi' scorso, mio figlio al rientro dalla palestra, ha dimenticato il portone del garage aperto. mia moglie si è dimenticata di accendere l'antifurto prima di andare a letto, e di conseguenza non è accorta della presenza di un varco aperto. risultato… garage aperto tutta notte, visibile dalla strada con dentro tre mtb ( due cube e una bianchi), due city bike in alluminio di buona qualita' e due bdc ( due tarmac), piu' la macchina della signora. alla mattina quando sono sceso per andare al lavoro mi è quasi preso un colpo… ma c'era ancora tutto!!! credo di aver avuto mooooooolta fortuna.

Replay72
guess the puddle

mercoledi' scorso, mio figlio al rientro dalla palestra, ha dimenticato il portone del garage aperto. mia moglie si è dimenticata di accendere l'antifurto prima di andare a letto, e di conseguenza non è accorta della presenza di un varco aperto. risultato… garage aperto tutta notte, visibile dalla strada con dentro tre mtb ( due cube e una bianchi), due city bike in alluminio di buona qualita' e due bdc ( due tarmac), piu' la macchina della signora. alla mattina quando sono sceso per andare al lavoro mi è quasi preso un colpo… ma c'era ancora tutto!!! credo di aver avuto mooooooolta fortuna.

Secondo me hanno pensato ad una trappola e per questo non si sono avvicinati[emoji6][emoji41][emoji28]…

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Replay72

sembola Replay72, so benissimo che in USA la formulazione sulla legittima difesa è tendenzialmente diversa da quella italiana, seppure non uniforme tra stato e stato. Ci sono stati dove devi dimostrare lo stato psicologico di timore per l'incolumità, altri dove la "desistenza" non è un fattore ed altri dove non c'è alcun limite. La mia contestazione era sull'esempio, che riguarda una fattispecie completamente diversa, e sull' affermazione che ritengo errata. Quanto al rapporto tra armi e crimine, è difficile trovare una correlazione certa ed incontrovertible. In Svizzera ci sono molte armi (fino a qualche anno fa si poteva perfino tenere in casa l'arma d'ordinanza dell'esercito) e gli omicidi per armi da fuoco sono relativamente pochi, mentre in Finlandia, altro paese dove le armi sono molto diffuse invece sono alti. In USA invece sono elevatissimi sia i reati che gli omicidi per arma da fuoco, nonostante il fatto che i cittadini siano ampiamente armati. Negli Stati Uniti (paese che tra le altre cose ho visitato e nel quale vivono diversi miei parenti) ci sono zone dove si possono letteralmente lasciare le porte aperte e altre dove si rischia seriamente di restare vittime di un crimine violento. In linea di massima, le locali forze di polizia sono abbastanza efficienti nel controllo del territorio e rispondono con una certa rapidità alle chiamate (cosa che devo riconoscere non sempre avviene in Italia, spesso semplicemente per carenza di pattuglie disponibili…). Il fatto che ci siano molte armi in mano a privati non è detto che… Continua a leggere »

Sailman
guess the puddle

mercoledi' scorso, mio figlio al rientro dalla palestra, ha dimenticato il portone del garage aperto. mia moglie si è dimenticata di accendere l'antifurto prima di andare a letto, e di conseguenza non è accorta della presenza di un varco aperto. risultato… garage aperto tutta notte, visibile dalla strada con dentro tre mtb ( due cube e una bianchi), due city bike in alluminio di buona qualita' e due bdc ( due tarmac), piu' la macchina della signora. alla mattina quando sono sceso per andare al lavoro mi è quasi preso un colpo… ma c'era ancora tutto!!! credo di aver avuto mooooooolta fortuna.

Io credo che tutti abbiamo un jolly da giocarci, nella vita.
Il tuo è andato.

🙂

sembola

khalit …Non ho capito cosa del mio precedente post ha motivato il tuo voto negativo… Ormai nel mondo di oggi quando i fatti non coincidono con le proprie opinioni ce la si prende coi fatti :medita: Replay72 Il fatto che ci siano molte armi in mano a privati non è detto che sia un fattore criminogeno: disarmare i cittadini non è detto che porterebbe a una diminuzione dei reati e del crimine violento in particolare. Non è detto, ma un alto livello di crimine violento (omicidi in particolare) è correlato al numero di armi, mentre come scrivevamo ieri non esiste la correlazione opposta: dove ci sono molti omicidi ci sono molte armi, mentre non sempre dove ci sono molte armi ci sono molti omicidi. Insomma, sono problemi complessi che non si possono affrontare con formule semplicistiche, è il prevalere di queste che a me preoccupa abbastanza. Replay72 Le armi da fuoco possono servire per difendersi da un crimine ma a patto di saperle usare. … Personalmente io sarei per vincolare il diritto di possedere armi da fuoco alla necessità di superare periodicamente degli esami di natura sia pratica che psicofisica. Concordo in pieno, e dovrebbe valere indipendentemente dalla questione della legittima difesa. Temo però, e qua torno al discorso delle soluzioni semplicistiche, che rimarremo allo statu quo, in cui una volta ottenuto il porto d'armi non c'è più nessun controllo effettivo sull' idoneità psicofisica. Come di fatto non ce n'è per il rinnovo della patente, giusto la vista ti controllano,… Continua a leggere »

supereroe
iodeviz

ciao… volevo chiederti come leghi i telai… io ho appena preso la casa nuova con un bel garage da 80 mq e ero interessato ai lucchetti da parete abus… però sono sempre stato in dubbio… grazie

Inviato dal mio SM-T825 utilizzando Tapatalk

Io ho preso questi prodotti, una bici la fisso al pavimento e l'altra al muro.
https://www.abus.com/it/Moto-e-bici/Moto/Antifurto-ad-arco/GRANIT-Extreme-59
https://www.abus.com/it/Moto-e-bici/Moto/Catene-con-chiusura/GRANIT-Extreme-Plus-59
https://www.abus.com/it/Moto-e-bici/Moto/Antifurto-speciali/GRANIT-WBA-100

bonny92
Replay72

Anche in Svizzera girano molte più armi che in Italia. Eppure i livelli di criminalità della Confederazione Elvetica sono sicuramente più bassi di quelli del nostro paese. Diciamo che bisogna tener conto di parecchie variabili.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Ok, ma tu non puoi dire queste cose….ci sono decine di studi che rappresentano lo stato dell'arte, basati su altri paesi, che dicono il contrario… cosi metti in difficoltà le persone che pensano che da oggi in poi la gente inizierà a spararsi a cazzum.
Cosi per la cronaca ieri sono entrati a rubare in casa di mia nonna, che non abita più li, hanno rotto un anta e la finestra e ribaltato un pò di roba..non c'era niente in casa quindi gli è andata male.
Questo tentato furto non rientrerà in nessuno studio perché bisognava fare denuncia stamattina e, nessuno dei figli poteva/voleva perdere giornata e stare a casa dal lavoro…

Replay72
bonny92

Ok, ma tu non puoi dire queste cose….ci sono decine di studi che rappresentano lo stato dell'arte, basati su altri paesi, che dicono il contrario… cosi metti in difficoltà le persone che pensano che da oggi in poi la gente inizierà a spararsi a cazzum.
Cosi per la cronaca ieri sono entrati a rubare in casa di mia nonna, che non abita più li, hanno rotto un anta e la finestra e ribaltato un pò di roba..non c'era niente in casa quindi gli è andata male.
Questo tentato furto non rientrerà in nessuno studio perché bisognava fare denuncia stamattina e, nessuno dei figli poteva/voleva perdere giornata e stare a casa dal lavoro…

Ho detto solo che non sempre ad un elevato grado di diffusione delle armi corrispondono alti tassi di crimine violento: e questo è un dato di fatto (la Svizzera non ne è l'unico esempio).
Sul fatto che le statistiche talora ingannino perché c'è un notevole numero di reati che non vengono denunciati non ci piove: Anzi a volte si verifica un meccanismo per cui all'aumentare della frequenza di un certo tipo di reati (e dell'impunità dei colpevoli) molte vittime sono ulteriormente disincentivate a denunciare. Già oggi molti furti vengono denunciati soltanto a fini assicurativi. Con buona pace di chi dice che il crimine reale è in calo e che aumenta solo quello "percepito".

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola
Replay72

Sul fatto che le statistiche talora ingannino perché c'è un notevole numero di reati che non vengono denunciati non ci piove…

Sui reati "minori" posso essere d'accordo, ma su quelli gravi come rapine e aggressioni nonchè soprattutto omicidi e ferimenti con armi da fuoco non si può invocare la fallacia della statistica.

Lo ripeto: occhio a scambiare le proprie legittime opinioni per fatti.

Franco-C

Premessa: non sono armato
Premessa2: escludiamo a priori tutte le situazioni di possibili errori, gente scambiata per ladri quando in realtà non lo sono, uso improprio dell'arma ecc…ecc…ecc…..
Domanda: ma è veramente cosi insensato dire che chi entra in casa mia per rubare (e quindi viene accertato senza ombra di dubbio che c'era la volontà di furto) può rischiare la vita? Cioè, se un ladro sa che io dentro a casa mia lo posso uccidere senza rischiare la galera, e decide comunque di entrare, dov'è il problema se lo uccido?
Certo, possiamo vederla sotto un punto di vista morale, la vita ha più significato di un qualunque oggetto ecc…ecc… ….però, tolto l'aspetto morale, qual'è il freno???…boh….non so…..

Replay72
sembola

Sui reati "minori" posso essere d'accordo, ma su quelli gravi come rapine e aggressioni nonchè soprattutto omicidi e ferimenti con armi da fuoco non si può invocare la fallacia della statistica.

Lo ripeto: occhio a scambiare le proprie legittime opinioni per fatti.

È chiaro che il grado di "sommersione" è maggiore per i reati lievi (ma non sempre: vedi le violenze sessuali): omicidi, grosse rapine, sequestri di persona e similari generalmente vengono denunciati e comunque è più difficile passino inosservati. In Italia negli ultimi decenni si è avuto un deciso calo di alcuni tipi di reati (vedi il sequestro di persona a scopo di estorsione, pressoché scomparso dopo l'adozione della misura del blocco dei beni delle famiglie dei rapiti) ma negli ultimi anni sembrano aver avuto un'impennata i reati di microcriminalità contro il patrimonio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola
Franco-C

Premessa: non sono armato
Premessa2: escludiamo a priori tutte le situazioni di possibili errori, gente scambiata per ladri quando in realtà non lo sono, uso improprio dell'arma ecc…ecc…ecc…..
Domanda: ma è veramente cosi insensato dire che chi entra in casa mia per rubare (e quindi viene accertato senza ombra di dubbio che c'era la volontà di furto) può rischiare la vita? Cioè, se un ladro sa che io dentro a casa mia lo posso uccidere senza rischiare la galera, e decide comunque di entrare, dov'è il problema se lo uccido?
Certo, possiamo vederla sotto un punto di vista morale, la vita ha più significato di un qualunque oggetto ecc…ecc… ….però, tolto l'aspetto morale, qual'è il freno???…boh….non so…..

Franco-C

sembola">sembola ,
no, mi sono espresso male……non intendevo "escludi" nel senso "se non ci fossero quei problemi allora…." …intendo proprio in linea di principio, cioè, se voi foste assolutamente certi che quegli inconvenienti non capiterebbero, sareste ancora contrari?
E' proprio curiosità….c'è chi dice che a prescidereda tutto, comuque la vita è sacra , mentre io la penso diversamente …poi magari capita come ad un mio parente che ha accoltellato il ladro (due in realtà) , uno è morto, e mi dice che non riesce a darsi pace…..ma , ripeto, la mia è propria curiosità di sapere la vs. opinione

sembola
Franco-C

sembola">sembola ,
no, mi sono espresso male……non intendevo "escludi" nel senso "se non ci fossero quei problemi allora…." …intendo proprio in linea di principio, cioè, se voi foste assolutamente certi che quegli inconvenienti non capiterebbero, sareste ancora contrari?

Ho già scritto e lo ripeto che credo che sentirsi sicuri in casa propria sia un diritto e che chi dovesse essere costretto a difendersi dovrebbe essere tendenzialmente sollevato da responsabilità penali. Sono però abituato a partire dai fatti, ed i fatti sono che in Italia il rinnovo (più che il rilascio) delle autorizzazioni per le armi non garantisce l' idoneità psicofisica del detentore, e questo non mi fa stare tranquillo neanche ora, figuriamoci se il numero di armi dovesse salire (e con esso, temo, il numero di morti connessi).

Franco-C

E' proprio curiosità….c'è chi dice che a prescidereda tutto, comuque la vita è sacra , mentre io la penso diversamente …poi magari capita come ad un mio parente che ha accoltellato il ladro (due in realtà) , uno è morto, e mi dice che non riesce a darsi pace…..

E' difficile parlare di queste cose senza averle vissute. Per come la vedo io , non credo che togliere la vita ad una persona, per quanto costretti dalle circostanze, sia un evento da prendere alla leggera. Un brutto processo è senz'altro meglio di un bel funerale, ma se si ha un minimo di umanità si tratta di vicende che non è facile dimenticare.

Anarko

Proprio in questi giorni sta passando in parlamento, al senato è già passata, ora deve andare alla camera, la riforma della legittima difesa, introducendo paletti più robusti a tutela di chi, in casa propria e con un arma legittimamente detenuta, reagisce a una rapina. In particolare all’articolo 2 è passato il principio del «grave turbamento», come causa di non punibilità per chi si difende in casa. In pratica adesso la proporzionalità ci sarà «sempre», tu entri in casa mia per rubare, io ti sparo.

crystlejameson1
Franco-C

tolto l'aspetto morale, qual'è il freno???…boh….non so…..

Appunto, tolta la morale, cosa frena le persone dall'agire solo e unicamente in base alle proprie convinzioni?
Cosa mi frena dallo sparare al mio vicino di casa che alle 4 di mattina fa festa nel suo appartamento? Eppure sta ledendo la mia libertà di riposare..
Se una persona mi sta rubando la bici, sta commettendo un reato contro la proprietà, ma non sta mettendo in pericolo la mia vita. Se tu poni sullo stesso piano la tua bici e la sua vita, qualcuno potrebbe valutare la tua (vita) su parametri altrettanto sproporzionati (mi dai fastidio e ti sparo).

crystlejameson1
Anarko

Proprio in questi giorni sta passando in parlamento, al senato è già passata, ora deve andare alla camera, la riforma della legittima difesa, introducendo paletti più robusti a tutela di chi, in casa propria e con un arma legittimamente detenuta, reagisce a una rapina. In particolare all’articolo 2 è passato il principio del «grave turbamento», come causa di non punibilità per chi si difende in casa. In pratica adesso la proporzionalità ci sarà «sempre», tu entri in casa mia per rubare, io ti sparo.

Esatto, la mentalità si sta spostando sempre più verso quella americana: la proprietà privata è inviolabile e vale più di una vita umana. Al di là dell'immoralità di questo assunto, si da il via libera a tutti i problemi che questa "libertà" comporta…

Chinaski033

Al di là delle varie opinioni non capisco questa ostinazione nel difendere la vita di un farabutto. A quali principi ci si appella? Al credere che la società sarebbe migliore ringraziando colui che viene in casa tua a rubare? Ribadisco, non credo che la soluzione sia nell'estremo opposto (quindi non datemi del cow boy) , ma nemmeno nel difendere a tutti i costi certi individui. Cioè, loro stessi sono i primi a non preoccuparsi delle loro vite e invece se ne preoccupano coloro che stanno dalla parte dell'eventuale vittima. A me sembra integralismo anche questo. Boh.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

tylerdurden71

khalit Devo dire che ci ho pensato un po' su prima di rispondere. La risposta provocatoria (maleducata direi) mi indispone sempre, ma alla fine prevale sempre la mia vis retorica. Dalla risposta si capisce che l'articolo non l'hai neanche letto, altrimenti non avresti fatto un'affermazione così piena di supponenza. L'articolo raccoglie dati su realtà decisamente eterogenee per arrivare alle stesse conclusioni. I dati sono presi in Alabama, in Connecticut, in Wisconsin così come a New York, in Florida e in California. Ora, c'è molta più distanza (culturale, sociale e legislativa) tra lo Stato di New York e quello dell'alabama che tra l'Italia e la California. Inoltre, sempre se tu avessi letto l'articolo, avresti capito che non è la legge in se (o le differenze legislative) a produrre i risultati illustrati nell'articolo, ma la diffusione indiscriminata delle armi che è una conseguenza incidentale delle liberalizzazioni. Ed è proprio questa la pericolosa tendenza a cui la mentalità (direi la cultura) sottesa a questa legge sta portando in Italia. P.s. Per tylerdurden71. Non ho capito cosa del mio precedente post ha motivato il tuo voto negativo (non mi interessa che tu lo tolga, voglio proprio capire perchè lo hai messo). Ho citato e linkato un articolo scientifico e ho scritto che "Dimostra come il largo possesso delle armi costituisca tutt'altro che un deterrente". L'articolo riporta dati oggettivi, la conclusione è quella che ho riportato. Se non ti piace, non prendertela con me. Semplice, tu ne hai messo uno negativo a me perchè ho… Continua a leggere »

crystlejameson1
tylerdurden71

Semplice, tu ne hai messo uno negativo a me perchè ho un'idea diversa, cosa ti aspettavi un applauso?

No, non mi aspettavo una ripicca, come tra bambini. Io ho valutato negativamente la tua opinione personale perchè l'ho ritenuta un coacervo di luoghi comuni: "Speriamo anche in un inasprimento delle leggi e pensionamento di quei giudici che puntualmente vanificano l'azione delle forze dell'ordine". I giudici comunisti che vanno contro le forze dell'ordine. I politici legiferano, i giudici applicano la legge. Si chiama separazione dei poteri, senza non possiamo chiamarci nè Stato di diritto, nè democrazia. Pigliatela con i politici
"Speriamo che passi la legge sulla legittima difesa, sapere che qualcuno ti può sparare è un ottimo deterrente.". Niente di più sbagliato, e la pena di morte lo dimostra. Sono misure che portano ad una escalation.
Ma se vuoi puoi giudicare negativamente questo mio post, che, sebbene contenga dati di fatto, esprime anche opinioni personali.

p.s. la prossima volta aspetta che esprima una opinione personale e poi dammi un voto negativo. E' sempre vendetta, ma è più corretto
p.p.s. Specchio riflesso!

sembola

Chinaski033 , tu sei in grado di affermare che con molte più armi in circolazione la società sarebbe migliore? Non è che finisce che restano i furti ed oltre a quelli ci troviamo sul groppone anche molti più morti? :nunsacci: Prendiamo due dati, il numero di armi in possesso della popolazione ed il numero di morti per arma da fuoco rferiti ai paesi europei. Il primo l'ho trovato sul sito http://www.smallarmssurvey.org, un ente di ricerca svizzero. Gli ultimi dati per paese sono pubblicati qui http://www.smallarmssurvey.org/file…ings/SAS-BP-Civilian-held-firearms-annexe.pdf Il secondo l'ho trovato su un articolo pubblicato recentmente sul JAMA – Journal of the American Medical Association (https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2698492). (non so se sia accessibile liberamente, nel caso a chi interessa posso passare una copia). (paese – armi per 100 persone – morti per 100.000 persone) FI 32,4 2,7 AT 30,0 2,1 NO 28,8 1,5 CH 27,6 2,8 SE 23,1 1,3 PT 21,3 1,8 FR 19,6 2,7 DE 19,6 0,9 LU 18,9 1,2 GR 17,6 1,3 SL 15,6 1,8 IT 14,4 1,2 HR 13,7 2,6 BE 12,7 1,7 CZ 12,5 1,5 HU 10,5 0,7 DK 9,9 1,2 BG 8,4 1,7 ES 7,5 1,2 EI 7,2 0,7 SK 6,5 1,6 UK 4,9 0,3 NL 2,6 0,6 RO 2,6 0,3 PL 2,5 0,5 E' difficile non notare che esiste una certa correlazione: i paesi che hanno più armi hanno anche più morti, quelli che hanno meno armi hanno meno morti. Non è però una correlazione assoluta: la Germania è il 7° paese per numero di armi ma è… Continua a leggere »

Replay72
khalit

Se tu poni sullo stesso piano la tua bici e la sua vita, qualcuno potrebbe valutare la tua (vita) su parametri altrettanto sproporzionati (mi dai fastidio e ti sparo).

Qua stiamo parlando di chi si introduce in casa altrui per rubare, non di chi ascolta musica a volume alto. Rispetto chi la pensa in maniera opposta ma secondo me chi decide di vivere commettendo azioni contro gli altri individui e la società deve assumersi le conseguenze della sua scelta. Secondo me ogni individuo ha il diritto di tutelare la propria sfera individuale (e quindi la propria vita ed incolumità fisica ed i suoi beni) contro chi illecitamente interferisce con essa. E in alcuni casi questo significa anche avere il diritto di far uso della forza. La vita umana di chi ha scelto di delinquere a mio modo di vedere non merita di essere tutelata quanto le altre. Probabilmente del resto chi commette un certo genere di reati si fa ben poco scrupolo di nuocere anche gravemente agli altri.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

sembola
Anarko

In pratica adesso la proporzionalità ci sarà «sempre», tu entri in casa mia per rubare, io ti sparo.

Temo che non sia proprio così.
Ma è un principio della pubblicità, millantare qualità che il prodotto non ha, l'importante è che si venda.

crystlejameson1

sembola Chinaski033 , tu sei in grado di affermare che con molte più armi in circolazione la società sarebbe migliore? Non è che finisce che restano i furti ed oltre a quelli ci troviamo sul groppone anche molti più morti? :nunsacci: Prendiamo due dati, il numero di armi in possesso della popolazione ed il numero di morti per arma da fuoco rferiti ai paesi europei. Il primo l'ho trovato sul sito http://www.smallarmssurvey.org, un ente di ricerca svizzero. Gli ultimi dati per paese sono pubblicati qui http://www.smallarmssurvey.org/file…ings/SAS-BP-Civilian-held-firearms-annexe.pdf Il secondo l'ho trovato su un articolo pubblicato recentmente sul JAMA – Journal of the American Medical Association (https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2698492). (non so se sia accessibile liberamente, nel caso a chi interessa posso passare una copia). (paese – armi per 100 persone – morti per 100.000 persone) FI 32,4 2,7 AT 30,0 2,1 NO 28,8 1,5 CH 27,6 2,8 SE 23,1 1,3 PT 21,3 1,8 FR 19,6 2,7 DE 19,6 0,9 LU 18,9 1,2 GR 17,6 1,3 SL 15,6 1,8 IT 14,4 1,2 HR 13,7 2,6 BE 12,7 1,7 CZ 12,5 1,5 HU 10,5 0,7 DK 9,9 1,2 BG 8,4 1,7 ES 7,5 1,2 EI 7,2 0,7 SK 6,5 1,6 UK 4,9 0,3 NL 2,6 0,6 RO 2,6 0,3 PL 2,5 0,5 E' difficile non notare che esiste una certa correlazione: i paesi che hanno più armi hanno anche più morti, quelli che hanno meno armi hanno meno morti. Non è però una correlazione assoluta: la Germania è il 7° paese per numero di armi ma… Continua a leggere »

crystlejameson1
Replay72

Qua stiamo parlando di chi si introduce in casa altrui per rubare, non di chi ascolta musica a volume alto. Rispetto chi la pensa in maniera opposta ma secondo me chi decide di vivere commettendo azioni contro gli altri individui e la società deve assumersi le conseguenze della sua scelta. Secondo me ogni individuo ha il diritto di tutelare la propria sfera individuale (e quindi la propria vita ed incolumità fisica ed i suoi beni) contro chi illecitamente interferisce con essa. E in alcuni casi questo significa anche avere il diritto di far uso della forza. La vita umana di chi ha scelto di delinquere a mio modo di vedere non merita di essere tutelata quanto le altre. Probabilmente del resto chi commette un certo genere di reati si fa ben poco scrupolo di nuocere anche gravemente agli altri.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Il punto è cosa tu ritieni che possa minare la qualità della tua vita. Per te è l'inviolabilità della proprietà privata, per un altro sarà la quiete, la pulizia e chissà cos'altro. Se non si stabilisce un criterio di proporzionalità equo, si da la stura alla soggettività.
Non tutte le posizioni sono valide, occorre oggettività.

sembola
Replay72

Qua stiamo parlando di chi si introduce in casa altrui per rubare, non di chi ascolta musica a volume alto.

E' una distinzione che personalmente posso condividere. Bisogna vedere se il vicino esasperato dalla musica la pensa allo stesso modo, ed a giudicare dai casi di cronaca non è certo.

sembola
khalit

Molto interessante. Ho dato una occhiata veloce agli articoli, ma non mi sembra di aver trovato una casistica della tipologia delle armi, quindi immagino che tenga conto solo del porto d'armi. Sarebbe interessante sapere quante sono a scopo di difesa e quante a scopo ludico/ricreativo…

Si parla genericamente di armi da fuoco nella disponibilità dei privati, senza distinzione tra armi per difesa, da caccia o da sport.

bonny92

Ma c'è qualcuno che pensa seriamente che ora gli italiani corrano ad armarsi?
Quelli che hanno le armi ora le avranno anche dopo e quelli che non le hanno continueranno a non averle, secondo me…
Detto questo, se non vagate per le case altrui quale rischio correte?
I morti aumenteranno? probabilmente un pò si, ma dalla parte di chi si introduce in casa principalmente.
Sinceramente non ho capito quella del vicino esasperato dalla musica ad alto volume, puoi sparargli anche ora volendo se hai un arma, cosa cambia se viene approvata o meno la legittima difesa? in galera ci finisci comunque, forse…

Chinaski033

sembola Chinaski033 , tu sei in grado di affermare che con molte più armi in circolazione la società sarebbe migliore? Non è che finisce che restano i furti ed oltre a quelli ci troviamo sul groppone anche molti più morti? :nunsacci: Prendiamo due dati, il numero di armi in possesso della popolazione ed il numero di morti per arma da fuoco rferiti ai paesi europei. Il primo l'ho trovato sul sito http://www.smallarmssurvey.org, un ente di ricerca svizzero. Gli ultimi dati per paese sono pubblicati qui http://www.smallarmssurvey.org/file…ings/SAS-BP-Civilian-held-firearms-annexe.pdf Il secondo l'ho trovato su un articolo pubblicato recentmente sul JAMA – Journal of the American Medical Association (https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2698492). (non so se sia accessibile liberamente, nel caso a chi interessa posso passare una copia). (paese – armi per 100 persone – morti per 100.000 persone) FI 32,4 2,7 AT 30,0 2,1 NO 28,8 1,5 CH 27,6 2,8 SE 23,1 1,3 PT 21,3 1,8 FR 19,6 2,7 DE 19,6 0,9 LU 18,9 1,2 GR 17,6 1,3 SL 15,6 1,8 IT 14,4 1,2 HR 13,7 2,6 BE 12,7 1,7 CZ 12,5 1,5 HU 10,5 0,7 DK 9,9 1,2 BG 8,4 1,7 ES 7,5 1,2 EI 7,2 0,7 SK 6,5 1,6 UK 4,9 0,3 NL 2,6 0,6 RO 2,6 0,3 PL 2,5 0,5 E' difficile non notare che esiste una certa correlazione: i paesi che hanno più armi hanno anche più morti, quelli che hanno meno armi hanno meno morti. Non è però una correlazione assoluta: la Germania è il 7° paese per numero di armi ma… Continua a leggere »

bonny92
Chinaski033

…..trovandovi davanti ad un dirupo obbligati a scegliere chi dovete buttare giù tra una bambina innocente e colui che vi ha rubato la bici…..
Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Se è la bambina di the ring io non ho dubbi :))

crystlejameson1

Francamente io non capisco quando e come siamo potuti diventare così… Cosa è che ci ha fatto tanto desensibilizzare dalla violenza da farci scrollare con una alzata di spalle l'eventualità che un essere umano possa morire? Da quando Chinaski033 Sembola hai per caso letto una mia affermazione simile? Ma perché è così difficile capire che io sto parlando di un'altra cosa? Sinceramente, armi o non armi a me non frega nulla. Non ne ho un'opinione in merito e non voglio averla, lascio agli esperti questi giudizi. Quello che dico io è che trovo ipocrita continuare a difendere con i denti la vita di certi individui, anche perché detto sinceramente mi sembra quasi che lo urlino a gran voce quasi per assicurarsi un posto in paradiso! Ora, fingiamo che Nostro Signore non legga questa conversazione e ditemi, trovandovi davanti ad un dirupo obbligati a scegliere chi dovete buttare giù tra una bambina innocente e colui che vi ha rubato la bici, se – in base al principio delle vite sono tutte uguali a prescindere dalle azioni – temporeggereste nella decisione. Qui potete dirlo, siamo tra di noi, sporchi e comuni mortali con tutte le nostre debolezze. Fingete che il paradiso sia già stato guadagnato e non nessuna affermazione ve lo toglierà. P. S. Sembola, sia ben chiaro che ho risposto a te perché mi hai citato ma non mi rivolgo a te perché, come ti ho già detto, tu mi sei sembrato l'unico equilibrato e che sappia argomentare pur restando in… Continua a leggere »

Chinaski033

khalit Francamente io non capisco quando e come siamo potuti diventare così… Cosa è che ci ha fatto tanto desensibilizzare dalla violenza da farci scrollare con una alzata di spalle l'eventualità che un essere umano possa morire? Da quando Non so se ti riferisci a me, io comunque mi sento chiamato in causa. Non risponderò alla tua reductio (scegliere tra una bambina e un ladro, ma sei serio?). Voglio invece rispondere alla tua accusa di ipocrisia e falsità. Sono un obiettore di coscienza (di quando esserlo comportava il rifiuto della divisa e la galera) e un non violento. Ho lavorato in zone di guerra (Africa e Medio Oriente) in progetti di cooperazione sanitaria e di interposizione. A differenza di chi taccia il prossimo di ipocrisia, io la violenza, la guerra e il valore della vita lo conosco bene e ho rischiato la vita diverse volte per difenderla e non ho mai usato la violenza, anche quando mi sarebbe stato concesso. E ti assicuro che le cose che ho visto avrebbero fatto stringere a pugno le mani anche a Ghandi. Quindi non accetto che mi si liquidi con una smorfietta da dietro una tastiera. Per giudicare occorre avere un opinione, giudicare e dire di non avere un opinione, questo si che è ipocrisia. Io invece credi abbia un mitra in casa e mi ecciti guardando la gente morire?? Cmq ok, con la storiella strappalacrime hai vinto tu. Speriamo la vita non ci metta mai davanti ad una scelta tanto idiota come… Continua a leggere »

crystlejameson1
Chinaski033

Io invece credi abbia un mitra in casa e mi ecciti guardando la gente morire?? Cmq ok, con la storiella strappalacrime hai vinto tu. Speriamo la vita non ci metta mai davanti ad una scelta tanto idiota come quella del mio esempio.
Peace and love fratello. [emoji106]

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Roaaaarrrrr…

slisser
Replay72

Qua stiamo parlando di chi si introduce in casa altrui per rubare, non di chi ascolta musica a volume alto. Rispetto chi la pensa in maniera opposta ma secondo me chi decide di vivere commettendo azioni contro gli altri individui e la società deve assumersi le conseguenze della sua scelta. Secondo me ogni individuo ha il diritto di tutelare la propria sfera individuale (e quindi la propria vita ed incolumità fisica ed i suoi beni) contro chi illecitamente interferisce con essa. E in alcuni casi questo significa anche avere il diritto di far uso della forza. La vita umana di chi ha scelto di delinquere a mio modo di vedere non merita di essere tutelata quanto le altre. Probabilmente del resto chi commette un certo genere di reati si fa ben poco scrupolo di nuocere anche gravemente agli altri.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Se vuoi salvaguardare i tuoi beni l'ultima cosa da fare e' ferire qualcuno, un ferito anche non grave ti porta inevitabilmente davanti al giudice e ti costa molto di piu' dei beni rubati.

Anarko
sembola

Temo che non sia proprio così.
Ma è un principio della pubblicità, millantare qualità che il prodotto non ha, l'importante è che si venda.

Certo. È vero che ogni legge ha sempre un discreto margine di interpretazione, ed ho dato solo una scorsa veloce al DL, ma se prima doveva esserci proporzionalità tra offesa e difesa, adesso grazie all'art. 2 posso sparare anche se un ladro viene con un bastone in casa, cioè il succo è questo.

Chinaski033

khalit Francamente io non capisco quando e come siamo potuti diventare così… Cosa è che ci ha fatto tanto desensibilizzare dalla violenza da farci scrollare con una alzata di spalle l'eventualità che un essere umano possa morire? Da quando Guarda amico mio, non sono un leone da tastiera. Semplicemente alla 20esima volta che leggo di qualcuno che vuol farci credere che davvero piangerebbe per la morte di un farabutto, mi scappa da ridere e mi butto nella mischia anche io. Per la tua intro, che ci vuoi fare, sono un insensibile, una brutta persona, niente paradiso per me. Non so se ti riferisci a me, io comunque mi sento chiamato in causa. Non risponderò alla tua reductio (scegliere tra una bambina e un ladro, ma sei serio?). Si sono serio e se sostieni che la mia fosse una reductio, qual è il latinismo per il tuo espediente di mettermi in ridicolo per non rispondere? Voglio invece rispondere alla tua accusa di ipocrisia e falsità. Sono un obiettore di coscienza (di quando esserlo comportava il rifiuto della divisa e la galera) e un non violento. Ho lavorato in zone di guerra (Africa e Medio Oriente) in progetti di cooperazione sanitaria e di interposizione. A differenza di chi taccia il prossimo di ipocrisia, io la violenza, la guerra e il valore della vita lo conosco bene e ho rischiato la vita diverse volte per difenderla e non ho mai usato la violenza, anche quando mi sarebbe stato concesso. E ti assicuro che… Continua a leggere »

Tc70
Big Steak One

Ladro che entra in auto per rubarla e viene sbranato dal cane che era sul sedile posteriore.
Il "malcapitato" non si era accorto della sua presenza e come, entrando chiude lo sportello…SGNACK e comincia la lotta.
È riuscito a salvarsi svincolandosi e buttandosi fuori richiudendo il Giuggiolone dentro.
Ferite quasi mortali, grondante di sangue e PS.
Il giudice ha disposto il risarcimento a questo stronzo…si stronzo lui e il giudice, perchè la difesa ha dato la versione che il "Signor Ladro" avesse "confuso" la X5 con la sua…COSA DELL'ALTRO MONDO!!!

Perchè di solito nella sua ci entra forzando la serratura?…Perchè non credo che l'auto in questione fosse stata li bella aperta e pronta per l'uso…c'è del materiale per il padrone del suv per far ulteriori denunce/ricorsi…

slisser

Anarko">Anarko per poter rispondere adeguatamente alla eventuale aggressione, dovresti stare in casa con l'arma in mano.

sembola

Chinaski033 Sembola hai per caso letto una mia affermazione simile? Ma perché è così difficile capire che io sto parlando di un'altra cosa? Se non sbaglio hai scritto "… non capisco questa ostinazione nel difendere la vita di un farabutto. A quali principi ci si appella? Al credere che la società sarebbe migliore ringraziando colui che viene in casa tua a rubare?" Al netto della domanda retorica, ho cercato di far capire che non è questione di ipergarantismo o di ringraziare chi ti viene in casa a rubare, ma del rischio che si ottenga l'effetto opposto, non più sicurezza ma meno sicurezza :razz:rost: Chinaski033 Quello che dico io è che trovo ipocrita continuare a difendere con i denti la vita di certi individui, anche perché detto sinceramente mi sembra quasi che lo urlino a gran voce quasi per assicurarsi un posto in paradiso! Ora, fingiamo che Nostro Signore non legga questa conversazione e ditemi, trovandovi davanti ad un dirupo obbligati a scegliere chi dovete buttare giù tra una bambina innocente e colui che vi ha rubato la bici, se – in base al principio delle vite sono tutte uguali a prescindere dalle azioni – temporeggereste nella decisione. Lasciamo perdere il gioco della torre, e cerhiamo di restare in un ambito concreto. Chi ci garantisce che una volta sostanzialmente annullata ogni differenza tra furto e rapina e data licenza al cittadino di sparare a vista, la situazione non possa essere peggiore? cioè che il ladro, ormai rapinatore, valuti l'opportunità di sparare… Continua a leggere »

Tc70
slisser

Se vuoi salvaguardare i tuoi beni l'ultima cosa da fare e' ferire qualcuno, un ferito anche non grave ti porta inevitabilmente davanti al giudice e ti costa molto di piu' dei beni rubati.

In Italia…

Replay72
slisser

Se vuoi salvaguardare i tuoi beni l'ultima cosa da fare e' ferire qualcuno, un ferito anche non grave ti porta inevitabilmente davanti al giudice e ti costa molto di piu' dei beni rubati.

Con la legge e soprattutto con la giurisprudenza attuale hai ragione. Infatti io sono per cambiarle.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Chinaski033

sembola Se non sbaglio hai scritto "… non capisco questa ostinazione nel difendere la vita di un farabutto. A quali principi ci si appella? Al credere che la società sarebbe migliore ringraziando colui che viene in casa tua a rubare?" Al netto della domanda retorica, ho cercato di far capire che non è questione di ipergarantismo o di ringraziare chi ti viene in casa a rubare, ma del rischio che si ottenga l'effetto opposto, non più sicurezza ma meno sicurezza :razz:rost: Lasciamo perdere il gioco della torre, e cerhiamo di restare in un ambito concreto. Chi ci garantisce che una volta sostanzialmente annullata ogni differenza tra furto e rapina e data licenza al cittadino di sparare a vista, la situazione non possa essere peggiore? cioè che il ladro, ormai rapinatore, valuti l'opportunità di sparare per primo? :nunsacci: Gli italiani sono già "corsi ad armarsi", almeno a giudicare dal fatto che ci sono quasi 600.000 italiani col porto d'armi per uso sportivo e i tesserati delle federazioni che lo praticano sono meno di 100.000. E con quel porto d'armi puoi comprare qualsiasi arma, anche non riconducibile direttamente ad "usi sportivi". Il problema esiste anche ora, ma rischia di peggiorare. Il punto è che più armi ci sono in giro, più probabilità ci sono che vengano usate. E già oggi NON vengono usate per sparare ad aggressori, ma a mogli, figli, vicini, avvocati in tribunale, periti edili scambiati per pignoratori come pochi giorni fa e via andando. Poi vanno in galera, certo.… Continua a leggere »

Chinaski033

sembola Se non sbaglio hai scritto "… non capisco questa ostinazione nel difendere la vita di un farabutto. A quali principi ci si appella? Al credere che la società sarebbe migliore ringraziando colui che viene in casa tua a rubare?" Al netto della domanda retorica, ho cercato di far capire che non è questione di ipergarantismo o di ringraziare chi ti viene in casa a rubare, ma del rischio che si ottenga l'effetto opposto, non più sicurezza ma meno sicurezza :razz:rost: Lasciamo perdere il gioco della torre, e cerhiamo di restare in un ambito concreto. Chi ci garantisce che una volta sostanzialmente annullata ogni differenza tra furto e rapina e data licenza al cittadino di sparare a vista, la situazione non possa essere peggiore? cioè che il ladro, ormai rapinatore, valuti l'opportunità di sparare per primo? :nunsacci: Gli italiani sono già "corsi ad armarsi", almeno a giudicare dal fatto che ci sono quasi 600.000 italiani col porto d'armi per uso sportivo e i tesserati delle federazioni che lo praticano sono meno di 100.000. E con quel porto d'armi puoi comprare qualsiasi arma, anche non riconducibile direttamente ad "usi sportivi". Il problema esiste anche ora, ma rischia di peggiorare. Il punto è che più armi ci sono in giro, più probabilità ci sono che vengano usate. E già oggi NON vengono usate per sparare ad aggressori, ma a mogli, figli, vicini, avvocati in tribunale, periti edili scambiati per pignoratori come pochi giorni fa e via andando. Poi vanno in galera, certo.… Continua a leggere »

sembola
Chinaski033

Giuro, non capisco se mi stai prendendo in giro o no.
Hai estratto una mia frase… Perché non ne hai estratto anche il seguito?

"Ribadisco, non credo che la soluzione sia nell'estremo opposto"

Sarà abbastanza chiaro stavolta? :nunsacci:

Non mi sono spiegato bene, evidentemente. Ho estrapolato una parte del tuo post solo per elaborare il ragionamento. Io cerco di non prendere mai in giro nessuno, almeno non su questioni serie come queste :razz:rost:

slisser
Tc70

In Italia…

Replay72

Con la legge e soprattutto con la giurisprudenza attuale hai ragione. Infatti io sono per cambiarle.

in qualunque stato del mondo il processo e' un atto dovuto,
chi stabilisce che hai sparato a un ladro e non all'amico della figlia?
ora se qualcuno pensa d'andare davanti al giudice (e all'avvocato della controparte) senza farsi accompagnare dal proprio avvocato, contento lui:-)

Replay72

Chiariamo una cosa: io, come del resto ho già scritto in almeno un paio di precedenti post, non sono favorevole alla prospettiva di una diffusione di massa delle armi da fuoco. E questo principalmente perché ritengo che un'arma può servire a difendersi da un'aggressione a patto che chi la possiede la sappia usare, altrimenti rischia di divenire un pericolo per sé stesso e per i propri familiari prima ancora che per i cattivi di turno. Però sono anche favorevole a una normativa sulla legittima difesa che consenta a chi subisce un'aggressione di non dover scegliere necessariamente tra il cattivo processo e il buon funerale. Perché purtroppo la situazione attuale troppo spesso è questa. Mi sembra anche difficilmente contestabile che la giustizia in Italia troppe volte viene amministrata in una maniera che sembra ideologicamente orientata e che talora pare garantire più i Caino di turno che non gli Abele. Dopo l'approvazione delle nuove norme sulla legittima difesa (sperando che passino e che siano ben congegnate) non credo affatto che ci sarà una corsa alle armi da fuoco. Chi le ha continuerà a tenerle, chi preferisce un nodoso bastone o una mazza da baseball continuerà ad affidarsi a quelli e chi non vuole armi in casa non sarà obbligato a dotarsene. Semplicemente chi si difenderà da un'aggressione e magari ferirà o ucciderà il malintenzionato di turno non dovrà attraversare un calvario giudiziario di anni e non si vedrà costretto a risarcire un farabutto.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

crystlejameson1

Chinaski033 Da app è difficile usare le opzioni del forum, cmq la mia risposta è all'interno del quote. Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app Mi hai reso complicatissimo risponderti. Non posso citare la tua risposta direttamente, ma cercherò di essere chiaro. Non ho mai detto che piangerei per la morte di un farabutto. Il discorso che faccio, e che tu sembri non voler capire, è che penso che una vita valga più di una bicicletta, anche quella di un ladro. Ma se non hai mai visto come le persone vengano deumanizzate in altre parti del mondo fino a far diventare un gioco l'uccidere, questo forse non puoi capirlo. Ma non è comunque una scusante. La tua è una reductio ad absurdum, mi devi dire quando mai saremmo costretti a fare una scelta come quella che proponi. Hai semplicemente ridotto il discorso alle sue estreme conseguenze per dimostrarne false le premesse. Solo che sei stato tu stesso a porle quelle premesse. E questo è un espediente, e, retoricamente parlando, il più povero che si possa usare. Io non provo empatia per tutti, prova ne è il fatto che mi stai piuttosto sulle balle. Ma tra il non provare empatia e l'essere indifferente alla vita altrui esiste un confine ben marcato. La mia "storiella" (tanto per ribadire il tuo rispetto per gli altri, unito agli epiteti e agli gne gne) è esperienza di vita, non vissuta dietro alla tastiera, e non dovrebbe provocarti variazioni di temperatura ma… Continua a leggere »

Replay72
slisser

in qualunque stato del mondo il processo e' un atto dovuto,
chi stabilisce che hai sparato a un ladro e non all'amico della figlia?
ora se qualcuno pensa d'andare davanti al giudice (e all'avvocato della controparte) senza farsi accompagnare dal proprio avvocato, contento lui:-)

In parecchi paesi al mondo l'azione penale non è obbligatoria. In Italia lo è salvo prescrizione… Comunque, se dall'esame dei fatti appare evidente che non sono stati commessi reati (o che operano delle scriminanti), nessuno obbliga il magistrato a metterti sotto indagine o men che mai a rinviarti a giudizio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Replay72
slisser

in qualunque stato del mondo il processo e' un atto dovuto,
chi stabilisce che hai sparato a un ladro e non all'amico della figlia?
ora se qualcuno pensa d'andare davanti al giudice (e all'avvocato della controparte) senza farsi accompagnare dal proprio avvocato, contento lui:-)

In parecchi paesi al mondo l'azione penale non è obbligatoria. In Italia lo è salvo prescrizione… Comunque, se dall'esame dei fatti appare evidente che non sono stati commessi reati (o che operano delle scriminanti), nessuno obbliga il magistrato a metterti sotto indagine o men che mai a rinviarti a giudizio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Chinaski033

khalit Mi hai reso complicatissimo risponderti. Non posso citare la tua risposta direttamente, ma cercherò di essere chiaro. Non ho mai detto che piangerei per la morte di un farabutto. Il discorso che faccio, e che tu sembri non voler capire, è che penso che una vita valga più di una bicicletta, anche quella di un ladro. Ma se non hai mai visto come le persone vengano deumanizzate in altre parti del mondo fino a far diventare un gioco l'uccidere, questo forse non puoi capirlo. Ma non è comunque una scusante. La tua è una reductio ad absurdum, mi devi dire quando mai saremmo costretti a fare una scelta come quella che proponi. Hai semplicemente ridotto il discorso alle sue estreme conseguenze per dimostrarne false le premesse. Solo che sei stato tu stesso a porle quelle premesse. E questo è un espediente, e, retoricamente parlando, il più povero che si possa usare. Io non provo empatia per tutti, prova ne è il fatto che mi stai piuttosto sulle balle. Ma tra il non provare empatia e l'essere indifferente alla vita altrui esiste un confine ben marcato. La mia "storiella" (tanto per ribadire il tuo rispetto per gli altri, unito agli epiteti e agli gne gne) è esperienza di vita, non vissuta dietro alla tastiera, e non dovrebbe provocarti variazioni di temperatura ma farti riflettere. Ma tu, forte della tua esperienza, ruggisci indifferente. Infine, quale sarebbe l'ulteriore espediente? Il discorso riguarda le armi e il loro impiego, non è che tu… Continua a leggere »

Chinaski033

khalit Mi hai reso complicatissimo risponderti. Non posso citare la tua risposta direttamente, ma cercherò di essere chiaro. Non ho mai detto che piangerei per la morte di un farabutto. Il discorso che faccio, e che tu sembri non voler capire, è che penso che una vita valga più di una bicicletta, anche quella di un ladro. Ma se non hai mai visto come le persone vengano deumanizzate in altre parti del mondo fino a far diventare un gioco l'uccidere, questo forse non puoi capirlo. Ma non è comunque una scusante. La tua è una reductio ad absurdum, mi devi dire quando mai saremmo costretti a fare una scelta come quella che proponi. Hai semplicemente ridotto il discorso alle sue estreme conseguenze per dimostrarne false le premesse. Solo che sei stato tu stesso a porle quelle premesse. E questo è un espediente, e, retoricamente parlando, il più povero che si possa usare. Io non provo empatia per tutti, prova ne è il fatto che mi stai piuttosto sulle balle. Ma tra il non provare empatia e l'essere indifferente alla vita altrui esiste un confine ben marcato. La mia "storiella" (tanto per ribadire il tuo rispetto per gli altri, unito agli epiteti e agli gne gne) è esperienza di vita, non vissuta dietro alla tastiera, e non dovrebbe provocarti variazioni di temperatura ma farti riflettere. Ma tu, forte della tua esperienza, ruggisci indifferente. Infine, quale sarebbe l'ulteriore espediente? Il discorso riguarda le armi e il loro impiego, non è che tu… Continua a leggere »

crystlejameson1
Chinaski033

La definizione di reductio da wiki la conosco anche io grazie.
Ok, cmq, ecco perché non ti avevo risposto fino ad ora. Hai la stessa supponenza e convinzione dei cristiani. Sei obiettore di coscienza, provi empatia per il genere umano e hai fatto tante cose buone nella tua vita. E mo chi lo può criticare uno così? Mamma mia, parlare con te è come guardare una puntata delle iene, solo moralismo spicciolo a tutti i costi.
Ah, dimenticavo, non risponderò più perché solo uno con le esperienze che hai avuto tu conosce la vita. Gli altri, sono leoni da tastiera. A regola non c'è nemmeno troppo ego dietro questa frase! Pensa che per qualcuno sarebbe altruismo. [emoji23]

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Se il tuo punto è affermare un principio, impara a criticare le idee, non le persone. Quelle le puoi criticare anche se hai un santo di fronte.
Per la cronaca, non credo che tutti siano leoni da tastiera, sono convinto che lo sia tu.

crystlejameson1
Chinaski033

La definizione di reductio da wiki la conosco anche io grazie.
Ok, cmq, ecco perché non ti avevo risposto fino ad ora. Hai la stessa supponenza e convinzione dei cristiani. Sei obiettore di coscienza, provi empatia per il genere umano e hai fatto tante cose buone nella tua vita. E mo chi lo può criticare uno così? Mamma mia, parlare con te è come guardare una puntata delle iene, solo moralismo spicciolo a tutti i costi.
Ah, dimenticavo, non risponderò più perché solo uno con le esperienze che hai avuto tu conosce la vita. Gli altri, sono leoni da tastiera. A regola non c'è nemmeno troppo ego dietro questa frase! Pensa che per qualcuno sarebbe altruismo. [emoji23]

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Se il tuo punto è affermare un principio, impara a criticare le idee, non le persone. Quelle le puoi criticare anche se hai un santo di fronte.
Per la cronaca, non credo che tutti siano leoni da tastiera, sono convinto che lo sia tu.

Chinaski033
khalit

Se il tuo punto è affermare un principio, impara a criticare le idee, non le persone. Quelle le puoi criticare anche se hai un santo di fronte.
Per la cronaca, non credo che tutti siano leoni da tastiera, sono convinto che lo sia tu.

Aiutami a trovare la naturale conclusione di questa affermazione:
"Francamente io non capisco quando e come siamo potuti diventare così… Cosa è che ci ha fatto tanto desensibilizzare dalla violenza da farci scrollare con una alzata di spalle l'eventualità che un essere umano possa morire? Da quando"
Io credo che sarebbe "sei un insensibile" che, a sua volta, dubito sia la critica ad un'idea. Giusto?
Potresti dirmi che lo hai fatto in risposta alla mia prima critica (quale?), ma andrebbe in contraddizione con ciò che hai risposto ad un altro utente, e cioè che solo i bambini fanno le ripicche.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

sembola
Replay72

Mi sembra anche difficilmente contestabile che la giustizia in Italia troppe volte viene amministrata in una maniera che sembra ideologicamente orientata e che talora pare garantire più i Caino di turno che non gli Abele.

O forse che questa è la narrazione che conviene a qualcuno.

Secondo questo articolo di Avvenire che cita dati dell' ufficio studi del Senato, dal 2013 al 2016 i casi che sono arrivati a dibattimento riguardanti eccessi colposi di legittima difesa sarebbero cinque. Cinque di troppo, forse. Ma cinque, non cinquecento.

slisser

in qualunque stato del mondo il processo e' un atto dovuto,

Solo in quelli dove esiste l'obbligatorietà dell' azione penale.
Nel sistema giuridico americano ad esempio è la procura a decidere se perseguire o no dei potenziali reati, anche in base alla probabilità di ottenere una condanna. Per non dire della "convenienza" mediatica e politica, visto che il procuratore generale è in genere una carica elettiva.

crystlejameson1
Chinaski033

Aiutami a trovare la naturale conclusione di questa affermazione:
"Francamente io non capisco quando e come siamo potuti diventare così… Cosa è che ci ha fatto tanto desensibilizzare dalla violenza da farci scrollare con una alzata di spalle l'eventualità che un essere umano possa morire? Da quando"
Io credo che sarebbe "sei un insensibile" che, a sua volta, dubito sia la critica (o giudizio) ad un'idea. Giusto?
Potresti dirmi che lo hai fatto in risposta alla mia prima critica (quale?), ma andrebbe in contraddizione con ciò che hai risposto ad un altro utente, e cioè che solo i bambini fanno le ripicche.

Sent from my Redmi Note 6 Pro using MTB-Forum mobile app

Quella è una risposta scritta come post a se, non come risposta a qualcuno, si capisce dal fatto che non è completa (la frase "Da quando" proseguiva). Avevo cominciato a scriverla quando ho deciso di desistere per rispondere al tuo post. Nel citarlo pensavo di aver cancellato quanto scritto precedentemente, ma così non è stato.
Così sono andate le cose, sta a te crederci o meno.

bonny92
sembola

Gli italiani sono già "corsi ad armarsi", almeno a giudicare dal fatto che ci sono quasi 600.000 italiani col porto d'armi per uso sportivo e i tesserati delle federazioni che lo praticano sono meno di 100.000. E con quel porto d'armi puoi comprare qualsiasi arma, anche non riconducibile direttamente ad "usi sportivi". Il problema esiste anche ora, ma rischia di peggiorare.
Il punto è che più armi ci sono in giro, più probabilità ci sono che vengano usate. E già oggi NON vengono usate per sparare ad aggressori, ma a mogli, figli, vicini, avvocati in tribunale, periti edili scambiati per pignoratori come pochi giorni fa e via andando. Poi vanno in galera, certo. Sai che consolazione per chi ci resta.

Appunto! le hanno già le armi e le stanno utilizzando comunque in maniera impropria, passata la legge cosa cambia? ne venderanno di più di armi, o meglio ne venderanno a più persone? non credo, io continuerò a non averle per esempio, come chiunque non le ha avute fino ad ora verosimilmente.
Il problema c'era prima e ci sarà anche ora purtroppo, la differenza è che si spera che diminuiscano i furti, o almeno è quello che spero io.
Poi da bruttissima persona che sono mi dico, che se non diminuiranno i furti perché ci sarà sempre un ricambio di criminali, diminuirà almeno la gente di merda sulla terra….e me ne farò una ragione.

bonny92
sembola

Gli italiani sono già "corsi ad armarsi", almeno a giudicare dal fatto che ci sono quasi 600.000 italiani col porto d'armi per uso sportivo e i tesserati delle federazioni che lo praticano sono meno di 100.000. E con quel porto d'armi puoi comprare qualsiasi arma, anche non riconducibile direttamente ad "usi sportivi". Il problema esiste anche ora, ma rischia di peggiorare.
Il punto è che più armi ci sono in giro, più probabilità ci sono che vengano usate. E già oggi NON vengono usate per sparare ad aggressori, ma a mogli, figli, vicini, avvocati in tribunale, periti edili scambiati per pignoratori come pochi giorni fa e via andando. Poi vanno in galera, certo. Sai che consolazione per chi ci resta.

Appunto! le hanno già le armi e le stanno utilizzando comunque in maniera impropria, passata la legge cosa cambia? ne venderanno di più di armi, o meglio ne venderanno a più persone? non credo, io continuerò a non averle per esempio, come chiunque non le ha avute fino ad ora verosimilmente.
Il problema c'era prima e ci sarà anche ora purtroppo, la differenza è che si spera che diminuiscano i furti, o almeno è quello che spero io.
Poi da bruttissima persona che sono mi dico, che se non diminuiranno i furti perché ci sarà sempre un ricambio di criminali, diminuirà almeno la gente di merda sulla terra….e me ne farò una ragione.

Ivo
Ivo
slisser
Replay72

In parecchi paesi al mondo l'azione penale non è obbligatoria. In Italia lo è salvo prescrizione… Comunque, se dall'esame dei fatti appare evidente che non sono stati commessi reati (o che operano delle scriminanti), nessuno obbliga il magistrato a metterti sotto indagine o men che mai a rinviarti a giudizio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Boh io non ne faccio una questione morale semplicemente mi sembra tutto poco verosimile, chi voleva un'arma da fuoco l'ha sempre potuta tenere legalmente, il fatto che adesso puoi tenere in casa un numero doppio di pistole e fucili non aumenta la possibilita' che qualcuno possa sparare incautamente. Sparare a un malintenzionato e non subire conseguenze non mi sembra plausibile in Italia.

Sono anche scettico sulla fattibilita' d'avere l'arma a portata di mano quando dovesse servire

Garantisci la sicurezza dei cittadini facendo scontare per intero gli anni di galera ai delinquenti, le carceri sono affollate, fai lavorare i carcerati per costruire edifici piu' grandi.

slisser
Replay72

In parecchi paesi al mondo l'azione penale non è obbligatoria. In Italia lo è salvo prescrizione… Comunque, se dall'esame dei fatti appare evidente che non sono stati commessi reati (o che operano delle scriminanti), nessuno obbliga il magistrato a metterti sotto indagine o men che mai a rinviarti a giudizio.

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Boh io non ne faccio una questione morale semplicemente mi sembra tutto poco verosimile, chi voleva un'arma da fuoco l'ha sempre potuta tenere legalmente, il fatto che adesso puoi tenere in casa un numero doppio di pistole e fucili non aumenta la possibilita' che qualcuno possa sparare incautamente. Sparare a un malintenzionato e non subire conseguenze non mi sembra plausibile in Italia.

Sono anche scettico sulla fattibilita' d'avere l'arma a portata di mano quando dovesse servire

Garantisci la sicurezza dei cittadini facendo scontare per intero gli anni di galera ai delinquenti, le carceri sono affollate, fai lavorare i carcerati per costruire edifici piu' grandi.

crystlejameson1
Ivo

Un approfondimento sulle assicurazioni:
https://www.dmove.it/guida/assicurare-ebike-furto-assicurazione-pedelec-polizza

Una spesa annua tra il 15 e il 20% del valore della bici (parla comunque solo di ebike), follia pura! E copre solo furto.
Io ho una assicurazione contro infortuni e danni a terzi che mi costa 11 euro al mese!

crystlejameson1
Ivo

Un approfondimento sulle assicurazioni:
https://www.dmove.it/guida/assicurare-ebike-furto-assicurazione-pedelec-polizza

Una spesa annua tra il 15 e il 20% del valore della bici (parla comunque solo di ebike), follia pura! E copre solo furto.
Io ho una assicurazione contro infortuni e danni a terzi che mi costa 11 euro al mese!

Tc70
slisser

in qualunque stato del mondo il processo e' un atto dovuto,
chi stabilisce che hai sparato a un ladro e non all'amico della figlia?
ora se qualcuno pensa d'andare davanti al giudice (e all'avvocato della controparte) senza farsi accompagnare dal proprio avvocato, contento lui:-)

Si daccordo che è un atto dovuto…ma in pochi stati,come l'Italia,se il colpevole chiede un risarcimento danni glielo si paga…vorrei vedere te se ti entrano in casa,gli dai 2 pugni in faccia e quello ti denuncia per percosse e ti tocca pagare 10.000 eur (come minimo) di danno,pur avendo ragione ,visto che eri in casa tua,se non ti girano i [email protected]….

slisser
Tc70

Si daccordo che è un atto dovuto…ma in pochi stati,come l'Italia,se il colpevole chiede un risarcimento danni glielo si paga…vorrei vedere te se ti entrano in casa,gli dai 2 pugni in faccia e quello ti denuncia per percosse e ti tocca pagare 10.000 eur (come minimo) di danno,pur avendo ragione ,visto che eri in casa tua,se non ti girano i [email protected]….

Quello e' un'altro discorso, Non ho idea quale sia l'iter per diventare giudice,:????:

per quel che ne so' qualunque pirla con le risposte in tasca, puo' vincere il concorso , serve almeno aver fatto l'avvocato per qualche anno, ovvero basta la presenza?

sembola

slisser">slisser, i "qualunque pirla" devono superare uno dei concorsi più difficili che esistano in Italia, e comunque applicano le leggi esistenti, non è che l'obbligatorietà dell'azione penale se la inventano.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Tc70
slisser

Quello e' un'altro discorso, Non ho idea quale sia l'iter per diventare giudice,:????:

per quel che ne so' qualunque pirla con le risposte in tasca, puo' vincere il concorso , serve almeno aver fatto l'avvocato per qualche anno, ovvero basta la presenza?

Direi che è il discorso sui cui ragionare o quantomeno partire…visto che moralmente non si deve ammazzare nessuno,quantomeno se sempre quel qualcuno mi si presenta davanti dentro casa mia,magari di notte,ostia 2 ceffoni glieli mollo,senza aver per forza il timore,che mi denunci poi per danni fisici…questo dovrebbe cambiare in Italia,come dovrebbero cambiare e o migliorate certe leggi,ma si sa qui per una causa,si va avanti decenni…e ci devono un pò mangiare tutti no?? 😉
Per un muro abusivo,sono in ballo da 20 anni ,ho ragione,perfino in appello e cassazione,ma il muro è ancora li…però intanto gli avvocati miei me li pago io,pur avendo ragione,il giudice ha deciso cosi ( non credo che ci sia una legge che impone cosi)…fate vobis…:ueh:

slisser

sembola">sembola, incredibile che alcuni hanno azzeccano le risposte giuste in un concorso così difficile:????:

Ivo
slisser

sembola">sembola, incredibile che alcuni hanno azzeccano le risposte giuste in un concorso così difficile:????:

Alcuni chi?

bonny92
Ivo

Alcuni chi?

I giudici

NORIKO

Replay72 Negli Stati Uniti (paese che tra le altre cose ho visitato e nel quale vivono diversi miei parenti) ci sono zone dove si possono letteralmente lasciare le porte aperte e altre dove si rischia seriamente di restare vittime di un crimine violento. In linea di massima, le locali forze di polizia sono abbastanza efficienti nel controllo del territorio e rispondono con una certa rapidità alle chiamate (cosa che devo riconoscere non sempre avviene in Italia, spesso semplicemente per carenza di pattuglie disponibili…). Il fatto che ci siano molte armi in mano a privati non è detto che sia un fattore criminogeno: disarmare i cittadini non è detto che porterebbe a una diminuzione dei reati e del crimine violento in particolare. Una correlazione esiste indubitabilmente, invece, tra la diffusione delle armi e il fenomeno delle cosiddette "stragi della follia" ("shooting rampage", come dicono gli anglosassoni): tra i fattori che le determinano ci sono anche elementi di natura culturale (nei paesi dell'area latino-mediterranea è più facile che chi compie un certo genere di atti violenti lo faccia in famiglia mentre nei paesi di cultura germanica più facilmente le vittime sono colleghi di lavoro o perfetti sconosciuti), ma l'esperienza di paesi come la Gran Bretagna o l'Australia dimostra che una limitazione del numero di armi da fuoco circolanti riduce la frequenza e la gravità di questo genere di episodi. Le armi da fuoco possono servire per difendersi da un crimine ma a patto di saperle usare, cosa non da tutti. Alcuni anni… Continua a leggere »

Big Steak One
Tc70

Perchè di solito nella sua ci entra forzando la serratura?…Perchè non credo che l'auto in questione fosse stata li bella aperta e pronta per l'uso…c'è del materiale per il padrone del suv per far ulteriori denunce/ricorsi…

Storia vecchia e gia archiviata. Giudice e legge che fa acqua da tutte le parti

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

NORIKO

sembola Chinaski033 , tu sei in grado di affermare che con molte più armi in circolazione la società sarebbe migliore? Non è che finisce che restano i furti ed oltre a quelli ci troviamo sul groppone anche molti più morti? :nunsacci: Prendiamo due dati, il numero di armi in possesso della popolazione ed il numero di morti per arma da fuoco rferiti ai paesi europei. Il primo l'ho trovato sul sito http://www.smallarmssurvey.org, un ente di ricerca svizzero. Gli ultimi dati per paese sono pubblicati qui http://www.smallarmssurvey.org/file…ings/SAS-BP-Civilian-held-firearms-annexe.pdf Il secondo l'ho trovato su un articolo pubblicato recentmente sul JAMA – Journal of the American Medical Association (https://jamanetwork.com/journals/jama/fullarticle/2698492). (non so se sia accessibile liberamente, nel caso a chi interessa posso passare una copia). (paese – armi per 100 persone – morti per 100.000 persone) FI 32,4 2,7 AT 30,0 2,1 NO 28,8 1,5 CH 27,6 2,8 SE 23,1 1,3 PT 21,3 1,8 FR 19,6 2,7 DE 19,6 0,9 LU 18,9 1,2 GR 17,6 1,3 SL 15,6 1,8 IT 14,4 1,2 HR 13,7 2,6 BE 12,7 1,7 CZ 12,5 1,5 HU 10,5 0,7 DK 9,9 1,2 BG 8,4 1,7 ES 7,5 1,2 EI 7,2 0,7 SK 6,5 1,6 UK 4,9 0,3 NL 2,6 0,6 RO 2,6 0,3 PL 2,5 0,5 E' difficile non notare che esiste una certa correlazione: i paesi che hanno più armi hanno anche più morti, quelli che hanno meno armi hanno meno morti. Non è però una correlazione assoluta: la Germania è il 7° paese per numero di armi ma… Continua a leggere »

Big Steak One

sembola Se non sbaglio hai scritto "… non capisco questa ostinazione nel difendere la vita di un farabutto. A quali principi ci si appella? Al credere che la società sarebbe migliore ringraziando colui che viene in casa tua a rubare?" Al netto della domanda retorica, ho cercato di far capire che non è questione di ipergarantismo o di ringraziare chi ti viene in casa a rubare, ma del rischio che si ottenga l'effetto opposto, non più sicurezza ma meno sicurezza :razz:rost: Lasciamo perdere il gioco della torre, e cerhiamo di restare in un ambito concreto. Chi ci garantisce che una volta sostanzialmente annullata ogni differenza tra furto e rapina e data licenza al cittadino di sparare a vista, la situazione non possa essere peggiore? cioè che il ladro, ormai rapinatore, valuti l'opportunità di sparare per primo? :nunsacci: Gli italiani sono già "corsi ad armarsi", almeno a giudicare dal fatto che ci sono quasi 600.000 italiani col porto d'armi per uso sportivo e i tesserati delle federazioni che lo praticano sono meno di 100.000. E con quel porto d'armi puoi comprare qualsiasi arma, anche non riconducibile direttamente ad "usi sportivi". Il problema esiste anche ora, ma rischia di peggiorare. Il punto è che più armi ci sono in giro, più probabilità ci sono che vengano usate. E già oggi NON vengono usate per sparare ad aggressori, ma a mogli, figli, vicini, avvocati in tribunale, periti edili scambiati per pignoratori come pochi giorni fa e via andando. Poi vanno in galera, certo.… Continua a leggere »

Big Steak One

Domani vi leggo con calma

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Big Steak One

Domani vi leggo con calma

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Big Steak One

Domani vi leggo con calma

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Tc70
Big Steak One

Domani vi leggo con calma

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

Si dai…forse correggi anche un pò il tiro…:loll:

Big Steak One
Tc70

Si dai…forse correggi anche un pò il tiro…[emoji38]l:

Fatto, grazie[emoji6]

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

sembola
NORIKO

Dove c'è delinquenza per forza ci sono armi, in un paese con persone perbene al massimo con le armi ci si va a caccia

Purtroppo codesta correlazione è smentita dai fatti. A meno che tu voglia sostenere che Austria Finlandia Svezia e Norvegia siano piagate dalla delinquenza.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

sembola
slisser

sembola">sembola, incredibile che alcuni hanno azzeccano le risposte giuste in un concorso così difficile:????:

Vedo che non hai idea di come funzioni il concorso per la magistratura. Non è un test a crocette.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Big Steak One
sembola

Vedo che non hai idea di come funzioni il concorso per la magistratura. Non è un test a crocette.

Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

Hai ragione…è a freccette.
Scusa ma alcuni giudici pare che si siano piazzati li per volontà della provvidenza [emoji17]
Non tutti, ci mancherebbe…e per fortuna.

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

sembola
Big Steak One

Hai ragione…è a freccette.
Scusa ma alcuni giudici pare che si siano piazzati li per volontà della provvidenza [emoji17]
Non tutti, ci mancherebbe…e per fortuna.

Di nuovo continuo a non essere d'accordo nè nel metodo nè nel merito.
La questione è complessa e ridurla ad argomento del genere denota o totale ingenuità o malafede.

Big Steak One
sembola

Di nuovo continuo a non essere d'accordo nè nel metodo nè nel merito.
La questione è complessa e ridurla ad argomento del genere denota o totale ingenuità o malafede.

Scusa Boss…che sono ingenuo può essere, credo ancora nel buon senso, nell'onestà e del quieto vivere, se qualcuno mi può inculare me lo faccio fare senza accorgermene. Ma sulla malafede no! Mi riferisco alla storiella che ho raccontato prima, ladro sbarnato dal cane in auto mentre stava per rubarsela…voleva rubarsela…
Risarcito e niente galera a causa di un giudice che ha fatto il concorso a freccette per andare a scaldare la poltrona in tribunale.
Se n'è parlato per giorni sui gazzettini Napoletani, poi….il nulla.

Tutto il resto è come dici tu e ti credo anche sulla parola![emoji5]

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

sembola
Big Steak One

Se n'è parlato per giorni sui gazzettini Napoletani…

D'altronde si sa che le università di tutta Italia studiano sui resoconti giudiziari così come riportati dai gazzettini napoletani. Interi tomi nelle biblioteche di tutte le facoltà. E' per questo che poi si vincono i concorsi a freccette.

Big Steak One
sembola

D'altronde si sa che le università di tutta Italia studiano sui resoconti giudiziari così come riportati dai gazzettini napoletani. Interi tomi nelle biblioteche di tutte le facoltà. E' per questo che poi si vincono i concorsi a freccette.

A questo mi riferivo Boss[emoji17]

[emoji6]

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

tylerdurden71
khalit

No, non mi aspettavo una ripicca, come tra bambini. Io ho valutato negativamente la tua opinione personale perchè l'ho ritenuta un coacervo di luoghi comuni: "Speriamo anche in un inasprimento delle leggi e pensionamento di quei giudici che puntualmente vanificano l'azione delle forze dell'ordine". I giudici comunisti che vanno contro le forze dell'ordine. I politici legiferano, i giudici applicano la legge. Si chiama separazione dei poteri, senza non possiamo chiamarci nè Stato di diritto, nè democrazia. Pigliatela con i politici
"Speriamo che passi la legge sulla legittima difesa, sapere che qualcuno ti può sparare è un ottimo deterrente.". Niente di più sbagliato, e la pena di morte lo dimostra. Sono misure che portano ad una escalation.
Ma se vuoi puoi giudicare negativamente questo mio post, che, sebbene contenga dati di fatto, esprime anche opinioni personali.

p.s. la prossima volta aspetta che esprima una opinione personale e poi dammi un voto negativo. E' sempre vendetta, ma è più corretto
p.p.s. Specchio riflesso!

Nessuna ripicca, ho ritenuto quello che hai scritto e postato siano teorie (perchè di questo parliamo, come è anche specificato alla fine del pdf postato) senza fondamento alcuno. Detto questo, tu parti dal presupposto di aver ragione e non rispetti chi ha idee diverse. Incredibile che ti stupisci che ti venga dato un feed negativo. Chiaramente sarà da me giudicata negativamente anche la tua risposta, sono proprio curioso di vedere se poi ti vendichi 🙂

crystlejameson1
tylerdurden71

Nessuna ripicca, ho ritenuto quello che hai scritto e postato siano teorie (perchè di questo parliamo, come è anche specificato alla fine del pdf postato) senza fondamento alcuno. Detto questo, tu parti dal presupposto di aver ragione e non rispetti chi ha idee diverse. Incredibile che ti stupisci che ti venga dato un feed negativo. Chiaramente sarà da me giudicata negativamente anche la tua risposta, sono proprio curioso di vedere se poi ti vendichi 🙂

Anche se volessi farlo, ora me lo hai impedito :loll:
Però ho visto che tu ti ci sei impegnato, ho solo tuoi voti negativi 😐

albatros_la

Big Steak One Scusa Boss…che sono ingenuo può essere, credo ancora nel buon senso, nell'onestà e del quieto vivere, se qualcuno mi può inculare me lo faccio fare senza accorgermene. Ma sulla malafede no! Mi riferisco alla storiella che ho raccontato prima, ladro sbarnato dal cane in auto mentre stava per rubarsela…voleva rubarsela… Risarcito e niente galera a causa di un giudice che ha fatto il concorso a freccette per andare a scaldare la poltrona in tribunale. Se n'è parlato per giorni sui gazzettini Napoletani, poi….il nulla. Tutto il resto è come dici tu e ti credo anche sulla parola![emoji5] Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app Per curiosità… fonte della notizia? Comunque sia, nonostante la discussione sia interessante, credo si sia andati molto fuori dall'argomento che ha aperto la discussione, ovvero come prevenire il furto della propria bici. Essere armati è chiaramente un metodo poco efficace. Che piaccia o no come soluzione, non siamo sempre in casa, quando siamo in casa non siamo sempre svegli, quando siamo svegli non siamo sempre in garage e quando siamo in garage non siamo sempre pronti a reagire (con o senza armi). Ci sono metodi passivi e attivi, di cui si è parlato, che sono attivi 24/7 e non fanno rischiare la pelle né la galera, che freghi o meno della pelle del ladro. E questo senza considerare il costo di un porto d'armi, di un'arma, delle munizioni e – se si vuole stare sicuri davvero – di una cassetta di sicurezza… Continua a leggere »

Sailman

Domanda per chi mastica Diritto più di me:
Secondo voi è possibile elettrificare una porta all'interno di un garage? nel senso: ho un garage con all'interno il locale caldaia chiuso da una porta tagliafuoco "blindata" con dei chiavistelli, all'interno del quale metto la MTB: se elettrificassi (con relativa segnalazione di pericolo) porta e chiavistelli sarei, legalmente, a posto o rischierei qualcosa in caso, magari, di ladruncoli arrostiti??

Sailman

Domanda per chi mastica Diritto più di me:
Secondo voi è possibile elettrificare una porta all'interno di un garage? nel senso: ho un garage con all'interno il locale caldaia chiuso da una porta tagliafuoco "blindata" con dei chiavistelli, all'interno del quale metto la MTB: se elettrificassi (con relativa segnalazione di pericolo) porta e chiavistelli sarei, legalmente, a posto o rischierei qualcosa in caso, magari, di ladruncoli arrostiti??

crystlejameson1
Sailman

Domanda per chi mastica Diritto più di me:
Secondo voi è possibile elettrificare una porta all'interno di un garage? nel senso: ho un garage con all'interno il locale caldaia chiuso da una porta tagliafuoco "blindata" con dei chiavistelli, all'interno del quale metto la MTB: se elettrificassi (con relativa segnalazione di pericolo) porta e chiavistelli sarei, legalmente, a posto o rischierei qualcosa in caso, magari, di ladruncoli arrostiti??

https://www.lavorincasa.it/offendicula-quando-e-lecito-utilizzarli/

crystlejameson1
Sailman

Domanda per chi mastica Diritto più di me:
Secondo voi è possibile elettrificare una porta all'interno di un garage? nel senso: ho un garage con all'interno il locale caldaia chiuso da una porta tagliafuoco "blindata" con dei chiavistelli, all'interno del quale metto la MTB: se elettrificassi (con relativa segnalazione di pericolo) porta e chiavistelli sarei, legalmente, a posto o rischierei qualcosa in caso, magari, di ladruncoli arrostiti??

https://www.lavorincasa.it/offendicula-quando-e-lecito-utilizzarli/

jab

secondo me questo è il top!
Ameno che non abbiano un autorespiratore con la maschera facciale completa, ma di sicuro con questo si fermano…
http://www.antifurtoalpeperoncino.com
Ps: su Youtube se ne trovano simili anche di artigianali..

NORIKO
Sailman

Domanda per chi mastica Diritto più di me:
Secondo voi è possibile elettrificare una porta all'interno di un garage? nel senso: ho un garage con all'interno il locale caldaia chiuso da una porta tagliafuoco "blindata" con dei chiavistelli, all'interno del quale metto la MTB: se elettrificassi (con relativa segnalazione di pericolo) porta e chiavistelli sarei, legalmente, a posto o rischierei qualcosa in caso, magari, di ladruncoli arrostiti??

Per te si aprirebbero subito le porte del carcere, sia che il pericolo venga segnalato o meno

Sailman
NORIKO

Per te si aprirebbero subito le porte del carcere, sia che il pericolo venga segnalato o meno

Ma sei sicuro?
voglio dire per arrivare a toccare la porta devi già essere entrato in garage, rompendo la porta e con l'allarme che suona…:nunsacci:

albatros_la
Sailman

Ma sei sicuro?
voglio dire per arrivare a toccare la porta devi già essere entrato in garage, rompendo la porta e con l'allarme che suona…:nunsacci:

Non sono un esperto di diritto, ma non voglio neanche immaginare le conseguenze nel caso in cui un familiare finisca fritto da quella cosa perché qualcuno si è dimenticato di disinserirla… E comunque penso che sia contro qualsiasi normativa anche banalmente di sicurezza di impianto.

Paradossalmente, anche l'antifurto al peperoncino potrebbe essere un problema dal punto di vista legale. Secondo legge lo spray al peperoncino si può utilizzare solo per legittima difesa e in quantità non superiori ai 20 ml (che già ti mettono k.o.). Immagino però che per saturare una stanza ci vogliano più di 20 ml e mi chiedo come facciano ad essere certificabili gli antifurto che ne hanno più di una da 20 ml… ci sarà una qualche gabola legale?

Big Steak One
albatros_la

Non sono un esperto di diritto, ma non voglio neanche immaginare le conseguenze nel caso in cui un familiare finisca fritto da quella cosa perché qualcuno si è dimenticato di disinserirla… E comunque penso che sia contro qualsiasi normativa anche banalmente di sicurezza di impianto.

Paradossalmente, anche l'antifurto al peperoncino potrebbe essere un problema dal punto di vista legale. Secondo legge lo spray al peperoncino si può utilizzare solo per legittima difesa e in quantità non superiori ai 20 ml (che già ti mettono k.o.). Immagino però che per saturare una stanza ci vogliano più di 20 ml e mi chiedo come facciano ad essere certificabili gli antifurto che ne hanno più di una da 20 ml… ci sarà una qualche gabola legale?

Sul programma TV "Le iene" di qualche settimana fa hanno fatto un test con lo spray al peperoncino. In pratica se si era in grado di mettere a segno un'aggressione.
Il tizio che si è sottoposto alla prova si è fatto spruzzare l'intero contenuto di una bomboletta e non ricordo per quanti secondi, tipo un minuto, ha massacrato di botte l'altro tizio imbardato con le protezioni.

Ergo…non sempre è efficace

Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

barth

basta con le armi, non servono pistole e fucili, troppi soldi, corsi, visite e bolli, rinnovi e documenti.

la cosa importante e'salvare la bici, quindi si costruisce una tagliola tagliando a meta'una corona da 36, il cappio tramite fili dei freni, si usa una vecchia forcella da 160 precaricata a sale e peperoncino, poi un ammortizzatore precaricato con sale grosso e molla in acciaio a sgancio rapido.

catturato il ladro la fase due, un telescopico, a voi immaginare.

Sent from my Lenovo K53a48 using MTB-Forum mobile app

Replay72
barth

basta con le armi, non servono pistole e fucili, troppi soldi, corsi, visite e bolli, rinnovi e documenti.

la cosa importante e'salvare la bici, quindi si costruisce una tagliola tagliando a meta'una corona da 36, il cappio tramite fili dei freni, si usa una vecchia forcella da 160 precaricata a sale e peperoncino, poi un ammortizzatore precaricato con sale grosso e molla in acciaio a sgancio rapido.

catturato il ladro la fase due, un telescopico, a voi immaginare.

Sent from my Lenovo K53a48 using MTB-Forum mobile app

[emoji1787][emoji1787][emoji1787][emoji1787][emoji1787]

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk