Come non rigare la bici per tenere alto il suo prezzo di rivendita

Come non rigare la bici per tenere alto il suo prezzo di rivendita

Daniel Naftali, 06/07/2022

Non rigare o segnare il telaio della nostra bici, o i suoi componenti, è un dovere per il biker appassionato, e lo diventa ancora di più se si ha intenzione di rivendere la propria bici, prima o poi, per comprarne una nuova.

Infatti quale compratore vuole una mountain biker tutta sfresata? E se la vuole, sicuramente andrà a tirare sul prezzo, rendendo la compravendita favorevole per lui, ma un buco nell’acqua per noi.

Vediamo dunque come proteggere il telaio e i componenti dalla normale usura dovuta all’utilizzo in fuoristrada.

Pellicola Dyedbro
Protezioni pedivelle
Pellicola forcella
Pellicola adesiva multiuso
In collaborazione con Bike Lab.

 

Commenti

  1. Io sulla mia ho messo la pellicola dyedbro non tanto per la protezione ma per per gli scheletri e la scritta ride or die. Sono tamarro lo so
    La vernice sulla parte non pellicolata salta via che è una bellezza, io non la chiamerei nemmeno vernice.
  2. Pure io di solito proteggo le parti più esposte, ma comunque per la legge di Murphy, anche se dovessi pellicolarla al 99%, andrò ad ammazzare quell 1% rimasto libero..!
  3. pk71:

    Ho anche la fortuna di non aver mai avuto la necessità di rivendere l'usato, dalle mie parti te le rubano prima che tu abbia voglia di cambiarle.
    una protezione per evitare danni che possano romperla la capisco benissimo

    che poi uno la protegga per poterla rivendere meglio proprio non mi capacito, le cose che compro le compro per usarle non per farle godere come nuove al prossimo proprietario. poi, anche ammesso che accresca il valore di un telaio, di quanto? un telaio che vendi a (mettiamo) 1000 può andar giù di quanto per un paio di righe? 100 euro? su un bene che sperabilmente ho usato per 3/4 anni? con quel che costano le protezioni adesive metà se ne va per l'acquisto...
 

TRAININGS AND ROUTES