Competere alla Straccabike dopandosi con una sostanza cancerogena

Competere alla Straccabike dopandosi con una sostanza cancerogena

Marco Toniolo, 08/10/2021

Un tesserato FCI è stato sospeso in via cautelare dopo essere stato risultato positivo alle sostanze Ostarina, RAD 140, GW 1516 durante la Straccabike 2021, dove è arrivato terzo di categoria e 14° assoluto.

Può sembrare la solita notizia del dopato della domenica, per di più nella categoria M3, che va dai 40 ai 44 anni, ma la cosa che mi ha lasciato perplesso è cosa ha preso, cioé una sostanza cancerogena:

GW1516 is a peroxisome proliferator-activated receptor (PPARδ) nuclear hormone receptor agonist that was developed by Ligand Pharmaceuticals and GlaxoSmithKline in the 1990s. It was abandoned as a developmental drug for metabolic and cardiovascular diseases because although a 2007 study found that it improved the physical performance of mice, animal tests found that it caused cancer to develop. Qui in italiano.

L’unico pro beccato per il GW1516 è morto il 12 settembre a 36 anni dopo una lunga malattia.

 

Commenti

  1. ottomilainsu:

    Le piaghe ti vengono dopo ben più di 5 ore in sella. E' quando cominci a farne oltre 15 al giorno per più giorni di seguito che è un attimo passare dallo star bene al ritrovarsi che non si riesce più a fare nulla.
    Con permanenze così lunghe in sella e magari senza cambiare/lavare i pantaloncini per più giorni, cosa spesso normale nell'ultracycling, ci si disfa in poco tempo.
    Anche nel cicloturismo un po' spinto si passano tantissime ore in sella, nel mio caso la media giornaliera normale oscilla tra le 10 e le 12, anche lì se non si sta attenti è facile che ne esca più di qualche semplice irritazione.
    Il dolore alle articolazioni elementari viene fuori anch'esso dalla mancanza di adeguato riposo tra un giorno e l'altro, dormire tre ore, per chi lo fa, è comunque nulla e ci si alza come se non si fosse andati a dormire.
    Una randonnèe, che non è una gara, ha comunque dei limiti di tempo, se uno vuole concluderla per figurare tra i finisher deve darci dentro. 650 km alla media dei 20 km/h sono 32 ore e mezza in sella, da chiudere entro poco più di 40 ore di tempo massimo.
    Alla fine di una cosa del genere puoi essere anche il più allenato e preparato, ma ti ritroverai ad avere qualche problemino di deambulazione. Se ti limiti a un paio di giorni, dopo due giorni di riposo torni come nuovo, se tiri avanti per un paio di settimane ti serve ben più di una settimana per rimetterti in condizioni decenti.
    Quindi ergo...non è umano...e ciò spiega il ricorso a cose non propriamente regolari...non è una scusante preciso...ma perchè allora portar il corpo al limite fisico umano?? Cos è che scatta dentro la psiche...per dirla alla Pradapappo...MISTERO...
  2. ognuno fa cio' che vuole, tutti i professionisti si dopano ,anche nelle giovanili del ciclismo , che credete ? anche i politici si drogano ahah