MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | DH WC #2: Amaury Pierron conquista Fort William

DH WC #2: Amaury Pierron conquista Fort William

DH WC #2: Amaury Pierron conquista Fort William

03/06/2018
Whatsapp
03/06/2018

La seconda tappa di UCI DH World Cup 2018 è stata probabilmente una delle edizioni meno suggestive della lunga storia di Fort William, con pochi colpi di scena e una regia televisiva che sicuramente non ha premiato lo spettacolo da casa, sminuendo un tracciato altresì interessante e impegnativo. A dispetto delle previsioni meteo che preannunciavano due giorni di temporali e nonostante alcune nuvole ieri sera abbiano fatto temere il peggio, la gara si è corsa su terreno estremamente asciutto che ha reso scivoloso il percorso.

Contro ogni facile pronostico è stato il francese Amaury Pierron ad aggiudicarsi la vittoria, la prima della sua carriera, con una run perfetta, aggressiva e ben calibrata, pedalando in ogni tratto che lo permettesse.

Seconda posizione per il connazionale Loris Vergier, che ha pagato caro un errore nel rock garden centrale, chiudendo a 27 centesimi dal primo gradino del podio.

Troy Brosnan ha lottato strenuamente mettendo a segno una run eccellente che tuttavia non gli ha consentito di andare oltre il terzo posto, a soli 4 centesimi da Vergier. Quarto posto per un outsider, Reece Wilson, prevateer del team Commençal che ha tenuto la hot seat per gran parte della gara segnando il tempo da battere per tutti i top rider.

Quinta posizione per Loic Bruni. Aaron Gwin, vittima di una caduta, chiude al 20° posto conservando comunque la leadership del circuito mentre Luca Shaw, vincitore della manche di qualificazione di ieri, si è dovuto arrendere a una foratura. Revelli, unico italiano in finale, chiude 47°.

Risultati condizionati dalle cadute in campo femminile dove Tahnée Seagrave ha vinto pennellando una run veloce e senza errori che le ha consentito di creare un buon margine di distacco sulle concorrenti.

Myriam Nicole ha concluso in seconda posizione nonostante una caduta che l’ha rallentata di diversi secondi mentre stava conducendo un’ottima run.

Terza posizione per Rachel Atherton che ha concluso comunque con un tempo di tutto rispetto, nonostante sia rimasta vittima prima della rottura della catena nello sprint iniziale pochi metri dopo il cancelletto di partenza e poi di una caduta nella parte tecnica.

Quarta posizione per la giovane Marine Cabirou, quest’anno in notevole crescita. Quinto posto per Tracey Hannah apparsa sottotono rispetto al suo potenziale. Veronika Widmann invece sembra aver ritrovato il suo ritmo e conclude al 10° posto.

Kye A’Hern conferma il risultato della manche di qualificazione e vince la gara di Fort William nella categoria Junior maschile. Thibaut Daprela lo insegue a meno di 8 decimi di distacco mentre Kade Edwards chiude in terza posizione. Ottimo quinto posto per il promettente Giacomo Masiero mentre l’altro italiano in gara, Hannes Alber, ha concluso con un buon 11° posto.

Tra le Junior femminile è nuovamente dominio di Valentina Holl che stacca la prima inseguitrice di 29 secondi, dimostrandosi nettamente superiore alla categoria Junior nella quale compete attualmente e decisamente competitiva anche rispetto alla categoria Elite Women a cui approderà solo tra 2 anni e dove oggi avrebbe concluso al quarto posto.

Classifiche complete Finali Fort William – Elite Men
Classifiche complete Finali Fort William – Elite Women
Classifiche complete Finali Fort William – Junior Men
Classifiche complete Finali Fort William – Junior Women

World Cup Overall – Elite Men
World Cup Overall – Elite Women
World Cup Overall – Junior Men
World Cup Overall – Junior Women

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Froster182
Froster182

Straordinari Pierron, Vergier e Wilson
ma che peccato per Dakotah Norton, Luka Shaw, Gwin e Minnaar :
Senza quei problemi tecnici avrebbero spaccato di brutto
(la classifica appare un po’ mutilata..)

Marco Toniolo

c’era una buca più sasso smosso in mezzo al bosco che non dev’essere stata lì in ricognizione, perché tutti quelli che prendevano la curva larga ci finivano dentro perdendo tempo o cadendo, come Gwin.

gancio
gancio

Verissimo infatti i marshall in val di Sole hanno l’input di levare i sassi smossi.

delobo

Due cose…. la prestazione della junior Valli Hòll, e la "reazione" di Bruni, seduto sulla hot seat, in seguito alla caduta di Gwin :maremmac:

marco-rr101
marco-rr101

Ma quel pensionato/endurista di Maes come si permette di arrivare decimo? Benzina nascosta nel telaio? Cilindrata maggiorata?

akko69
akko69

e pur sempre campione nazionale… 😉

teoDH

a parte che Maes è stato campione del mondo junior di DH… in una gara dove mancavano almeno 5 top rider, dove Gwin ed altri sono caduti, piazzarsi decimo per uno che 5-6 anni fa era visto come il futuro della Dh mondiale non credo sia quel gran risultato… probabilmente se avesse creduto più in discipline serie invece di buttarsi tra i pensionati sarebbe a podio, ma sono scelte…

teoDH

No scusate, ho sbagliato, è stato Rude ad aver vinto il mondiale junior, non Maes

uomoscarpia
uomoscarpia

Martin Maes 10°….qui casca il mito di Teodh che quelli che fanno enduro non sanno andare in dh….ahahahah

darionollie_
darionollie_

Maes ha sempre corso in DH. Credo che nessun rider delle ews non abbia un passato di DH.

fabioski roma
fabioski roma

a questi livelli so discorsi da bar, ma tra i dilettanti chi fa dh di di sicuro non sa fare enduro o meglio non sanno fare le curve specialmente quelle senza sponda

darionollie_
darionollie_

Stai scherzando vero?!

SEBULBA
SEBULBA

Secondo me hai visto poche gare di DH…

Jolly Roger
Jolly Roger

Non è la prima volta che Martin gira in DH e non sarà neppure l’ultima…

alexpelle
delobo

Due cose…. la prestazione della junior Valli Hòll, e la "reazione" di Bruni, seduto sulla hot seat, in seguito alla caduta di Gwin :maremmac:

Bruni era soltanto ipnotizzato dal fatto che gwin se continuava con quel ritmo arrivava giu con 5 secondi di anticipo[emoji23]

Sent from my [device_name] using MTB-Forum mobile app

Deroma
Deroma

Boh a mio parere uno dei tracciati che meno mi piacciono del mondiale , tratto iniziale spaccato e tecnico e poi due minuti di autostrada

darionollie_
darionollie_
uomoscarpia

Martin Maes 10°….qui casca il mito di Teodh che quelli che fanno enduro non sanno andare in dh….ahahahah

Maes ha sempre corso in DH. Credo che nessun rider delle ews non abbia un passato di DH.

smaz
smaz

Cmq. mi pare che con questi salsicciotti nelle gomme si buca statisticamente uguale a prima, e si arriva giù piano piano magari con la gomme in sede ma il risultato è lo stesso…

delobo

Rachel?!?!?!…… 10 secondi dietro alla Seagrave con una caduta e un "no chain" dalla partenza, prima della Motorway c'è addirittura un leggero falsopiano in salita, e i quattro salti li ha pennellati quasi alla perfezione a differenza delle altre che pedalavano come matte e facevano fatica a chiuderli :maremmac:

sickbiker

Attenzione!
Pierron ha vinto su una bici in alluminio, commencal le produce solo così; per cui per tutti quelli che hanno una bici in carbonio: chiedete i soldi indietro, vi hanno preso per i fondelli!
Se hai manico carbonio o alluminio frega una sega!

Sent from my iPhone using MTB-MAG.com