EWS La Thuile II: Moir si prende la rivincita su Rude

9

Oggi a spuntarla e a salire sul gradino più alto del podio è stato Jack Moir (Canyon Collective) che si riprende la rivincita su Richard Rude jr (Yeti / Fox Factory Team) vincitore del round 3 di mercoledì. Terzo e per la prima volta su un podio EWS, lo svedese Zakarias Johansen (Ibis Enduro Team).

Risultati completi qui.

Il migliore tra gli italiani è Mirco Vendemmia (Fastlight-Abetone) che con la ventisettesima posizione di oggi si conferma il più in forma tra i nostri portabandiera.

In campo femminile ad agguantare la sua prima vittoria in EWS è stata la britannica del Trek Factory Racing Harriet Harnden. Harriet è seguita nella preparazione da Tracy Moseley un’atleta che ha scritto pagine della storia della mtb e che proprio qui a La Thuile ha sempre trovato stimoli per migliorare e progredire nella sua guida.

Seconda chiude la francese Melanie Pugin, prima nel round 3 di mercoledì, mentre terza chiude la connazionale e campionessa EWS in carica Isabeau Courdurier (Lapierre Zipp Collective).

Nella categoria Under21 femminile sale nuovamente sul podio in seconda posizione la valdostana del team Ancillotti Sophie Riva staccata di 45 secondi dalla slovacca Simonka Kuchynkova.

 

Commenti

  1. Scusate se insisto, Karim Amour ancora primo tra i Masters, secondo me è uno dei più grandi di tutti i tempi
  2. vitamin:

    Scusate se insisto, Karim Amour ancora primo tra i Masters, secondo me è uno dei più grandi di tutti i tempi
    Ma quando era negli Elite che ha vinto? Chiedo perché non ho idea di chi sia e non l'ho mai sentito nominare (e neanche google aiuta) :nunsacci:
Storia precedente

Tom Pidcock: nato per andare in MTB

Storia successiva

Manitou presenta la nuova Dorado

Gli ultimi articoli in Race Corner