Hans Rey in Valtellina

«C’è qui Hans Rey. Hai voglia di farti un giro?». Eh, come dire di no: presente!

Il poster di Hans Rey, quando io avevo 10 anni e lui era già No Way Rey, era appeso in cameretta. Insomma, lui faceva cose che nessun altro faceva, il campione di un sacco di titoli internazionali, la faccia su tutti i magazine di bici. Io un bambino che andava in mountain-bike.



.

Ed eccoci qua, qualche anno dopo, io e Hans a girare insieme sui sentieri dietro casa mia, in Bassa Valtellina.

Il bello di Morbegno è che parti in bici dal centro storico. Ho carta bianca e, siccome è metà maggio e fa già caldo, scelgo il versante Orobico.

Il risultato è un bel mix: mattinata di enduro vero scendendo sul trail PX nei boschi di Cosio Valtellino, con passaggi su roccia davvero divertenti, e pomeriggio più soft, con salita lungo la Via Priula, una strada del XVI secolo che collega la Valtellina con Bergamo, per raggiungere il borgo di Arzo, frazione alta di Morbegno con vista bella vista sulle Retiche e fino al Lago di Como.

Hans è super contento, io (e il me bambino) più di lui. Grazie Hans, in carne e ossa sei ancora più forte!

Le foto sono di Eze Urrets.

Pubblicazione realizzata con il finanziamento di GAL Valtellina: Valle dei Sapori 2014 – 2020 con risorse del FEASR
Responsabile dell’informazione: Consorzio Turistico Media Valtellina
Autorità di Gestione del Programma: Regione Lombardia

Storia precedente

Nuova Pinarello Dogma XC Hardtail

Storia successiva

Gli atleti del cross country si schierano contro l’UCI

Gli ultimi articoli in Viaggi e uscite in mountain bike

Bikepacking nel Caucaso

Il report di viaggio bikepacking di Henna e Sabine nel Caucaso della Georgia settentrionale, da Stepantsminda…

Il roccioso ligure

Di solito quando vado in Liguria ci vado per fare enduro nelle solite località, ma in…

Bike Park Tajarè

Oggi vi vogliamo presentare il Bike Park Tajarè, situato in bassa Valle Stura (CN), interessa i…