Il primo trail costruito con energia elettrica da fonti rinnovabili

Il primo trail costruito con energia elettrica da fonti rinnovabili

Francesco Mazza, 29/05/2020
Whatsapp
Francesco Mazza, 29/05/2020

Velosolution in collaborazione con il comprensorio Flims – Laax – Falera ha realizzato The Nagens Trail, il primo tracciato per mountain bike al mondo a essere stato interamente costruito con attrezzatura elettrica. L’escavatore, i compattatori, le motoseghe e ogni macchinario utilizzato, non utilizzano combustibili fossili ma sono dotati di motori elettrici le cui batterie vengono ricaricate da fonti rinnovabili (solare e idroelettrico) tramite le numerose prese di corrente sparse sul versante che, durante la stagione invernale, alimentano i cannoni di innevamento artificiale. Il trail Nagens sarà percorribile a partire dalla fine di luglio.

Commenti

  1. marco:



    Il 6 riaprono le funivie qui, un bel giro a Lenzerheide, Flims e Laax vado a farmelo visto che stanno facendo delle gran belle cose per le bici.
    Io ci tornerei anche (sia il Runca che il Neverending sono spettacolari) se non fosse che il giornaliero costa un rene e rischio anche l'altro rene se per sbaglio voglio pranzare in loco.
  2. frenk:

    Ribadendo ciò che ho scritto nel precedente commento, per quanto ne puoi sapere tu la rete industriale del comprensorio di Flims – Laax – Falera è collegata direttamente a una centrale di produzione di energia idrolettrica, magari anche di proprietà della società stessa, come avviene per diverse altre realtà simili che necessitano di enormi approvvigionamenti di energia elettrica, oltre ad avere un supporto di fotovoltaico e magari eolico. Certo che screditare a prescindere (leggasi: senza dati certi) chi parla di sostenibilità green dicendo che racconta balle o che in ogni caso ogni produzione di energia inquina, equivale a sostenere indiscriminatamente l'utilizzo di combustibili fossili.
    ...tutto valido se fossimo nel 18 secolo...oggi come oggi un'isola energetica non può sussistere per svariati motivi tecnici a cominciare dal fatto che se per un qualsiasi motivo dovrebbe collegarsi alla rete nazionale dovrebbe spegnere tutto in quanto non si potrà mai avere in quell'istante frequenza rotazione e tensioni uguale per garantire il parallelo e la stessa rete nazionale poi non sarebbe in grado di ricollegarla istantaneamente ma solo per gradini energetici
    ...anche la mia società dichiara 3twh di energia idroelettrica annui e sostiene di essere green ma di fatto il tutto viene immesso nella rete nazionale ed è quello che ti arriva poi alla tua presa di corrente...
    https://www.gruppodolomitienergia.it/content/home
 

POTRESTI ESSERTI PERSO