La prima full…per disorientati

La prima full…per disorientati

17/06/2015
Whatsapp
17/06/2015

[ad3]

Nella vita di ogni biker c’è un momento in cui la front con cui si ha cominciato ad andare in bici, la nostra prima mtb “seria”, comincia a starci stretta.

Si tratta in fondo di un’evoluzione naturale, c’è poco da fare: bene o male ci siamo passati quasi tutti, solo chi si appassiona all’XC rimane sulla bici front, magari orientandosi su di una bici più leggera e specifica.

Se quando si acquista una front entry level è molto difficile prendere una cantonata (le bici di questa tipologia sono più o meno simili, la differenza la fanno poi gli alestimenti ed i prezzi), il mondo delle biciclette biammortizzate o full suspended è invece molto vasto ed è facile perdersi.

Con la guida di oggi, dedicata essenzialmente ai bikers principianti, cercheremo di far luce su cosa dobbiamo valutare nell’acquisto della nostra prima bicicletta biammortizzata.

Marathon, trail, all mountain od enduro?

Andare in un negozio e dire “voglio una bici biammortizzata” vuol dire tutto e niente. Il mondo delle mtb full suspended è infatti molto vario e racchiude tante sottocategorie che identificano biciclette pensate per usi diversi.

Marathon

02b
Solitamente 29″ sui 110-120mm, le marathon sono mtb pensate per dare il meglio di se in salita su lunghe percorrenze. Escursione limitata per una pedalata efficiente in ogni situazione, ruote grandi per passare sopra gli ostacoli e mantenere una marcia fluida anche sullo sconnesso, componenti leggeri per avere una bici scattante e reattiva.

Il terreno ottimale delle bici marathon è la salita. Le sospensioni assicurano una miglior trazione rispetto ad una front, rendono la bici più comoda, ma la reattività, la limitata escursione e le geometrie molto XC rendono queste bici poco performanti in discesa.

Sono bici adatte a chi cerca la prestazione in salita, chi vuole andare a tutta anche su giri lunghi ed impegnativi senza rompersi la schiena con un frontino.

Trail

03

Le trail bike sono biciclette full, solitamente da 27,5″ o 29″ con un’escursione sui 120-140mm e sono pensate per offrire il massimo delle prestazioni sui lunghi giri montani.

A differenza delle marathon, la trail bike ha un’assetto ed un’impostazione di guida più rilassata, con angoli e geometrie più discesistiche. La componentistica non è pensata per ridurre al minimo il peso ma per essere affidabile e robusta, quasi sempre il cannotto reggisella telescopico è di serie.

La trail bike nasce per percorrere lunghi giri alpini. Grazie alla limitata escursione si pedala bene, soprattutto sui lunghi dislivelli. Sale bene, è comoda, non stanca. Godendo di geometrie più rilassate e componenti più solidi però, consente allo stesso tempo di affrontare ogni tipo di discesa in sicurezza, anche quelle più tecniche. Non bisogna sicuramente cercare la prestazione discesistica pura, ma sui sentieri flow è un mezzo divertentissimo da guidare.

Insomma, si tratta della bici ideale per chi pratica escursionismo senza particolari velleità discesistiche o per chi cerca un giro adatto a giri lunghi ed impegnativi.

All mountain

04

Le bici da all mountain hanno invece un’escursione sui 140-150mm ed in genere ruote da 27,5″, seppur ci siano comunque diversi modelli da 29″.

Più aggressive delle trail bike, le bici da all mountain sono pensate per un utilizzo a 360°, per andare bene in salita ed anche in discesa. Le geometrie sono più rilassate, per migliorare la performance il discesa senza però sacrificare troppo la pedalabilità. La componentistica è più robusta, andando un po’ a discapito del peso.

Sono bici adatte a chi vuole fare un uso della bici a 360°, a chi vuole divertirsi sia in salita che in discesa. Le prestazioni discesistiche sono già molto buone: ci si può divertire su ogni tipo di discesa e lasciare i freni senza troppi problemi. In salita la bici sale bene, non è faticosa da portare su lunghi dislivelli ed è piacevole da pedalare.

La bici ideale per chi vuole compiere giri ad ampio respiro, dislivelli importanti ed avere allo stesso tempo un mezzo divertente in discesa.

Enduro

05

Le bici da enduro hanno un’escursione attorno ai 160mm e ruote quasi sempre da 27,5″ (sono oramai pochi i modelli da 29″).

Geometrie più discesistiche, un montaggio che è un compromesso tra peso, robustezza ed affidabilità, le bici da enduro nascono per andare a fuoco sui sentieri naturali in discesa, mantenendo allo stesso tempo una buona pedalabilità che consente di arrivare in cima a salite più o meno lunghe e dislivelli impegnativi. Le geometrie sono discesitiche con un’occhio all’agilità ed alla maneggevolezza, perfette per affrontare ogni tipo di passaggio tecnico, ma anche sufficientemente compatte da consentire di girare agevolmente sugli stretti sentieri di montagna.

La bici da enduro è adatta a chi vuole andare a tutta in discesa e guadagnarsi la vetta con le proprie gambe, per raggiungere i più bei sentieri delle alpi, quei sentieri che ti puoi godere solo dopo aver sudato per ore in salita. Per questo motivo la bici da enduro può essere pedalata anche per dislivelli impegnativi, ma è quando la ruota anteriore punta verso la discesa che da il meglio di sé.

Come scegliere?

Marathom, trail, all mountain ed enduro sono quattro grandi famiglie che racchiudono al loro interno tanti modelli di biciclette diverse. Prima di scegliere un determinato marchio o modello, bisogna capire qual’è la tipologia di mezzo che stiamo cercando.

Per fare ciò dobbiamo analizzare attentamente che cosa cerchiamo dalla bici e che cosa ci piace fare di più quando siamo in sella. Ci piace andare a tutta in discesa? Allora andremo su una bici da enduro. Ci piacciono i giri epici ad ampio respiro, con dislivelli impegnativi e sentieri senza fine? Allora una trail bike o una all mountain fanno al caso nostro. Ci piace andare a fuoco in salita e della discesa ci importa poco? Allora una marathon fa al caso nostro.

Quello che è importa è fare una scelta consapevole in base alle proprie esigenze. Inutile prendere un’enduro perchè “più escursione c’è meglio è” “perchè non so andare in discesa e la bici mi aiuta”. Se prendo un’enduro è perchè mi piace la discesa e voglio divertirmi a scendere. Se non mi piace la discesa o faccio giri tranquilli, una bici più pedalabile è sicuramente più indicata e mi permette di divertirmi di più.

27,5″ o 29″?

Tralasciando il 26″ che è ormai morto, un altro dubbio amletico riguarda il formato di ruote: meglio 27,5″ o 29″?

Tendenzialmente la differenza principale riguarda lo stile di guida della bicicletta. La 29″ impunta meno, mantiene la velocità sullo sconnesso più facilmente, scavalca meglio gli ostacoli. La 27,5″ è più maneggevole, più agile, scattante.

06

La 27,5″ è più maneggevole

I maggiori benefici delle ruote grandi si manifestano sulle escursioni più limitate dove la ruota grande compensa la mancanza di escursione delle sospensioni. Per questo motivo le marathon sono quasi tutte da 29″. Più si sale di escursione, più diventa importante ricercare la maneggevolezza: tanto ci pensano le sospensioni a “mangiare” gli ostacoli. Ecco quindi che più si sale di escursione, più le 29″ cedono il posto alle 27,5″.

06b

La 29″ impunta meno e da più confidenza ai principianti

C’è poi da fare un’altra considerazione. Per un principiante la scelta di una 29″ può apparire inizialmente molto vantaggiosa: la 29″ non si impunta, è facile da guida e mangia ogni cosa. E’ una bici che da tantissima sicurezza a chi non guida in maniera attiva, a chi sta rigido sulla bici: insomma è perfetta per chi è alle prime armi.

Tuttavia questa caratteristica di “ovattare” gli ostacoli è anche controproducente perchè non fa sviluppare, soprattutto nei principianti, la capacità di tenere una guida attiva, ovvero di lavorare bene con braccia e gambe seguendo l’andamento del terreno. Sviluppare una guida attiva ed imparare a leggere il terreno, anticipando gli ostacoli prima che siano raggiunti dalle nostre ruote è infatti fondamentale per fare il salto di qualità verso una guida di alto livello.

Insomma, non c’è una risposta univoca a questa domanda e molto dipende dai gusti personali e dallo stile di guida. Tra 27,5″ e 29″ non c’è un formato migliore a prescindere. Ognuno ha i suoi gusti. Per questo, se riuscite, provate di persona, sia una 29″ che una 27,5″.

Le caratteristiche fondamentali di una buona full

Una volta che abbiamo capito che tipo di bici ci serve, dobbiamo trovare quella che fa per noi ed ecco che si apre un mondo sconfinato di modelli, marchi ed allestimenti.

Nomi e marchi blasonati o meno a parte, che cosa è importante che abbia la nostra futura bici?

Il budget

Partiamo subito da un presupposto: per entrare nel mondo delle full serve un budget di almeno 1600-1800€, se si vuole prendere qualcosa di nuovo.

A meno di fine serie o particolari occasioni infatti è questo il budget minimo per una full accettabile. Non che non esistano biciclette biammortizzate sotto questa fascia di prezzo, ma si tratta di “cancelli” molto pesanti e con componenti economici. Inutile avere una full se poi l’ammortizzatore posteriore è un legno e la bici pesa 17kg.

07

Per avere una full così, meglio una bella front!

Sotto questo budget insomma la scelta obbligata è un’usato, ma anche qui attenzione che più di tanto non si può scendere a meno di non volere una bici vecchia e non più attuale.

Telaio

08

Cuore di una qualsiasi bicicletta, il telaio di una full è importantissimo. Materiali, geometrie e peso a parte, dal telaio dipende come funziona la sospensione posteriore, quanto  e se si muove in pedalata, come assorbe gli ostacoli. Un buon telaio con componenti non troppo pregiati assicura comunque una bici discreta, un telaio scadente può essere montato anche con i componenti migliori del mercato, ma non ci darà mai una bici di alto livello.

Meglio insomma orientarsi su di una bicicletta con un buon telaio, magari anche con un allestimento inferiore. Ricordiamoci sempre che i componenti si possono cambiare ed upgradare nel tempo, il telaio invece, con quello che costa, difficilmente si cambia se non vendendo tutta la bici.

Sospensioni

09b

Subito dopo il telaio è bene valutare le sospensioni, ovvero ammortizzatore posteriore e forcella. Possiamo avere il miglior telaio del mondo, ma se l’ammortizzatore è scadente non funzionerà mai al 100%. La forcella invece è un componente piuttosto da sostituire, quindi è fondamentale che quella che monta la nostra bici sia valida.

Di ammortizzatori posteriori ce ne sono molti modelli, ma non tutti funzionano bene. Cerchiamo di evitare componenti di bassa gamma, puntando a marchi dalla comprovata affidabilità (informatevi sul forum oppure leggendo i nostri test).

Ricordiamoci: un buon telaio, un buon ammortizzatore ed una buona forcella ed il 60% della bici è fatto!

Ammortizzatore bloccabile o no?

10

Quando si passa da una front ad una full, la prima cosa che si cerca nella nuova bici è il bloccaggio dell’ammortizzatore posteriore. Inutile negarlo: per quanto convinti del passaggio alla full, in fondo, abbiamo tutti paura che la full non si pedali bene come la front che avevamo prima e la possibilità di bloccare tutto ci mette il cuore in pace.

In realtà avere a disposizione un blocco totale non è un grosso beneficio: il blocco totale si può usare solo su asfalto, pena il danneggiamento dell’idraulica, quindi è scarsamente fruibili. Meglio invece una piattaforma stabile (Propedal, Gate) che possa essere utilizzata anche su sterrato. Le sospensioni moderne sono quasi tutte dotate di questa utile funzione.

Molto importante è comunque che la piattaforma stabile dell’ammortizzatore sia disinseribile manualmente. Purtroppo, soprattutto sulla bassa gamma, esistono ammortizzatori con la piattaforma stabile fissa, non escludibile. Un bel guaio, perchè il principio di funzionamento della piattaforma stabile è proprio “la metto in salita e la tolgo in discesa”, se in discesa questa rimane attiva andrà a penalizzare il funzionamento della sospensione.

Il peso

11

Ultimo ma non meno importante parametro da prendere in considerazione è il peso. Sopratuttto sui modelli di bassa gamma, il peso può essere molto penalizzante.

Non sono i 100g in più o in meno, ne tantomeno il chilo, però se la nostra full pesa più di 16kg sicuramente avremo problemi a pedalarla, soprattutto sulle lunghe distanze. Forse in tal caso meglio puntare a qualcosa di più leggero e magari con meno escursione, oppure mettere subito in conto degli upgrade.

Insomma, acquistare una bici non è mai una cosa facile, soprattutto perchè parliamo di spese piuttosto importanti e vorremmo sempre spendere al meglio i nostri soldi. Il consiglio che mi sento di dare in ultima battuta è comunque di non seguire troppo le mode e di concentrarsi su quelle che sono le proprie esigenze, in modo da scegliere la bici non in base a quello che è “figo”, ma in base a quello che è il proprio stile di guida. Solo in questo modo si può essere sicuri di fare un buon acquisto!

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Andrea Antonucci

Ad essere precisi con sospensione si dovrebbe intendere tutto il carro, non soltanto l’ammortizzatore

Comunque non capisco come mai non siano state nominate per nulla Fr e DH, ma soprattutto le 26″…
Per uno che è agli inizi (ma anche dopo!) una bella full usata da 26″ è un’ottima scelta a buon mercato!

pacidavi
pacidavi

credo che oramai il pensiero più comune sia:”se compro una 26″ me la porto in tomba”
perchè non la rivendi mai più…
resta comunque, anche a mio parere, un’ottima scelta per chi vuole cominciare e rimanere lì

damnewone
damnewone

Diciamo che per rivenderla ci perdi molto,anche in maniera ingiustificata.
Ci sono ottime biciclette da 26″,più che la ruota considererei le geometrie,con l’abbinamento sospensioni.

rinaldo1987
rinaldo1987

come primissima bici non mi pare un consiglio intelligente quello di prendere una DH.

zouksantana
zouksantana

Qua parla di prima full e non di prima bike…quindi non è specificato che il biker sia esperto o inesperto…potrebbe essere un frontista da 20 anni e quindi potrebbe avere manico da vendere in discesa…

Daniel Naftali
Daniel Naftali

Non ho citato FR e DH perchè sono discipline specifiche, con bici specifiche. Se voglio fare DH, compro una bici da DH, devo solo scegliere il modello, ma se voglio semplicemente pedalare in montagna (come il 90% dei bikers) la scelta è molto più difficile.

Ad ogni modo le considerazioni su telaio e sospensioni valgono per qualsiasi disciplina.

Discorso 26″: nell’articolo spiego bene che sotto un certo budget (1600-1800€) è necessario rivolgersi all’usato. Una 26″ può essere sicuramente una valida scelta, soprattutto per chi può spendere poco. Ad ogni modo, oggi come oggi, a meno di non essere proprio tirati nella spesa è meglio orientarsi su di una 27,5″ o 29″. Non solo per i vantaggi delle ruote più grandi, ma anche per la maggior facilità di reperire ricambi e soprattutto per la rivendibilità.

Sospensione è vero che è il tutto il carro, ma avendo scorporato nel paragrafo precedente il telaio (e quindi il carro), nel paragrafo sulle sospensioni ho parlato solo dell’ammortizzatore. Comunque quello che dici è giusto: la sospensione posteriore è data dal carro e dall’ammortizzatore insieme.

gaios73
gaios73

Scusa Daniel, ma quindi il discorso della spesa minima lo hai fatto escludendo le 26″ in partenza (palusibilissimo, eh…).
Perché di 26″ full valide sotto 1600 ce ne stanno…

Daniel Naftali
Daniel Naftali

L’ho fatto facendo riferimento al nuovo ed ai modelli 2015. Chiaro che con usato o vecchi modelli si può abbassare ancora l’asticella.

nicolabergamo
nicolabergamo

giusto per sapere, io che l’estate scorsa ho comprato una Lapierre Zesty 314 del 2013 ovviamente 26 ho sbagliato qualcosa? 27.5 non ne ho mai provate però mi ci trovo bene sinceramente.

mauree
mauree

Nicola, finché ti ci diverti non hai sbagliato proprio niente!

mondo strano
mondo strano

tu dici cosi perchè siamo POVERIIIIIIII ! però io col pennarello ho scritto 27,1 sulle mie ruote!

Pietro Osello
Pietro Osello

che rabbia! la 26 e’ una bici perfetta per chi comincia e per chi continua!!..non dimentichiamo che le 27.5 e 29 sono imposte da chi decide il mercato!! scelte tecniche che giustificano un cambio non ce ne sono, e ti imbottiscono di cazzate per fartelo credere…..che tristezza.

Bald
Bald

COMBLOTTO!!!!!1111!1!!!1111!!!!!!

E’ il bildemberghe ad aver deciso tutto ciò SVEGLIAAAAAAA!!!!111!!!!!111!!!!!!

wildmak
wildmak

Assolutamente d’accordo e secondo me si contraddicono con quanto scritto in articoli precedenti….non dicevano che con tutti gli standard che ci sono ora abbiamo tutti più scelte? e ora le 26 sono morte?!?!?….ho i miei dubbi!!! Scusate ma non ho nenache voglia di leggere un articolo del genere…io continuo a pedalarmi la mia 26 acquistata nuova da poco dopo anni di prove iniziando da una front da 100 a una freeride pura di 20 kg e 180 di escursione (che ho sempre pedalato…) ad altre simili per arrivare alla mia bici attuale: una bella “freeride” vecchio stile, ma molto pedalabile da 16,5 Kg….e vi assicuro che si sale anche con pesi del genere….tutto sta nell’allenamento che uno ha e nell’impegno che ci si mette….se uno va farsi le passeggiate in bici allora ci vuole una mtb da 8/9 kg…per passeggiare vanno più che bene qualsiasi montaggio abbiano…ma se uno in bici vuole mettersi alla prova e divertirsi allora il peso sì, si guarda, ma entrano in gioco altri paramtetri….A me sinceramente piace mettermi alla prova sia in salita che in discesa (soprattutto!) Ho optato per qualcosa dall’escursione generosa (per andare anche in park) ma che potevo sfruttare soprattutto sui sentieri di casa…farò un po di pubblicità ( e per questo mi scuso con chi non è d’accordo, ma è ssolo la mia esperienza e la mia opinione!) ma con la mia Rose Soul Fire 2 mi diverto un sacco in discesa e in cima ci arrivo relativamente tranquillo…buone pedalate a… Read more »

Honestlypino
Honestlypino

commercialmente le 26 sono morte sì,comprarne una nuova adesso non è la miglior scelta in assoluto…se poi uno si trova bene o ha particolari esigenze nulla vieta di prenderla,ma sicuramente ad uno che ora vuole passare alla full non consiglierei una 26 nuova (c’è comunque pochissima scelta) e a seconda del budget potrebbe prendere sì una 26,ma usata e montata magari meglio di una 27 modello base.

ps: 16,5kg sono una putrella ci sono dh con quel peso adesso.

wildmak
wildmak

Si forse scelta di 26 nuove ce n’è poca, ma non sono assolutamente d’accordo con te sul fatto che siano morte commercialmente….ora è il momento giusto per fare ottimi affari su una 26…e siccome non sono uno che non cambia bici ogni anno perchè non mi va e non potrei mi sono orientato su una 26….
Per quanto riguarda il peso beh…fino a pochi anni fa era un ottimo peso…è negli ultimi due o tre anni che rosicchiano grammi di qua e di la (sul fatto robustezza ho sempre più perplessità…)….sicuramente due kg in meno si sentono soprattutto in salita…ma sul discorso affidabilità? non sono troppo convinto che leggero è sinonimo di affidabilità ….. e poi vorrei vedere ora quanta gente riesce a stare senza cellulare (me compreso…)….eppure quando non c’era si viveva lo stesso….e forse pure meglio….non so se ho reso l’idea…

Boss Equipment
Boss Equipment

Tralasciando il 26″ che è ormai morto, un altro dubbio amletico riguarda il formato di ruote: meglio 27,5″ o 29″?…..Fuoco alle polveri!

Bald
Bald

Direi che Trail e All Mountain ormai siano completamente sovrapponibili.

E sono le full da comprare.

nonno
nonno

Stavo per scrivere la stessa cosa!

Sender 9.0
Sender 9.0

concordo con te, queste sono bici non troppo spinti come un Enduro o DH, più facile da condure è veramente polivalenti. Con la mia RM Instinct sono ben servito, ottobre scorso fatto un upgard con una Pike 140 ( originale era 130 / 130 Fox ). A dire la verità me piacerebbe una bella Endura pero con due ernie alla schiena ed una protesi al ginocchio più la mia età 63 ho paura di farmi male per andare troppo veloce con un mezzo più spinto…….

lucal82l
lucal82l

Si è vero, anche se poi nella pratica si va da bici anche sotto gli 11kg fino a carri armati da 15-16kg, quindi la distinzione la fa molto l’allestimento, ma mi pare che sia anche spiegato in parte.

life
life

“però se la nostra full pesa più di 16kg sicuramente avremo problemi a pedalarla“

complimenti a chi pedala una full da 16kg … fosse anche una marathon … 😉

vito e alloggio
vito e alloggio

Io pedalo una full da 16,7 kg. Pensa che (orrore) ha anche le ruote da 26 e 65° di angolo. Meno tosta di quello che si pensa.

Bald
Bald

Giri da quanti km? Quanto dislivello di media?

vito e alloggio
vito e alloggio

ti rispondo a quasi due anni di distanza: ai tempi, anche duemila di dislivello e cinquanta km. ora sono un po’ meno allenato e giri cosi li reggo poco… nel frattempo ho preso una bici da 13 kg (in discesa molto meglio, più agile, in salita, credo per questioni di angolo sella, peggio).

Ginogion
Ginogion

Posso dire una cosa? ok scegliere la bici in base al nostro stile di guida, ma può capitare che il passaggio dalla vecchia alla nuova implica un miglioramento generale della guida e di conseguenza anche lo stile rendendo già “inadatta” una bici appena comprata…..O no?

Velocity
Velocity

Per andare a “fuoco” in discesa o a “tutta” in salita prima della bici servono le gambe e la tecnica…Una volta che questo aspetto è centrale per andare a “bombazza” (visto il giovalismo gergale imperante) anche una 26 usata va benissimo specialmente per un neofita

Daniel Naftali
Daniel Naftali

L’articolo non si rivolge al neofita completo, ma a chi, avendo già posseduto una front, vuole fare il salto di qualità verso le full ed ha più o meno le idee chiare su cosa vuol fare con la bici.

Chiaro che per andar forte non basta la bici, ma se sai già che cosa vuoi dalla bici (più performance in salita o in discesa oppure una via di mezzo), riesci a fare un acquisto adatto alle tue esigenze e che potrai godere al 100%. Poi sicuramente all’inizio lo sfrutterai magari al 50% delle sue possibilit, ma col tempo migliorerai ed imparerai a sfruttarlo appieno. Quello che conta è che sia la bici adatta a te.

vitamin
vitamin

Cosa vi ha fatto di male la povera Rockrider?

Matteo Di Tofano

Anche le “26” ormai morte” sembrano aver fatto del male a qualcuno! Personalmente pedalo e GUIDO una Rockrider 6.5 con vari upgrade. 15,7 kg di bici con ruote 26″! In discesa la stresso. Mi rendo conto che a volte quasi esagero. È una bici che ha sicuramente dei limiti, ma ragazzi, cerchiamo di non partire già col presupposto che sia un cancello impedalabile, inguidabile, impossibile ed inutile… Con 600€ (piu i vari upgrade che ho fatto piano piano) ho potuto provare una full nuova che può fare sicuramente più di quanto possiate immaginare (o sappiate fare!). Dopo quasi un anno con questa bici ammetto di iniziare a desiderare qualcosa di più spinto e robusto, ma ciò non vuol dire che la RR faccia pena. Anzi, credo sia un buon mezzo per iniziare a capire come funzionano le full e per imparare a guidare in maniera assolutamente attiva (se sei passivo, può essere anche più pericolosa di una rigida anni ’80 in alcune situazioni). Ovviamente il mio pensiero è da prendere in considerazione se, anche per voi, è un bel sacrificio acquistare una bici da 2000-2500€… Se avete soldi a volontà il discorso è sicuramente diverso.

ciao94
ciao94

Condivido in pieno visto che ho la stessa tua bici e come te la sto upgradeando piano piano. Un mio amico e compagno di uscite ha la stessa RR della foto e non mi pare che ci vada così male come si vuole far credere. Se vuoi imparare secondo me anche la RR da 600€ va bene e soprattutto se è quello che puoi permetterti e non vuoi una front è l’unica soluzione.

Matteo Di Tofano
Gio71mi
Gio71mi

Gran Bel Video…

Commento Ironico: come hai fatto a fare quelle cose con una RockRider ?!?!?!? certa gente “esperta” dice che si rompono solo a scendere da un marciapiede o che non si possono usare nemmeno per andare al supermercato…sicuramente per un principiante è meglio una bici da 2000€ 😉

gaios73
gaios73

Ora non arrossire, ma giuro che per i primi trenta secondi di video credevo fosse un pro! Poi ho visto l’abbigliamento “da civile”, ho letto il nome e ho capito che eri tu.

Comunque, gran bel video!

Leandroilpirata
Leandroilpirata

Condivido! Sono i soliti discorsi tipo “le bici di decathlon fanno schifo meglio questo o quest’altro”. E poi li fanno sempre quelli che una bici di decathlon non l’hanno mai avuta o upgradata o spremuta. La 6.3 ha un grande telaio robusto. Mi ci sono divertito un sacco e non mi ha mai dato problemi scendendo su sentieri che altri facevano con Lapierre, Specialized, Trek etc. E poi ti trovi compagni di merende con bici di marchi blasonati con mille problemi e io zero. Adesso ho una NORCO RANGE alu 7.2. La vernice si stacca a scaglie per le sassate. La mia RR da 470 euro non ne ha mai perso un briciolo di vernice. Sulla qualità si fa presto a ragionare poi i fatti sono altri

MASSAQUARE
MASSAQUARE

Prova una vera bici…. poi mi dirai se le rockrider “non sono così male”…

Matteo Di Tofano

Va bene… lo farò! Intanto penso a divertirmi…

gaios73
gaios73

Un esempio di “vera bici”?

Matteo Di Tofano

Le vere bici sono tutte quelle che non sono marchiate btwin… anche una coppi è una grande bici secondo la maggior parte delle persone con cui parlo… basta che non sia una Rockrider… assurdo

Leandroilpirata
Leandroilpirata

Concordo! VIVA le ROCKRIDER!!!!!!!

Daniel Naftali
Daniel Naftali

E’ l’emblema delle full “inutili”. E’ tutta estetica, le sospensioni sono scadenti e pesa come un macigno, non comporta nessun beneficio rispetto ad una front di pari gamma, pesa solo molto di più.
Piuttosto che spendere 400€ per una bici del genere, conviene prendere un frontino, magari anche usato. Andrà molto meglio 😉

gaios73
gaios73

Però hai preso un esempio fetente. Se ci si accontenta del 26″, ci sono full da 800, 1000, 1200, 1400 euro, RR o altri marchi, che non sono disumane come le serie 6.

Gio71mi
Gio71mi

Dal mio umile parere credo che si possa definire assolutamente inutile il paragrafo in cui fai riferimento ai “cancelli” da 600€…è chiaro che non sono performanti come bici da 1600€…ma se fai un articolo per principianti bisognerebbe considerare che queste persone una bici da 1600€ non la sfrutteranno mai in pieno…credo che chi scriva su una testata online così importante nel settore debba usare meno superficialità….scrivere che una bici da 1600€ è molto più perfomante di una da 600€ sono capace anche io…questi sono commenti che si possono trovare su un blog ma non su un articolo in HomePage (tra l’altro mi chiedo come il capo redattore possa approvare un articolo del genere)…è come scrivere che una Ferrari è meglio di una fiat, e perdipiù consigliare ad un principiante di prendersi una ferrari per questo motivo

Sicuramente tu in bici andrai molto più di me (a me piace girare ogni tanto la domenica)…ma mi piacerebbe fare un giro con tante persone che hanno bici da 1600€ per vedere come le usano…io ho una RR6.5 pagata 610€ e i miei giri medi sono di una trentina di Kilometri con 700/800 metri di dislivello…penso che per un principiante non sia così male

Mi piace sempre fare l’esempio di un mio amico campione olimpionico di canottaggio che con una bici comprata al supermercato stava davanti ai “fenomeni” del CicloClub

gaios73
gaios73

Più che altro, secondo me sarebbe più utile un articolo che spieghi comprarsi una full primo prezzo nuova senza prendere inculate e/o la bici sbagliata.

Questo trattato qui è invece didascalismo puro, nulla che non si possa trovare nei mille topic del blog che puntualmente vengono ammazzati dal fenomeno che “sotto i [INSERIRE SOMMA TOTALMENTE A CAZZO] non vale la pena prendere una full!!11!!!!”

Leandroilpirata
Leandroilpirata

Dovresti essere querelato da Decathlon per quello che scrivi. Manchi totalmente di obiettività potevi tranquillamente risparmiartela l’uscita infelice sulle RockRider. Oltretutto hai preso proprio per esempio la base 6.3, anziché la 6.5 che ha freni a disco a liquido, cambio SRAM X5, forcella SUNTOUR XCR coil 120, e MONO X FUSION ad aria!!! Dove sono i componenti scadenti??? Costava 600 euro!!! Pneumatici KENDA NEVEGAL, e 15,6 Kg di peso!!! Coi 1000 euro che mi restano in tasca ci compro pedali con attacchi, scarpine, casco e reggisella telescopico, me ne avanza ancora e ci vado in vacanza in montagna alla faccia di chi pensa che le RockRider facciano schifo.
P.S. si, ho avuto una RR 6.3 che ho anche upgradato e mi ci sono divertito un sacco prima di passare ad una enduro!

MASSAQUARE
MASSAQUARE

Infatti….
Povere rockrider… Per andare al mercato a fare la spesa non vanno neanche tanto male….

Matteo Di Tofano

-.- ma cosa ci guadagni a buttare merda sulle Rockrider? Che cosa ti hanno fatto? Spiegamelo per cortesia…

newtonheron97
newtonheron97

Io me lo spiego così: per alcuni il modo migliore per credersi esperti è criticare i prodotti generalisti e base gamma. Peccato che tali prodotti per moltissimi utenti vadano benone, come nel caso della rockrider

gaios73
gaios73

Ma quanto bisogna essere insoddisfatti della propria bici e del proprio riding per trovare sollievo nel buttare merda sulle MTB degli altri?

MASSAQUARE
MASSAQUARE

Il problema è che le rockrider non sono neanche delle mtb e non dovrebbero neanche essere menzionate su questo forum….
Non sono insoddisfatto della mia bici.

gaios73
gaios73

Questo forum mi piace perché incontro sempre tanti esperti con esperienza che mi spiegano molte cose :).
Come é una vera MTB?

Gio71mi
Gio71mi

Il problema non sono i commenti…giustamente siamo persone qualunque e possiamo scrivere qualsiasi cosa, ed il nostro parere non è ritenuto competente…il problema è che sul principale sito Web Italiano di MTB permettano di pubblicare questi articoli…loro si che dovrebbero essere persone competenti ed il cui parere deve influenzare le altre persone…

markxxx79
markxxx79

hahahahaah ….stavo per scriverlo io ! adesso si scatena un putiferio con i deca fan !!!

gaios73
gaios73

I deca fan non esistono (oddio, su questo forum me ne ricordo uno da paura :D…)

Esistono solo molti disagiati che per sentirsi bene, invece di pedalare, devono aprire la bocca.

nonno
nonno

Riassumendo, si potrebbe dire che in questo momento il mercato ha deciso che bici con escursioni inferiori o superiori a 130-140 sono per uso specializzato (XC, Marathon, Enduro, Dh.. cioè ambiti “corsaioli”), quelle nel mezzo invece sono per l’uso più generalista o all-around.
Il punto è che, mentre i suggerimenti che arrivano dalle case – più o meno – suggeriscono ruote da 29 per le discipline più pedalatorie e da 27,5/26 per quelle più gravity, per le trail bike non sembra emergere una volontà precisa.

gaios73
gaios73

Secondo me su una trail, usata come una trail e per fare del trail, ormai ha senso solo 29″.

Il 27.5″ lo usano quei modelli che vogliono strizzare l’occhio agli utenti “vorrei ma non posso prendermi una AM-enduro”.

Perché, diciamolo sinceramente, 27.5″ e 140 di escursione non servono a una cippa, su una bici trail usata come una ecc…..

pablos
pablos

E no!Io rientro proprio in quel formato, e ti dico che va benissimo.Se fai giri alpini e ti piace andicchiare in discesa hai bisogno di gomme decenti e quindi di un certo peso.Se monti una 29 con cerchi non proprio da xc e gomme toste, da pedalare diventa un rimorchio.È aggiungo che tanto male non sarà se ormai tutti hanno nella gamma una 27.5 x140/150….mah…

gaios73
gaios73

Andicchiare in discesa = siamo già fuori da un ambito trail puro.

Quindi confermi quello che ho detto io.

Bald
Bald

Come ho detto sopra, trail e all mountain ormai sono sovrapponibili, anzi non ha più senso distinguerli.

Tu stai parlando d’altro, forse delle Gravel. Le nuove trail (vedi Yeti SB5c) in discesa non andicchiano, sono dei satelliti, oggettivamente più performanti di molte bici da enduro, con la differenza che in salita ti ci fai giri ben oltre i 50 km senza problemi.

gaios73
gaios73

Uhm, allora chi da le gare di enduro con le endurone invece che con le trail da 27.5″ non ci ha capito un cazzo?

enduro 99
enduro 99

http://www.mtb-mag.com/ews-finale-la-canyon-spectral-carbon-di-joe-barnes/
Immagino che tu ne capisca molto più di lui quindi

Bald
Bald

Ma per favore, non diciamo eresie.

Bald
Bald

sto rispondendo a sciuscia, d’accordo con pablos!

gaios73
gaios73

Vedi sopra.

Oh, io come bici trail ho una 26″ da 140, quindi capiamoci.

Devo però ammettere che nello spirito trail, che ha tutto a che vedere coll’andare in giro e nulla con le prestazioni, non ha senso privarsi della sicurezza e della comodità delle ruote grandi.

pablos
pablos

Scusa, una 29 con 130/130 è una trail?Si.E con quella in discesa puoi tenere ritmi allegri?Si.Dove sta la differenza?Se mi sparo 2000m di salita per guadagnarmi quel sentiero…quello per me è trail/am.In ogni caso, se poi scendi adagio adagio, è del tutto soggettivo, ma mi dirai mica che vai in alta montagna con la 29 e gomme da mezzo kg?Suvvia.Metti due gomme da un kg e poi mi racconti come si pedala bene eh!!

gaios73
gaios73

Sempre per far capire che non parlo per difendere le mie scelte ne’ tantomeno una categoria di bici, sulla mia full da 26″ ho davanti un Minion DHF supertacky RIGIDA e dietro un High Roller. Ci siamo già capiti penso.

Quello che cerco di dire è che nello spirito trail, che per me è davvero uno spirito prima che una categoria o un’escursione, non dovrebbe interessare più di tanto quando tengono le gomme e quanto pesano, perché l’obiettivo è solo andare in giro, non salire in un certo tempo o scendere con una certa allegria.

Kinxif
Kinxif

“vorrei ma non posso una 27,5 enduro?”

Ma scusa, i prezzi che vedo fra una trail da 140 e una enduro pariclasse sono allineati. Dove sarebbe il voglio ma non posso?

gaios73
gaios73

Che vuol dire “pariclasse”? Le case che propongono le trail da 140 650b non fanno enduro da 140… tipo Trek, ti dà la Remedy da 140 e la Slash da 160. E tra i due allestimenti “base” ci ballano 700 euro.

rimirkus1975
rimirkus1975

Ma la mia full che ha escursioni 180 ant. e 185 post. regolabili e bloccabili ,pesa 13,5-14 kg che categoria è ?
Ah già !! è della categoria zombie (o morti circolanti) visto che è una 26

Davide_M95
Davide_M95

una curiosità, che mezzo hai?

rimirkus1975
rimirkus1975

Rispondo a NoRulesDemis , se la domanda è quale mezzo ho con escursioni 180-185 sui 13,5-14kg ;
è semplicemente una Scott Genius LT10 del 2012 (pesava all’origine senza pedali 12,7kg), con cui riesco a fare di tutto dai lunghi tour ai bikepark

Cuauhtli
Cuauhtli

Tu hai LA BICI…….pensa che ci si potrebbe anche tirare il carrellino con due bimbi in ciclabile……a no scusa,per fare quello serve una city bike

wild
wild

mi spiace che si pensi che il 26″ sia ormai morto…

Commercialmente parlando pare sia così ma a livello di utilizzo lo trovo ancora un formato veramente divertente, soprattutto per chi cerca una risposta immediata su sentieri stretti e tecnici…

Fatto ancora ieri il confronto fra enduro 26″ e 27.5″ su sentiero stretto e secondo me, non ci sono paragoni…il 27.5″ risulta molto più impacciato nei cambi di direzione…

naturalmente, come ben noto, il discorso cambia su sentieri veloci e scassati…ma per il divertimento fine a se stesso….

fredricamx
fredricamx

viva le 26, almeno finche si troveranno le gomme io mi terrò la mia.
nel 2013, quando l’ho comprata, era un modello di punta di un marchio mooolto blasonato. dopo 12 mesi è uscito il modello 27,5. questo non vuol dire che il modello precedente, inquanto 26, sia una fetecchia. oggi si possono comprare grandi bici da 26 a prezzi concorrenziali, per un principiante sarebbe l’ideale. avrebbe un mezzo altamente performante spendendo poco.

pemby
pemby

Conosco tanti che dalle 29 ripassano alle 26…

paolobonato
paolobonato

Presentameli…………

Matteo Di Tofano

Piacere, Matteo!

MASSAQUARE
MASSAQUARE

Non ci credo…

Matteo Di Tofano

Perché? Credi che lo stesso biker su una 29 vada più forte che su una 26 solo perché la 29 “galleggia” di più? Bah… Ragazzi… Ma siamo tutti pro? Tutti col cronometro in mano? Tutti a manetta in discesa? Quasi quasi ti cito… ‘Non ci credo’

Genierdoc
Genierdoc

Le 26 a detta di molti sono ancora tra i mezzi più divertenti per giocare con i trail, c’è un ariticolo molto interessante su pinkbike, andatevelo a cercare (26-vs-275-vs-29-Wheels), forse son state abbandonate troppo presto… Anche a livello sportivo (sia enduro che xc) non sembra sia possibile relazionare i risultati con il formato ruota, quindi secondo me è l’ultimo dei problemi, dipende molto dal tipo di percorso. L’importante è non sbagliare taglia e geometrie. Anche l’escursione è relativa, si può avere una bici cazzuta per l’enduro con un po’ meno escursione e una bici leggerina da trail con tanta escursione, per me uno o due cm non fanno così tanta differenza, soprattutto al posteriore.

Kakkola
Kakkola

ma perché chi ha una 26 considera l’affermazione “il formato 26 è morto” o similari come un affronto personale? Nessuno ha mai scritto che non vadano bene e che non si possano pedalare con soddisfazione, ma è arcinoto che quasi più nessuno le produca, e che i componenti dedicati (perlomeno di alta gamma) comincino a scarseggiare. Cosa c’è di offensivo, in questo? Perché sempre tutti a ribadire, con orgoglio, di pedalarle ancora? Ma chi ve lo vieta? C’è bisogno di sentirsi degli eroi controcorrente, per questo? Suvvia… 😀

dlacego

Grande Maja!

texxio
texxio

Io ho fatto il contrario ahahahhaa dalla full sono passato alla front, per i giri che faccio io un altro mondo, riesco a fare più km , in salito vado di più in discesa andrò di meno ma chissene.

markxxx79
markxxx79

….quasi uguale , prima la crescita : front dà xc , front dà xc migliore , full dà trail , full dà enduro …..

…e poi ho tenuto la full dà trail che uso cmq pochissimo e mi sono fatto la fusione dei 2 mondi : la front dà enduro !!!

…divertimento puro !!!

paolobonato
paolobonato

Nella classificazione delle full nell’articolo, probabilmente per semplificare il discorso, si fa riferimento principalmente all’escursione degli ammortizzatori. Secondo me molto dipende dalla geometria della bicicletta. Quando sono passato dall’ultima front alla full sono stato al Bike Festival di Riva ed ho provato varie biciclette (ero alla ricerca di una trail bike). Alla fine mi sono trovato meglio, per le mie esigenze di biker ormai sessantenne, con le Marathon con geometrie meno distese (Canyon Nerve 29″, Giant Anthem X 29″, ………..) con corsa di 100-110 mm, ma particolarmente gradite a me che non ho velleità di discese veloci, ma solo di discese sicure, possibilmente scendendo il meno possibile dalla bici. Le ho preferite ad altre full più specificata mente trail, ma troppo “pacioccone” per i miei gusti. Infatti alla fine mi sono comprato la Giant Anthem X29, che soddisfa pienamente le mie esigenze “trail”

Balzy
Balzy

Concordo in toto. Più che all’escursione bisogna guardare alle geometrie alla fine, perché una bici può anche essere una front da 100, ma se ha le geometrie di una Enduro in salita ti affatica parecchio.

Questo però è importante soprattutto quando si guarda all’usato, dato che le geometrie sono cambiate parecchio nel corso del tempo, e una volta era facile trovare bici con geometrie da enduro ed escursioni da Trail… se guardi il nuovo le geometrie sono praticamente tutte uguali tra le bici della stessa categoria…

gaios73
gaios73

Ma perché dovrebbe esistere una 100 con geometrie da enduro?

Balzy
Balzy

E’ un estremismo, il paragrafo scritto dopo chiarisce meglio il concetto. 😉

Kinxif
Kinxif

perchè è una figata.

gaios73
gaios73

Giusto 😀 .

plasmonit
plasmonit

Vendo la mia enduro carbon expert 2013 con quelle ruotine da 26,quanto dovrei spender per avere una bici che vada così bene, e chi mi garantisce che incremento la mia performance sia in su che in giù? Non vuole essere una polemica

dlacego

MI piace leggere i commenti sulle 26: prima il passaggio al 27.5 non aveva senso perchè la differenza era nulla, oggi invece i commenti hanno preso la direzione che le 26 sono più agili e scattanti rispetto alle enormi 27.5 che sono troppo ingombranti e particolarmente lente nei cambi di direzione.

Troppo forti 🙂

dianmoniz7644
dianmoniz7644

Ognuno pedali quello che gli sembra piu’ opportuno e gradevole ( dalla bmx alla Dh ) ma è innegabile che commercialmente la 26″ è morta… e questo non creda offenda nessuno , come l’articolo ha sottolineato…

Luke-hazard

dianmoniz7644
dianmoniz7644

creda = credo :-))

rimirkus1975
rimirkus1975

Da non esperto ultimamente, per comparativa personale, ho provato su medesimi percorsi bici del segmento enduro-all mountain nei vari formati 26-27,5-29 (più o meno con componentistica assimilabile) ; tra la mia attuale 26 e la 27,5 non ho trovato praticamente nessuna differenza sostanziale nella guida ( ero un po’ più “deciso” con la 26, ma penso più per abitudine al suo uso), mentre con la 29 un po’ di differenza l’ho trovata (ora non sto a specificare).
Quindi concludendo 26 – 27,5 si equivalgono e “ne rimarrà solo uno!!”(per il mercato abbiamo già capito quale), e poi le 29er , anche se ultimamente guardando i prodotti usciti mi sembra che per le full più spinte si tenda maggiormente a sviluppare il 27,5 piuttosto che le 29 .
Tornando all’articolo , secondo me per valutare la scelta sul mezzo ed il formato ruota, è da tenere in considerazione anche la taglia o stazza dell’utente (un neofita alto 1,56 messo su una full 29er anche se nella misura più piccola, credo che abbia più difficoltà rispetto ad un mezzo con le 27,5 o 26)

Leibniz78
Leibniz78

TAGLIA l 26″anno 2013 27.5″anno 2016 Remedy 26 Stamp jamper 2016 150mm 150 mm Angolazione tubo sella 73 ° 74° Angolazione tubo sterzo 67 ° 67° Tubo orizzontale effettivo 61.2cm 61.8cm Altezza movimento centrale 35.3cm 33.5cm Drop movimento centrale 1.10cm 1.8mm Fodero orizzontale 43.5cm 42.0cmm Offset 4cm 4.2 cm Trail 10.1cm 10.4cm questo valore è l’effettiva impronta a terra 3mm! Passo 116.4cm 115.8cm Standover 77.8cm 75.7cm Reach telaio 43.5cm 44.2cm Frame stack 57.7cm 60.8cm millimetro + millimetro meno dove stà questa grande differenza?????

gabrireghe
gabrireghe

nell’unica cosa che non citi ovvero le ruote.

kika
kika

comperato, nuova nuova, da pochi mesi una stumpjumper Evo del 2014 ovviamente da 26…
una bomba da 150mm front e rear, telescopico, 10*2, ottime gomme…
risparmiato quasi 700€….
grazie ruotone da 29 e 27,5!!!!! 😛

Matteo Di Tofano

Occhio eh… le 26 sono morte e sono pericolose!
(Bella bici cmq ;D)

vmaxpower
vmaxpower

Ho una Cube Stereo 140/29 e, visto che commercialmente è morta, mi sono tenuto anche la “vecchia” Scalpel 26.
Preferisco la Stereo, anche se più pesante di oltre 2 kg, quasi dappertutto, per il maggior confort e per la capacità di salire e scendere praticamente dappertutto in sicurezza, ma devo dire che la Scalpel dice ancora la sua dove c’è da rilanciare e fare ritmo.
In discesa, con terreno appena più che mosso, non c’è paragone sulla sicurezza di guida alla stessa velocità…..solo che in più, con la 29/140, si hanno dei limiti molto più alti, ed inoltre si riesce a salire, dove la 26 si impunta, con una certa facilità.
Per non farmi mancare nulla, grazie alla lefty, riesco a montare anteriormente anche una ruota da 27,5 che mi da buoni benefici sull’80% dei percorsi che faccio.
Detto questo, concordo quasi totalmente con l’articolo…..la bici totale non esiste, ci si deve chiedere cosa è meglio per quello che si fa e per il proprio portafoglio, e, comunque, meglio una buona 26 usata che una 27,5 scrausa…….le 29, poi, devono essere buone davvero!!!

Agnus25
Agnus25

Sono passato qualche mese fa da 26 (Mde Damper SX) a 27,5 (Ibis Mojo HDR)….
Un altro viaggiare……pedalabilità aumentata notevolmente, stabilità e tenuta in discesa pure…….in salita soffro la metà di prima……in discesa soffro un filo di più sullo stretto e nei rilanci, ma neanche poi così tanto……e cmq questo “contro” non è certo sufficiente a surclassare gli svariati “pro”……..
Onestamente non ci vedo tutto questo “complottismo” (che purtroppo è dilagante in questo forum…..c’è chi grida al complotto per ogni cosa qui dentro)…….il 27,5 IMHO per la maggior parte dei ciclisti e per molti itinerari porta obbiettivamente svariati vantaggi rispetto alle 26……

schony125
schony125

basta con sto dibattito 26/27.5/29
A me sinceramente dopo averli provati piacciono tutti, tutti hanno pregi e difetti.
sinceramente preferisco la 26 perchè sono meno ingombranti e piu pimpanti.
Gli altri due formati sono dettati da un mercato che vuole solo andare piu veloce e questo non per forza fa la caso vostro.
“No guarda le 27.5 sono molto meglio vai molto piu veloce in discesa.” Si perchè tutti fanno piu di 50km/h sui sentieri quindi devono andare piu veloce.
Per un biker novizzio una 27.5 o 29 sono il top perchè sono piu semplici e che permette di sbagliare senza sghiandarsi.

Ripeto nessun formato è migliore di un altro hanno tutti i loro vantaggi e svantaggi.
ps le ventisei sono veramente morte oggi volevo comprare una 36 float da 160 e mi hanno detto che in svizzera l’importatore non ce le ha :0

ozzap73
ozzap73

Daaaii si capisce benissimo che questo articolo è stato scitto apposta per aizzare sembra di essere all’asilo

NUASKY
NUASKY

Concordo,
e’ un argomento sempre in auge e tiene benissimo ” il mercato ”
ci manca solo che torniamo indietri di una quindicina d’ anni per una diatriba tra i V-brake e i dischi

Velocity
Velocity

Certo che piuttosto che scrivere qualcosa….Oggi di durante il mio giri di allenamento (130km…) di biker neofiti ne ho incontrati a bizzeffe e tutti con certi cancelli…La mia impressione che a questo livello non si bada molto né al mezzo né alla preparazione.Durante il rientro (ultimi 10km) si è attaccato un tizio con una mtb abbastanza scarsa e vecchia ma faceva di tutto per restare a ruota.Io con 120km sul groppone stavo sui 30km/h ma lui orgoglioso non mollava.Al bivio gli ho detto che io ero a quota 130km e che piu di cosi non riuscivo ad andare ma se voleva poteva tirare lui….No comment e buone pedalate a tutti, compresi quelli che scrivono e basta…

85549
85549

praticamente quando finalmente togli le rotelline andrai a pedalare le ruotone

Shelbiminox
Shelbiminox

A parte la marathon….. le altre 3 categorie si possono riassumere in una bici… specy enduro 29″!! (scusate ma dopo quasi un anno sono molto contento del mio acquisto e volevo condividerlo!!)

gaios73
gaios73

Son contento se sei contento, ma perché dovrei fare escursioni con 160 di forca..?

gaios73
gaios73

Ah scusa… 29 ;), non avevo letto.

invololibero
invololibero

pratico da poco più di 1 anno, per quelle che sono le mie uscite (e guardando quello che avevano gli altri) ho preso una merida , front in carbonio. eccezionale. il desiderio di spingermi, qualche volta, oltre i sentieri abituali mi ha portato a cercare una seconda bici, una full più adatta. essendo un’alternativa alla front, ho un budget limitato. ho trovato, qui nel mercatino, una mondraker foxy R del 2010 una 26 tenuta bene. credo, come dicono molti di voi, che sia ideale per chi come me è alle prime uscite, ma vi chiedo se veramente c’è il rischio che a breve non si trovino più i ricambi? non credo farò mai grosse modifiche ma non vorrei avere problemi con la normale manutenzione e piccoli ricambi.
grazie dei consigli

Bald
Bald

vai tranquillo, troverai ricambi per la tua ancora per anni

Mathdu13
Mathdu13

26 forever…….ps: denigrare la rockrider in foto mi sembra sciocco, non tutti si possono permettere di spendere migliaia di euro in bici, e vi garantisco, per esperienza personale, che è una discreta (very) entry level. io ho iniziato con quella, poi mi son fatto prendere dalla scimmia e ora ho 3 bici in garage…. ma se non fosse stato per la 6.3 non avrei mai scoperto questo mondo!
quindi respect!

Leandroilpirata
Leandroilpirata

Meglio una buona front che una full economica di Decathlon(nella foto)?!? Ma che discorso è? Mi meraviglio. Sono due cose totalmente diverse! Io con le front non i ci sono mai trovato, oltretutto mi viene dolore alla schiena e al sedere!!! L’ammo con una cavolata lo cambi prendendone uno usato sul mercatino e la 6.3 dopo và benissimo. Facendo un paragone sensato con 500 euro qualunque front di qualunque marchio blasonato sarà sempre inferiore a quelle di decathlon per un semplice motivo: la grande distribuzione abbassa i prezzi di acquisto dei componenti! A parità di categoria e di prezzo NESSUN MARCHIO può dare di più poiché i loro acquisti dai produttori di componenti (shimano, mavic, sram etc) sono inferiori per quantità ed hanno sconti minori. La produzione su larga scala abbassa i prezzi per delle scontistiche maggiori quindi in soldoni una front da 500 euro di decathlon avrà componenti superiori a qualsiasi front da 500 euro di altre marche! IDEM PER LE FULL. Sulla progettazione e l efficacia sul campo del telaio per geometrie ovviamente è un altro discorso e può essere inferiore anche se non è detto. Oltretutto che per evitare figurette i telai di btwin sono sovradimenzionati robusti e strutturalmente ben studiati perché se si rompe un telaio Cannondale Scott o Trek tutti fanno Oooooh e poi dimenticano ma se si rompe un telaio di Decathlon (e non l’ho mai sentito dire da nessuno!!!) tutti fanno “per forza fanno schifo!” La RR 6.3 con piccole modifiche magari dei… Read more »

cispugliaio
cispugliaio

ingiusti con la povera 6.3
ha fatto appassionare molta gente che altrimenti su una front di sarebbe rotta la schiena. 450 euro spese benissimo.
io ci sono salito e sceso su delle sassaie vergognose senza rimanere deluso
ne ho preparata una ad un conoscente cambiandogli solo l’ammo, che tutto è fuor che un legno, con un radium rl che al tempo pagammo 68 euro…dopo sette anni la pedala contento ogni santo giorno

Poldo_xxx
Poldo_xxx

e se poi si trova una specialized endiro expert carbon nuova del 2013 gomme 26″ cosa si fa si lascia perdere o la si prende?

Poldo_xxx
Poldo_xxx

naturalmente il prezzo è la meta’ del prezzo di listino.