MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Moustache Hidden Power con batteria Bosch integrata nel telaio

Moustache Hidden Power con batteria Bosch integrata nel telaio

Moustache Hidden Power con batteria Bosch integrata nel telaio

25/07/2016
Whatsapp
25/07/2016
[ad3]
[Comunicato Stampa] Alla 6° stagione Moustache introduce la più importante innovazione della propria breve ma intensa vita di azienda che produce solo ed esclusivamente bici a pedalata assistita.
   Moustache-Samedi27-OFF8-1
Moustache Hidden Power è l’ultima innovazione di un brand nato solo sei anni fa e che ha fatto dello sviluppo delle bici elettrica il proprio credo e su cui ha concentrato tutti i propri sforzi.
Sino dalla nascita del progetto nel 2010, Moustache pensa, sviluppa, pedala, dorme e vive la bici a pedalata assistita !
Moustche crede alla MTB ad assistenza elettrica sin dalla sua nascita, alla infinita potenzialità di inclusione ed all’ineguagliabile piacere di guida che rappresenta !
Moustache vuol dire migliaia di ore di sviluppo e di test e centinaia di migliaia di km a pedalata assistita.
33_Race6_Side

È questa grande esperienza, le ore passate in bici e le notti spese a progettare e disegnare che ritroviamo oggi nelle nuove 3 piattaforme della gamma 2017:

Hardtail :  Samedi 27 OFF 6, 8

27_OFF6_Side

FS 140 : Samedi 27 TRAIL 6, 8, 9 et Limited

29_Trail6_Side

FS 160 : Samedi 27 RACE 6, 8, 9

33_Race6_Side

La gamma 2017 MTB di Moustache è l’unica, per ora, a presentare la totale integrazione della batteria Bosch nel telaio.

Con telai in alluminio e telai in carbonio.
“Abbiamo lavorato molto sull’integrazione e l’estetica, estetica che volevamo pulita e dinamica, così come sulle sensazioni di guida, un altro punto chiave del progetto!” Dichiara Emmanuel Antonot co-fondatore di Moustache ed ingegnere a capo dello sviluppo.
“Questi nuovi prodotti sono il risultato di un’idea che ha più di due anni !
Il risultato di un progetto un po folle, quasi impossibile che ha richiesto 2 anni di sviluppo.
La sfida non era solo quella di integrare la batteria ma sopratutto di ridurre i volumi al minimo. Abbiamo dovuto ottimizzare ogni angolo, arrotondare gli spigoli e limare ogni millimetro. Con non poche difficoltà. “
Moustache-Samedi27-OFF8-6
La gamma “Hidden Power” consta di 2 Hardtail, 2 full in alluminio da 140mm, due in carbonio da 140mm, 2 in alluminio da 160mm e una in carbonio da 160mm. Tutte con ruote PLUS Maxxis Rekon e tutte con ruote e pedivelle esclusive Moustache.
L’azienda francese, madre di moltissime innovazioni che si trovano oggi sulle comuni bici a pedalata assistita, prosegue anche proponendo l’ampio range sulla trasmissione con pignoni da 14 e cassette che arrivano a 46 denti, per sfruttare al massimo le potenzialità che questa incredibile tecnologia ci permette.
Moustache-Samedi27-TRAIL6-2017-5
Anche dal punto di vista delle Hardtail, l’arrivo di gomme PLUS finalmente prestazionali, ha ridato linfa e ragione di esistere alle bici a pedalata assistita non full.
Per una piccola azienda nata 5 anni fa da 2 persone e che oggi vanta 32 persone di organico e 45 modelli a catalogo, il 2017 segna davvero un anno di incredibile svolta.
Moustache-Samedi27-TRAIL8-14
[ad45]
Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
sunrider88
sunrider88

Carine ma parlano troppo di estetica..

RUZZAMIRKO
RUZZAMIRKO

Quando tutti potranno provarle, si parlerà anche d’altro… Assicurato!

Bosch è una garanzia..

Ditto64
Ditto64

Cioè ? Cosa volevi dire ?

andreabene20
andreabene20

mah… la scoperta della batteria nel tubo obliquo non mi pare sia più la novità per la quale si debba urlare al miracolo, Rotwild e Specialized (ma penso che ci siano anche altri) l’hanno già fatto da un pezzo…
Magari dico una bestialità ma definirlo “Il risultato di un progetto un po folle, quasi impossibile” mi pare un po’ esagerato…

baffosardi
baffosardi

La difficoltà sta nell’integrare una batteria Bosch standard che sta sotto un coperchio visibile in foto…a fare un case batteria personalizzato ci vuole poco, ma Bosch non lo consente..quindi la difficoltà c’è eccome..

Tondo66

Carterizzare una batteria già completa e finita progettualmente non ha senso. Ha ragione chi ha scritto che puntano troppo sull’estetica.

Marco Toniolo

E fanno bene, visto che la maggior parte delle bici elettriche sono dei cessi inguardabili.

Non per niente la Levo è sold out da prima che uscisse.

Se vuoi aver successo, devi puntare sull’estetica, almeno nel settore MTB

Tondo66

No hanno fatto male, per varie ragioni,in primis la scomodità di dover rimuovere il carter per cambiare la batteria, poi dover integrare il carter e sigillarlo pone vincoli e costi che non hanno un ritorno così evidente. Scusa ma la Levo è un altro step, non hanno carterizzato il carte, ma ricoperto solo il motore (vedremo con che risultati alla lunga): Mustache copre la batteria già coperta. La Levo ha innalzato la stanghetta, è assimilabile ad una moto come progetto e livello di integrazione delle parti, la Mustache segue ancora la vecchia scuola, estremizzata, di mascherare il più possibile.
L’estetica è un POS è vero, ma non necessariamente quell’estetica.

andreabene20
andreabene20

D’accordo sul puntare sull’estetica, ma a parer mio, sopratutto dopo che specialized ha spaccato la faccia a tutti con la Levo, non devi passare due anni a cercare di mettere una batteria nel tubo obliquo, ma devi offrire qualcosa in più anche dal punto di vista tecnico.
Ad esempio ultimamente lapierre con la Overvolt AM900 (che comunque è orribile e che comunque preferirei a moustache) ha iniziato a sviluppare una distribuzione dei pesi più centrata .

giorgiocat
giorgiocat

Beh l’estetica non è tutto…anzi… ma da qui a produrre degli obrobri, come praticamente fanno tutti eccetto specialized, ce ne corre. Questa comuque è accettabile

wineblak
wineblak

Opinabile…

andreabene20
andreabene20

ora capisco, anche se da “vil meccanico” non capisco la difficoltà di riuscire a creare un case batteria custom, alla fine esistono pur le batterie compatibili.
In ogni caso ben venga ogni piccolo passo in avanti o innovazione se così la vogliamo chiamare.

Tondo66

Devi pagare di tasca tua la rispondenza alle normative IP ed elettromagnetiche e i conseguenti processi e test necessari.

checo79
checo79

se vuoi utilizzare bosch che ricordo essere leader del settore la batteria è quella non ne esistono di compatibili e non te le puoi fare su misura.

michelemor
michelemor

Mi piacciono molto queste ebike, soprattutto da quando non ho più tempo per pedalare, soprattutto da quello che si può vedere queste nuove Moustache. Da quel poco che so, Brose usa batterie che si possono estrarre per essere ricaricate con non poche difficoltà (così mi ha detto un amico). Bosh basta un “clik”. Già questa cosa mi sembra innovativa e funzionale all’utilizzo.

cerbonim
cerbonim

estraggo tutti i giorni la batteria dalla levo per caricarla (sfili vite e connettore calamitato ,ci vuole un minuto) e problemi zero ,e a differenza di tutte quelle motorizzate bosch e yamaha la mia e’ ip 67 , significa che la puoi anche immergere per brevi tratti (nel guadare il fiume accade spesso), se poi parliamo di integrazione sopratutto bosch dovra’ ridisegnare motore e batterie perche’ attualmente sono troppo ingombranti (secondo me’ sono gia’ al lavoro)

botacco
botacco

Quando saranno disponibili? Si sa qualcosa su prezzi, geometrie e peso?

La 160 in carbonio sembra interessante, vediamo a che prezzo la metteranno in vendita…

Mario.lop
Mario.lop

Si sa nulla dei modelli DOWN da 180mm di escursione?

Lanci
Lanci

@Comaz15,
le Down rimangono in gamma praticamente invariate rispetto alla versione 2016 con solo aggiornamenti di specifiche , dovremmo riuscire a pubblicare la gamma completa con tutti i prezzi nei prossimi giorni.
@botacco le prime consegne dell’alluminio per fine anno, il carbonio da inizio 2017

krasty
krasty

Io ho una Moustache Down
Ci faccio dai percorsi DH all escursionismo e tecnicamente sono bici robuste visto i tubi a doppio traliccio e un carro host .
Secondo me il fatto di aver integrato in maniera impeccabile la batteria bosch e non averne prodotta una dedicata è una mossa molto inteligente.
Spesso capita che nel gruppo di e Bike qualcuno rimane a piedi oppure Per giri lunghi mi faccio prestare la batt dal mio amico .
Tutti hanno bosch praticamente quindi il computerino che si rompe dopo una caduta, una batteria che ti serve al volo, il carica batterie dimenticato a casa qualcuno lo ha sempre ecc ecc ….. Beh per me fa la differenza.
I ricambi costano meno di quelli di marchi dedicati ….
E poi bosch e bosch

bikemastertwo
bikemastertwo

che cancello a me fa cahare……..

p.s.
secondo me si spezza subito

ciao

 

POTRESTI ESSERTI PERSO