Mtb-Forum Staff in Musica

Mtb-Forum Staff in Musica

Piergiorgio Sbrissa, 21/04/2011
Whatsapp
Piergiorgio Sbrissa, 21/04/2011

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/10612.jpg[/img]

Il Diretur come ormai cani e porci sanno è un headbanger sfegatato. Solo l’ormai numerosa prole ci evita di vederlo ancora col chiodo nero ed il braccialetto borchiato. Le sue personali divinità sono i Four Horsemen, che nelle sue playlists da autoradio vengono inseriti ogni 3 canzoni sempre e cmq. Con una certa predilezione per il Black Album. Oltre a questo i suoi gusti sono abbastanza variegati andando dal Thrash Metal anni ’80 al thrash metal anni ’90.Il suo punto debole sono i Mötley Crüe che spuntano ogni tot dalla sua playlist e che lui canticchia a mezze labbra guardando fuori dal finestrino per non farsi notare. E quando guida lui vi assicuro che è un momento di panico…

Lo Sheriffo Muldox è un fan sfegatato del grunge anni ’90 e del punk duro e puro. In particolare i Black Flag che quando spuntano dagli altoparlanti della swissmachine gli fanno ripetutamente picchiare la testa sul volante (altro momento di angoscia per il passeggero)…ha inoltre una predilezione per tutti i nomi che hanno a che fare col fango, quindi Mudvayne, Puddle of Mud, Mudcakes, etc…suo punto debole è una predilezione per l’album “Operation Mindcrime” dei Queensrÿche che sa a memoria, e che se parte bisogna subirlo doppiato in un falsetto agghiacciante dall’entusiasta sheriffo forzatamente dall’inizio fino alla fine…il che fa rimpiangere le testate sul volante…

Il Sembola ha gusti più sofisticati. Come molti sanno in certe uscite il Sembola fa versi strani e tira soventi rutti insistendo che siano un tributo al serialismo di Milton Babbit o esercizi di stile alla John Cage. Temendo di dover subire una presentazione powerpoint sul serialismo americano anni ’30 (il multitool del Sembola è un modello custom con proiettore) tutti i compagni di uscite annuiscono convinti ad ogni suo rumore organico. Il punto debole del Sembola è altrettanto noto, per cui non c’è da stupirsi se ogni tanto qualche serie dodecafonica viene interrotta dagli hit-singles più conosciuti di Sabrina Salerno e/o Samantha Fox.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/10610.jpg[/img]

Tostarello come noto è molto attaccato alle sue radici. Per fortuna è anche molto intonato e canta bene. Quindi non è sgradevole sentirlo cantare durante le uscite tutto il suo repertorio. Con la predilezione per “El purtava i’scarp del tenis” di Jannacci, “Porta Romana bella” di Milly ed ovviamente “O mia bèla madunina” del vate D’Anzi. Suo punto debole sono le cover di ol Bepi & the Prismas, visto che il bergamasco di Tostarello è ancora lungi dall’essere perfezionato, cosi’ che certe interpretazioni lo fanno assomigliare ad una specie di di Muezzin dei boschi dando un tocco surreale alle uscite.

Fiore è l’altro appassionato di musica nazionale. Venditti, Renato Zero, Gigi d’Alessio, Mario Merola, Peppino di Capri e soprattutto Laura Pausini di cui non perde un concerto da anni in giro per l’Europa. Tant’è che il fan club Ranica for Laura ha come presidente il nostro mod. Suo punto debole è l’amore incondizionato per Lemmy dei Motorhëad di cui condivide il look e parte dello stile di vita. Il che contrastano un po’ con la sua attività di biker…

La Marzia, dietro quel visetto d’angelo, nasconde un anima black metal delle più convinte. Tanto che molti colleghi la chiamano il “Burzum della Valsassina”. In particolare quando con la faccia pittata col tipico mascherone bianco-nero scende giù per sentieri ululando “De Mysteriis Dom Sathanas” dei Mayhem o “Materialized in Stone” dei Marduk. Da qui anche la leggenda che la Marzia abbia sempre i freni che fischiano. Suo punto debole è una certa accondiscendenza ad alcune sostanze ricreative durante le quali preferisce l’accompagnamento di Kyuss, Monster Magnet o quando proprio è festa grande gli Ozric Tentacles.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/albums/721/thumbs_576/10611.jpg[/img]

Rovermtb è uno dei pochi esemplari di fan dei guitar-heroes sopra i 15 anni nato in cattività. Joe Satriani, Paul Gilbert, Steve Vai e compagnia bella sono i suoi numi tutelari. Quando proprio vuole staccare la spina dal solito si butta su Stevie Ray Vaughan e Brian Setzer. Da notare che la sua bici è rigorosamente verniciata in 3-tone Sunburst e le sue ruote utilizzano delle Ernie Ball .135 come raggi. Suo punto debole sono i chitarristi Fusion. Di cui gli tocca magnificare la tecnica sopraffina, ma che trova pallosissimi da ascoltare. Tipo Allan Holdsworth.

Domingosh ascolta solo musica “impegnata” in un certo senso. Quindi si va da un tranquillo Guccini prima maniera, agli Area d’annata, fino ai CSI ed alle durezze dei Rage against the Machine.Debolezza parziale sono le canzoni più impegnate di Adriano Celentano, da “Il ragazzo della via Gluck” a “Svalutation”.

Lepus è un fine conoscitore di tutti i gruppi a tenore della sua amata Sardegna. In particolare della scuola di Bitti. Suo punto debole è la sua passione per il rap degli anni d’oro: da Kool Moe Dee fino ai NWA di “Straight outta Compton”. Soprattutto quando fa le tipiche movenze da rapper.