golden norco

Nessuno ha bisogno di una bici da 12.000 Euro

318

Chi ha bisogno di una bici da 12.000 Euro? La cifra non è sparata a caso, ma è quanto molti marchi che usano i canali di vendita tradizionali pretendono per i loro modelli top di gamma. La risposta breve: nessuno.

La risposta lunga è più complicata, perché entrano in gioco dei fattori che vanno oltre il valore intrinseco della bici, dato dai costi di progettazione, produzione, distribuzione e vendita. In particolar modo si deve considerare quanto ciascuno di noi è disposto a pagare l’oggetto dei sogni, senza motivazioni tangibili che giustifichino la spesa se non il mero possedere l’oggetto.

Chiunque vada in mountain bike sa benissimo che si tratta di un prodotto destinato ad essere usato piuttosto brutalmente. Il fuoristrada implica polvere, fango, sassi e cadute che nel giro di pochi mesi faranno dimezzare il valore di 12k. Senza parlare poi dei componenti consumabili come gomme, trasmissione, freni, manopole, o di quelli che necessitano di una regolare revisione come le sospensioni.

Lo so, voi direte che noi testiamo soprattutto bici top di gamma. La cosa è logica: ogni marchio vuole far vedere il meglio che ha a catalogo, e non vuole avere nessuno svantaggio in termini di componentistica quando si provano nuove soluzioni. Proprio per questo motivo mi sento di dirvi che non c’è bisogno di spendere cifre folli per la mountain bike, perché vedo cosa significa usare una bici da 12k come si deve e come è ridotta anche dopo solo un mese di utilizzo intenso.

Sia chiaro che le bici test vengono trattate esattamente come le nostre personali, quindi non fate pensieri strani di noi che buttiamo le bici per terra a casaccio o che non stiamo attenti a non graffiarle. Il problema è che è impossibile non graffiarle o quantomeno consumarle. Su un sentiero alpino il sasso alzato dalla ruota anteriore c’è sempre, e va regolarmente a colpire qualche parte del telaio che non è protetta. Le pedivelle in carbonio toccano per terra, scheggiandosi sempre di più con il passare del tempo.

Quindi, direte, se io faccio gare granfondo e mi compro la S-Works da 12k per risparmiare fino all’ultimo grammo sono un fesso? Se dicessi di sì, la schiera dei fessi sarebbe ben nutrita, a giudicare dalle S-Works in griglia ad una qualsiasi gara. Però, come dicevo prima, entrano in gioco altri fattori oltre a quelli tecnici. È come girare in città con una Porsche Cayenne: la Fiat Punto va altrettanto bene, ma con buona probabilità il tizio seduto nella macchina sportiva si sente più soddisfatto di se stesso, perlomeno quando il giocattolo è nuovo.

Tornando a noi, non sono i 100 grammi in più o in meno che decidono il piazzamento al traguardo, bensì la forma fisica e la capacità di guida. Non sono i 12k che ci faranno andare più veloci, però la bici top di gamma ci farà sentire contenti per il solo fatto di possederla, anche se poi arriviamo merdesimi.

Ne deduciamo che il mezzo top di gamma è un modo per farci felici nella più classica delle tradizioni consumistiche ma, se ascoltassimo la vocina della ragione, andremmo online a comprare una bici dallo stesso peso per quasi la metà del prezzo. O, ancora meglio, andremmo nel mercatino a comprare una 12k che adesso costa la metà perché è usata.

Seguendo questo ragionamento le mountain bike da 12k non dovrebbero più esistere ma, come ho detto all’inizio, la situazione è complicata dalla nostra psiche e dal nostro ego. Perché farmi vedere all’aperitivo con la Punto, se posso comprarmi una Cayenne, anche se mi devo indebitare?

A voi la risposta qui nei commenti.

Commenti

  1. Mi pare che i commenti si dividono in 2 macrogruppi: i ricconi (che hanno la bike da 12k) e i rosiconi (che spiegano perche' non e' etico averla) :smile:
  2. emmellevu:

    Mi pare che i commenti si dividono in 2 macrogruppi: i ricconi (che hanno la bike da 12k) e i rosiconi (che spiegano perche' non e' etico averla) :smile:
    Eh no, ci sono anche il terzo e quarto gruppo: quello a cui frega nulla di ciò che hanno altri e quello di coloro che non sanno riconoscere una bici da 1-3-5-12k euro.
    Io sto in entrambi. ;-)
  3. Gianni3:

    No no, il mio discorso è un altro.....
    Il mio è un esempio di una bici per cui paghi solo il marchio Yeti.....anche Specialized per dire, che non regala certo le bici, alla stessa cifra ha la decenza di montare sulla Sworks un set di ruote carbon che online costano quasi 2.000 euro, un xx1 elettronico e un freno decente.....
    Ripeto, non sono scandalizzato da una bici da 14.500 "in sè".....sono scandalizzato dal fatto che la bici da 14.500 euro è montata di merda.....o meglio è montata uguale spiaccicata a tante altre bici che ne costano 7.000/8.000.....
    A 14.500 euro è chiaro che "tu" produttore hai la velleità di vendermi il top del top....allora "io" acquirente però vorrei avere la pretesa che sia davvero il top dei top.....
    tu dimentichi che hai incluso il motore che ti permette di lasciare a casa il campanello perché in discesa ti sentono tutti per lo sferragliamento. :loll:
Storia precedente

Percorso del trofeo delle nazioni di Finale Ligure 2022

Storia successiva

Van der Poel arrestato e rilasciato dopo lite alla vigilia dei mondiali su strada

Gli ultimi articoli in Report e interviste

Segnala lo sconto!

Finita la bolla Covid, in cui la domanda superava l’offerta, il mercato bici sembra essersi avviato…