MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Pedali flat contro pedali clip: con quali si vince

Pedali flat contro pedali clip: con quali si vince

Pedali flat contro pedali clip: con quali si vince

27/07/2016
Whatsapp
27/07/2016

[ad3]

Sam Hill è decisamente l’atleta che più rappresenta l’utilizzo dei pedali flat nella MTB. Dopo la sua recente seconda posizione alla EWS di La Thuile, i ragazzi di Global Mountain Bike Network si sono divertiti a mettere a confronto, cronometro alla mano, i pedali flat contro i pedali clip nella stessa PS della EWS di La Thuile. Il risultato ovviamente non è privo di variabili e condizionamenti che non ne fanno un risultato assoluto, ma rimane comunque interessante e divertente scoprire le conclusioni del loro test.

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
@lberto
@lberto

Il problema per me è che con i flat non riesco proprio a pedalare. In salita mi sento molto meglio attaccato ai pedali. Poi anche in certe discese trovo che la sensazione degli attacchi dia maggiore controllo e sicurezza. Ovvio che sul tecnico lento i flat sono nettamente migliori. E’ sempre tutto riconducibile al miglior compromesso in base al reale utilizzo della bici

Pasqui 1.0
Pasqui 1.0

Se ho capito bene vincono i flat.
Ma se ero inglese il video sarebbe stato in italiano? Non dico di doppiarlo am almeno.i sottotitoli

benjaminnecaise
benjaminnecaise

se vai su impostazioni attivi i sottotitoli e poi scegli la lingua italiana

teoDH

Flat tutta la vita…

Nikruz
Nikruz

io la penso al contrario: vivo agganciato alla bici 😉

AlfreDoss
AlfreDoss

idem, ho il terrore di perdere i pedali.
Ma come detto millemila volte è una cosa troppo soggettiva.

vaff
vaff

Non ho capito bene se i flat rendono meglio anche in salita

Mesk1983
Mesk1983

Penso che in salita non ci siano dubbi. Con i clip pedalata rotonda: spingi ma soprattutto riesci anche a tirare.

sergio21875
sergio21875

Non e recomandabile tirare dei pedali. E chiaro che in qualcuna situazione difficile e buono potere farlo, ma de abituale i meglio non farlo. Il corpo umano e “pensato” e “disegnato” per soportarre il peso con le gambe, non per tirare con le articualzione.

Mesk1983
Mesk1983
jimmy27
jimmy27

Per me la differenza in discesa è solo in caso di caduta. Con i flat rischi meno.
In salita senza ombra di dubbio vincono i clip.

teamtrialbike
teamtrialbike

Io sono passato ai flat quest’anno per migliorare la mia tecnica. Con i flat devi fare tutto a modo, non potendo tirare coi pedali devi fare ogni manovra col solo spostamento del peso, che a conti fatti è la tecnica giusta. Mi ci sono trovato così bene che ho iniziato a usarli anche in gara (enduro, perchè in xc trovo sia impraticabile). Oltre all’innegabile vantaggio di riuscire a tirare via il piede più semplicemente, come dicevo prima, ti costringono a spingere continuamente coi piedi, evitandoti forzatamente alcuni errori. Sul pedalato da fresco c’è un po’ di differenza, ma non esagerata. Ho trovato un grosso svantaggio dopo 3 o 4 ore di giro (o gara) perché con la stanchezza i piedi vanno dove vogliono loro.

Worldbike Formia

Bah…. 8 secondi di differenza su un tracciato da 8 minuti dicono poco….. tanto più che lo stesso test, ripetuto con un atleta che usa abitualmente (e predilige) gli SPD potrebbe dare esattamente il risultato opposto….
A mio avviso questo filmato dimostra solo una cosa, e cioè che mentre in salita probabilmente non c’è storia (SPD garantisce per forza maggior efficienza di pedalata), in discesa i risultati potrebbero variare fortemente da rider a rider.
Per quanto mi riguarda i flat sono l’unica opzione accettabile, ma non ho dubbi sul fatto che gli SPD possano offire anche molti vantaggi, non ultimo quello di rimanere attaccato alla bicicletta nei salti più lunghi e/o alti.

David Fregoli

il presentatore usa abitualmente gli spd

pollonico
pollonico

Copio in pieno
Portatevi 20+20 discese con le medie che non si discostano più del tre per cento dai valori reali , è crederò ai dati
Uno abituato con i flat che fa la prima a freddo agganciato e la seconda con i pedali a cui è abituato , sta eseguendo un test falsato.
Tanto più , che il giorno che qualcuno stabilirà scientificamente che l’uno è meglio dell’altro , il giorno dopo verrà sverniciato da qualcuno più un forma che monta gli altri pedali 🙂

cheyax
cheyax

Io uso entrambi a seconda delle situazioni, non c’è una esoluzione migliore e una peggiore, si tratta di trovare il giusto compromesso per ogni situazione

harlock@71

Ho usato gli spd per circa 20 anni poi 2 anni fa un po per curiosità e un po per cambiare ho montato i flat.
Dopo un anno e mezzo di utilizzo sono tornato agli spd perché nelle salite molto ripide se il terreno è scassato con i flat non si sale.
In discesa con i flat si è meno ancorati alla mtb però in certi frangenti mi sentivo più sicuro.
Certo che il piede sempre nella stessa posizione da grandi vantaggi che avevo dimenticato.

Haran
Haran

Io uso spd Shimano con molla al minimo e tacchette delle scarpe straconsumate, massima efficienza in salita – e si sganciano in un soffio in discesa. Nei salti un po’ lunghi il problema è fare in modo che non si sgancino a muzzo, in volo o durante l’atterraggio.

Ho anche un paio di scarpe con le tacchette nuove, ho sempre un po’ d’ansia quando le uso. Spero si consumino presto…

Federico Cappelli
Federico Cappelli

Basta usare le tacchette a sgancio tri-direzionale, e i pedali al minimo….

teamtrialbike
teamtrialbike

Se ti si sganciano i pedali in aria (o rischi che succeda) stai probabilmente sbagliando qualcosa.
Per la mia esperienza consiglio un periodo sui flat per capire gli errori di tecnica che si commetono, ma vengono coperti dal fatto di essere agganciati. Io, dopo un periodo di iniziale difficoltà, mi sono trovato a migliorare sia in velocità che fluidità coi flat. Il tutto poi mi ha fruttato anche con gli SPD.

rimirkus1975
rimirkus1975

Guardando il video una cosa mi ha impressionato : la facilità con cui avvita e svita i pedali con un multi-tools , se lo facessi io con il mio lo disferei ! forse li serro troppo, ma quelli del filmato mi pare si svitino troppo facilmente.

Pitaro
Pitaro

Unica utilità del video: fare pubblicità a Scott, Crank Brothers e al multitool… Dal punto di vista scentifico affidabilità dei risultati circa zero

wheelove
wheelove

Io ho diverse bici per passione, tra rigide, vintage, front e full e le pedalo con flat o spd. L’ unico svantaggio che ho con gli sganci rapidi che uso dal 1993 è nel camminare a lungo sulle rocce e quando so di doverlo fare pedalo flat. Ma sono sicuro che esistano delle costose scarpe che non posso permettermi che sono confortevoli con tacchetta montata anche nel portage.

iaio
iaio

Risultati coi tempi alla mano: come dovrebbero essere fatte tutte le comparative! Bravi.
Altro che è più rigido, più burrosa, meno stabile, bobba, non bobba, flette, punta… Seee

SuperDuilio
SuperDuilio

Secondo me queste prove lasciano il tempo che trovano.
Diciamo che durante la seconda discesa il biker era già caldo, aveva memorizzato meglio lo stato del percorso grazie alla prima discesa (in cui era agganciato) ed ha abbassato il tempo….punto.

sma73
sma73

La prova per essere convincente andrebbe ripetuta in maniera alternata almeno 3 volte…poi fai la media….la seconda discesa è sempre più veloce, quindi attendibilità della prova abbastanza scarsa.
Io comunque FLAT sempre.

mountaindoctor
mountaindoctor

Secondo me il risultato piú importante é il sorrisone stampato in faccia nella seconda discesa 🙂

Per il resto, trete conclusioni che dal video non saltano fuori, il tester é chiaro: é andato meglio con i flat pur essendo abituato agli SPD (che preferirebbe in un giro più lungo), in un delle PS piú ripide e complicate dell’intera EWS (avete leto il report di Daniel?). Full stop.

Non mi sembra il caso di farne una dimostrazione empirica sull’efficacia, in generale, di un tipo di pedale rispetto a un altro 😉

elymaury
elymaury

Io con gli SPD non riesco ad andare e divertirmi devo tornare ai flat, anche se perdo un pò in pedalata il sentirmi legato alla bici (causa anche qualche caduta per questo motivo) mi frena e non mi fà divertire. Ho provato anche un pedale con una parte spd e altra flat con pin ma, si sganciano male e perdi tempo per trovare il lato giusto, tanto vale andare di buoni flat e five ten.

tagnin
tagnin

i risultati di n test empirico sono ovviamente opinabili, quello che è palese però è che non ci sono grosse differenze, comunque sul muletto ho gli stamp come quelli usati e mi ci trovo talmente bene stare pensando di mollare gli spd, psicologicamente sono un bell’ostacolo e io in bici voglio soprattutto divertirmi

ferrilamiere
ferrilamiere

sono super d’accordo con lui
ed è quello che dico sempre mio (mooodestamenteeee)
flat uguale fun non c’è paragone…. il sorrisoneeeeeee solo col flattone
naturalmente sotto le mie scarpe non c’è nulla di metallico 😀

giancazaza
giancazaza

per me:
in estate, lunghe pedalate in salita, tutti i tipi di sentiero in discesa … (si chiama All Mountain mica per niente) preferisco gli SPD
in inverno, dove a tutto ciò si aggiungono i percorsi sulla neve … preferisco i FLAT

Kranio
Kranio

Come è stato già scritto, dal punto di vista metodologico il test non è corretto, andavano fatte più repliche con ordine casuale, magari su più giorni, valutati statisticamente gli indici di posizione dispersione etc….
Però una cosa semplice c’è la dice, che tutto le sicurezze e la propaganda dei spdisti e flattisti sulla supremazia di una o l’altra tecnica sono solo rumors.
Per cui è bene che ognuno provi entrambi e poi scelga quello che gli si adatta meglio.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO