Pellicola: come proteggere il telaio da righe e graffi

Pellicola: come proteggere il telaio da righe e graffi

13/11/2018
Whatsapp
13/11/2018

Le nostre mountain bike non se la passano certo bene. Spesso ammassate nei furgone, sempre in mezzo a sassi, rocce, fango, sabbia. Per quanto i produttori si possano impegnare a realizzare verniciature resistenti e durature, evitare segni e righe è pressoché impossibile.

Per questo motivo proteggere il telaio con adeguate protezioni (gomma, piastre in alluminio) e pellicole diventa una necessità concreta per tutti quei biker che la bici la utilizzano veramente.

Solo una questione estetica?

Un vero biker non si preoccupa certo di qualche segnetto sulla bicicletta: qualche graffio è inevitabile se la bici non resta ferma in garage o in salotto, detto ciò a tutto c’è un limite.

Chi è appassionato sa benissimo che una bici non è per sempre e prima o poi la voglia di cambiare, provare qualcosa di nuovo o diverso ci spingerà a vendere la nostra mountain bike. Quando vendiamo la nostra bici, uno dei principali parametri di valutazione da parte dell’acquirente è proprio lo stato estetico. Una bicicletta con pochi segni e graffi è stata presumibilmente utilizzata poco, quindi anche le sue condizioni meccaniche saranno buone. Anche se questo non è assolutamente vero (una bici tutta protetta e pellicolata può essere perfetta di estetica, ma essere stata sfruttata fino alla morte di ogni componente meccanico), è palese che le condizioni estetiche della nostra bici influenzano notevolemente il suo valore ed il prezzo di vendita. È fuori discussione che una bici senza particolari graffi e segni si venda più facilmente e ad un prezzo maggiore.

Oltre che ad una questione estetica ed economica, la pellicola ha anche una fuzione protettiva e di rinforzo del telaio. Soprattutto le pellicole più spesse, come lo Shelter di Mariposa per esempio, svolgono un’efficace funzione di dissipazione della forza di un eventuale impatto, riducendo il carico puntuale e dissipando la forza su di una superficie più ampia. Queste pellicole insomma possono salvare un telaio da una rottura o bozzatura o anche solo ridurre l’entità del danno.

Se il nostro telaio, nelle zone più critiche, non è adeguatamente ricoperto dalla fabbrica da specifiche protezioni (specialmente sotto il tubo obliquo ed in zona movimento centrale), ecco che applicare una spessa pellicola protettiva è quasi un obbligo per evitare rotture o danni dovuti all’impatto di pietre o detriti sollevati dalla ruota anteriore.

Quali pellicole usare?

Sul mercato ci sono diverse pellicole, di spessori differenti.

Da un lato ci sono pellicole molto spesse e protettive, spesso realizzate a sandwich, con numerosi strati per assorbire quanto più possibile la forza dell’impatto e proteggere il telaio da possibili danneggiamenti.

PRO: queste pellicole svolgono un’efficace protezione “strutturale” del telaio, sono robuste e durature, non si danneggiano facilmente.

CONTRO: sono spesse, difficili da termoformare e quindi poco adatte a coprire curve strette e parti troppo complesse del telaio. Esteticamente si notano tanto, perchè si nota lo “scalino” dove finisce la protezione. Sul bordo facilmente si attacca lo sporco o la pellicola ingiallisce, con uno sgradevole effetto estetico.

Queste pellicole vanno bene per proteggere le parti più esposte all’abrasione ed agli impatti, quindi sono particolarmente indicate per la parte inferiore del tubo obliquo, la zona movimento centrale ed il fodero basso destro dove batte la catena.

In alternativa ci sono pellicole più sottili e discrete, pensate per offrire una protezione efficace ma meno invasiva.

PRO: queste pellicole sono esteticamente più gradevoli. Se applicate correttamente non si notano quasi se non guardando il telaio con attenzione. Sono particolarmente adatte a zone “complesse” con tante curve e pieghe in quanto estremamente facili da termoformare e curvare.

CONTRO: sono meno protettive, soprattutto non proteggono dai danni da impatto e si danneggiano facilmente.

Queste pellicole vanno bene per proteggere le parti esposte all’abrasione, come i foderi obliqui dove strisciano i talloni, i passaggi ruota, il tubo orizzontale dove sfregano le ginocchiere con il fango. Sono perfette anche per i foderi della forcella e, per la loro elevatissima modellabilità, possono essere applicate praticamente ovunque, anche nei punti più difficili.

Come applicare la pellicola

La pellicolatura del telaio, se fatta bene, è di minimo impatto visivo. Il segreto per fare un buon lavoro? Avere tanta pazienza, lavorare con calma in un ambiente pulito e con i giusti prodotti.

Che cosa ci serve?

  • Innanzitutto la pellicola che vogliamo applicare. Oltre allo Shelter di Mariposa troviamo in commercio ad esempio l’All Mountain Style e il Chamaleon Skin.
  • Alcool isopropilico per pulire e sgrassare la superficie prima dell’applicazione
  • Phon o pistola ad aria calda da carrozzieri (in realtà non servono chissà quali temperature, quindi un normale asciugacapelli è più che sufficiente)
  • Forbici, per tagliare a misura la pellicola
  • Bisturi o cutter per la rifinitura
  • Carta per pulire
  • Panno in microfibra che non lasci peluzzi

Prima di iniziare, vi svelo un piccolo segreto. Quando tocchiamo la parte adesiva della pellicola lasciamo sempre una ditata, che rimane in maniera permanente tra pellicola e telaio. Per evitare questo sgradevole inconveniente ci sono due opzioni. La prima è quella di non toccare mai la parte di colla, non sempre fattibile specialmente se si deve tirare la pellicola su curve strette. La seconda è di intingere le dita in una soluzione di acqua e sapone: toccando la pellicola, anche sulla parte con la colla, con le dita bagnate di questa soluzione non rimangono le ditate.

La soluzione può essere fatta con una goccia di detersivo per piatti in una ciotola piena di acqua, non serve mettere troppo detersivo.

Vediamo ora come applicare al meglio la pellicola.

1) Preparazione: prepariamo la zona su cui vogliamo applicare la pellicola, rimuovendo tutto quello che ci impedisce di lavorare liberamente. In questo caso togliamo ad esempio i fissaggi del tubo freno.

2) Misurazione e taglio pellicola: presentiamo la pellicola sulla zona che vogliamo coprire, in modo da tagliarla a misura. Dovendo in questo caso arrivare a filo della saldatura, prendiamo la misurazione considerando la massima lunghezza. Taglieremo poi in seguito l’eccesso sagomandolo sulla saldatura.

3) Pulizia e sgrassaggio: puliamo e sgrassiamo la zona di applicazione con l’alcool isopropilico o con uno sgrassatore e la carta. Passiamo poi il panno in microfibra per togliere eventuali peluzzi.

Attenzione: alcune verniciature potrebbero danneggiarsi se si applica il prodotto  sbagliato. Il consiglio? Provate in una zona nascosta che l’alcool isopropilico o lo sgrassatore non lavino via la vernice.

4) Preparazione pellicola e superficie: con il phon scaldiamo la zona di telaio su cui applicheremo la pellicola. Scaldiamo anche la pellicola, in modo che si ammorbidisca

5) Applicazione pellicola: ecco qui la parte più interessante. Cominciamo con il far aderire la pellicola nella zona centrale. Molto importante è applicarla dritta e farla aderire omogeneamente senza bolle, facendo scorrere il dito in una data direzione per eliminare l’aria.

A questo punto la pellicola è aderente al centro, dobbiamo farla girare per avvolgere il fodero. Tuttavia, non essendo il telaio perfettamente dritto (il fodero in questo caso ha una curvatura prima convessa, poi concava), la cosa non è così semplice. Ci troviamo in due diverse situazioni.

Nella zona di curvatura convessa ci troviamo nella condizione che, agli estremi, la pellicola risulta troppo lunga perché il raggio di curvatura è naturalmente minore. Se non facciamo attenzione la pellicola può fare delle grinze. Per evitare ciò è necessario procedere in questo modo: dopo aver scaldato con il phon il materiale, si fa aderire la parte centrale della pellicola fino al bordo, proprio al centro della curvatura. Con le dita si procede quindi a distendere e far aderire il resto del materiale con movimenti circolari dal centro verso i due estremi. In questo modo la pellicola, calda e morbida, si “spalma” e si evitano le grinze.

Nella zona di curvatura concava, la pellicola risulta troppo corta sui lati. È quindi necessario scaldarla, in modo che si allunghi e farla quindi aderire “tirandola” con movimenti a ventaglio delle dita, partendo sempre dal centro ed andando verso i due estremi laterali.

6) Rifininitura: in prossimità delle saldature o di alcune lavorazioni, la pellicola non aderisce correttamente anche se opportunamente scaldata e formata. Dobbiamo quindi tagliarla per evitare che la parte sollevata diventi un canale in cui si insinuano sporco e terra.

Il taglio di precisione può essere fatto con un bisturi o un cutter. Il bisturi è naturalmente più efficace in quanto molto affilato. Il segreto è incidere la pellicola senza andare a rigare il telaio. Una volta incisa la pellicola, si può togliere agevolmente la parte indesiderata e la pellicola si taglia facilmente.

7) Finitura: con il phon scaldiamo per bene tutta la pellicola e con le dita premiamo con forza sui bordi per assicurare un’aderenza ottimale degli stessi. Eventuali bolle d’aria possono essere rimosse forando con uno spillo. Bolle d’aria più piccole spariranno con il tempo, in quanto la colla è autoagglomerante.

Pellicolare un telaio come si deve è un lavoro che richiede una certa manualità. Non vi ritenete capaci? Non c’è problema, provateci lo stesso! A differenza di altri interventi, in cui il rischio è di danneggiare costosi componenti se si sbaglia qualcosa, quando si pellicola il telaio è impossibile fare danni. Qualcosa va storto? Non ci piace il risultato? Togliamo la pellicola e riproviamo!

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
MauroPS
MauroPS

ho pellicolato la bici nuova proprio con quella pellicola della 3M. e la prima bozza è proprio uguale a quella della prima foto… la legge di Murphy applicata alla Mtb dice che se un sasso finirà scagliato contro la tua bici andrà ad impattare proprio in quella piccola zona in cui non hai messo la pellicola.

MauroPS
MauroPS

avete qualche pellicola sottile e discreta da consigliare?

francescoMTB1
francescoMTB1

Sottile,ben fatta ed esteticamente bella ,costicchia,kit specifici per tipo di telaio oltre ad un modello generico : https://www.invisiframe.co.uk/
Quanto invece riguarda Shelter e All Mountain Style ,citate nell’articolo sono una delle mogliori soluzioni oltre a quello che ti ho segnalato in precedenza.

Fenix17
Fenix17

Io ho usato la Cameleon Skin del buon Gianmaria, costosa ma il telaio per ora non ha nessun segno 🙂

shrubber83
shrubber83

io citerei anche Chamaleon Skin che fa pellicole su misura. proprio tempo su questo mag avevate fatto un articolo al riguardo

gargasecca
gargasecca

Appena arrivato il telaio ho pellicolato con Chamaleon Skin…una delle cose + difficili che ho fatto sulla bici.
Poi cmq oltre alla pellicola ho rivestito l’ obliquo con un Rockguard e tutto il carro con del nastro mimetico da Softair che cambio 1 volta all’ anno.
Vi dico solo che di sassi e botte se ne prendono eccome, vi dico solo che ho trovato il Rockguard “bucato” in 2 punti…se non ci fosse stato, si sarebbe bucato il telaio…

lkey
lkey

lkey
lkey

Secondo me la 3m sottile non va mai applicata a secco…bisogna spruzzare pellicola, mani e telaio con acqua e sapone e il lavoro viene perfetto. La stessa Invisiframe consiglia questo metodo e fornisce kit completi sagomati e tagliati al laser su misura per marca, modello e addirittura taglia telaio..su pellicola 3m a 90euro circa. Io ci ho rivestito tutte e due le mie bici e non è rimasto 1cm esposto. Ci vuole circa un paio d’ore, ma con la loro tecnica “umida” il lavoro è quasi divertente e non ho fatto nemmeno una bolla. Usando lo spray col sapone si puo staccare e riattaccare la pellicola piu volte prima di spingere fuori tutta l’acqua con la tessera che ti forniscono, dopodicche la pellicola fa presa. Per me mai piu bici nuova senza quel kit.

francescoMTB1
francescoMTB1
MauroPS

avete qualche pellicola sottile e discreta da consigliare?

Sottile,ben fatta ed esteticamente bella ,costicchia,kit specifici per tipo di telaio oltre ad un modello generico : https://www.invisiframe.co.uk/
Quanto invece riguarda Shelter e All Mountain Style ,citate nell'articolo sono una delle mogliori soluzioni oltre a quello che ti ho segnalato in precedenza.

p84
p84

Conosco una persona che applicava un pezzo di Shelter sull’orizzontale al fine di proteggere il tubo dall’impatto con i freni. Ogni volta che provava poi a toglierlo, con opportuno riscaldamento della pellicola, veniva via sia la vernice che parte dei primi fogli in carbonio del telaio. Gli sono stati passati tre telai in garanzia per questo problema. Tuttavia, a seguito di un esame con il negoziante è emerso che la colla dello Shelter, in particolari condizioni, s’incorpora con la vernice al punto che risulta impossibile toglierla senza fare danno

albatros_la
albatros_la

Non metto in dubbio la storia, ma trovo quantomeno curiosa la gestione della garanzia. È abbastanza ovvio che se piazzo qualcosa sul telaio e quel qualcosa danneggia il telaio, è colpa di chi ha progettato quel qualcosa e non di chi ha progettato il telaio. Chi produce le pellicole deve farlo in modo da rispettare la compatibilità chimico-fisica delle vernici e dei protettivi dei telai, e questo non è certo onere del produttore del telaio.

p84
p84

La penso anch’io come te, fatto sta che Cannondale gli ha cambiato il telaio in garanzia per ben tre volte. Poi lui si è scocciato e ha cambiato marchio di bici

Koroviev

Iho messo la pellicola solo sulla forcella se non ricordo male. La bici con i graffi mi piace di più :yeah!:

jimmy27
jimmy27

…. inutile,
al 99% la bozza la fai dove non c’è la pellicola e quando la vuoi togliere rischi che ti venga via la vernice.

Marco Toniolo
p84

Conosco una persona che applicava un pezzo di Shelter sull'orizzontale al fine di proteggere il tubo dall'impatto con i freni. Ogni volta che provava poi a toglierlo, con opportuno riscaldamento della pellicola, veniva via sia la vernice che parte dei primi fogli in carbonio del telaio. Gli sono stati passati tre telai in garanzia per questo problema. Tuttavia, a seguito di un esame con il negoziante, è emerso che la colla dello Shelter in particolari condizioni s'incorpora con la vernice al punto che risulta impossibile toglierla senza fare danno

che bici era?

p84
p84

Scalpel SI

francescoMTB1
francescoMTB1

@MauroPS: Sottile,ben fatta ed esteticamente bella ,costicchia,kit specifici per tipo di telaio oltre ad un modello generico : https://www.invisiframe.co.uk/
Quanto invece riguarda Shelter e All Mountain Style ,citate nell'articolo sono una delle mogliori soluzioni oltre a quello che ti ho segnalato in precedenza.

mcpelo68
Koroviev

..La bici con i graffi mi piace di più :yeah!:

già ,così è pendant con il proprietario…:prost:

mariano_vittorio
MauroPS

avete qualche pellicola sottile e discreta da consigliare?

Io ho risolto con questo,si applica molto facilmente,basta riscaldarlo ma poco,giusto una passata,col phon,e un po' sottile ma,ma nelle parti piú a rischio si possono fare vari spessori,sovraggiugendo una pellicola su l'altra.View attachment 263843

Sent from my HUAWEI CAN-L01 using MTB-Forum mobile app

Lucky86
Lucky86

anche io uso la 3m e mi trovo molto bene. di fatto è invisibile e mi sembra che si righi solo quella.. un giorno la toglierò e vedrò come è sotto.
di certo è molto resistente.
sull’obliquo uso la scudo che per essere spessa è leggermente meno cara di altre. ottimo risultato

andry-96

Io nei punti più a rischio( obliquo carro e orizzontale forcella e retro del tubo sella) ho messo la pellicola all mountain style, di certo si vede molto ma è fatta bene e l’effetto estetico è bello

Cuco

Io ho provato sia 3m che la Shelter e devo dire che la prima si è rivelata un pacco, il problema maggiore è che la colla fa bene presa sul telaio ma non tiene attaccata la pellicola vera e propria. Solo scaldando tanto è migliorato un pò, invece shelter applicato anche a freddo ha una tenuta pellicola/colla formidabile, basta premere i bordi e far fuoriscire un pò di colla per avere una tenuta a prova di bomba. A parità di spessore, Shelter si è rivelata più morbida e malleabile, facile da applicare anche su parti molto curve.

Il mio canale : https://www.youtube.com/user/Cuco1600

Valtrompia1970
Valtrompia1970

Per proteggere il movimento centrale e la parte inferiore dell’obliquo utilizzo una protezione Effetto Mariposa shelter roll. Aderisce molto bene anche sulle parti curve e si rimuove facilmente. Per il resto del telaio invece compro i prodotti su Invisiframe. Si mettono e si tolgono con la sola acqua, sono invisibili e sono su misura.

MauroPS
MauroPS
mariano_vittorio

Io ho risolto con questo,si applica molto facilmente,basta riscaldarlo ma poco,giusto una passata,col phon,e un po' sottile ma,ma nelle parti piú a rischio si possono fare vari spessori,sovraggiugendo una pellicola su l'altra.

Sent from my HUAWEI CAN-L01 using MTB-Forum mobile app

Ho usato pure io questa… decisamente grossa però. la Spectral rossa ha questo colore che cambia seconda del punto di vista, da rosso ad aranciorosso… con questa pellicola l'effetto si perde totalmente. infatti ho messo la pellicola solo sui punti più esposti…
su quelli meno esposti mi servirebbe qualcosa di sottile ma resistente, soprattutto ai graffi.

mariano_vittorio
MauroPS

Ho usato pure io questa… decisamente grossa però. la Spectral rossa ha questo colore che cambia seconda del punto di vista, da rosso ad aranciorosso… con questa pellicola l'effetto si perde totalmente. infatti ho messo la pellicola solo sui punti più esposti…
su quelli meno esposti mi servirebbe qualcosa di sottile ma resistente, soprattutto ai graffi.

Ma infatti,questa e sottile,e serve a proteggere le rigature,io ho foderato tre quarti della bici,e non diventa gialla,ho usato anch'io la 3 emme quella spessa,ho se vogliamo l'originale,ma con scarso risultato,essendo molto grossa, non aderisce sulle forme del telaio,infatti questa la spacciano per 3m,ma non e cosí,oppure sarà un diversivo,Bo!!resta il fatto che comunque e modellabile.

Sent from my HUAWEI CAN-L01 using MTB-Forum mobile app

quorthon

Posso chiedervi una cosa? Ma come si toglie? Dico questo perché vorrei cambiare quello che ho che sta in condizioni pietose, almeno sui bordi in quanto avendolo applicato ai tempi senza sagomature, nello specifico da sotto il movimento centrale fino a sull'obliquo per una quarantina di cm, si sta crepando ed esteticamente fa schifo. Ho, partendo da un pezzetto, provato con il phon, ma non sembra venire via o se lo fa temo che si stacchi in maniera non uniforme spezzettandosi con parti che vengono ed altre che rimangono, inoltre lo shelter lo applicai sopra l'adesivo del seriale… figurate se questo non viene appresso…

ymarti
ymarti

bella l’idea del sapone non la sapevo!

Lyopard
Lyopard

Mi accodo a chi ha già chiesto consigli su come rimuoverla.
Sul mio telaio ne ho dovuto sostituire una parte che si era rovinata, stropicciandosi quando fisso la bici al cavalletto per la manutenzione. Con il phon ho tolto la pellicola senza grossi problemi, ma tutta la colla si è trasferita sul telaio. Ho provato vari metodi per toglierla, tra cui aqua saponata, svitol, olio, alcol isopropilico e altri ma niente. Mi hanno consigliato la benzina avio, ma ho paura che danneggi la vernice.
Consigli?

frantic
frantic

io ho usato i fogli trasparenti in cristal dell black bird racing per moto cross, usano l’adesivo della nitto e lo spessore è di circa 6 decimi di mm, sono attaccate alla mia bici da quasi 9 anni

quorthon
ymarti

bella l'idea del sapone non la sapevo!

Devo dire la verità a me fa sorgere qualche dubbio sta cosa, il sapone notoriamente è antagonista dei collanti in genere, lo si usa per non far attaccare (a parte le decalcomanie, ma è un'altra cosa), lo si usa pure per asportare il silicone quando lo si mette negli angoli, mettendo del sapone liquido sul dito e tirare, elimina all'istante il potere adesivo del silicone e il dito rimane pulito. Mi fa pensare, magari a torto intendiamoci, che in qualche maniera il contatto del sapone con il collante dello schelter possa comprometterlo. Probabilmente mi sbaglio ripeto.

Lyopard
Lyopard

Sono d’accordo con te che istintivamente verrebbe da non farlo.. ma se guardi su youtube ci sono svariati tutorial (alcuni proprio realizzati da produttori di pellicole) in cui spruzzano acqua saponata sul telaio prima dell’applicazione.

quorthon
Lyopard

Sono d'accordo con te che istintivamente verrebbe da non farlo.. ma se guardi su youtube ci sono svariati tutorial (alcuni proprio realizzati da produttori di pellicole) in cui spruzzano acqua saponata sul telaio prima dell'applicazione.

Allora è evidente che sia solo una mia menata come sospettavo, però non trovo video youtube che indichino nello specifico shelter+sapone, ho solo trovato dei video che praticano la tecnica del sapone, ma con decalcomanie ovvero con adesivi (su motocicletta ne ho beccato uno) che hanno un collante diverso, tipo quello delle pellicole per oscurare o rendere opachi i vetri per permettere fondamentalmente che la stesura avvenga senza bolle, con il sapone si può muovere e rimuovere facilmente. Comunque ti credo anche se non i ho trovati questi video;-). Suona solo strano:-) sapone e colla…

lkey
lkey

Cerca “tutorial invisiframe”. E comunque specificano sapone neutro. Ti assicuro che funziona ci ho rivestito 2 telai senza nemmeno una bolla e ad oggi uso la tecnica anche su tablet e smartphone e molti mi chiedono come riesco a metterle così perfette…

bertofa
bertofa

Le istruzioni della ottima Chamlaeon sono di usare solo acqua con shampoo per bimbi e niente phon… Personalmente le ho seguite alla lettera e mi sono trovato benissimo.

quorthon
lkey

Cerca "tutorial invisiframe". E comunque specificano sapone neutro. Ti assicuro che funziona ci ho rivestito 2 telai senza nemmeno una bolla e ad oggi uso la tecnica anche su tablet e smartphone e molti mi chiedono come riesco a metterle così perfette…

Interessante… grazie. A tal proposito guardate che ho trovato
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/i-miei-pensieri-sullinvisiframe.364691/
In questo 3d dice chiaramente che trattasi di normali pellicole 3M presumo shelter, quindi la riprova che era solo una mia menata. Ma che è sto invisiframe, solo una azienda che vende schelter pretagliato e dedicato per specifiche bici e nulla più?

francescoMTB1
francescoMTB1
quorthon

Interessante… grazie. A tal proposito guardate che ho trovato
https://www.mtb-mag.com/forum/threads/i-miei-pensieri-sullinvisiframe.364691/
In questo 3d dice chiaramente che trattasi di normali pellicole 3M presumo shelter, quindi la riprova che era solo una mia menata. Ma che è sto invisiframe, solo una azienda che vende schelter pretagliato e dedicato per specifiche bici e nulla più?

E che volevi un laboratorio con alambicchi e provette?

E' una delle aziende che produce Kit Fustellati protettivi per telai delle piu' note case in tutte le taglie oltre ad adesivi.
Il prodotto esteticamente e' davvero ben fatto.
Dura a lungo e se ben applicato , cosa non molto difficile ma impegnativa in precisione ,rende nel risultato finale eccellentemente.
Ne acquistai un kit per la mia Specialized Demo , francamente non si e' mai mosso dal telaio .
Indubbiamente per l'obliquo inferiore ho utilizzato lo shelter tassativamente .
Su altro telaio ho invece volutamente optato per All Mountain Style e shelter , altri prodotti di alta qualita'.
Per la tecnica di applicazione ,vai sul loro sito e dacci uno sguardo: https://www.invisiframe.co.uk/
Poi, se a te non piace , resta un fatto soggettivamente relegato ai tuoi gusti!

8mat7
8mat7

Usato AMS su 2 bici, facilissima da mettere e fa il suo lavoro alla grande ma copre poche zone del telaio… l’ultima bici l’ho pellicolata completamente con invisibile frame, un paio d’ore di lavoro e il telaio è praticamente completamente protetto… ma la vera domanda è perché i produttori di telai non li vendono già pellicolati? Così il lavoro sarebbe perfetto e meno rognoso per noi utilizzatori…

quorthon
francescoMTB1

E che volevi un laboratorio con alambicchi e provette?

E' una delle aziende che produce Kit Fustellati protettivi per telai delle piu' note case in tutte le taglie oltre ad adesivi.
Il prodotto esteticamente e' davvero ben fatto.
Dura a lungo e se ben applicato , cosa non molto difficile ma impegnativa in precisione ,rende nel risultato finale eccellentemente.
Ne acquistai un kit per la mia Specialized Demo , francamente non si e' mai mosso dal telaio .
Indubbiamente per l'obliquo inferiore ho utilizzato lo shelter tassativamente .
Su altro telaio ho invece volutamente optato per All Mountain Style e shelter , altri prodotti di alta qualita'.
Per la tecnica di applicazione ,vai sul loro sito e dacci uno sguardo: https://www.invisiframe.co.uk/
Poi, se a te non piace , resta un fatto soggettivamente relegato ai tuoi gusti!

No, non mi aspettavo un laboratorio con alambicchi e provette :smile:, che ne so, forse, boh? M'è uscita così, non l'avevo mai sentita…..ho chiesto..che ne sai:yeah!:?
Piuttosto che vuol dire che hai utilizzato tassativamente shelter per l'obliquo, perchè non è schelter quello che vendono pretagliato?
Comunque il video che ho visto su youtube è quello del sito che mi hai linkato, non è che non mi piaccia come procedura anzi, dico solo che ero sospettoso e mi sbagliavo. Ammazza quanto se fanno pagare però….

francescoMTB1
francescoMTB1
quorthon

No, non mi aspettavo un laboratorio con alambicchi e provette :smile:, che ne so, forse, boh? M'è uscita così, non l'avevo mai sentita…..ho chiesto..che ne sai:yeah!:?
Piuttosto che vuol dire che hai utilizzato tassativamente shelter per l'obliquo, perchè non è schelter quello che vendono pretagliato?
Comunque il video che ho visto su youtube è quello del sito che mi hai linkato, non è che non mi piaccia come procedura anzi, dico solo che ero sospettoso e mi sbagliavo. Ammazza quanto se fanno pagare però….

No, lo Shelter e' un prodotto diverso ,Spessore elevato (1,2mm.) per attutire colpi proprio sotto all'obliquo inferiore.
Si , si fanno pagare , ma tieni presente che prodotti inferiori, spesso si scollano,ingialliscono e fanno cartella ….

quorthon
francescoMTB1

No, lo Shelter e' un prodotto diverso ,Spessore elevato (1,2mm.) per attutire colpi proprio sotto all'obliquo inferiore.
Si , si fanno pagare , ma tieni presente che prodotti inferiori, spesso si scollano,ingialliscono e fanno cartella ….

Da quel 3d che avevo linkato sembrava fosse tutto schelter. Comunque si, anche la presagomatura che ti offre quest'azienda effettivamente non è poca cosa, considerando tutte le curve e abbombamenti e stondamenti che ha un telaio.

lkey
lkey

Non è shelter, lo shelter lo produce Effetto Mariposa e come detto è spesso (mi pare ne producano 2 spessori). Quello della invisiframe è pellicola 3m classica e sottile tipo pellicola per schermi. Resiste solo ai graffi, fa comodo soprattuto per graffi da trasporto ed eventuali rami. Per le botte forti uso lo shelter, che infatti ho messo sopra il 3m, solo sotto l’obliquo.

lkey
lkey

Aggiungo che il 3m sicuramente si puo applicare col metodo spray, mentre con lo shelter non ho mai provato ma la vedo piu ostica, credo usi un collante diverso.

francescoMTB1
francescoMTB1
lkey

Non è shelter, lo shelter lo produce Effetto Mariposa e come detto è spesso (mi pare ne producano 2 spessori). Quello della invisiframe è pellicola 3m classica e sottile tipo pellicola per schermi. Resiste solo ai graffi, fa comodo soprattuto per graffi da trasporto ed eventuali rami. Per le botte forti uso lo shelter, che infatti ho messo sopra il 3m, solo sotto l'obliquo.

Se leggevi meglio il post 38 ,notavi che ho detto che non e' shelter e quanto segue…

lkey
lkey

Ho risposto quorton non a te

Stefano46
Stefano46

Tra un mesetto mi arriva la root miller dopo anni di frontina e dato che per parecchio sarà la mia bici c terrò a coprirla a dovere, su consiglio volevo mettere invisiframe ma per il mio modello non c’è (possibilità di comprarlo standar e adattarlo) mi sono quindi direzionato su shelter ma dopo il commento qui della vernice staccata mi sono sorti dubbi.
Qualcuno ha altre esperienze sullo shelter dopo averlo tolto?

francescoMTB1
francescoMTB1
Stefano46

Tra un mesetto mi arriva la root miller dopo anni di frontina e dato che per parecchio sarà la mia bici c terrò a coprirla a dovere, su consiglio volevo mettere invisiframe ma per il mio modello non c'è (possibilità di comprarlo standar e adattarlo) mi sono quindi direzionato su shelter ma dopo il commento qui della vernice staccata mi sono sorti dubbi.
Qualcuno ha altre esperienze sullo shelter dopo averlo tolto?

Io dopo circa un paio di anni l'ho rimosso, riscaldato per bene con il fon e poi tolto il residuo di colla dal telaio con del normale polish da auto ,nessun problema , purche' si distacchi con movimenti lenti e continuando a riscaldarlo con il fon, almeno io cosi' ho fatto!

Kevmit
Kevmit

che brutte le bici pellicolate!!! sembrano le automobili anni 90 quando tutti avevano le “copertine” sui sedili ahah oppure quando i nostri nonni lasciavano le plastiche sui divani o sulle sedie per non rovinarle… sono mtb se si graffiano pazienza! tanto una botta forte pellicola o non pellicola la rovinerebbe lo stesso!!!! ah se lo fate per rivendeva come nuova, tanto uscita dal negozio perde soldi quindi inutile illudersi 🙂 ovviamente è una mia idea !!!

gargasecca
gargasecca
Kevmit

che brutte le bici pellicolate!!! sembrano le automobili anni 90 quando tutti avevano le "copertine" sui sedili ahah oppure quando i nostri nonni lasciavano le plastiche sui divani o sulle sedie per non rovinarle… sono mtb se si graffiano pazienza! tanto una botta forte pellicola o non pellicola la rovinerebbe lo stesso!!!! ah se lo fate per rivendeva come nuova, tanto uscita dal negozio perde soldi quindi inutile illudersi 🙂 ovviamente è una mia idea !!!

Ma io mica lo faccio per rivenderla…semplicemente perché mi è costata cara…e ci tengo alle mie cose.

Ps…le "copertine" ai sedili mica c'erano trasparenti vedo/non vedo…[emoji6]

Sent from my SM-A530F using MTB-Forum mobile app

Kevmit
Kevmit
gargasecca

Ma io mica lo faccio per rivenderla…semplicemente perché mi è costata cara…e ci tengo alle mie cose.

Ps…le "copertine" ai sedili mica c'erano trasparenti vedo/non vedo…[emoji6]

Sent from my SM-A530F using MTB-Forum mobile app

ma infatti ognuno giustamente è libero di fare quello che vuole… pure a me è costata cara, però senza protezione è più bella… per quanto sono trasparenti si vedono e non sono bellissime…

poi certo, un conto è metterla sul carro o su posti più esposti, ma vedo certi che hanno messo la "pellicola" ovunque, dai ridicolo ( sempre per me ovviamente )

Tc70
Kevmit

che brutte le bici pellicolate!!! sembrano le automobili anni 90 quando tutti avevano le "copertine" sui sedili ahah oppure quando i nostri nonni lasciavano le plastiche sui divani o sulle sedie per non rovinarle… sono mtb se si graffiano pazienza! tanto una botta forte pellicola o non pellicola la rovinerebbe lo stesso!!!! ah se lo fate per rivendeva come nuova, tanto uscita dal negozio perde soldi quindi inutile illudersi 🙂 ovviamente è una mia idea !!!

Di questo ne sei convinto tu…intanto grazie alla pellicola,ho venduto la mia vecchia mtb e ci ho fatto 50 eur in più di quello che pensavo,con i complimenti dell'aquirente per averla venduta in buone condizioni…se avesse avuto graffi o segni di sassate,mi avrebbe detto grazie e arrivederci…avendola in carbonio poi,mi sembra il minimo proteggerla il più possibile,se cado e mi si gira lo sterzo picchiando la leva freno contro il tubo orrizzontale rovinandolo mi girerebbero assai,fortunatamente avendola messa,in una piccola scivolata,lo Shelter ha fatto il suo sporco lavoro…l'ho messa un pò ovunque,ma non ti dico dove,perchè per te (solo per te) è ridicolo…

Kevmit
Kevmit
Tc70

Di questo ne sei convinto tu…intanto grazie alla pellicola,ho venduto la mia vecchia mtb e ci ho fatto 50 eur in più ( e per me son sempre soldini) di quello che pensavo,con i complimenti dell'aquirente per averla venduta in buone condizioni…se avesse avuto graffi o segni di sassate,mi avrebbe detto grazie e arrivederci…avendola in carbonio poi,mi sembra il minimo proteggerla il più possibile,se cado e mi si gira lo sterzo picchiando la leva freno contro il tubo orrizzontale rovinandolo mi girerebbero assai,fortunatamente avendola messa,in una piccola scivolata,lo Shelter ha fatto il suo sporco lavoro…l'ho messa un pò ovunque,ma non ti dico dove,perchè per te (solo per te) è ridicolo…

ci mancherebbe … per me è ridicolo, non per forza lo deve essere per tutti !!!

la mia in carbonio non ha nulla… solamente le protezioni originali della Norco…

gargasecca
gargasecca
Kevmit

ci mancherebbe … per me è ridicolo, non per forza lo deve essere per tutti !!!

la mia in carbonio non ha nulla… solamente le protezioni originali della Norco…

Il kit di pellicola è fatto su misura…e appunto un kit…quindi copre tutto il telaio.
Te ne accorgi che è montato solo se sei a 30cm dal telaio…forse quelli che hai visto tu non sono kit o non sono messi a regola d'arte.
Se non avessi il Rockguard sotto…in che condizioni sarebbe il telaio oggi?

Vedi l’allegato 263939

Sent from my SM-A530F using MTB-Forum mobile app

forteindiscesa
forteindiscesa

Io devo togliere la vecchia pellicola sotto il tubo obliquo, che era di serie al momento dell’acquisto. Ora con il tempo si é rotta in alcuni punti, di lato é entrata acqua e ha perso la sua utilitá. Cosa usare per togliere i residui di adesivo e pulire bene il telaio in carbonio verniciatura opaca prima dell’applicazione della nuova? Leggo di sgrassanti o alcol isopropilico. Non vorrei rovinare il telaio. Grazie per i consigli.

francescoMTB1
francescoMTB1
forteindiscesa

Io devo togliere la vecchia pellicola sotto il tubo obliquo, che era di serie al momento dell'acquisto. Ora con il tempo si é rotta in alcuni punti, di lato é entrata acqua e ha perso la sua utilitá. Cosa usare per togliere i residui di adesivo e pulire bene il telaio in carbonio verniciatura opaca prima dell'applicazione della nuova? Leggo di sgrassanti o alcol isopropilico. Non vorrei rovinare il telaio. Grazie per i consigli.

Riscalda per bene con un Phon per capelli ed asporta tutta la rimanenza di pellicola.
Per ripulire da residui di colla il telaio e' perfetto un polish lucidante e non abrasivo da carrozzieri, pero' prima di rimettere la nuova pellicola ,devi sgrassare il lucido del polish anche con del normalissimo alcool ,preferibilmente poco aggressivo (va bene anche del tipo per uso sanitario).

JoRo

Sulla trail ho l’all mountain style xl e per ora il suo lo fa. Alla sender devo applicare l’easy-frame extended

forteindiscesa
forteindiscesa
francescoMTB1

Riscalda per bene con un Phon per capelli ed asporta tutta la rimanenza di pellicola.
Per ripulire da residui di colla il telaio e' perfetto un polish lucidante e non abrasivo da carrozzieri, pero' prima di rimettere la nuova pellicola ,devi sgrassare il lucido del polish anche con del normalissimo alcool ,preferibilmente poco aggressivo (va bene anche del tipo per uso sanitario).

Grazie mille!!!

francescoMTB1
francescoMTB1
JoRo

Sulla trail ho l’all mountain style xl e per ora il suo lo fa. Alla sender devo applicare l’easy-frame extended

L'All' Mountain Style ,che citi ed anche io utilizzo su una mia bici , e' davvero fantastico, un nido d'ape molto resistente e protettivo e soprattutto una volta applicato resiste a lavaggi,escursioni di temperature e maltrattamenti senza scollarsi ma resta sempre rimovibile.
Dispongono di colorazioni e grafiche diverse oltre al trasparente, e se ben applicate non guastano all'occhio.