Quante volte parti da casa con la MTB?

87

Si parla di bicicletta come mezzo ecologico che viene usato al posto dell’automobile. Se questo è vero in certi ambiti, come la bici da città per i trasferimenti casa – lavoro, diversa è la situazione quando la bicicletta diventa un oggetto ricreativo, proprio come la mountain bike.

In questo caso sono tanti i biker che caricano la bici in macchina e sono pronti a farsi centinaia di chilometri per raggiungere il posto da cui far partire il giro. In fondo la mountain bike si adatta benissimo a quelle che prima chiamavamo “passeggiate” o meglio, anche gli escursionisti a piedi, che spesso si credono i dententori del premio di ecosostenibilità e dunque i padroni dei sentieri e delle montagne, si fanno lunghe trasferte in macchina per andare in un posto nuovo.



.

Si perde così una parte del fascino della bici, che è quello di poter percorrere grandi distanze in poco tempo e dunque di poter scoprire posti nuovi anche partendo da casa. Certo, se uno abita in Pianura Padana e ama andare in mountain bike diventa dura, ma fra gravel e bici da argine si riescono a pianificare anelli di grande soddisfazione.

Usando per esempio il nostro strumento di pianificazione su Training Camp, potete addirittura scegliere le strade con meno traffico per eventuali lunghi trasferimenti fino all’inizio dei sentieri. Ultimamente poi le ferrovie si sono organizzate per trasportare le bici.

Qual è la percentuale dei vostri giri che iniziate dalla porta di casa? Sapevate che se iniziate un giro dalla vostra Home Zone di Training Camp potete vincere un soggiorno nelle Dolomiti? Un motivo in più per esplorare angoli della vostra zona a voi sconosciuti.

Foto di copertina di Filippo Macalli.

Commenti

  1. Con la MTB la maggior parte delle volte prendo la macchina, ma qualche giretto vicino a casa lo faccio, soprattutto se voglio rientrare a pranzo: ci sono delle stradine sterrate a pochi chilometri da casa. Il problema è che i miei amici rider non abitano in zona e
    Con la bici da strada è più frequente che esca direttamente da casa.
  2. pur avendo trail dietro casa la carico spesso in auto, anche solo per fare 10 km di avvicinamento ad altri trail.
    Ho sempre i minuti contati e preferisco fare due ore "produttive" (dislivello, tecnica ecc.) che perdere ulteriori 40/50 min di trasferimenti in piano oppure fare il solito giro nei trail dietro casa che alla fine vengono a noia.
    Sempre avuto auto sw, sedili abbassati sempre: apro il portellone e butto dentro la bici.
  3. o qui abitano tutti montagna o vi piace fare stessi giri tutte le volte.... io non conosco quasi nessuno che va in mtb e parte in bici da casa, tutti caricano la bici in macchina , anche per cambiare zona e incontrarsi con altri per girare... poi con una bici da enduro /trail farsi 30 km di asfalto per raggiungere dei sentieri mi sembra una noia mortale, mio opinione
Storia precedente

Bici della settimana: la Trek Checkpoint di Ludovico0499

Storia successiva

Quando ogni grammo conta

Gli ultimi articoli in Report e interviste