Reinventare la catena: si può?

Reinventare la catena: si può?

Francesco Mazza, 18/01/2021

La catena della bicicletta è uno dei pochi componenti a essere rimasto pressoché invariato da quando è stato inventato… almeno fino a oggi. La taiwanese Taya Chain ha presentato una catena rollerless, in pratica priva dei rullini di cui sono dotate tutte le catene attualmente in commercio. La maglia interna è infatti costituita da due singole parti che si interfacciano direttamente, unite da un pin-rivetto. Questa animazione 3D a cura di Gianluca Ricceri ci mostra nel dettaglio la tecnologia di Taya. Notare la forma familiare del braccio robot… geniale!

YouTube video

La costruzione rollerless, secondo quanto dichiara Taya, riduce drasticamente l’allungamento della catena, la cui causa principale sono i rullini stessi, riduce il peso complessivo e aumenta la rigidezza laterale della catena che diventa quindi più precisa.

L’accoppiamento delle due maglie interne prevede inoltre una sorta di piccolo interstizio che funge da serbatoio per il lubrificante, così da mantenere le prestazioni più a lungo.

In attesa che Taya diffonda maggiori notizie sulla catena Rollerless, compresi dettagli come prezzo di listino e peso, sappiamo che sarà disponibile sia in versione da 11 velocità che da 12 velocità.

Taya Chain

 

Commenti

  1. Taya non é sicuramente l'ultima arrivata nel mondo delle catene e personalmente ne ho giá usate parecchie con soddisfazione. Qualche dubbio ce l'ho anche io soprattutto sul fatto che il dente non appoggia piú su un piano ma tende ad infilarsi tra le due metá del rullino/maglia, soprattutto quando i denti sono belli usurati ed affilati.
    Ma penso anche che i materiali e le lavorazioni meccaniche di oggi sono anni luce avanti rispetto a quanto avevamo a disposizione qualche anno fa, quindi penso che varrá la pena provarla, magari sulla bici muletto con i componenti un pó piú usurati e vedere cosa succede.
    Comunque piú credibile di tante altre belle pensate che si sono viste
  2. andy_g:

    Interessante, ma secondo me non sono i rullini che fanno allungare la catena, ma è l'interazione tra perni e maglie. Forse è proprio questa che migliora.
    Esatto! Me ne sono accorto quando ho smontato una catena mai cambiata da non so quanti mila chilometri...i perni erano praticamente scavati in corrispondenza delle semimaglie interne.
 

POTRESTI ESSERTI PERSO