Shuttle o bici elettrica?

Shuttle o bici elettrica?

Marco Toniolo, 12/09/2020

Ok, va bene, le ebike sono per chi vuol fare meno fatica in salita. Ammesso che uno salga usando le stesse strade di quando sale con una bici normale, perché se si scelgono dei sentieri, il discorso cambia, visto che ci vuole comunque tecnica e sudore.

Mettiamola però in un altro modo: i furgoni, o shuttle, sono l’antitesi del ciclismo: mezzi spinti dal puzzolente diesel, in cui i rider tendono ad abbioccarsi in aria maleodorante autoprovocata. Sono veramente meglio delle bici elettriche, anche se nel carrello dietro si trovano solo mountain bike a propulsione umana? Non ne sarei così sicuro.

Se uno non ce la fa a guadagnarsi la discesa, perché non usare una bici elettrica? Lo stesso discorso non vale per le funivie, visto che non vengono fatte girare solo per i biker (cioé anche i pedoni le usano, o chi fa parapendio, ecc), e sono state costruite normalmente per far felici gli sciatori che, a loro volta, preferiscono le piste affollate alla soddisfazione di una scialpinistica.

Per chi non usa mezzi di risalita, immaginatevi di trovarvi di fronte alla scelta: shuttle, bici elettrica, o niente bici. E questo per sempre. Cosa fareste?

 

Commenti

  1. miz24:

    Il pericolo dell'ebiker medio è che purtroppo alle volte si spinge in posti che con i propri mezzi tecnici/attrezzatura potrebbero risultare pericolosi non essendo proprio così preparato a determinate situazioni... ma qui mi domando...
    Io ( come sicuramente altri 1000) quando facevo i rock garden con la scott scale 26" escursione 80mm comprati all'LD ero cosciente di quello che facevo oppure mi cacciavo nelle loro stesse situazioni?!? Meditate
    Giusta osservazione, pure io quando ho iniziato a fare mtb da ragazzo ho fatto cose assurde con una mtb con carro urt e forcelle a elastometri.
    La differenza è che ero giovane e incosciente, e col tempo mi sono fatto esperienza.
    Il problema delle ebike è che spesso sono usate da gente con poca (o nulla) esperienza che le usano per raggiungere sentieri dove fin ora si arrivava dopo anni di esperienza in bici.
    Quindi il problema non è l e biker che va col furgone o in funivia, perché li si presume che se uno voglia divertirsi in discesa, vuol dire che abbia già un po di esperienza, e probabilmente prima ha sempre avuto una muscolare e ora ha scelto la e-bike come unica bici
  2. L'idea di un'elettrica da bike park mi alletta, ma dovrebbe essere una enduro con motore poco potente e batteria piccola, ma facilmente intercambiabile, per limitare il peso entro i 18/19 chili, ma al momento non ho visto niente del genere.
    In macchina lascerei una seconda batteria nel caso avessi voglia di continuare dopo la fine della prima.
    Le furgonate invece non le ho mai fatte, preferisco gli impianti, ma ho usato lo shuttle per chiudere dei giri complessi, per togliere parti noiose o dislivello e lunghezza eccessivi.