MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Specialized-SRAM Enduro Series con una novità interessante

Specialized-SRAM Enduro Series con una novità interessante

Specialized-SRAM Enduro Series con una novità interessante

30/12/2013
Whatsapp
30/12/2013

Le Specialized-SRAM Enduro Series sono un campionato di gare enduro internazionale, con due tappe in Italia, due in Germania e due in Austria. Già nel 2013, sul Garda, si era tenuta una prova di questa serie, vinta da Fabien Barel.

enduro

La cosa più interessante e che forse andrà anche ad influenzare il nostro campionato nazionale Superenduro (di cui si attendono le date 2014) é che gli atleti saranno divisi in due categorie: Pro, riservata a chi ha una licenza UCI, e dilettanti, per tutti gli altri. Le differenze sostanziali saranno nei tempi di risalita, più stretti per i pro, e nei premi. Ulteriori caratteristiche, come diversi tracciati o varianti, verranno notificate nelle prossime settimane.

Intanto eccovi qui le date, che trovate anche nel nostro calendario:

  • 26. – 27.04.2014 | #1  Terlago (ITA)
  • 01. – 02.05.2014 | #2  Riva (ITA)
  • 07. – 08.06.2014 | #3  Samerberg (GER)
  • 14. – 15.06.2014 | #4  Willingen (GER)
  • 28. – 29.06.2014 | #5  Kirchberg (AUT)
  • 20. – 21.09.2014 | #6  Leogang (AUT)

enduroseries.net

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
stons65
stons65

Per me giustissimo fare 2 categorie: pro e amatori, con delle eventuali varianti di percorso

Paolo M.
Paolo M.

D’accordo per fare distinzioni di categoria tra pro e “normal”!
Non d’accordo su creare varianti di percorso! e perchè mai? e proprio qui la soddisfazione dei comuni mortali, quella di riuscire a fare quello che fanno i pro (anche se chiaramente con tempistiche diverse)

Marco Maffioli
Marco Maffioli

Magari ci saranno differenziazioni a livello di numero di PS e chilometraggio……

Carissimo
Carissimo

speriamo di no.. come faccio ad avere una tessera uci? 🙂

dlacego
dlacego

Concordo pienamente per percorsi differenziati: sarà bello gustarsi passaggi impossibili grazie ai pro e sarà ancora meglio evitare rischi troppo grossi per gli amatori. Anche il discorso di diminuire i tempi di risalita mi piace, infondo l’enduro non è downhill o freeride chi lo pratica e vuole definirsi un campione deve essere preparato anche in salita. Speriamo che queste idee siano prese in considerazione anche dalla Superenduro 🙂

Paolo M.
Paolo M.

Le gare di XC hanno sempre avuto il suo fascino proprio perchè hanno lo stesso percorso:
dal professionista come potrebbe essere Absalon, all’ultimo schiavo che prende la bici una volta alla setttimana come me. Il bello era ed è quello (per me). La cosa brutta nell’XC è che non differenziano la categoria assoluta, e quindi una persona normale non arriverà mai e poi mai a podio; invece dovrebbero fare anche qui 2 grosse categorie di assoluti e poi eventualmente nei “solo tesserati” fare podi per categorie di età (quelle infatti ci sono già)

Marco Maffioli
Marco Maffioli

La tessera FCI (ad esempio) è UCI, visto che la Federazione fa parte dell’Unione Ciclistica Internazionale 😉

stons65
stons65

Tutto dipende da cosa si intente per Enduro! Non mi stupirei di trovare tratti da dh pura (con i conseguenti rischi…)

Marco Maffioli
Marco Maffioli

Beh, vediamo cosa dicono nei comunicati dei prossimi giorni, ma sicuramente la gara di Riva dopo i commenti negativi dell’anno scorso verrà completamente rivista se vogliono fare una bella figura stavolta !!

turbozauro
turbozauro

i commenti negativi sono stati fatti solo da checche che avevano poca voglia di fare fatica e sudare. è impensabile che professionisti pagati si lamentino di qualche sasso in più del normale…

Sardegna SPORT e Natura
Sardegna SPORT e Natura

Caro turbozauro,

Sono una di quelle checche che ha fatto la gara di riva e ti prego di tenere a bada la tua lingua se noi hai alcun idea di cosa si sta discutendo !!

Hai fatto la gara ? No ? Allora shut up !!

Noi normali mortali ci siamo lamentati degli shuttle che i pro usavano in allenamento e noi NO e di riparazioni tecniche in gara da parte delle ammiraglie di qualche PRO che è rimasta insanzionata.

Qualche PRO invece si è lamentato del tracciato troppo simile ad un D.H !!

Buona giornata

Cost

P.s anche quest’anno parteciperò nella categoria checche, vieni anche tu

turbozauro
turbozauro

guarda, sono uno dei volontari che ha affiancato gli organizzatori durante l’evento.
tutte le critiche che ho sentito io, la maggior parte tra l’altro “ufficiali”, riguardavano solo ed esclusivamente la difficoltá del tracciato.
critiche che mi vanno bene da uno come te, che, se ho ben capito, nn sei un pro (correggimi se sbaglio), ma che nn tollero da professionisti pagati e sponsorizzati per fare ciò.
capisco che il Garda, per conformazione naturale, nn presenti le linee di terra battuta cm in certi bike park canadesi, ma da li a lamentarsi del troppo difficile mi sembra davvero eccessivo.
Il lato positivo della cosa é che forse nel 2014 ci sará selezione. Mi auguro che tutti questi criticoni passino il w.e del 1 maggio da un’altra parte, lasciando spazio a chi veramente vuole partecipare e gareggiare.
la mia invettiva non era contro le critiche cm le tue, che tra l’altro lasciano il tempo che trovano, ma contro quelle dei pro.

detto questo, ti auguro buon anno

ps: forse grazie a questa selezione naturale, nel 2014 riuscirò a partecipare! lo spero proprio, visto che nel 2013 il mio posto mi é stato soffiato da una massa di criticoni :-))
… e magari ci faremo una birra insieme 🙂

Varne
Varne

Bello che come unica foto di un circuito Specialized/Sram ci sia un rider del team Cube con una bici montata fox/shimano…..

mikyspa
mikyspa

ma che sfiga…
prendo la patente verso gli inizi di maggio (si spera) e mi toccherà aspettare 1 altro anno

solid gas
solid gas

checche o pro…sole o neve, caldo o freddo noi saremo li !
l’anno scorso terlago è stata la gara piu figa del circuito trv. 60allora nel diagonale della ps2….. strafigo !

sfapauline
sfapauline

Ciao, mi interesserebbe partecipare ma sono un neofita non avendo mai partecipato a gare di MTB, sapreste darmi indicazioni su come iscriversi e cosa serve per iscriversi.
Grazie
Gerri

Marco Maffioli
Marco Maffioli

Ciao, per quanto riguarda le tappe italiane (Terlago e Riva) verrà adottato il regolamento FCI, le iscrizioni verranno aperte 6 settimane prima di ogni gara e si faranno direttamente dal sito http://www.enduroseries.net/, per le restanti tappe europee si dovrebbero comunque adottare le linee guida UCI.
Per le “novità” sulla questione tempi di trasferimento e classifiche differenziate a breve verranno pubblicate tutte le specifiche sia sul sito ufficiale che sulle pagine degli organizzatori locali.
Saluti,
Luca.

sfapauline
sfapauline

Garzie Luca, ho già dato un’occhiata al sito prendendo le varie informazioni. Dovendo partecipare come “amatore”, leggo che devo avere un certificato medico, immaggino sportivo dell’anno in corso e senza necessità di iscrizione alla federazione ecc. è così ? o basterebbe il certificato del medico “curante” di base?
Ciao
Gerri

Marco Maffioli

Le due gare italiane sono “nazionali”, vige quindi l’obbligo di certificato medico sportivo, tessera FCI ed eventuale tesseramento presso gli altri Enti della consulta.
Eventualmente sarà possibile iscriversi tramite l’acquisto di tessere giornaliere FCI, ma a questo punto visto il costo attuale (15€ l’una, le gare sono di due giorni..) credo sia meglio pensare ad un tesseramento annuale, così se la cosa ti piace ne potrai fare molte di più 😉
Luca