[Test] Bold Unplugged: la bici dall’ammortizzatore nascosto

[Test] Bold Unplugged: la bici dall’ammortizzatore nascosto


Bold è un giovane marchio svizzero, famoso per i telai con l’ammortizzatore nascosto nella zona dove il tubo obliquo si incrocia con il tubo sella.

L’Unplugged è la loro bici da enduro, con 164mm di escurione posteriore e ruote da 29 pollici, o 27.5+. Nel video potete seguire il test, oltre a scoprire i dettagli di un mezzo unico sul mercato (ricordatevi di sottoscrivere al nostro canale YouTube se non l’avete ancora fatto).

Una cosa non ho citato nel video: per vedere quanta corsa dell’ammo si usa, basta togliere il gommino di uno dei due fori di aereazione per riuscire a vedere l’o-ring.

Geometria

Il prezzo della bici in prova, completamente in carbonio, è di 6.168 CHF. Può venire configurata e acquistata direttamente sul sito Bold.
Peso rilevato senza pedali: 14.33 kg.

Qui si nasconde l’ammortizzatore
Rimosso il coperchio, si può mettere mano all’ammortizzatore
Per regolare il sag è presente un indicatore sul linkage sinistro
Per raffreddare l’ammortizzatore Bold ha creato delle prese d’aria sul tubo sterzo…
.. e sul tubo sella.
La geometria è variabile grazie a dei flip chips presenti sul punto di infulcro dei due foderi…
…e ad una serie sterzo eccentrica della tedesca Newmen.
Massicci i link, oltre a tutto il telaio, completamente in carbonio.
Ben pensati i dettagli, come il tendicatena incorporato…
… e la protezione fra carro posteriore e triangolo anteriore.
La bici in prova era configurata con la nuova Forcella DT Swiss F535..
… che ha la caratteristica di avere i pomelli delle regolazioni nascosti da due coperchi in metallo.
Il comando remoto a manubrio gestisce sia la forcella che l’ammortizzatore posteriore.
Per tutti gli altri dettagli, ma soprattutto per sapere come va, guardate il video!
  1. Linea molto bella e pulita, ma per curiosità, smontare l’ammortizzatore, ad esempio per revisionarlo, è un’operazione difficile o semplice? e ancora, dallo sportellino è possibile fare quali regolazioni?

    0
  2. Bellissima da vedere… Ma non penso sia una gran soluzione all’atto pratico. Gli ammo ad aria senza piggyback si scaldano e diventano legnosi dopo qualche minuto di utilizzo gravoso… In questo caso manco prende aria durante la discesa. Senza contare che se sei uno che tocca le regolazioni ad ogni discesa qua non so come te la puoi cavare…

    0
      1. Io per esperienza diretta posso dire che il fox float subiva questo problema.. Risolto mettendo DB air.. Stesso problema con Monarch debonAir.. Risolto col Monarch Plus… L’unico Inline che ho avuto e che non subiva riscaldamento era il float DRCV che avevo su trek.. Quel sistema effettivamente non soffriva. Non metto in dubbio il tuo test… ma personalmente ci sono già passato e non rischio più l’acquisto errato su un’enduro.. Air con piggy o molla..

        0
  3. Ho avuto la fortuna di provare la vecchia di un cliente svizzero. Bici molto bella, mi sembrava un pelo poco aggressiva, ma arrivavo dalla nomad. Sinceramente l’ammo era bello freddo dopo una discesa bella cattiva (per chi conosce, poignod ad Aosta) qui di immagino che sia stata progettata molto bene.

    0
  4. Preferirei vedere l’ammortizzatore specie se fosse uno a molla con piggy , però devo dire gran bel mezzo con geometrie discesistiche spinte ed una bella “pulizia” stilistica rovinata un pò dalla selva di cavi sul davanti ( fin che non si monterà il nuovo cambio Sram ed il RS Reverbe con comandi wireless ) .
    Pratica la soluzione con gli eccentrici per variare le geometrie e poter utilizzare diversi formati ruota , anche se forse più che da 29 a 27,5 + ( che qualcuno si ostinava a dire avessero lo stesso diametro esterno delle 29 , ma evidentemente non è così !) avrei preferito da 29 a 27,5 .
    A quando una comparativa sulle forcelle ed ammortizzatori visto l’uscita dei nuovi elementi DT Swiss ?

    0
  5. lollo72

    Preferirei vedere l'ammortizzatore specie se fosse uno a molla con piggy , però devo dire gran bel mezzo con geometrie discesistiche spinte ed una bella "pulizia" stilistica rovinata un pò dalla selva di cavi sul davanti ( fin che non si monterà il nuovo cambio Sram ed il RS Reverbe con comandi wireless ) .
    Pratica la soluzione con gli eccentrici per variare le geometrie e poter utilizzare diversi formati ruota , anche se forse più che da 29 a 27,5 + ( che qualcuno si ostinava a dire avessero lo stesso diametro esterno delle 29 , ma evidentemente non è così !) avrei preferito da 29 a 27,5 .
    A quando una comparativa sulle forcelle ed ammortizzatori visto l'uscita dei nuovi elementi DT Swiss ?

    ci stanno anche le 27.5. Però in quel caso ti ritroveresti con una forcella da 29, cioé dovresti cambiarla

    0
    1. Guardando ad esempio i nuovi regolamenti che se non erro non obbligano più ad avere lo stesso diametro ruota anteriore e posteriore , si potrebbe anche pensare ad una 29 anteriore ed una 27,5 o 27,5+ al posteriore , oppure si avrebbe un mezzo difficilmente gestibile ?

      0
  6. teoDH

    Linea molto bella e pulita, ma per curiosità, smontare l'ammortizzatore, ad esempio per revisionarlo, è un'operazione difficile o semplice? e ancora, dallo sportellino è possibile fare quali regolazioni?

    Per smontare l'ammo: https://www.boldcycles.com/en/technologies/internal-suspension-technology/
    La compressione la raggiungi col remoto, il ritorno togliendo il coperchio, lo faccio vedere nel video.

    lollo72

    Guardando ad esempio i nuovi regolamenti che se non erro non obbligano più ad avere lo stesso diametro ruota anteriore e posteriore , si potrebbe anche pensare ad una 29 anteriore ed una 27,5 o 27,5+ al posteriore , oppure si avrebbe un mezzo difficilmente gestibile ?

    Mai provato un ibrido del genere, ma so che qualcuno lo fa

    1+
  7. jo il pazzo

    Come anteporre totalmente l'estetica alla funzionalità di una bicicletta rendendola un'incubo. Ci stessero almeno due borracce poi…

    la mtb è un oggetto da fighetti, fattene una ragione, i duri e puri alzano pesanti bilanceri di freddo e ruggine acciaio!!! 😉

    0
  8. E’ indubbiamente bellissima da vedere. Però, non so perché, mi vengono in mente le parole di un famoso Avvocato rivolte ad un ex grande calciatore: “Più bello che utile”.
    Tuttavia, gli esercizi di design a me piacciono e molto, quindi mi piacerebbe vederne altre di bici con soluzioni fuori dal comune.

    0
  9. jo il pazzo

    Come anteporre totalmente l'estetica alla funzionalità di una bicicletta rendendola un'incubo. Ci stessero almeno due borracce poi…

    perchè meno funzionale? l'ammo si regola altrettanto facilmente, ha i controlli remoti, non si sporca, e si smonta in un secondo… ce ne fossero di bici così funzionali!

    0
  10. teoDH

    perchè meno funzionale? l'ammo si regola altrettanto facilmente, ha i controlli remoti, non si sporca, e si smonta in un secondo… ce ne fossero di bici così funzionali!

    L'unico inconveniente è che se in futuro si volesse cambiare ammo, si potrebbe essere limitati dall'ingombro.
    Comunque gran bella bici, mi piacciono queste sperimentazioni… sono arrivato a 6.602 CHF sul configuratore :i-want-t:

    0
    1. occhio che l’importo in chf è al netto delle tasse, se metti in euro già calcola il 19 di iva (che credo sia l’aliquota della maggioranza dei paesi europei). quindi al prezzo in franchi convertito euro devi fare più 22% per l’italia.

      0
  11. stilgar

    occhio che l'importo in chf è al netto delle tasse, se metti in euro già calcola il 19 di iva (che credo sia l'aliquota della maggioranza dei paesi europei). quindi al prezzo in franchi convertito euro devi fare più 22% per l'italia.

    Guarda, mi piacerebbe essere al punto di dovermi porre il problema, ma credo rimarrà lì come i 99.000 € per la AMG C63 di qualche anno fa 😐 😐

    1+
  12. stilgar

    occhio che l'importo in chf è al netto delle tasse, se metti in euro già calcola il 19 di iva (che credo sia l'aliquota della maggioranza dei paesi europei). quindi al prezzo in franchi convertito euro devi fare più 22% per l'italia.

    il prezzo è con il 7.7% di iva svizzera

    0
  13. marco

    il prezzo è con il 7.7% di iva svizzera

    Possibile che dia importi diversi a seconda del Paese?

    Io come base di partenza prima di configurare alcunché ho
    5.337 CHF (Including 19.0% taxes)
    Visto che l'IVA in Svizzera è il 7.7%, cosa sono gli 11 e rotti % che ballano?

    Curiosità puramente accademica…

    0
  14. AlexV

    Possibile che dia importi diversi a seconda del Paese?

    Io come base di partenza prima di configurare alcunché ho
    5.337 CHF (Including 19.0% taxes)
    Visto che l'IVA in Svizzera è il 7.7%, cosa sono gli 11 e rotti % che ballano?

    Curiosità puramente accademica…

    questo non lo so, prova a chiedere

    0
  15. bellissima, poi mi guardo il test!
    ho conosciuto il titolare a provato la vecchia versione, che era “standard” come geometrie ma già bellissima, molto ben pedalabile e equilibrata in discesa. questa sembra una bella bestia, mi piacerebbe molto provarla.

    Per quanto mi riguarda, mi piace l’idea di farci una borsa su misura nel triangolo da usare nei viaggi. Anche il prezzo non mi sembra fuori di testa considerato montaggio e soluzioni tecniche.

    0
  16. desedet_dario

    Per quanto mi riguarda, mi piace l'idea di farci una borsa su misura nel triangolo da usare nei viaggi. Anche il prezzo non mi sembra fuori di testa considerato montaggio e soluzioni tecniche.

    Io trovo il prezzo decisamente competitivo, soprattutto pensando all'unicità del telaio e a quante ore di progettazione vi sono state investite.

    0
  17. lungofucile68

    Scusa Marco, come vedi questa Bold rispetto ad una Ransom che, mi è sembrato di capire, sembra essere il tuo riferimento tra le enduro 29 di quest'anno?

    la ransom arrampica meglio perché diminuisci il sag in posizione trail.
    Per il resto in discesa sono piuttosto simili, a parte se si sceglie l'angolo sterzo più aperto sulla Bold.

    0