[Test] Cube Stereo 150 C:62 SL 29

222

A grande richiesta ci siamo fatti mandare una Cube Stereo 150 SL con ruote da 29, nella sua versione con carbonio C:62, cioé il più economico. Abbiamo provato la stessa bici con carbonio C:68, e montaggio diverso, due anni fa. Il telaio è infatti rimasto lo stesso, a livello di forme e geometrie. L’allestimento e le grafiche sono cambiati. Per un prezzo di listino di 3.799 Euro questa Stereo monta dei componenti di prim’ordine.

Nel video ve la presento e la provo sul campo. Più sotto trovate le geometrie e le foto dei dettagli. La taglia in prova è una 20″. Ricordatevi di iscrivervi al nostro canale Youtube se non l’avete ancora fatto.

YouTube video

 

Geometria

Trasmissione mista Shimano XT/SLX
Ammortizzatore Fox Float DPX2 Factory Kashima
Forcella Fox 36 Factory Kashima Grip2
Sella Cube Nuance, dalle dimensioni minimaliste
Il paracolpi sotto al tubo obliquo
Cerchi Newmen Evolution A30, in alluminio con canale interno di 30mm
I rotori SLX, mentre i freni sono XT
Manopole Cube e comando remoto del reggisella telescopico Fox Transfer
Carbonio C:62
Sistema di sospensione a quadrilatero con giunto Horst
Manubrio in alluminio Race Face Chester da 780mm

Il montaggio completo si trova sul sito Cube.

 

Commenti

  1. Geep:

    Bah..
    mica tanto bah, basta provare una bici da 120 e una da 160 su un sentiero. A meno di non essere completamente fermi, la differenza si sente eccome.
  2. marco:

    mica tanto bah, basta provare una bici da 120 e una da 160 su un sentiero. A meno di non essere completamente fermi, la differenza si sente eccome.
    Cmq la Izzo se non sbaglio è 130..
    Guarda, io peso 90 kg e passa in ordine di marcia e non vado piano. E modestamente faccio roba tosta.
    Ho la smuggler 140/120 e una dartmoor blackbird 170/160 27,5.
    L'unica volta che ho sentito i limiti della Smuggler è stato quando sono andato al park in Paganella, ma tanto ci vado raramente.
    Sui sentieri alpini queste trail bike moderne sono a loro perfetto agio. Infatti molte case si stanno allineando, da Yeti (SB 130) a Santacruz (Tallboy), a Orbea (Occam) a boh, le conosci meglio di me. Tutte simili, geometrie sdraiate ed escursioni contenute.
  3. Bella recensione @marco . Per il prezzo è veramente ben montata e per migliorarla basta veramente poco . Certo che a vedere bici come queste mi viene spontaneo pensare che alcuni marchi applichino mark up eccessivi , non dico che non ci siano differenze rispetto a Telai blasonati ma la differenza non mi sembra giustificata. Alla fine si evince che ci si può divertire senza spendere una follia. Una prova delle Propain Tyee 2020 sarebbe interessante
Storia precedente

IZZO: la nuova trail bike di YT

Storia successiva

Industry Nine: distanziali regolabili antirumore

Gli ultimi articoli in Test