MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Test] Dualgel Front Pad per caschi MET

[Test] Dualgel Front Pad per caschi MET

[Test] Dualgel Front Pad per caschi MET

27/08/2018
Whatsapp
27/08/2018

Autore:  Francesco Mazza

MET Helmets ha ideato un particolare cuscinetto in gel da utilizzare al posto dell’imbottitura frontale del casco per offrire un feeling nettamente differente, con caratteristiche inedite rispetto ai tradizionali pad imbottiti. Il Dualgel Front Pad è disponibile come accessorio ed è compatibile con tutti i caschi MET (e non solo). Il Dualgel Front Pad offre il vantaggio di essere ipoallergenico e antibatterico, quindi totalmente inodore, mantenenedo queste caratteristiche nel tempo, anche a seguito di uso frequente. Un altro vantaggio è quello di conservare nettamente più a lungo lo spessore originale, senza deformarsi o appiattirsi a causa della continua pressione. Lo abbiamo provato su un MET Roam, confrontandolo con il pad standard di serie, per darvi il nostro parere su questo piccolo ma interessante optional.

Analizzando le differenze dei due prodotti in termini di misure, il Dualgel ha un peso superiore con 11 grammi contro i 3 grammi del pad di serie sul Roam. Lo spessore è di 5,2mm rispetto ai 7,5mm del pad imbottito che diventano 0,9mm se lo si comprime completamente, mentre il pad in tessuto arriva a 0,6mm. Va considerato che il Dualgel è più sostenuto e comprimendolo con una leggera pressione che simula quella a cui è sottoposto una volta allacciato il casco in testa, questi dimezza il suo spessore arrivando a 2,6mm mentre il pad imbottito si comprime più facilmente, raggiungendo sotto la stessa quantità di pressione uno spessore di 1,4mm.

Nella foto seguente vediamo come il pad tradizionale di serie, formato da ben cinque cuscinetti imbottiti e lungo 245mm nel caso del Roam, avvolga tutta la parte frontale ben oltre le tempie, coprendo per buona parte il sistema di chiusura a 360° di MET.

Il Dualgel Front Pad è invece più corto con 195mm di lunghezza e con i suoi tre cuscinetti di dimensioni generose arriva a posizionarsi giusto sulle tempie, dove lo spessore del gel va leggermente a rastremarsi. La parte posteriore del pad in gel è in tessuto e questo consente di utilizzare gli stessi inserti adesivi con Velcro già presenti sul casco per sostenere il pad di serie. In ogni caso MET ne fornisce quattro di ricambio nella confezione del Dualgel.

Nella foto seguente notiamo proprio uno di questi inserti con Velcro che, a causa della minore lunghezza del Dualgel Front Pad rispetto all’imbottitura di serie, resta scoperto. In ogni caso non è stato necessario rimuoverlo dato che lo spessore dei cuscinetti in gel fa in modo che il Velcro non entri in contatto con la pelle, evitando qualsiasi possibilità di fastidiosi sfregamenti.

In azione

A contatto con la pelle il Dualgel è fresco e piacevole anche dopo diverse ore in sella con il caldo torrido di questo periodo estivo. Non assorbendo il sudore, lo devia verso i lati evitando che possa colare sulla fronte. Data la minore comprimibilità rispetto al tradizionale pad imbottito, risulta più rigido e quindi occorre regolare la rotella di chiusura del casco con alcuni click in meno per avere il fit corretto, che non è così immediato da trovare. Personalmente sono abituato a stringere abbastanza il casco affinché non si sposti e questa abitudine non va d’accordo con il pad in gel. A differenza del pad imbottito di serie infatti, il Dualgel inizialmente mi provocava una fastidiosa pressione ai lati della fronte. Ho gradualmente diminuito i click scoprendo che, grazie alla perfetta aderenza del gel alla fronte, il casco può essere calzato più lasco senza che si muova sulla testa, nemmeno nelle discese sconnesse.

Una volta trovato il giusto fit, il Dualgel lavora a tutti gli effetti come un cuscinetto, stabilizzando ulteriormente il casco e lasciando la pelle più riposata, dato che il gel aderisce senza provocare alcuna irritazione ed eliminando quei micro sfregamenti tipici del tessuto dei pad tradizionali. Una sensazione certamente particolare e differente da quella a cui si è abituati, che si sposa bene con le esigenze di chi ha la pelle particolarmente delicata o di chi preferisce non dover stringere molto il casco pur avendo la sicurezza di una calzata salda e corretta.

Il Dualgel Front Pad è venduto al prezzo di €9 direttamente sul sito MET Helmets o presso i rivenditori autorizzati.

MET Helmets

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
maxpowermx
maxpowermx

ma era già presente sulla linea bluegrass!!

akko69
akko69

non mi sembra proprio che sul GoldeEye ci sia…

kristianscott
kristianscott

sapete se è compatibile anche con altri caschi ? Probabilmente se ci sono i velcri per attaccarlo si potrà “addattare” in qualche maniera + o – decente… Sul parachute ho un cuscinetto simile ma di spessore inferiore ed è spettacolare rispetto al solito in stoffa !

Pietro.68
Pietro.68

secondo me è attaccabile a qualunque casco che usi la strisci davanti fissata con il velcro.

grandebozzo
grandebozzo

Confermo le impressioni del tester, io ce l’ho sul Parachute e, rispetto all’imbottitura delle precedenti edizioni, è veramente un altro mondo. Consigliatissimo.

santacruzbk
santacruzbk

Uso da diversi anni MET sia in ambito XC che AM.
Sui miei caschi è sempre stato montato di serie, la presenza del gelpad è stato uno dei motivi per cui mi ha fatto riacquistare MET nell’ambito dell’affollato panorama dei caschi.

albatros_la
albatros_la

Dunque i tre cuscinetti di gel aderiscono alla fronte.
Si dice che “non assorbendo il sudore, lo devia verso i lati evitando che possa colare sulla fronte.”
Questo immagino valga per il sudore che cola dalla testa. Le due fessure tra i tre pad non lo fanno colare comunque? Inoltre, se il gel è idrofobico e aderisce alla pelle, non dà fastidio nella zona d’appoggio dove di fatto non c’è traspirazione? Sto cercando di capire che differenza c’è rispetto ad una fettuccia di neoprene o simili schiume viscoelastiche a celle chiuse, che fino ad ora credo nessun produttore abbia utilizzato proprio perché non traspirano (d’altro canto questa si usa solo davanti e dubito si sognerebbero mai di estenderla a tutto il capo).

mazzo64mtbforum
mazzo64mtbforum

nel mio met,che non e’nuovo,e’gia’ presente.

Haran Banjo
Haran Banjo

Mah, ce l’avevo nel vecchio MET, non mi ha mai convinto. Troppo aderente e poco morbido. L’unico vantaggio era che non si impregna di sudore.