[Test] Manopole Renthal Ultra Tacky Push-On

[Test] Manopole Renthal Ultra Tacky Push-On

14/06/2018
Whatsapp
14/06/2018

Le manopole che solitamente preferisco usare sono quelle con i collarini, grazie soprattutto alla facilità con cui si montano e smontano. Prima del lancio delle ODI Sensus Lite, le mie preferite erano le Renthal Kevlar. Considerando che impugno il manubrio molto all’esterno, generalmente preferisco le manopole a collarino singolo, così che non ce ne sia uno esterno a premermi sul palmo. L’anno scorso, Renthal ha lanciato le manopole Ultra Tacky. Se da un lato ero attratto dalla mescola, non lo ero invece dal doppio collarino. Qualche mese fa però, Renthal ha presentato una versione della sua manopola classica (senza collarino) nella mescola Ultra Tacky. Eccole quindi in test.

Dettagli

• Mescola Ultra Tacky™
• Parte interna con trama a rombi per il miglior controllo
• Parte esterna con trama a blocchi per migliore durata
• Flangia media per un miglior controllo e compatibilità con i comandi
• Lunghezza 135mm
• Tappi ad expander
• Con scanalatura per fissare le manopole con fil di ferro
• Prezzo: intorno ai 20 Euro online.

In mancanza di un tappo integrato o di un collarino chiuso da un lato, le manopole Push-On hanno un tappo che si fissa all’estremità del manubrio con un expander (e una brugola da 3 mm). Rispetto ai prodotti precedenti, Renthal ne ha ridotto leggermente il diametro. È un’ottima cosa soprattutto per chi, come me, tiene il manubrio molto all’esterno.

Il diametro relativamente ridotto di 29mm e la trama a rombi piaceranno a chi ama le manopole sottili e minimaliste. La flangia integrata è ispirata al mondo della motocross ma è piccola abbastanza da non dare alcun fastidio quando si usano i comandi remoti o il cambio.

Renthal vende anche una colla per manopole che, secondo me, è irrinunciabile per chi usa le manopole Push On, la Grip Glue. Devo ammettere che in passato non ne applicavo a sufficienza e quindi non funzionava come avrebbe potuto. È necessario spalmarla bene sul manubrio e distribuirla su tutta la superficie interna della manopola. Dopo averla messa quindi bisogna fare qualche giro completo della manopola sul manubrio, un po’ come se si accelerasse con una moto. È necessario poi essere veloci a pulire la colla in eccesso.

Se preferite fissare le manopole con fil di ferro, ci sono due scanalature, una all’interno e una all’esterno della manopola. Altre opzioni, se non volete usare la colla specifica, sono la lacca per capelli o vernice spray.

Prova sul campo

Inizialmente queste manopole sembravano quasi troppo appiccicose e lasciavano un leggero residuo sulla mano. Un fatto che però non dà fastidio se si usano i guanti. Fortunatamente questo residuo iniziale è scomparso dopo la prima discesa. Ho potuto quindi cominciare a concentrarmi sul feeling delle manopole, restando subito colpito da come assorbano le vibrazioni. Prima di montare le manopole Ultra Tacky ho cambiato anche il manubrio, sostituendo il Renthal Fatbar in fibra di carbonio su cui avevo le manopole Sensus Lite con il nuovo Renthal Fatbar in alluminio. Con questa coppia manubrio/manopole, sorprendentemente, ho notato che le vibrazioni si sentivano molto meno che con il manubrio e le manopole precedenti, malgrado mi aspettassi un peggioramento, da questo punto di vista, dovuto al manubrio in alluminio.

Non mi capita spesso di fare downhill a raffica, ma di recente mi è capitato più volte di fare tante discese impegnative una dopo l’altra. Di solito ne uscirei con le mani completamente fritte. Con queste manopole però sono stato sorpreso di ritrovarmi con le mani fresche anche dopo due giorni di intenso bike park. Solitamente non uso i guanti e non mi piacciono le manopole con trame troppo complicate, quindi non c’e da sorprendersi che il disegno semplice delle Ultra Tacky Push On si sia riverlato perfetto per me. Ma l’aspetto migliore di queste manopole è la mescola. Le ho usate anche con temperature molto alte, al punto in cui di solito metto i guanti a causa del sudore. Con le manopole Push On invece non ne ho mai sentito il bisogno. Per quanto riguarda la durata invece, Renthal classifica la mescola Ultra Tacky con 3/5 stelline, mentre – a titolo di confronto – sono 5/5 le stelline per la mescola delle manopole Kevlar. A me non è sembrato che le Ultra Tacky si consumassero ad una velocità intollerabile, soprattutto considerando quanto siano morbide.

Conclusioni

Con le Ultra Tacky Push-On, Renthal ha lanciato un ottimo prodotto. Potrebbero non fare per voi se non riuscite a fare a meno del collarino o se vi piacciono le manopole spesse con trame complesse. D’altro canto, il fatto che queste Renthal siano così comode e assorbano così bene le vibrazioni, malgrado lo spessore ridotto, è proprio dovuto alla mancanza di un cilindro interno in plastica come quello necessario nelle manopole lock-on. Per quanto mi riguarda, se si trascura la scomodità di dover usare una colla e di non poterle smontare facilmente, queste sono decisamente le mie manopole preferite.

Renthal