[Test] Scarpe Fiveten Kestrel

[Test] Scarpe Fiveten Kestrel

19/08/2015
Whatsapp
19/08/2015

[ad3]

Da qualche mese stiamo provando le nuove Fiveten Kestrel, scarpe dotate di attacco per lo sgancio rapido e della famosa suola Fiveten Stealth.

IMG_4704

Il marchio americano ha cercato di combinare una suola rigida, adatta per trasmettere al meglio la potenza sui pedali, con una gommatura che offra un buon grip quando si deve camminare. Per fare ciò ha dotato le Kestrel di un inserto in carbonio e di due diverse mescole sulla suola:  la C4, più dura, intorno allo sgancio rapido, là dove la scarpa tocca il pedale, e la più morbida Mi6 sul tacco e sulla punta.

IMG_4713

La parte superiore della scarpa ha una mesh sotto il collo del piede, per mantenerlo fresco, e un’unica chiusura Boa IP1 (qui i dettagli). La punta è rinforzata per proteggere il piede dagli impatti con rocce o altri ostacoli. Il peso di una scarpa è di 490 grammi compreso cleat Shimano.

IMG_4711

Sul campo

DSC00980

Innanzitutto va menzionato il montaggio dello sgancio rapido: la slitta su cui fissarlo è davvero lunga, permettendo di trovare la propria posizione preferita senza problemi.

IMG_4706

La Kestrel, durante le prime giornate d’uso, è risultata molto dura sui bordi, cosa che ha dato fastidio nei tratti camminati, soprattutto se si metteva il piede storto lateralmente, perchè il bordo andava a toccare la caviglia. Dopo un po’ di “rodaggio” il problema non si è più posto, e la camminata è risultata abbastanza confortevole, se si tiene conto della rigidità della suola, con il suo inserto in carbonio.

IMG_4712

Scordatevi la sensazione di comodità assoluta e di grip delle Fiveten per pedali flat, le Kestrel sono state pensate per scaricare la potenza del rider sui pedali, ed è qui che brillano. Sia in fase di pedalata che in quella di discesa con pedali minimalisti (da XC, per intenderci), la suola è risultata rigida e supporta bene il piede, rendendo inutili di fatto dei pedali con gabbia dalla dimensione generosa.

IMG_4709

Quello che è risultato insoddisfacente è la chiusura Boa. Funziona bene, senza dubbio, ma un solo pomello non è sufficiente per stringere la parte bassa del piede: basterebbe una fascia in velcro – soluzione usata su molte altre scarpe della concorrenza- per ovviare al problema. Purtroppo mi sono trovato spesso a stringere il Boa durante le uscite, ma non c’è stato modo di riuscire a stringere per bene anche la parte inferiore del piede. Non è un problema dovuto alle diverse forme dei piedi dato che, anche parlando con altri biker, il problema risulta diffuso. Non è possibile stringere a mano il laccio in nylon del Boa, perché troppo sottile e tagliente. Ci si trova così con la parte anteriore del piede troppo libera di muoversi nella scarpa, cosa che può dare fastidio in diverse situazioni, in primis in curva. Da notare forma allargata della parte anteriore della scarpa.

IMG_4710

La posizione della rondella del Boa è piuttosto esposta agli urti. Essendo singola, se si rompe per un impatto la scarpa rimane aperta, a meno che non si abbia una rondella di scorta appresso. Cosa successa ad una nota endurista svizzera, che per fortuna ne aveva una nello zaino.

A livello di vestibilità, se si eccettuano i bordi quando sono nuove, il resto delle Kestrel è comodo e sufficientemente traspirante, grazie alla mesh sulla parte anteriore. In estate si lasciano indossare senza le sudorazioni di alcune cugine per pedali flat, e le punte rinforzate sono venute comode in diverse situazioni.

IMG_4707

Conclusioni

Una scarpa per chi ama pedalare, ma non disdegna qualche passaggio a piedi per raggiugnere una discesa epica. La suola è rigida grazie all’inserto in carbonio, garantendo una buona trasmissione della potenza in fase di pedalata e un ottimo sostegno in discesa anche con pedali da XC. La camminata è sufficientemente comoda e la mescola della suola offre un ottimo grip, ma chiaramente non ai livelli delle Fiveten per pedali flat proprio a causa della suola in carbonio.

Il singolo sistema di chiusura BOA non stringe sufficientemente la parte bassa del piede, cosa fastidiosa soprattutto in discesa e nei cambi di direzione, ed è esposto agli urti.

Prezzo: 165 Euro
Peso: 490 grammi l’una compresa di tacchetta Shimano
Fiveten.com
4Guimp.it

[ad12]