[Test] Sistema riparazione pneumatici tubeless Stans No Tubes Dart

[Test] Sistema riparazione pneumatici tubeless Stans No Tubes Dart

26/11/2019
Whatsapp
26/11/2019

 

Ieri abbiamo ricevuto in anteprima il nuovo sistema di riparazione per pneumatici tubeless di Stans No Tubes, il Dart. Non si può definire un classico “vermicello”, perché ne differisce sia per la forma che per il funzionamento. Infatti le forature vengono riparate con una combinazione di un effetto meccanico, l’inserimento del Dart nel buco, e di un effetto chimico, cioé la reazione del Dart al contatto con il lattice Stan No Tubes.

Infatti la condizione necessaria per far funzionare il Dart è che nei copertoni tubeless vi sia presente del lattice della stessa marca, vale a dire lo storico Stan No Tubes, uno dei primi liquidi sigillanti arrivato sul mercato anni orsono.

In questo primo test che vedete nel video ho fatto una prova “a secco”, cioé ho tagliato la gomma con un punteruolo. Il taglio è netto, senza sbavature, quindi facile da sigillare. Ben diverso da quello che accade sul campo, dove raramente il foro è unico, perché di solito si va a pizzicare la gomma in due punti (sul battistrada e vicino al cerchio) e spesso il bordo del taglio è irregolare.

State quindi sintonizzati per il test vero e proprio!

Prezzi e disponibilità

DART: 24,90 euro
DART Refill: 19,90 euro

Disponibilità: in arrivo in Italia in questi giorni.

Stan’s NoTubes è distribuito in Italia da Raceware

Commenti

  1. Guardando il video mi sono stupito più che altro con che facilità siete riusciti a montare il copertone sul cerchio della Mavic (almeno mi pare ?) , io sui vecchi CrossMax con canale da 1,9 dovevo utilizzare litri di lubrificante e leve ultraresistenti oltre a scomodare una schiera di Santi !
  2. richibari:

    La sua particolarità ed il suo plus, cioè quello di lavorare in sinergia col lattice, può diventarare però il suo limite.
    Capita di forare e constatare che il lattice ormai non c'è più, è secco.
    Per me controllare la presenza del lattice è diventato un controllo di routine. Quando scuotendo la gomma non si sente rumore di liquido lo aggiungo.
  3. Akira81:

    Senza polemica ma a titolo informativo..
    col vecchio vermicello, rimaneva dentro solo la parte che si vulcanizzava, poi arrivando a casa, magari con un taglierino, si asportava il vermicello residuo e la gomma tornava come nuova.. ora con questo sistema, avresti il dardo per sempre nella gomma, con quello spazzolino attaccato.. ma qual'è il senso? Grazie.