UEC: raccolta fondi per l’Ucraina

L’Unione ciclistica europea (UEC) ha aperto una raccolta fondi per aiutare la federazione ciclistica ucraina in questo momento di difficoltà. Questo il comunicato dell’UEC:

L’Unione Ciclistica Europea è consapevole del fatto che molti atleti ucraini sono stati costretti a lasciare la propria patria durante la crisi e a cercare rifugio in altri paesi. Questi atleti sono ora supportati da Federazioni Nazionali, amici e famiglie e vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno offerto e continuano a offrire il loro supporto.

A questo proposito, l’UEC ha deciso di lanciare una raccolta fondi per aiutare la Federazione ciclistica ucraina e i suoi atleti.

Tale iniziativa, la prima nella storia della confederazione continentale, è stata approvata questa mattina dal RemCo (Comitato Remunerazione) dell’UEC, e poi dal Comitato di Gestione dell’UEC al termine di tutte le procedure amministrative. Queste procedure sono conformi alle regole procedurali e agli statuti dell’UEC, nonché ai regolamenti bancari svizzeri.

La raccolta fondi intitolata “UEC Solidarity & Unity Aid for Ukrainian Cycling” mira a sostenere e fornire assistenza alla Federazione presieduta da Andry Grivko e ai giovani atleti che stanno attraversando questo drammatico momento.

Con la prima donazione dell’UEC (100.000 euro) il conto è già attivo e la distribuzione dei fondi sarà coordinata direttamente dall’UEC, dall’Uci e dal Presidente della Federazione Ciclistica Ucraina Andry Grivko. La distribuzione dei fondi raccolti inizierà il prima possibile.

Ecco le coordinate per fare una donazione:

– nome conto: Union Européenne de Cyclisme
– numero conto: 0269-00920065.70D
– IBAN: CH110026926992006570D
– valuta: Euro
– Riferimento: UEC Solidarity & Unity Aid for Ukrainian Cycling
– BIC (SWIFT): UBSWCHZH80A

 

Storia precedente

Valvole e*13 Quick Fill Plasma in primo test

Storia successiva

Internazionali d’Italia Series 2022 al via

Gli ultimi articoli in News

La miniera

Le miniere di carbone del Belgio, da dove proviene Thomas Genon, il protagonista di questo video,…