MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Una donazione in aiuto di Lorraine Truong

Una donazione in aiuto di Lorraine Truong

Una donazione in aiuto di Lorraine Truong

28/11/2016
Whatsapp
28/11/2016

[ad3]

Lorraine Truong è una giovane atleta svizzera che corre per il team BMC, marchio per il quale lavora anche come ingegnere per lo sviluppo dei prodotti. Negli ultimi anni ha corso sia in Enduro World Series che in DH e ha alle spalle ottimi risultati anche in ambito XC. Conosciuta per lo stile di guida aggressivo e per l’ampiezza dei salti che affronta, Lorraine è molto apprezzata nell’ambiente a livello atletico, nonostante non sia tra le top rider di cui sentiamo parlare più spesso. Purtroppo la racer svizzera sta combattendo una battaglia quotidiana contro un fortissimo dolore costante e debilitante, conseguenza di una caduta durante la EWS francese del 2015. Lorraine ha riportato un forte trauma cranico che le ha danneggiato il cervello, esacerbando dei problemi riportati in una precedente caduta, sempre con trauma cranico.

Le spese mediche di Lorraine sono altissime e per il tipo di cure richieste, con viaggi negli Stati Uniti, la sua assicurazione sanitaria non garantisce copertura. Molti aiuti stanno arrivando dagli sponsor e dal bike business in generale, ma la cifra necessaria per curare l’atleta elvetica ammonta a €23.300. Per raggiungere tale cifra è stata istituita una raccolta fondi a lei dedicata. Con una donazione si accede a una estrazione a premi con la quale è possibile vincere prodotti di vario genere messi in palio dagli sponsor per incentivare la donazione.

Per maggiori informazioni o per effettuare una donazione cliccate su questo link: Help Lorraine Truong

NB: Le cure necessarie a Lorraine non ci sono in Svizzera, motivo per cui deve andare negli Stati Uniti. La sua assicurazione non copre questo tipo di spese.

45a988_17061cd0c05849c68305ce1e3011e526

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
crifla
crifla

Ho letto la sua storia…da brividi! Le auguro di tenere duro nel cammino verso seri miglioramenti!!

85549
85549

“in Svizzera non esiste un servizio sanitario nazionale” Scusa??? In casi di incidenti c`è l`assicurazione infortuni, o è stato tralasciato qualcosa? Non voglio sminuire la vostra lodevole iniziativa: solo per capire. Grazie.

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Non esiste nel senso che non è prevista assistenza “gratuita” come in Italia. Presumibilmente l’assicurazione di Lorraine non copre tutte le spese, partendo dal presupposto che ce l’abbia, considerando lo sport che fa per lavoro e la nazione in cui vive.

spiri
spiri

“gratuita” nel senso che la paghiamo con le tasse …

Francesco Mazza
Francesco Mazza

Per questo l’ho virgolettato. 😉 Il servizio è a carico dei contribuenti, ma resta comunque gratuito per tutti, anche per chi le tasse non le paga in Italia… o per chi le tasse non le paga affatto.

Marco Toniolo

penso che intenda dire “non c’è la mutua”, cioè la cassa malati te la devi pagare tu.
Comunque, lei stessa (nelle parole della Moseley) dice che la sua cassa malati non copre questo genere di trattamenti:

Although Lorraine has received good medical support in Switzerland, treatment for Traumatic Brain injuries is still very much in the early stages and there is no fix, no timescale or magic exercise that will guarantee recovery or improvement.
Lorraine is now on a long journey where tiny improvements may take days, weeks or months.
There is still so little known about how best to treat her symptoms that Lorraine is travelling to the USA to under go more test and rehab treatment to see if a different approach can help her in some way.
Trips like this are not covered by her medical insurance and are very expensive.

Lorraine may need multiple trips to help her progress and will ultimately be on a long costly journey on her way to ultimately getting her life back to daily life without pain in her head and maybe one day to get back on her bike….

cerberus
cerberus

questo genere di incidenti solitamente sono coperti dall’assicurazioni infortuni e non dalla cassa malati.
il problema è che il mountain biking rientra in una categoria considerata particolarmente a rischio e bisogna stipulare un assicurazione supplementare.

Nuts1972
Nuts1972

Quindi sebbene io paghi la cassa malati una mia eventuale caduta con infortunio domenicale non verrebbe coperta? Mentre se mi giro il crociato giocando a fare la ballerina si? Ottimo

Marco Toniolo

non credo, lei faceva gare pro, e si è fatta male proprio ad una di queste. Se ti fai male facendoti il giretto in bici, non penso ci siano problemi, però non ci metterei la mano sul fuoco.

85549
85549

io mi son rotto una mano e non ho scucito 1 franco. Siccome ormai la mtb è uno sport di massa e in tanti ci si fa male le ass. stavano pensando ad inscriverlo tra gli sport pericolosi… Non so a che punto siano arrivati. Se ho ben capito sta cercando di curarsi in USA ed è questa spesa non coperta: se non ti mandano i medici Svizzeri l` ass. ((giustamente)) non copre nulla…

_PM_
_PM_

Un qualsiasi lavoratore dipendente in CH ha un’assicurazione stipulata dal datore di lavoro in caso di infortunio, sia professionale che non professionale. Quest’ultimo copre anche la bici (per esperienza propria) o sci.
In ogni caso, l’assicurazione cassa malati ha diverse possibilità e ci sono anche delle complementari con la possibilità di scegliere trattamenti all’estero che non sono affatto costose.

dlacego

Confermo… e state attenti perchè le assicurazioni infortuni difficilmente risarciscono se ci si fa male durante una gara… anche il solo essere “agonisti” della domenica potrebbe essere una discriminante se venisse dimostrato che ci si è fatti male durante un allenamento. Infine attenzione ad eventuali salvataggi: all’estero ed in alcune regioni si paga l’elisoccorso a botte di migliaia di euro. Infine, anche il nostro sistema sanitario non passa tutte le cure e medicine… devono essere riconosciute.

Confr
Confr

Sinceramente non capisco come una pro o una semi pro (leggo che fa anche, e presumibilmente è il suo impiego principale, l’ingegnere per lo sviluppo) che comunque fa l’ews (non 2 garette della domenica) non abbia un’assicurazione che copre ogni infortunio subito in bici…..

Marco Toniolo

Te lo dice lei stessa:

Thanks a lot for sharing MTB MAG!! ?

(Sorry my Italian isn’t so good…).
For those who wonder, I do have an accident insurance in Switzerland. But as the neuro-rehab treatment I am having doesn’t exist in Switzerland, it is not covered. I have to pay for the treatment, but also for the travel to the USA… this is why I am asking for help..
I really hope nobody feels obliged of anything, and just send a massive THANK YOU to all who support me! ??

alpiko
alpiko

la bmc ha il braccino corto…..????

kristian
kristian

…ma che rottura di palle……
..se gli volete dare una mano datela…
..se ritenete che sia tutta una bufala, o che questa è matta e si deve rompere la testa come gli pare senza poi piangere, girate pagina e basta….

85549
85549

primo é correttezza di informazione, secondo siamo diversi bikers in ch che leggono il Mag e potrebbe interessarci la parte burocratica (e non é poco). Per il resto chi la vorrà aiutare, la aiuterà.

marcoita89
marcoita89

te credo per ogni bici venduta ci cambiano 5 telai

Federico9003
Federico9003

Basterebbe che bmc vendesse due o tre bici per pagarle le cure…

Pich1780
Pich1780

Il fatto ridicolo è che un team stesso, dato che parliamo di livello mondiale, dovrebbe garantire ai suoi atleti un’assicurazione completa: è uno sport estremo, come tale devi garantire la copertura di qualsiasi infortunio, a maggior ragione se grave!!!!

louvenianangle
louvenianangle

trovo la cosa perlomeno assurda. ma non mi stupisco piu’ di nulla da come gira il mondo politico/economico. io personalmente ho stipulato un’assicurazione propria per la bike. gia usata! purtroppo.
comunque solidarieta’ e chi volesse farle una donazione sarebbe una gesto carino, io personalmente
la faro’.
ciao a tutti.

Confr
Confr

Esatto era proprio quello che intendevo nel mio post precedente……
Un pro che corre per una casa dovrebbe avere un’assicurazione con i contro caxxi per gli incidenti in bike, stipulata direttamente dal team…….

Swiggy
Swiggy

articolo molto interessante:
http://www.descent-world.co.uk/2016/08/02/brain-injuries-in-mountain-biking-are-we-doing-enough/

nella speranza dia quel pizzico di consapevolezza in più

 

POTRESTI ESSERTI PERSO