MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Video] Addio bicicletta (ma il rider è salvo)!

[Video] Addio bicicletta (ma il rider è salvo)!

[Video] Addio bicicletta (ma il rider è salvo)!

03/11/2016
Whatsapp
03/11/2016

[ad3]

Il rider si salva, la bici no. Una mentina (già succhiata) a chi indovina dove è finita, ed in quanti pezzi. La soluzione ce la deve dire chi ha girato il video, o il fortunato superstite.

Location: Zuccherodante

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
fiore
fiore

visto il premio in palio sbaglio appositamente: è finita nel cratere del vulcano !

kayak
kayak

E’ selezione naturale. Non si va a fare lo Zuccherondante con una front vestito da Cipollini.

scratera
scratera

…questa la devi spiegare per bene…

cheyax
cheyax

con la front e un minimo di tecnica vai dappertutto (se magari abbassi la sella vai dappertutto anche senza fare schifo), non sottovalutare i frontini

giorgiomartini
giorgiomartini

Io ci andavo con la rigida (quando esistevano solo quelle)

alenick
alenick

L’ho fatta più di uno volta, alcuni tratti “rigorosamente a piedi”, non perchè tecnicamente difficili, come questo, ma se fai la cazzata… rischi grosso. Quel rider può accendere un cero alla madonnina…

Andreasnake
Andreasnake

Esatto, poi con tutti i fossettini che ci sono in quel tratto (dove poi lui si impunta), fare i fenomeni è fuori luogo…

scocht75
scocht75

Godo

scocht75
scocht75

È un godo sarcastico ovviamente

Jacopo.p.
Jacopo.p.

ahhh lo zucchero dante, bellissima rumagna mia! fatto tante volte, percorso un pelo hard in certi punti, ma tutto sommato fattibilissimo, certo che puntare il piede in quel modo….

crab
crab

Concordo per il cero alla Madonna, rinuncio alla mentina , ma chi mi dice dove si trova questo Zuccherodante?

giorgiomartini
giorgiomartini

Bellissima e panoramica discesa, che ricalca il percorso della Via Romea dell’Alpe di Serra.
La via Romea era la più importante via di pellegrinaggio dalla Germania a Roma.
http://www.viaromeagermanica.com/

Rolandoz
Rolandoz

La bici all’inferno e lui al purgatorio!

andreasia610
andreasia610

lycra + scarponcini da trekking…
non dico altro…

faustino56
faustino56

A volte in natura ci sono avvertimenti cadi e non ti fai nulla e altre basta un piccolo errore e sei spacciato, per lui oggi era un avvertimento…

Pela73
Pela73

Io non c’ero, ma per come la so, la bike non si è fatta nemmeno un graffio. Come il biker fortunatamente

kirk76
kirk76

Puoi dirlo forte.
Settimana scorsa un mio compagno di uscite dopo un giro nei boschi esce su strada, prende due foglie umide a 15 km/h casca e si procura 4 costole fratturate e 3 crinate e non è uno alle prime armi.

lenorecannan6
lenorecannan6

sicuri che avesse gli scarponcini da trekking ??
secondo me per lanciarsi la bici sopra di se in quel modo doveva avere gli spd, e anche il fatto che si sia avvicinato al punto stretto tenendo il piede destro in fuori in quel modo mi fa pensare che avesse voluto “sentirsi sicuro” tenendo un piede sganciato.

ad ogni modo…..è bellissimo vedere come si rialza…di gesti sembra dire
“si ..esatto,…la volevo mettere proprio li ! “

Paolo M.
Paolo M.

A parte tutto, a parte la probabile svista, a parte la probabile sfiga del momento …. però il “ciclista” mi pare sia un poco impedito. Sbaglio?

Skatafossy
Skatafossy

Secondo me fino a quel giorno si è sempre chiesto per quale cavolo di motivo i bikers portassero le ginocchiere……ancora non ho capito come ha fatto a impuntare in quel modo.

clax81
clax81

Ma è solo mia l’impressione che il tizio dia una bella pinzata con l’anteriore?

TonyC75
TonyC75

secondo me ha i freni montati stile moto, leva anteriore sul ramo e oplà…

iaio
iaio

cosa si fa a volte per cambiare la bici

apenseri
apenseri

Ho postato io il video ma non sono ne’ il protagonista e neppure ho fatto le riprese.
Né l’uno ne’ l’altro sono iscritti al forum ed io ho avuto il video tramite WhatsApp.
Io ero nel gruppo e mi si vede sfilare la curva verso destra poco prima del “cappotto” di Marco.
Non mi sono accorto di nulla ed il protagonista ci ha raccontato l’accaduto poco dopo, quando ci siamo raggruppati circa a metà discesa.
Marco non è di certo inesperto: immagino abbia abbassato il piede destro solo nel momento in cui ha sorpassato l’amico che stava filmando e che si era fermato per cedere il passo.
Il sentiero in quel punto è molto stretto, come si può ben vedere.

Sì, aveva una front perché la sua full martedì era in officina, ma era ben gommato e di certo la colpa non la si può imputare alla bike non adatta: io stesso ho percorso, in altra occasione, lo stesso sentiero con una front sicuramente meno performante della GT che aveva Marco martedì.
Una volta ripresosi dello spavento Marco ha focalizzato di avere sbattuto con la gamba nell’arbusto secco che si vede alla sua destra: il video in questo non è molto chiaro ma guardando l’albero dopo la caduta si vede che sta oscillando.
Fortunatamente non ha avuto conseguenze fisiche, se non una leggera sbucciatura alla gamba sinistra.

Scaveon
Scaveon

Si ma non ci hai spiegato dov’era finita la bici…

cap24
cap24

Secondo me ha sbagliato di grosso a tenere quella posizione con un piede sospeso…..appena ha preso la buca si è ovviamente accasciato sul manubrio e il cappotto è servito……certo che il filmaker poteva trovare un posto più consono per fermarsi………comunque non so come si fa ad andare per sentieri esposti senza telescopico…..sinceramente o sei un gran manico o in passaggi del genere meglio scendere,basta davvero un nulla.
Ciauz

jack11
jack11

su quel sentiero ci han fatto pure una gara nel lontano 2011, è fattibilissimo, ma va fatto con attenzione, in gara può risultare pericoloso.

martejo

E’ la classica mina anti biker, se la prendi salti in aria, la prendono anche i pro ogni tanto 😉

ducams4r
ducams4r

Un consiglio per il cameraman, se posizioni la Action Cam sul petto o sul casco, le riprese vengono molto meglio, più stabili e godibili.
Magari riuscivi anche a seguire il volo della bici!

teoDH

Bel rischio… cose che capitano, l’importante è sempre portare a casa la pellaccia!

Danixele
Danixele

Io quando incontro tratti del genere stretti e molto esposti, con una salto di diversi metri, anche se tecnicamente fattibilissimi con qualsiasi bici, scendo e lo faccio a piedi stando a monte con la bici a valle. Poi io giro molto spesso da solo, ma direi che cambia poco se c’è uno strapiombo.

Poi, in generale, se uno vuole azzardare e andarsele a cercare fatti suoi, basta che poi non si lamenta se le trova.

iron40
iron40

chissene di come è vestito, ognuno si vesta come vuole, metta le scarpe che vuole. Più che altro, in un posto così esposto un paio di ginocchiere e paraschiena , o magari un integrale.. senza andare a vedere il livello del ciclista. Chi se ne frega pure di quello.

MMa
MMa

Ok ragazzi, sono io lo sventurato protagonista! Apenseri ha già spiegato in maniera esaustiva come sono andate le cose. Ho sganciato il piede (sono scarpe da mtb con gli spd e non da trekking ed avevo il reggisella telescopico abbassato) per sentirmi più sicuro in quel passaggio stretto perché ho dovuto superare il cameraman che si è inaspettatamente fermato, e, visto che il passaggio era impegnativo mi sono tenuto più a destra possibile con il peso sul pedale a valle; stando così a destra ho strisciato il moncone dell’alberello che vi assicuro non avrei mai pensato fosse così rigido viste le dimensioni, e, sfiga ha voluto che, mi si è impigliato nei pantaloncini di Cipollini (fortuna che erano aderenti) e mi ha letteralmente fermato facendomi cappottare. Non ho toccato i freni e quasi non mi sono reso conto di niente! Sinceramente, visto il resto della discesa che ho fatto dopo con la mia front, recuperata dopo un volo di una quindicina di metri intatta grazie all’aiuto di Fabio e di un altro ragazzo ai quali va il mio ringraziamento, quello era uno dei punti meno difficili. Per tutti quelli che hanno commentato sull’abbigliamento, la bici, la tecnica e quant’altro vi lascio con questa perla di Apenseri: “Dove scendi con una full, scendi anche con una front” ed aggiungo io, basta avere l’accortezza di non esagerare, scendere nei punti più critici a piedi e non aver paura di cadere a prescindere; se non devi fare una gara puoi anche andare vestito… Read more »

iron40
iron40

Ma appunto, l’importante
È che non ti sia fatto male. Purtroppo peró ormai si scrive di tutto su internet e dopo il post del video stai sicuro che ti guarderanno pure i peli del culo pur di screditare e dire la propria. L’unica cosa è la protezione. Te lo dice uno che ha girato stupidamente per anni in maglietta ginocchiere e casco. Poi un mio amico a pila è esploso ed ha pagato per tutti. Puoi andare anche con un garelli q tre marce SE ti va, ma una ginocchiera è un paraschiena ormai ci stanno sempre. Buone pedalate e grazie di aver condiviso con noi la tua disavventura!

kayak
kayak

La mia era solo una battuta, sapendo che era andata a buon fine ho ironizzato sul fatto “dell’abbigliamento” da stradista (lycra, borsino sottosella, senza ginocchiere…) accoppiato ad una bici che dal video sembrava una vecchia xc senza telescopico..tutto molto poco adatto ad affrontare un Nasseto (o Zuccherodante). Evidentemente il telescopico l’avevi anche se mi sembra poco abbassato e tu in quel momento sei sulla sella e questo non aiuta ad avere il pieno controllo della bici…non voglio stare qui a fare il maestro, proprio io ci mancherebbe, che sullo zuccherodante sono caduto da fermo pensa 🙂 siamo bikers, l’ironia fa parte del nostro sport, non prendiamoci troppo sul serio….a presto sui sentieri di Bagno…

petardo78
petardo78

poi dicono che quelli della rampage sono incoscienti………….questi invece?????

 

POTRESTI ESSERTI PERSO