[Video] In bici tra le meraviglie del Marocco

[Video] In bici tra le meraviglie del Marocco


Ross Bell, Euan Wilson ed Eric Porter in una affascinante e suggestiva avventura sulla catena montuosa dell’Atlante, in Marocco, alla riscoperta degli antichi sentieri che i Berberi, le tribù nomadi che popolavano l’area del Nord Africa occidentale, solcavano con i loro muli.

H&I Adventures

  1. Fatto più volte negli ultimi anni.. Marocco fantastico, si può andare oltre i 3000 anche a novembre, e a Natale nelle zone a sud serpeggiare tra le dune a 25°. Vere “mulattiere” , passaggi su muli, pernotti in rifugi e docce con acqua scaldata nei pentoloni, grandi mangiate di verdure raccolte nelle vallate appena attraversate, fiumi di te’… insomma, non solo pedalate ma anche avventura.

    0
      1. Dipende, se vuoi fare percorsi ad alta quota occorre un pickup che ti porti i bagagli da tappa a tappa, e quindi devi prenderti guida ( in bici) ed autista, se ti limiti a percorsi “bassi” puoi noleggiare auto normale e fare percorsi (senza guida) ad anello e poi cambiare zona il giorno successivo .

        0
  2. Bellissimi il video e le foto, il Marocco ha una poesia tutta sua ed un fascino che ti intrigano
    Un aspetto da considerare con attenzione è quello alimentare, in particolare l’uso dell’acqua: non ci si può fermare alla prima Fontana e bere con tranquillità
    Per il resto lo ripeto: FAVOLOSO!!!

    0
    1. Beh, in realtà anche i n Italia molto raramente non ho già i mie 3 litri di autonomia, e se hai l’auto di appoggio non è un problema. Di solito l’auto la trovi sul percorso all’ora concordata e ti cucinano al momento un bel piatto caldo saporito ed abbondante. Se fai tutto “in solitaria” allora devi studiare bene le tappe, ma bene o male l’acqua in bottiglia la trovi in qualsiasi villaggetto anche microscopico. Il Marocco è una meta molto battuta dai trekker ( soprattutto zona Toubkal a poche decine di km. da Marrakech) con veri e propri rifugi come i nostri alpini.

      0